Cerca nel blog

lunedì 5 ottobre 2009

MobilityTech. Moratti: “Puntiamo su un sistema di trasporto pubblico integrato"

MOBILITYTECH. MORATTI: "PUNTIAMO SU UN SISTEMA DI TRASPORTO PUBBLICO INTEGRATO"
Tajani: "Milano, un esempio per le città europee"

Milano, 5 ottobre 2009 – "La mobilità è un diritto, una condizione di libertà. Deve essere però una mobilità sostenibile. Per questo motivo stiamo puntando su un concetto nuovo, quello di trasporto pubblico integrato che fa della flessibilità il suo punto di forza".
Con queste parole il Sindaco Letizia Moratti ha aperto la sessione istituzionale, Stati Generali della Mobilità, piani e progetti per una città a impatto zero, della 4a edizione di MobilityTech, il Forum internazionale sull'innovazione tecnologica per lo sviluppo della mobilità e il trasporto. Al Milano Convention Centre, sede del Forum, erano presenti il commissario europeo ai Trasporti e vicepresidente della Commissione, Antonio Tajani, l'assessore alla Mobilità, Trasporti e Ambiente, Edoardo Croci, il presidente di Atm Elio Catania e Renato Mannheimer.
Il Sindaco ha poi spiegato alla platea, composta di amministratori locali provenienti da diversi comuni italiani e dagli operatori del settore, le iniziative e le misure intraprese per lo sviluppo del concetto di trasporto pubblico integrato: "Innanzitutto abbiamo potenziato la rete metropolitana milanese sia estendendo le tre linee già esistenti sia costruendo due nuove linee la M4 e la M5, raddoppiando così l'estensione del sistema metropolitano cittadino".
"In secondo luogo – ha proseguito Letizia Moratti - dall'ottobre 2007, abbiamo potenziato anche il trasporto pubblico di superficie con 1.000 corse e 10.000 posti a sedere in più. È stata inoltre rinnovata la flotta con 153 nuovi mezzi pubblici a basso impatto ambientale, tra autobus, filobus e tram con un investimento, in tre anni, pari a 1 miliardo di euro".
Rimanendo in tema di trasporto pubblico Letizia Moratti ha sottolineato che il concetto di trasporto pubblico integrato si è tradotto in iniziative concrete e innovative. Fra le più importanti, l'introduzione del Bikesharing, un servizio che sta riscuotendo un grandissimo successo facendo registrare oltre 12.000 abbonati annuali, oltre 9.200 abbonamenti giornalieri e circa 500.000 prelievi totali, con il record di 4.332 prelievi giornalieri. "Il prossimo obiettivo – ha dichiarato il Sindaco – sarà quello di estendere il servizio anche fuori dalla cerchia dei bastioni nelle aree con maggiore concentrazione di possibili utenti".
Il Sindaco ha continuato il suo intervento citando un altro servizio altamente innovativo, quello del Carsharing che lei stessa ha utilizzato questa mattina per arrivare al convegno a bordo di un'auto ibrida: "Stiamo implementato il servizio di Carsharing con 104 veicoli e 61 parcheggi distribuite sul territorio cittadino e non solo nelle zone centrali".
La sessione istituzionale di apertura del Forum è proseguita con la presentazione dell'Action Plan per la mobilità urbana sostenibile che Antonio Tajani ha sottoposto, in esclusiva per l'Italia, all'attenzione della stampa e di tutti i partecipanti. Il documento indica un programma di azioni concrete per supportare la mobilità urbana sostenibile. I temi su cui si concentrano le azioni sono essenzialmente sei: la promozione di politiche integrate, una progettazione che privilegi la qualità del servizio all'utente, politiche di trasporto urbano che favoriscano tecnologie rispettose dell'ambiente e combustibili alternativi, il rafforzamento dei finanziamenti, la condivisione di esperienze e conoscenze, l'ottimizzazione della mobilità urbana.
Esponendo il piano di mobilità approvato in sede europea, dopo aver elogiato più volte la politica attuata dal Sindaco Moratti, Tajani ha sottolineato come questo "si sovrapponga al piano per la mobilità sostenibile di Milano e viceversa. Milano è stata la prima città ad adottare Ecopass e il Bikesharing, cercando misure di mobilità alternative. È per questo motivo che Milano è un esempio per le altre città europee – ha dichiarato Tajani - faccio quindi le mie congratulazioni al sindaco Moratti che sta cercando di dare risposte sempre più concrete alla mobilità urbana sostenibile".
"MobilityTech rappresenta un'importante occasione per mettere insieme le forze istituzionali e le imprese del Paese nel promuovere l'innovazione dei sistemi per la mobilità sostenibile - ha dichiarato l'assessore alla Mobilità, Trasporti e Ambiente Edoardo Croci - e il piano di azione sulla mobilità sostenibile appena approvato dalla Commissione Europea e presentato in anteprima nazionale dal vicepresidente Antonio Tajani, offre le linee guida e soluzioni che Milano sta già perseguendo efficacemente".
"Investire sulla mobilità sostenibile in ambito urbano - ha concluso l' assessore Croci - vuol dire investire sullo sviluppo dell'intero Paese. Anche in vista di Expo 2015 Milano continuerà ad essere un laboratorio di creazioni in materia di sostenibilità urbana e a collaborare con le altre città italiane ed Europee per promuovere le migliori pratiche".
E' stato anche presentato il sondaggio che Renato Mannheimer ha condotto su un campione di 800 italiani"La Green Economy e i cittadini italiani", per analizzare gli atteggiamenti e i comportamenti dei nostri connazionali nei confronti dell'ambiente. In particolare, la ricerca ha misurato il grado di accordo tra le opinioni degli italiani sull'ambiente in rapporto con l'economia e le politiche pubbliche. L'indagine ha rilevato che i temi dell'ambiente fanno ormai parte del sentire comune e si traducono in comportamenti virtuosi soprattutto nell'ambito domestico, dove maggiore è l'attenzione al risparmio. Gli italiani tuttavia tendono a non modificare il proprio stile di vita e fanno ancora fatica a rinunciare all'automobile in favore di mezzi alternativi.


In allegato il Piano d'azione sulla mobilità urbana – Commissione delle Comunità Europee



--
Redazione del CorrieredelWeb.it
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI