Cerca nel blog

mercoledì 1 ottobre 2014

Milanesi: i cittadini più “green e virtuosi” della penisola - ricerca Istituto SWG


Secondo una ricerca commissionata dal Gruppo Sanpellegrino, il popolo della Madonnina frequenta, più di ogni altro in Italia, gli spazi verdi urbani, soprattutto nel fine settimana e in pausa pranzo, e vuole impegnarsi per mantenerli puliti.



Milano, 1 ottobre 2014 – Secondo un'indagine* commissionata all'Istituto SWG dal Gruppo Sanpellegrino, che dimostra da sempre il suo impegno nella salvaguardia dell'ambiente, i cittadini di Milano frequentano i parchi quasi tre volte alla settimana, all'incirca un giorno in più rispetto ai connazionali. Oltre a recarsi negli spazi verdi urbani durante i giorni festivi e nel week end, un milanese su cinque ama trascorrere la pausa pranzo all'aria aperta, circondato dal verde. I parchi della città rappresentano, quindi, un "rifugio" dallo stress lavorativo, un luogo magico dove spezzare la routine e concedersi un po' di pace. Così riprende vita il pic-nic, non più solamente in T-shirt durante il weekend, ma anche in giacca e cravatta durante la settimana. L'alta frequentazione dei parchi cittadini porta con sé il desiderio di mantenerli puliti, per non rovinare la magia di queste oasi di relax.

In questa direzione è proprio Milano a dare il buon esempio, come dimostra la 21° edizione del Packaging Waste and Sustainability Forum (marzo 2014), occasione in cui è stata presentata come la città europea con la più alta percentuale di riciclo dei rifiuti, insieme a Vienna. I cittadini della Madonnina si rivelano, infatti, molto attenti alla tutela della propria città e degli spazi verdi, e vorrebbero venisse incrementata la presenza di contenitori per la raccolta differenziata.

Dotare le aree verdi di cestoni per la raccolta differenziata, in particolare della plastica, è fondamentale perché oltre il 40% dei cittadini milanesi consuma al parco l'acqua minerale in bottiglia, abitudine ormai consolidata nel rispetto di una corretta idratazione, e il 17% di essi, non trovando i cestoni adeguati, raccoglie i rifiuti per smaltirli in un secondo momento. La consapevolezza di quanto sia importante riciclare, soprattutto il PET, plastica comunemente utilizzata per le bevande in bottiglia, sta negli anni crescendo, come conferma il 78% dei milanesi, i quali dichiarano che riciclare la plastica aiuta l'ambiente, riduce l'inquinamento e dà nuova vita ai materiali, trasformandoli in risorse.

Per venire incontro ai bisogni dei cittadini milanesi, il Gruppo Sanpellegrino, in partnership con Amsa, società del Gruppo A2A che gestisce i servizi ambientali di Milano, e con il sostegno e il patrocinio del Comune, ha allestito diverse oasi ecologiche in alcuni dei parchi cittadini più frequentati del capoluogo lombardo (Parco Montanelli, Parco Solari, Parco Lambro, Parco Ravizza, Parco Camilla Cederna -Largo Richini – e i Giardini Guastalla). Queste oasi ecologiche sono dotate di cestoni predisposti per la raccolta differenziata: sono, infatti, suddivisi in quattro spicchi – il marrone riservato all'umido, il verde al vetro, il giallo alla plastica e il neutro all'indifferenziato – e sono personalizzati con immagini e messaggi immediati che rievocano la natura e, al tempo stesso, mostrano con semplici equivalenze tutto ciò che può nascere dal riciclo delle bottiglie in PET, materiale prezioso perché al 100% riciclabile: un costume, una coperta di pile e… una nuova bottiglia.











SANPELLEGRINO
Sanpellegrino è una tra le più significative realtà nel campo del beverage in Italia, con acque minerali, aperitivi analcolici, bibite e tè freddi. I suoi prodotti, sintesi di benessere, salute ed equilibrio, sono presenti in oltre 130 paesi attraverso filiali e distributori sparsi nei cinque continenti. Sanpellegrino, azienda leader nel settore delle acque minerali, è da sempre impegnata nella valorizzazione  dell'acqua, bene primario per il Pianeta, e lavora con responsabilità e passione per garantire a questa risorsa un futuro di qualità.

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI