Cerca nel blog

mercoledì 18 marzo 2015

Domenica 22 marzo va in scena la Classicissima d'Epoca. Rivive la Milano Sanremo storica con biciclette anni Venti

Partenza a mezzanotte dalla Conca Fallata arrivo in Liguria alle 15. 

Tra i venti ciclisti eroi, Mirko Celestino indosserà la maglia iBarter il primo portale per lo scambio multilaterale online


Da Milano a Sanremo, una pedalata tutta d'un fiato con biciclette degli anni Venti.  
Partirà alla mezzanotte di domenica 22 marzo la terza edizione della Classicissima d'Epoca, prima edizione a tratta unica, con venti coraggiosi ciclisti. 
Con loro anche iBarter, primo circuito italiano per il baratto multilaterale online, sponsor di Mirko Celestino. Già ciclista professionista, vincitore di due Milano Torino e con nelle gambe ben undici edizioni della Milano Sanremo di cui una - quella del 2003 - conclusa sul podio alle spalle di Paolo Bettini, Celestino indosserà la maglia iBarter per affrontare i 288 km della Classica di Primavera in versione storica.

Più che una gara, la Classicissima d'Epoca è una manifestazione che rende omaggio alla più famosa corsa di un giorno che si disputa in Italia. Il percorso è quello del 1907, così come le soste prestabilite. «Filologicamente è la Milano Sanremo originale», spiega Mirko Celestino, ciclista ligure della riviera di Ponente, che alla Classica di Primavera è particolarmente legato: «Sono nato nel giorno della Milano Sanremo, quell'anno vinse Felice Gimondi. Un segno del destino; un segno che mi ha portato ad essere particolarmente affezionato a questo tracciato. Tornare sul percorso della Classicissima oggi è per me una sfida, non solamente perché andremo a utilizzare biciclette degli anni Venti - e la fatica si decuplica rispetto alle bici di oggigiorno -, ma anche per l'impegno che una prova di questo genere richiede».

iBarter accompagnerà Celestino in questa sfida. «Le sfide ci hanno sempre attratto. E sfide come queste sono particolarmente interessanti», afferma Marco Gschwentner, area strategie di sviluppo iBarter e tra i fondatori del circuito. «La Classicissima d'Epoca richiama il valore storico di una corsa che è entrata a far parte della memoria collettiva. Disputarla lo stesso giorno della Milano Sanremo per i professionisti è unire la storia al moderno. Un po' quello che fa iBarter: ha ripreso il vecchio concetto del baratto in chiave moderna, facendolo diventare un volano di crescita per le aziende. Il circuito ibarter.it agevola lo scambio di beni e servizi tra aziende, senza l'utilizzo del denaro e senza che vi sia necessariamente la contestualità dello scambio, attraverso l'utilizzo di una moneta complementare che è l'iBcredit».

Organizzata da Ge.S.Co Alassio e dal Comune di Alassio, la Classicissima d'Epoca prenderà il via dalla Conca Fallata lungo il Naviglio Pavese a Milano. Lungo i quasi 300 km che separano Milano da Sanremo sono previsti controlli e rifornimenti a Pavia, Tortona, Novi Ligure, Ovada, Voltri, Savona e Alassio. Prima di Capo Berta, dove si trovano i cippi dedicati a Coppi, Bartali e Girardengo, ai ciclisti della tratta unica si unirà il gruppo che invece ha scelto di percorrere la Classicissima d'Epoca in due giorni. Quindi arriveranno nella Città dei fiori passando, per gentile concessione di Rcs, sotto il traguardo di via Roma verso le 15 di domenica 22.


iBarter – prima piattaforma italiana per il baratto multilaterale online, iBarter nasce dall'intuizione di un gruppo di manager e professionisti nel 2010 per diventare operativa l'anno successivo. Il portale promuove lo scambio di beni e servizi per imprese e privati attraverso la moneta complementare dell'iBcredits sopperendo la richiesta di liquidità delle aziende e creando una rete di interscambio che favorisce l'acquisizione di nuovi clienti e l'aumento del fatturato. 

--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI