Cerca nel blog

martedì 24 febbraio 2015

Milano: inquinamento, entro il 2030 milano diventera’ una delle citta’ piu’ inquinate d’Europa


LE INIZIATIVE PRESE DAL COMUNE NON SONO SUFFICIENTI A RISOLVERE IL PROBLEMA POLVERI SOTTILI; L'INQUINAMENTO PEGGIORERA' SEMPRE DI PIU', ANNO DOPO ANNO.

IL CODACONS: LA RICETTA PER RISOLVERE IL PROBLEMA E' SEMPLICE: POTENZIARE I MEZZI PUBBLICI, CREARE IN CENTRO UNA PISTA CICLABILE (VIETANDO ALLE MACCHINE LA CIRCOLAZIONE), IMPORRE COME LIMITE I 30 KM/H IN TUTTA MILANO.


Milano: da uno studio austriaco emerge come Milano potrebbe diventare in quindici anni una delle città più inquinate d'Europa.


La situazione, già particolarmente critica per il superamento della soglia riguardante le polveri sottili in parecchi giorni dell'anno, potrebbe ulteriormente peggiorare nei prossimi anni, a meno che non si decida di intervenire in modo serio sul problema.

Il Codacons ha più volte sottolineato quale sarebbe la strada da seguire per risolvere questa situazione; prendere tempo non serve più a nulla, ma bisogna agire in modo deciso.

Le possibilità di intervento riguardano; 1) un significativo incremento di risorse per i mezzi pubblici (tram, autobus e metropolitane), sia dal punto di vista numerico sia come orari in cui essi  circolano; 2) estensione della pista ciclabile a tutta la zona del centro a Milano; 3) divieto totale di transito per le macchine in centro 4) imporre come limite 30 km/h in tutta la città.

Se il Comune intervenisse in questa maniere diminuirebbe l'inquinamento a Milano, consentendo di avere sul lungo periodo un'aria più pulita, garantendo quindi una migliore salute per tutti i cittadini e per i loro figli.


Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI