Cerca nel blog

mercoledì 11 marzo 2015

Apre a Milano il primo Centro per homeless progettato con social design


Progetto Arca apre il primo Centro di Accoglienza per senza dimora a Milano progettato secondo il social design

Milano, 11 marzo 2015 - Via degli Artigianelli 6 è l'indirizzo del primo Centro di Accoglienza per persone senza dimora a Milano concepita secondo un progetto di social design.

Proprietà e gestione del Centro sono di Fondazione Progetto Arca onlus, che da 21 anni opera a livello nazionale, e a livello locale in particolare a Milano, per fornire aiuto e favorire l'integrazione sociale di coloro che versano in uno stato di grave indigenza ed emarginazione, in particolare le persone senza dimora.

Ricavato da uno stabile ristrutturato da Progetto Arca (la cui sede è al piano superiore), il Centro di Artigianelli apre le porte ai suoi ospiti con 18 posti letto disponibili, sia per uomini che per donne, in questo spazio in cui per la prima volta a Milano si può parlare di dormitorio non solo come un luogo di accoglienza, ma anche come luogo di ricostruzione della socialità e della relazione, tesa a migliorare ed accelerare il percorso di recupero e di uscita dal disagio delle persone ospiti.

Questo è reso possibile grazie al "Progetto Bellezza" avviato grazie alla collaborazione con il Politecnico e l'Università di Torino. L'idea alla base del progetto prevede la trasformazione degli spazi in luoghi belli, ospitali, funzionali, ricchi di contenuti simbolici, che diano senso alla convivenza e che stimolino la relazione. La scala-libreria ottenuta da materiali di recupero, l'orto verticale dove ognuno potrà curare il proprio pezzo, il letto e i mobili disegnati insieme agli ospiti sono solo i primi esempi di social design applicato alle stanze del Centro.

La collaborazione è l'altro elemento distintivo di questo progetto: architetti, creativi, antropologi, operatori e ospiti, tutti insieme hanno contribuito a progettare e realizzare gli spazi.

"Dopo 20 anni di attività dedicata all'assistenza cioè di offerta del primo aiuto ai più bisognosi e di soddisfazione dei bisogni primari (come bere, mangiare e dormire, legati cioè alla sopravvivenza dell'uomo), guardiamo al futuro investendo e credendo fortemente in questo progetto di avanguardia", dichiara Alberto Sinigallia, presidente di Progetto Arca. "È necessario infatti che facciamo un passo in più, cominciando a occuparci anche di integrazione, supportando le persone affinché riacquistino stima verso se stesse, indipendenza e autonomia. E la bellezza degli spazi e dei dettagli significa bellezza etica, fondata sull'equilibrio e sull'armonia interiori, che permette all'individuo di ritrovare se stesso e perseguire gli obiettivi che si era riproposto".

Il "Progetto Bellezza" si inserisce nel più ampio progetto multidisciplinare "Abitare il dormitorio", avviato nel 2009 dall'antropologa Valentina Porcellana (Dipartimento di Filosofia e Scienze dell'Educazione dell'Università di Torino) e dall'architetto Cristian Campagnaro (Dipartimento di Architettura e Design del Politecnico di Torino). Il progetto, incentrato sull'analisi dei bisogni e delle necessità funzionali degli ospiti e la riqualificazione degli spazi di accoglienza notturna per persone senza dimora, ha visto la luce nella città di Torino, in collaborazione con il Servizio Adulti in Difficoltà della Divisione Servizi Sociali.

Oggi "Abitare il dormitorio" vede la sua equipe arricchirsi di professionalità e saperi preziosi e riceve adesioni disciplinari e proposte di intervento in diverse città italiane (attualmente Torino, Verona e Milano), anche grazie al sostegno di FIO.PSD, Federazione Italiana Organismi per le Persone Senza Dimora.




--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI