Cerca nel blog

giovedì 19 novembre 2009

Mostre Milano: 1 milione di visitatori


CULTURA. UN MILIONE DI VISITATORI ALLE MOSTRE DEL COMUNE
Sabato 21 novembre ingresso gratuito dalle 20 alle 24 a Palazzo Reale, Rotonda della Besana e Palazzo della Ragione

Milano, 19 novembre 2009 - Sabato 21 novembre, dalle 20.00 alle 24.00, ingresso gratuito alle mostre del Comune per festeggiare, con oltre un mese di anticipo rispetto allo scorso anno, il milione di visitatori del 2009.

"Superare il milione di visitatori significa superare la contrapposizione tra cultura d'elite e quella di massa - spiega l'assessore Massimiliano Finazzer Flory –. Oltre un milione di visitatori significa un milione di idee, occhi, emozioni che parlano ad altri milioni. Il marketing della cultura inizia dalla gente trasformando i visitatori in protagonisti della politica culturale. Per l'occasione una poesia alle donne attraverso il dono di una rosa, un bicchiere di vino con nuovi amici per una città in festa".

Palazzo Reale, Rotonda di via Besana e Palazzo della Ragione aprono le porte a quanti vorranno passare una serata all'insegna dell'arte visitando le mostre "Scapigliatura. Un pandemonio per cambiare l'arte", "Edward Hopper", "Shunga", "Ombre di guerra" e "Steve McCurry".

Durante la serata le donne riceveranno in dono un fiore e nel cortile interno di Palazzo Reale sarà offerto ai presenti un bicchiere di vino. Grazie all'iniziativa "Invita un amico in mostra", insieme al biglietto omaggio il visitatore riceverà un coupon per un ingresso ridotto all'esposizione.

Le mostre

"Scapigliatura. Un pandemonio per cambiare l'arte" fino al 22 novembre (ultimo fine settimana di apertura) a Palazzo Reale. In mostra 250 opere - dipinti, sculture, grafiche e incisioni, corredate da testi e fotografie – di Giovanni Carnovali detto Il Piccio, Daniele Ranzoni, Tranquillo Cremona, Giuseppe Grandi, Gaetano Previati, Medardo Rosso, Pierre Troubetzkoy.

"Edward Hopper" fino al 31 gennaio 2010 a Palazzo Reale. Per la prima volta, Milano rende omaggio all'intera carriera di Edward Hopper (1882-1967), il popolare artista americano esponente del realismo statunitense. In mostra oltre 160 opere, tra cui celebri capolavori come Summer Interior (1909), Pennsylvania Coal Town (1947), Morning Sun (1952), Second Story Sunlight (1960),A Woman in the Sun (1961) e diversi quadri mai esposti, come la bellissima Girlie Show (1941).


"Shunga. Arte ed Eros nel Giappone del periodo Edo" fino al 31 gennaio 2010 a Palazzo Reale. Analizzando un periodo d'oro della storia giapponese, l'epoca dei Tokugawa, la mostra presenta la più grande esposizione mai realizzata dedicata alle Shunga, termine che letteralmente significa «immagini della primavera» e che si riferisce a un genere di stampe a soggetto erotico. Espressione dei valori e della visione estetica del ceto borghese economicamente fiorente che emergeva nelle nuove città, esse raggiunsero la loro massima fioritura nel periodo dello shogunato Tokugawa, tra il 1603 e il 1867.

"Steve McCurry – Sud Est" fino al  31 gennaio 2010 a Palazzo della Ragione. Uno dei più grandi fotografi viventi, capace di immortalare nei suoi ritratti tanto la violenza inaudita della guerra, quanto la bellezza ineffabile. In mostra oltre 240 fotografie scattate in paesi dove McCurry ha incontrato volti, culture e scenari straordinari, contaminati da esperienze di vita e di morte.

"Ombre di guerra. 84 fotografie dai principali conflitti nel mondo per dire basta al dramma della guerra" fino al 10 gennaio 2010 alla Rotonda di via Besana. Oltre 80 fotografie dei principali conflitti nel mondo esposte nell'ambito del progetto Science For Peace. Il soldato che stringe il fucile, traumatizzato dalle bombe in Vietnam, nello scatto di Don McCullin, la veglia funebre in Kosovo di Merillon; il miliziano colpito a morte e ripreso da Robert Capa nella guerra civile spagnola, il conflitto nel Libano di Paolo Pellegrin. Settant'anni di storia dell'iconografia del dolore raccontati attraverso gli scatti di famosi fotografi per raccontare e denunciare la guerra attraverso il potere simbolico delle immagini.




--
Redazione del CorrieredelWeb.it
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI