CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Ultime news da e su Milano

Cerca nel blog

venerdì 19 ottobre 2018

Milano Sostenibile: oggi a Palazzo Reale la presentazione dei dati sulla sostenibilità a Milano



Milano Sostenibile – 2° Osservatorio sullo stile di vita dei cittadini
l'indagine di LifeGate attesta che il 69% dei milanesi, con +8% rispetto ai dati del 2017, è coinvolto in prima persona con i temi della sostenibilità 
Realizzata da LifeGate in collaborazione con Eumetra MR, la ricerca ha analizzato l'interesse, la percezione e l'atteggiamento dei milanesi sul tema della sostenibilità, confrontati in parallelo con i risultati dell'edizione del 2017 e con quelli dell'Osservatorio Nazionale dello scorso marzo.
Milano, 18 ottobre 2018 – Sono stati presentanti oggi, presso la Sala Conferenze di Palazzo Reale, i dati relativi a Milano Sostenibile – 2° Osservatorio sullo stile di vita dei cittadini, alla presenza dell'Assessore alla mobilità e ambiente del Comune di Milano, Marco Granelli, dell'Amministratore Delegato Divita (Ricola), Luca Morari, della Senior Manager C40 Cities, Caterina Sarfatti e del Direttore editoriale e comunicazione del Gruppo LifeGate, Simona Roveda.

Patrocinata da Commissione europea, Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, Regione Lombardia, Comune di Milano, Assolombarda e Confcommercio, Milano Sostenibile applica su 800 individui rappresentativi della popolazione milanese, la metodologia di rilevazione utilizzata nelle edizioni precedenti.

Allo scopo di analizzare l'interesse, la conoscenza, l'atteggiamento e il comportamento dei cittadini, l'indagine, realizzata mediante un questionario, esplora il grado di comprensione del concetto di sostenibilità e il livello di informazione sulle iniziative adottate in merito dal Comune.

"La sempre maggior consapevolezza su un tema così rilevante e fondamentale come quello della sostenibilità non può che essere accolta con soddisfazione per il nostro quotidiano lavoro di sensibilizzazione e con speranza verso il futuro il commento di Enea Roveda, CEO di LifeGatemai come oggi le aziende devono adeguare prodotti, servizi e azioni rivolti a un consumatore sempre più informato e attento alla salvaguardia del Pianeta".

"I dati sono molto incoraggianti ed estremamente positivi per le percentuali di crescita rispetto al 2017 ha sottolineato Renato Mannheimer di Eumetra MRgli interessati al tema della sostenibilità si sono totalmente convertiti a cittadini appassionati arrivando al 40%, con una crescita del 22% rispetto allo scorso anno, e rivolgono un'attenzione particolare all'energia prodotta da fonti rinnovabili".
I risultati dell'indagine

1. I milanesi confermano una grande conoscenza del vocabolario della sostenibilità con un forte distacco dal resto della popolazione italiana

Milano si conferma una città particolarmente interessata e sensibile ai temi legati alla sostenibilità, dimostrando un'elevata dimestichezza con il "vocabolario della sostenibilità". Il 50% della popolazione (+13% rispetto al 2017), infatti, saprebbe descrivere cosa significa il termine sostenibilità contro il dato nazionale attestato al 20%. Anche il livello meno accurato di conoscenza segna un distacco di 17 punti a favore dei milanesi (25% vs. 42%) e appena il 25% del campione dichiara la totale non conoscenza del vocabolario, contro il dato nazionale al 38%.

2. La sostenibilità è un tema sentito, con un picco sull'utilizzo di energia da fonti rinnovabili e sulla riduzione del consumo di plastica
Il 55% dei milanesi reputa la sostenibilità un tema importante e uno stile di vita che si sta diffondendo, contro il dato nazionale del 56% rilevato lo scorso marzo.
Il 96% dei milanesi considera le energie rinnovabili la priorità tra le politiche sostenibili da applicare, superando di 9 punti il dato del 2017. Grande interesse per la riduzione del consumo di plastica che raggiunge un favore del 98%. Sale il sostegno all'agricoltura biologica, all'omeopatia e alla medicina naturale con rispettivamente +5% e +10%.

3. Conoscenza e gradimento delle iniziative del Comune
I cittadini del capoluogo lombardo si dichiarano ben informati in merito alle iniziative in materia di sostenibilità intraprese dal Comune di Milano, con un indice di conoscenza piena del 36% e un 43% di conoscenza media. L'apprezzamento della cittadinanza è massimo per l'apertura del sistema Navigli (80%) e la conversione degli scali ferroviari dismessi (70%). Ottima la comunicazione tra amministratori e amministrati anche quando si parla di mobilità. Il 77% dei milanesi, infatti, è a conoscenza del rafforzamento dei mezzi di trasporto pubblico, il 71% è informato sul blocco progressivo dei mezzi diesel in città e il 66% sull'istituzione di aree pedonali.

4. Cittadini milanesi attenti alla raccolta differenziata e all'uso dell'auto
Nei comportamenti quotidiani i milanesi osservano con zelo la raccolta differenziata (93%) e il 62% (+16% rispetto al 2017) quando è possibile evita di usare l'auto. Sale il consumo di alimenti bio dal 7% al 29% e a km zero dal 7% al 38%, come il consumo di alimenti del commercio equosolidale dal 2% al 24% del 2018.
La mobilità urbana, intesa sia come mezzi di trasporto sia come fruizione di aree pedonali e aree verdi, è molto apprezzata con oltre il 90% di indicazioni, seguita dall'offerta legata alla cultura e all'intrattenimento (52% vs il 61% del 2018).

5. Disponibilità agli acquisti sostenibili
I milanesi si dichiarano disponibili ad acquistare beni sostenibili anche qualora costassero più degli altri prodotti. In particolare, la disponibilità alla spesa è orientata alle lampadine a LED per la casa (67%), agli elettrodomestici a basso consumo (68%) e ai generi alimentari a km zero (50%) e da agricoltura biologica (44%).

6. Uno sguardo sul futuro
Tra le richieste dei milanesi per il futuro della città ai primi posti quelle relative agli investimenti nei servizi di sicurezza (72%) e in un miglior collegamento tra centro e periferie (68%), seguite da maggiori agevolazioni e servizi sociali per i cittadini (55%), dall'aumento dell'offerta culturale (54%) e dal passaggio alle energie rinnovabili per gli edifici pubblici (54%).
Più in basso figurano la riconversione degli scali ferroviari in nuove aree verdi (52%), l'aumento delle piste ciclabili cittadine (50%) e la creazione di mercati tematici biologici e a km zero (50%).

LifeGate è considerata il punto di riferimento della sostenibilità in Italia e conta su una community di 6 milioni di persone. Ogni giorno LifeGate lavora con passione e determinazione per mettere a disposizione informazioni, progetti e servizi coinvolgendo una rete sempre più ampia di persone, imprese, ong, istituzioni che vogliono impegnarsi attivamente al cambiamento per un futuro sostenibile.



--
www.CorrieredelWeb.it

Il Trend illiberale: I dialoghi di Reset | 22 ottobre h 11,30 Anteo Palazzo del Cinema, Via Milazzo 9, Milano

Il Trend illiberale
I dialoghi di Reset - Capire per cambiare
22 ottobre, ore 11.30 | Anteo Palazzo del Cinema di Milano

L'incontro si conclude con drink e light lunch

 

Reset presenta i dialoghi sul trend illiberale: cinque incontri, organizzati da ottobre 2018 a febbraio 2019 con il sostegno della Fondazione Zampa e in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Sociali e Politiche dell'Università degli Studi di Milano per capire le ragioni della fragilità della democrazia di fronte alla crescita di movimenti politici illiberali, dell'incapacità delle classi dirigenti di introdurre correttivi all'azione di governo degli ultimi decenni, per interrompere questo ciclo di rabbia ed estremismo nazionalista.

Gli incontri, che si terranno presso la Facoltà di Scienze Politiche, Economiche e Sociali in Via Conservatorio 7, Milano (ore 18-19,30) e saranno preceduti da seminari rivolti ad un pubblico specialistico (15.30-17.30), ruoteranno intorno a quattro parole chiave: fragilità, Europa, coesione e vulnerabilità. Vi parteciperanno Yascha Mounk, Giuliano Amato, Chiara Saraceno, Mark Lilla, Sergio Fabbrini.

La presentazione e l'apertura del progetto, con ingresso libero fino ad esaurimento posti, sarà lunedì 22 ottobre, ore 11.30, all'Anteo Spazio Cinema di Milano - Sala Abadan in via Milazzo con Giancarlo Bosetti, Maurizio Ferrera, Stefano Allievi, Michele Salvati, Tommaso Nannicini, Marina Calloni. 

Sarà anche l'occasione per lanciare la sezione online di Reset.it dedicata al progetto con interviste, articoli, video di alcuni fra i maggiori studiosi ed intellettuali, tra cui Ronald Inglehart, Ivan Krastev, Massimo Livi Bacci, Alessandro Rosina e altri contributi che verranno pubblicati settimanalmente.



--
www.CorrieredelWeb.it

Innovazione, in 300 a Milano. Mattiello: «Startup e grandi imprese insieme contro il future choc»

Nei quattro panel tematici confronto fra 24 protagonisti dell'Italia che guarda al futuro:

Med TechAgrifood, Green Energy e Fashion&Design

«IL FUTURO È VOLATILE, COMPLESSO E FA PAURA. STARTUP E GRANDI IMPRESE ASSIEME PER NON SUBIRLO». 

MATTIELLO APRE INNOVATION NATION FORUM IN 300 A MILANO PER L'ITALIA CHE INNOVA. 

Platea di imprenditori, startupper e investitori per la seconda edizione del forum. Speech di apertura del fondatore di Future Thinking Project e docente di Digital Innovation alla Bocconi

 

 

Milano, 19 ottobre – Future choc: questa espressione utilizzata da Alvin Toffler negli anni Sessanta per indicare «l'ansia da futuro» generata nelle persone dalla terza rivoluzione industriale, secondo Alberto Mattiello descrive qualcosa che si sta ripetendo oggi con la rivoluzione digitale. L'esperto di innovazione con base a Miami, fondatore del Future Thinking Project della J. Walter Thompson e docente di innovazione digitale all'Università Bocconi di Milano, ha spiegato come superare questo choc di fronte alla platea di 300 impenditoristartupper e investitori presenti a InnovationNation Forum questa mattina. «L'elaborazione quantica in pochi anni ci fornirà in cloud possibilità di elaborazione infinita – spiega Mattiello –, mentre il 5G ci donerà la trasmissione infinita dei dati. Su queste infrastrutture si innesta lo sviluppo dell'intelligenza artificiale. Oggi come cinquant'anni fa, le persone non riescono a processare tutte le informazioni che ricevono e faticano a tenere il passo con una tecnologia che avanza sempre più veloce. Il vero futuro non lo avremo quando i robot avranno preso il nostro posto nei lavori intellettuali, ma quando l'uomo sarà in grado di affrontare il futuro, imparando a pensarlo, a gestirlo e a non subirlo». 

 

«Vucavolatile, uncertaincomplexambiguous. L'acronimo, coniato dall'esercito Usa per descrivere lo scenario post-bellico in Irakè utile per descrivere il futuro come ci appare oggi – afferma Mattiello –. Queste quattro parole contengono due ambienti distinti ma complementari: volatilità e incertezza da una parte, l'ambiente ideale in cui si muovono le startup; complessità e ambiguità, il territorio prediletto per le grandi imprese e organizzazioni. Sono un'alleanza fra queste due realtà e questi due modi di pensare e di affrontare il futuro potrà dar vita a un ecosistema dell'innovazione in grado di farci superare la paura del futuro. Non immagino un futuro dell'innovazione in cui le startup vivano senza le grandi aziende, né viceversa»

 

Una chiave di lettura che esprime il senso di Innovation NationForum, l'evento promosso per il secondo anno consecutivo da Milano Notai e Blum, oggi a Rosa Grand hotel. L'occasione per fare il punto su come far «diventare grande» l'ecosistema delle imprese italiane che guardano al futuro e lo costruiscono giorno dopo giorno. Dopo l'intervento ispirazionale di Mattiello, i lavori continuano nei quattro panel tematici che hanno scattato la fotografia – in movimento – dell'ecosistema italiano dell'innovazione: AgrifoodMed Tech, Fashion & Design e Green Energy i quattro temi affrontati da esponenti di fondi d'investimento, startup, incubatori e acceleratori, imprenditori, professionisti.

 

«Per noi è naturale favorire il dialogo tra fondi di investimento, startup, imprese – spiega Giovannella Condò, co-founder di Milano Notai –. Lo facciamo per professione, ma anche per passione, e con Innovation Nation Forum mettiamo a disposizione di tutti uno spazio che unisce ispirazione e concretezza. Diamo già appuntamento al prossimo anno per la terza edizione».

 

«Anche quest'anno non è stata un'occasione celebrativa ma un "acceleratore" di conoscenze, competenze, network – spiega Luca Barbiericofounder di Blum -. Il resto dell'Europa ha ricominciato a correre, la vicina Francia ci presenta un modello virtuoso di crescita esponenziale delle economie che innovano. Per non restare indietro non basta la lamentela, serve rimboccarsi le maniche e aiutare le tante eccellenze a mettersi in rete».

 

Milano Notai - fondato 15 anni fa da Giovannella Condò e Monica De Paoli - copre tutti i servizi di un moderno studio notarile internazionale, con punte di eccellenza in alcune materie che approfondiamo con passione: Banking, Non-Profit, Diritto Societario, Startup e Fondi Immobiliari. Milano Notai ha ricevuto da Legalcommunity il premio studio notarile dell'anno 2015; da TopLegal il premio studio notarile dell'anno 2017; il premio LOY Banking and Finance 2017 e da Legalcommunity il premio studio notarile dell'anno 2018.

 

Blum. Comunichiamo l'innovazione fondata da Luca Barbieri, Domenico Lanzilotta e Francesca Ponzecchi è una redazione di giornalisti specializzati che offre consulenza al mondo dell'impresa, progetta e realizza progetti editoriali crossmediali, organizza eventi dedicati alla valorizzazione dell'innovazione Made in Italy.

 



--
www.CorrieredelWeb.it

mercoledì 17 ottobre 2018

Gran Michetta Gran Biscotto Rovagnati: a Milano Golosa ha vinto Sara Bonaccorsi

GRAN MICHETTA GRAN BISCOTTO: SARA BONACCORSI HA VINTO LA SFIDA 

Rovagnati ha portato a Milano Golosa un'appassionante gara in tre giornate, partita dal panino ideato dalla Rovagnati Food Academy

 

In occasione di Milano Golosa, la manifestazione enogastronomica, che si è tenuta a Milano al Palazzo del Ghiaccio, Rovagnati, main partner della kermesse, ha presentato una sfida tra 4 foodblogger, che hanno proposto una loro personale interpretazione della Gran Michetta Gran Biscotto.

Una preparazione gourmet ideata per l'occasione dalla Food Academy Rovagnati, il progetto che coinvolge le scuole di cucina internazionali, realizzato quest'anno in collaborazione con Gambero Rosso Channel, che è stata personalizzata dai partecipanti, ma che ha visto premiata l'idea di Sara Bonaccorsi, del blog In Cucina con Sara.

Una grattugiata di scamorza affumicata, pere Kaiser con riduzione al vino rosso e granella di amaretti e brie scaldato in padella, sono stati gli ingredienti aggiunti che ne hanno determinato la vittoria. La vincitrice si è aggiudicata un contratto di collaborazione di un anno con l'azienda e una fornitura di prodotti della linea Naturals.


Le altre concorrenti, che si sono sfidate nei due giorni sono state: Rossella Cosentino del blog Rossella in padella; Arianna Curti Spaccavento del blog I pasticci di Maga Magò e Alexandra Rendon del blog Fusione.

Tutte le partecipanti sono state abilissime e velocissime, assaggiando il panino e reinterpretandolo in soli 15 minuti con gli ingredienti forniti.
La sfida si è tenuta al cospetto di una giuria di eccellenza, formata da rappresentanti dell'azienda, con la preziosa partecipazione di giornalisti esperti del settore food.


Tutti gli ospiti e i partecipanti all'evento hanno avuto inoltre la possibilità di degustare, alla fine di ogni sfida, la Gran Michetta Gran Biscotto, preparata con pane, prosciutto cotto Gran Biscotto, giardiniera di verdure italiana e filo d'Olio del Garda DOP.

MILANO: M5S, LOMBARDIA AL CENTRO DELLA ‘GUERRA DEI RIFIUTI’ : OLTRE 300 ROGHI IN TUTTA ITALIA DAL 2015

MILANO: M5S, LOMBARDIA AL CENTRO DELLA 'GUERRA DEI RIFIUTI' : OLTRE 300 ROGHI IN TUTTA ITALIA DAL 2015

Roma, 17 ottobre – "La 'Terra dei Fuochi' lombarda continua a seminare i suoi veleni. Dopo l'incendio di domenica oggi che ancora allarma Milano, oggi è stata la volta della scoperta di una nuova discarica abusiva di rifiuti speciali rinvenuta all'interno di un impianto industriale nel milanese, a Cornaredo", spiega Alberto Zolezzi, deputato del Movimento 5 Stelle in commissione Ambiente e vice presidente del gruppo pentastellato a Montecitorio.
 
 "La Lombardia come tutta l'Italia dal 2015, quando denunciammo il fenomeno chiamato 'Guerra dei Rifiuti', è al centro di un fenomeno che la nuova commissione ecomafie dovrà indagare a fondo: oltre trecento roghi di impianti rifiuti in tre anni" spiega Zolezzi.
 "A tutto questo anche nel profondo nord oltre agli incendi, ritroviamo discariche abusive, inquinamento di falde, gestioni illecite di rifiuti che siamo stati i primi a denunciare. La guerra dei rifiuti in Lombardia è una battaglia che bisogna combattere con fermezza e risolutezza, e per questa ragione abbiamo chiesto un controllo attento e puntuale su tutto il territorio insieme al Ministero dell'Ambiente " spiega Zolezzi.
"I cittadini hanno bisogno di risposte immediate e la legge sugli Ecoreati che porta la firma anche del Movimento 5 Stelle, approvata nel 2015  ha segnato solo  l'inizio di un percorso lungo e difficile che deve continuare", conclude il portavoce M5S.

---
MoVimento 5 Stelle Camera dei Deputati
Ufficio Comunicazione
Tel. 06 6760 6676
Mail: m5s.comunicazione@camera.it
Facebook: MoVimento 5 Stelle Camera
Twitter: @M5S_Camera

--
Hai ricevuto questo messaggio perché sei iscritto al gruppo "Redazione Alternativa Sostenibile" di Google Gruppi.
Per annullare l'iscrizione a questo gruppo e non ricevere più le sue email, invia un'email a redazione-alternativa-sostenibile+unsubscribe@googlegroups.com.
Per postare in questo gruppo, invia un'email a redazione-alternativa-sostenibile@googlegroups.com.
Visita questo gruppo all'indirizzo https://groups.google.com/group/redazione-alternativa-sostenibile.
Per altre opzioni visita https://groups.google.com/d/optout.



--
www.CorrieredelWeb.it

GENERALI MILANO MARATHON: nuovi Partner e tante iniziative per vivere al meglio la competizione che incorona Milano capitale del running in Italia

GENERALI MILANO MARATHON 2019

Nuovi Partner e tante iniziative per vivere al meglio la competizione
che incorona Milano capitale del running in Italia


La presentazione ufficiale di Generali Milano Marathon
che si è svolta questa mattina presso Torre Generali_ph. credits LaPresse

Milano, 17 ottobre 2018 – È stata presentata questa mattina nell'avveniristica Torre Generali, nel cuore di CityLife a Milano, la diciannovesima edizione di Generali Milano Marathon, manifestazione internazionale in programma domenica 7 aprile con partenza alle ore 9:00 da Corso Venezia, in pieno centro storico del capoluogo lombardo.
 
A fare gli onori di casa Cristina Fantoni, giornalista di LA7, che ha moderato la presentazione e introdotto i vari interventi, primo tra i quali quello di Urbano Cairo, Presidente e Amministratore Delegato di RCS Media Group, che ha sottolineato il legame sempre più stretto tra la maratona, le Istituzioni e la città: "Ci tenevo molto a essere presente oggi e a ringraziare Gene
rali per l'ospitalità e la disponibilità. La maratona agonistica, la staffetta amatoriale legata a Europ Assistance e la corsa con Bridgestone dedicata ai più piccoli, tutti eventi che fanno parte di una manifestazione con un numero sempre maggiore di partecipanti e dal respiro internazionale, sono uno strumento potente di aggregazione. Il nostro Gruppo punta moltissimo sul running e sullo sport, ne è un esempio il recente Festival dello Sport che abbiamo organizzato a Trento e che ha registrato un grandissimo successo di pubblico e tra gli addetti ai lavori. Inoltre, la collaborazione con Generali, una tra le aziende assicurative leader al mondo, conferma l'importanza della nostra competizione all'interno del calendario delle gare più note, puntando ancora di più i riflettori sulla città di Milano".
 
La prima grande novità di questa edizione è proprio l'ingresso di Generali, gruppo assicurativo tra i leader nel mondo, in qualità di Title Sponsor. A questo proposito Simone Bemporad, Direttore della comunicazione e degli affari istituzionali di Assicurazioni Generali, ha affermato: "Siamo orgogliosi di questa partnership con la Maratona di Milano, con cui già da tempo avevamo una bellissima partecipazione attraverso Europ Assistance. Siamo particolarmente felici di farlo qui, a Milano, in una città simbolo di successo a livello internazionale. La maratona simboleggia più di altri sport la partecipazione diffusa appassionando le persone di ogni età ed è per questo che Assicurazioni Generali le sostiene come title sponsor". Alla manifestazione Generali sarà presente con The Human Safety Net, l'iniziativa globale di Gruppo che si fonda sulla convinzione che la creazione di comunità di persone che aiutano altre persone possa apportare un cambiamento di lungo termine.

L'Amministratore Delegato e Direttore Generale di RCS Sport Paolo Bellino ha aperto il suo intervento riportando il saluto del Sindaco di Milano Giuseppe Sala, che ha affermato: "Siamo orgogliosi di rinnovare l'appuntamento con la Milano Marathon, arrivata alla sua XIX edizione. Una manifestazione dedicata a tutti gli amanti del running, dello sport e della sana attività fisica che porta prestigio alla nostra città. Si tratta di un evento di grande successo, capace di coniugare passione e divertimento, con un'importante valenza sociale grazie alla staffetta solidale e al coinvolgimento delle scuole con la School Marathon. Una "quattro giorni" sempre più internazionale che coinvolge tantissimi stranieri attratti dal percorso e dalle numerose opportunità che Milano può offrire. Il nostro obiettivo è di fare in modo che la Maratona diventi sempre più importante, un valido sostegno per la candidatura di Milano alle Olimpiadi. Vogliamo fare in modo che tutti i milanesi (e non) vengano coinvolti e partecipino a questa grande kermesse sportiva. Lo sport rappresenta sempre di più un motore di crescita e di sviluppo per il territorio. E questo evento non potrà che confermare Milano come la vera capitale dello sport".

In rappresentanza del Comune di Milano è intervenuta anche Anna De Censi che ha rivolto agli organizzatori i ringraziamenti di Roberta Guaineri, Assessore a Turismo, Sport e Qualità della vita, sottolineando l'importanza dell'evento meneghino sia dal punto di vista agonistico che filantropico grazie alla staffetta solidale.

Nella prima immagine a sx. la moderatrice e i relatori: Fantoni, Monti, Bellino,
Cairo, Bemporad e Trabuio_ph. credits LaPresse

Nelle altre immagini: alcuni momenti della conferenza stampa
e le maglie ufficiali_ph. credits LaPresse

Bellino ha poi proseguito tracciando un bilancio generale dell'evento: "Il 2018 ha consolidato la Milano Marathon come uno degli eventi sportivi più importanti per la città, in grado di coinvolgere sia gli sportivi sia i cittadini, aumentando progressivamente l'attrattività per i runner internazionali. Il nostro obiettivo per il 2019 è di arrivare a 35.000 partecipanti complessivi, seguendo il modello di Berlino, una gara che ha saputo crescere progressivamente sia nei numeri sia nei risultati tecnici".

Una delle novità di rilievo nel 2019 sarà la trasformazione del Marathon Village in un grande hub espositivo (circa 8.000 mq previsti), intorno al quale si articoleranno attività di intrattenimento, di try&buy, di forum/clinic, di presentazione eventi e prodotti. L'iniziativa prenderà il nome di Milano Running Festival e si svolgerà da giovedì 4 a sabato 6 aprile, diventando un momento di aggregazione per gli operatori commerciali del mondo della corsa, del fitness e del turismo sportivo, ma soprattutto per i praticanti attivi del running.
 
Generali Milano Marathon potrà contare sul supporto del prestigioso quotidiano sportivo La Gazzetta dello Sport: "Nella comunicazione sportiva si respira un'aria distesa, è tempo che si dedica a sé stessi, ed è sempre una scoperta positiva, come abbiamo avuto di notare durante il Festival di Trento", ha dichiarato il Direttore Andrea Monti. "Le mie aspettative? Portare 20mila maratoneti sulle strade di Milano, quest'anno saremo ben felici di aumentare la foliazione del nostro giornale per riuscire a contenere tutto l'elenco di almeno 6mila arrivati".
 
Andrea Trabuio, Responsabile Area Mass Events RCS Sport e Direttore Milano Marathon, è poi entrato nel dettaglio dell'evento e nel programma delle varie iniziative.
Nei dintorni del villaggio, nel quartiere CityLife, si svolgerà la quinta edizione di Bridgestone School Marathon, corsa non competitiva organizzata con OPES e dedicata ai bambini, ai ragazzi e ai loro accompagnatori (genitori, familiari, insegnanti). Dopo lo straordinario successo ottenuto lo scorso anno – con 10mila partecipanti ai nastri di partenza – nel 2019 la manifestazione si svolgerà sabato 6 aprile su un percorso di circa 3 km. In merito alla partecipazione di Bridgestone in qualità di Premium Partner e Title Sponsor, Stefano Parisi, VP Bridgestone South Region, ha dichiarato: "La nostra presenza sull'evento milanese s'inserisce all'interno della campagna motivazionale Insegui Il Tuo Sogno, Non Fermarti Mai, che vuole ispirare tutte le persone a credere in se stesse per realizzare i propri obiettivi, nonostante gli ostacoli che si possono incontrare. Tre gli atleti Olimpici che ci affiancheranno in questo viaggio: Gianmarco Tamberi, Gregorio Paltrinieri e Valeria Straneo che racconteranno come sono riusciti a restare concentrati per percorrere la propria strada e realizzare i propri sogni".
 
Come da tradizione, accanto alla gara agonistica tornerà la Europ Assistance Relay Marathon, staffetta non competitiva per team di 4 persone, rivolta ai runner che vogliono abbinare l'attività fisica con una scelta dal forte valore etico e raccogliere fondi a favore di una delle 100 Organizzazioni Non Profit che hanno aderito al Charity Program. Con oltre un milione di fondi raccolti in totale, il progetto solidale – che ha come partner organizzativo la piattaforma di personal fundraising Rete del Dono – anche nel 2018 si è confermato leader in Italia tra le iniziative di questo tipo, per dimensioni, complessità ed entità della raccolta fondi generate.
Il 2019 segnerà anche il decennale della sponsorizzazione della maratona da parte di Europ Assistance, fornitore del prezioso servizio di assistenza medico-sanitaria: "È difficile immaginare le forze messe in campo per la gestione della sicurezza sanitaria dei runner. Essere una Caring Company come la nostra equivale ad assumersi la responsabilità di aiutare le persone in qualsiasi contesto. La credibilità di chi può vantare la leadership nel settore unita all'affidabilità e alla facilità di accesso all'assistenza sono gli elementi che hanno reso questa partnership un successo che dura da 10 anni." ha dichiarato Gianluca Zanini, Chief Sales, Marketing and Communication Officer di Europ Assistance Italia.

La partenza di Milano Marathon e Bridgestone School Marathon ed.ne 2018
ph. credits LaPresse
RDS 100% Grandi Successi sarà radio partner dell'evento e riproporrà la RDS Music Marathon: "RDS Music Marathon è una maratona musicale che darà il ritmo alla maratona sportiva, in una cornice originale con protagonista la musica 100%. Il format RDS Music, Sport and Entertainment come in altre occasioni, rappresenta il perfetto connubio tra musica – offrendo ad artisti l'opportunità di esibirsi davanti al pubblico – e spirito sportivo, di tutti gli atleti che durante la maratona riceveranno note di energia" ha affermato il General Manager Massimiliano Montefusco.
 
Tra le altre novità ideate per i runner e oggi anticipate anche l'iniziativa legata alla app Running'City, che mette a disposizione degli appassionati e dei turisti in visita a Milano che desiderano scoprire la città correndo tre percorsi tematici (Passeggiata a City Life / Un po' di verde / Il percorso culturale) "estratti" dal tracciato della maratona. Inoltre, Ekis, azienda leader in Italia nei servizi di Coaching, metterà gratuitamente a disposizione dei runner il programma "Correre con la testa". L'obiettivo è rendere l'attività sportiva il più completa e appassionante possibile, consentendo agli iscritti di vivere l'evento appieno, dando il meglio di sé e soddisfacendo le aspettative personali: chi ha un obiettivo cronometrico, chi è un appassionato, chi lo ha immaginato come una sfida con sé stesso.
Tornerà infine il programma di allenamento al femminile MyMarathon, ideato in collaborazione con la scrittrice e coach Julia Jones.
 
A chiudere la presentazione l'intervento di Davide Costanzo di Under Armour, il marchio activewear di Baltimora, nuovo Technical Sponsor della competizione meneghina: "Under Armour crede fortemente nel valore dei team e nel fare sport uniti: per questo motivo decide di affiancare la Milano Marathon nella prossima edizione e supportare tutti gli sportivi. La nostra collaborazione rappresenta la celebrazione di valori sportivi condivisi e in linea con la nuova campagna globale che lancia il messaggio "WILL Makes Us Family", ha dichiarato il Marketing Manager.
Prima dei saluti finali, Costanzo ha svelato le nuove maglie tecniche, in varianti cromatiche diverse per staffetta e maratona, indossate da tre modelli d'eccezione: il triatleta altoatesino Jakob Sosniok, la velocista/ostacolista, oltre che blogger e personal trainer, Beatrice Mazza e Francesco Maurello, ex atleta che attualmente si dedica alla preparazione fisica di corridori.
 
L'Organizzazione ringrazia tutti i Partner e le Istituzioni che si legano alla prossima edizione dell'evento. In particolare, il Comune di Milano, la Regione Lombardia, Assolombarda ed Esercito Italiano. Ovviamente Generali (Title Sponsor) poi Huawei (Premium Sponsor & Mobile Partner), Europ Assistance (Relay Sponsor e da dieci anni sponsor di Milano Marathon), Bridgestone (Premium Partner e Title Sponsor di School Marathon), Under Armour (Technical Sponsor) e  OPES per la realizzazione della Bridgestone School Marathon.
Media Partner come sempre La Gazzetta dello Sport e la radio ufficiale RDS 100% Grandi Successi.
Gli ambassador Under Armour Maurello, Mazza e Sosniok
con le maglie ufficiali di gara_ph. credits LaPresse



--
www.CorrieredelWeb.it

martedì 16 ottobre 2018

MILANO RISTORAZIONE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

IL COMUNE "PREMIA" IL PROGETTO LIBELLULA
MILANO RISTORAZIONE SI IMPEGNA CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE
Dai risultati di indagini e questionari, i progetti e gli incontri per sensibilizzare i dipendenti


Milano, 16 Ottobre 2018 Milano Ristorazione ha deciso di assumersi la responsabilità sociale di innescare un cambiamento culturale, a partire dalla propria realtà lavorativa, aderendo al Progetto Libellula, il primo network di aziende unite contro la violenza sulle donne in Italia

Questa mattina, presso la Sala Alessi di Palazzo Marino a Milano, Zeta Service, ideatrice del Progetto, con il sostegno del Comune di Milano, ha organizzato un momento di riflessione sul percorso intrapreso e sui risultati ottenuti. Nato nel 2017, il Progetto ha l'obiettivo di favorire una nuova cultura, attenta a stereotipi e modelli di genere, a partire dalle aziende, ossia dai luoghi di lavoro che si caratterizzano come vere e proprie comunità.
Milano Ristorazione, che ha il 74,5% dei dipendenti donna, ha scelto da subito di aderire all'iniziativa.

Durante l'incontro odierno, Milano Ristorazione e le altre aziende che hanno aderito al progetto, hanno ricevuto un riconoscimento da parte del Comune di Milano, che è sia un ringraziamento, sia un incoraggiamento a proseguire il cammino intrapreso. Grazie alla testimonianza delle aziende e dei collaboratori coinvolti nel progetto è stato possibile conoscere direttamente l'esperienza dei protagonisti. Inoltre l'incontro è stato l'occasione per presentare i risultati aggiornati con gli ultimi dati della ricerca, condotta all'interno delle aziende per comprendere in che modo il concetto di violenza, in tutte le sue sfumature, sia conosciuto e compreso all'interno delle società.

Milano Ristorazione è stata tra le prime aziende ad aderire al Progetto Libellula, svolgendo al proprio interno attività di sensibilizzazione su un tema estremamente delicato come quello della violenza sulle donne e la discriminazione di genere. Il Progetto è iniziato con la compilazione di un questionario anonimo, inviato a tutti i collaboratori (circa 800 dipendenti), al fine di raccogliere informazioni, opinioni e percezioni sul fenomeno. Conclusa questa prima fase, Zeta Service ha elaborato le risposte e fornito i dati finali.

La composizione dei rispondenti, con il 78,7% di donne, riflette sia la composizione aziendale, sia il dato generale: in tutte le aziende in cui il questionario è stato proposto, hanno risposto soprattutto le donne. Gli altri dati del questionario dimostrano che il campione di coloro che hanno aderito è costituito da persone sensibili al tema: le risposte manifestano infatti consapevolezza e sensibilità sull'argomento.

Per esempio, altissime le percentuali di chi indica, quali autori più frequenti di violenza contro le donne, partner o ex-partner, il che corrisponde al reale dato statistico. Il 56,1% dichiara anche che è aumentata l'attenzione sociale sul tema della violenza sulle donne e anche questo corrisponde al dato reale. La maggiore attenzione al tema produce negli intervistati la sensazione che anche il fenomeno della violenza sulle donne sia aumentato. Il 61,9% del campione di Milano Ristorazione riflette questa percezione.

I dati ufficiali, invece, per fortuna, dimostrano che il fenomeno è diminuito negli ultimi anni. Alcune storture, dovute a come la cronaca racconta i femminicidi, si riflettono nella survey: per esempio il 54,8% pensa che la violenza sia dovuta ad un raptus momentaneo ed il 60% a problemi di salute mentale, mentre i dati ufficiali evidenziano come i femminicidi siano l'esito drammatico di anni di violenze subite. Nella realtà di Milano Ristorazione emerge, dolorosamente, che circa il 24,4% delle donne rispondenti al questionario ha dichiarato di aver subito violenza nella propria vita. La media nazionale è del 22%. Per questi motivi Milano Ristorazione è sempre più convinta della necessità di occuparsi del tema e ciò è ulteriormente confermato dalla survey: il 67,8% chiede incontri e seminari.

Le prime iniziative legate al Progetto Libellula hanno preso il via: da metà settembre sono iniziati degli specifici percorsi dedicati a "Consapevolezza emotiva e difesa personale", che proseguiranno sino al 5 dicembre. I corsi, di cui sono previste 6 edizioni da 12 ore ciascuna, si svolgono in due sedi aziendali, in orario lavorativo e sono rivolti alle dipendenti di Milano Ristorazione, ma accolgono anche alcuni uomini. La grande adesione all'iniziativa dimostra che è stato colto un bisogno presente in azienda. Altre attività, come incontri mirati di sensibilizzazione o l'attivazione di una linea telefonica di counseling dedicato per fornire supporto e per segnalare eventuali problematiche sono in progetto e in via di sviluppo.


Milano Ristorazione è una società del Comune di Milano che dal 2001 produce e distribuisce ogni giorno circa 85.000 pasti per nidi, scuole pubbliche dell'infanzia, primarie e secondarie di primo grado, oltre a offrire il servizio a case di riposo, anziani a domicilio e centri di prima accoglienza. Milano Ristorazione garantisce inoltre pasti al cotto presso C.D.I. (Centri Diurni Integrati), C.S.E. (Centri Socio Educativi), al ricovero notturno di Viale Ortles, Protezione Civile, Consiglio Comunale, scuole paritarie private convenzionate e case vacanze. I pasti, preparati in 26 centri cucina e 80 cucine di nidi d'infanzia, vengono poi trasferiti ai 458 refettori di consumo e ai 200 nidi serviti, con il contributo di oltre 2.900 lavoratori diretti e indiretti, il coinvolgimento di decine di fornitori e l'utilizzo di una piattaforma logistica dedicata e mezzi per il trasporto quotidiano dei pasti. Accanto al servizio di ristorazione scolastica, Milano Ristorazione fornisce una serie di altri servizi tra cui catering, bidellaggio e la pulizia delle scuole dell'infanzia comunali.

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *