Cerca nel blog

lunedì 13 aprile 2015

La Rete degli Orti botanici realizza le "schede di campo"


La Rete degli Orti botanici della Lombardia ha realizzato la prima serie delle Schede di campo: uno strumento di valenza didattica botanica per chi desidera scoprire le specie vegetali e animali tipiche dei principali ambienti ed ecosistemi italiani. L'opera verrà presentata il 16 aprile alle ore 12 presso l'Orto Botanico di Città Studi di Milano e sarà poi distribuita nei sette orti dell'associazione.
13 aprile 2015 - Una vera e propria guida botanica da utilizzare nelle gite all'aria aperta per distinguere le specie vegetali e animali del territorio italiano. Si tratta delle schede di campo, una pubblicazione che la Rete degli Orti botanici della Lombardia ha realizzato e che presenterà il 16 aprile presso l'Orto botanico di Città Studi a Milano (Cascina Rosa) in via Valvassori Peroni 7, alle ore 12. Le mini guide hanno un carattere didattico e divulgativo, sono leggere e plastificate e quindi comode da portare con sé. Le schede di campo dal 16 aprile saranno disponibili al pubblico che potrà acquistarle, al costo di 3 euro l'una, richiedendole dal sito wwww.reteortibotanicilombardia.it o acquistandole direttamente presso le principali librerie italiane o
nei sette Orti botanici della Lombardia: l'Orto botanico di Brera - Università degli Studi di Milano, l'Orto botanico dell'Università di Pavia, l'Orto botanico di Bergamo Lorenzo Rota, l'Orto botanico di Città Studi di Milano, il Giardino botanico alpino Rezia di Bormio (SO), il Parco botanico di Villa Carlotta di Tremezzo a Como e il Giardino botanico sperimentale G.E. Ghirardi di Toscolano Maderno a Brescia. Al momento è possibile prenotarne delle copie scrivendo a segreteria@reteortibotanicilombardia.it

Le Schede di campo sono anche un utile strumento didattico per insegnanti, operatori educativi e guide ambientali. Ognuna è illustrata con disegni originali realistici e arricchita di descrizioni e nomi scientifici. Nel corso della presentazione del 16 aprile ci saranno anche degli studenti che ne sperimenteranno l'utilizzo con le piante da giardino, insieme ad alcuni degli autori della pubblicazione edita da Scripta Edizioni di Verona.
Quattro i depliant: "Piante da fiore", valido in tutto il territorio italiano, che permette di riconoscere facilmente attraverso una descrizione grafica le Angiosperme, ossia la maggior parte delle piante comuni che si riproducono attraverso la trasformazione del fiore in frutto contenente i semi; "Piccoli animali del sottobosco", un opuscolo per individuare i principali piccoli invertebrati del suolo e della lettiera del sottobosco italiano.

"Piante del sottobosco", la scheda che fornisce le informazioni per distinguere durante una passeggiata le specie erbacee presenti nelle foreste mesofile, quelle maggiormente presenti nelle zone temperate collinari e pianeggianti del centro nord italiano, caratterizzate dal clima fresco e umido. Infine la scheda di campo "Piante degli incolti, dei parchi urbani e dei parchi gioco", uno strumento per scoprire le aree verdi nelle nostre città sempre nel centro nord del Paese, imparando a riconoscere le specie vegetali erbacee che abbelliscono di varietà gli spazi urbani.

Su richiesta di altri Orti botanici, parchi, giardini, scuole, musei, associazioni, aziende, enti e istituzioni, è possibile realizzare delle Schede di campo specifiche per un territorio, in grado di riprodurre piante autoctone e personalizzate con loghi specifici.

Patrizia Berera, referente della Rete degli Orti botanici della Lombardia, spiega così il valore di questo progetto: "Il lavoro per realizzare queste pubblicazioni è stato impegnativo e corale, ha coinvolto risorse e competenze di tutta la Rete degli Orti botanici della Lombardia e siamo molto soddisfatti del risultato ottenuto. Le schede di campo sono uno strumento dall'approccio semplice e la consultazione agile senza però rinunciare al rigore scientifico".

Per ulteriori informazioni scrivere all'indirizzo segreteria@reteortibotanicilombardia.it


La Rete degli Orti botanici della Lombardia nasce nel 2002 e si costituisce associazione nel 2009. Ha come scopo la tutela, la conoscenza, la promozione e la valorizzazione del patrimonio degli Orti botanici, della natura e dell'ambiente, con particolare attenzione alla conservazione delle piante. Cardini dell'associazione sono la promozione della cultura e della ricerca scientifica e il perseguimento di iniziative condivise per favorire la collaborazione con enti pubblici e privati in Italia e all'estero. La Rete degli Orti botanici della Lombardia comprende sette realtà tra giardini e orti botanici regionali. Ne fanno parte l'Orto botanico di Brera - Università degli Studi di Milano, l'Orto botanico dell'Università di Pavia, l'Orto botanico di Bergamo Lorenzo Rota, l'Orto botanico di Città Studi di Milano, il Giardino botanico alpino Rezia di Bormio (SO), il Parco botanico di Villa Carlotta di Tremezzo (CO) e il Giardino botanico sperimentale G.E. Ghirardi di Toscolano Maderno (BS).








Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI