Cerca nel blog

lunedì 10 novembre 2014

CAME apre le porte di Expo Milano 2015 con Xvia



Il sistema di controllo accessi sviluppato da Came permetterà di gestire la complessità legata alla lettura dei diversi titoli d'ingresso e all'elevato numero di visitatori attesi e di monitorare in tempo reale e in modo centralizzato con un sistema sinottico di controllo lo stato di ciascun apparato tra cui tornelli, dissuasori, barriere e cancelli scorrevoli.


Milano, 13 novembre 2014 – Came, azienda leader nel settore dell'automazione, della sicurezza attiva e del controllo degli accessi automatici, presenta XVia, il sistema di controllo accessi progettato per gestire i passaggi pedonali di Expo Milano 2015.

L'innovativa soluzione è stata sviluppata da Came per regolare l'ingresso degli oltre 20 milioni di visitatori attesi all'Esposizione Universale da tutto il mondo. Came, in qualità di partner tecnologico di Expo Milano 2015, ha realizzato, un innovativo modello di controllo accessi per la sorveglianza, il comando e la regolazione dei dispositivi di automazione degli ingressi pedonali e veicolari, dei parcheggi, dei padiglioni e delle altre infrastrutture del sito espositivo per gestire l'entrata di visitatori e operatori.
 
Si stima, infatti, che nei sei mesi dell'evento, ogni giorno, circa 140 mila persone varcheranno i cancelli del sito espositivo: è come se una città delle dimensioni di Monza o Brescia si riversasse quotidianamente su un'area grande come 150 campi da calcio. Mentre ogni notte, dall'una alle sei e mezza, circa 400 mezzi e 4mila persone, addette al rifornimento di merci e alle pulizie, oltrepasseranno i varchi veicolari del sito espositivo. Il sistema di controllo accessi dovrà anche gestire picchi di 250mila persone al giorno, il 60% delle quali è atteso nelle prime due ore di apertura dell'Esposizione Universale.

La soluzione proposta da Came si basa su un sistema totalmente nuovo, in grado di dialogare con le tecnologie di controllo, sicurezza, sorveglianza e connettività più efficienti presenti oggi sul mercato. Gli accessi perimetrali del sito espositivo saranno controllati da 250 tornelli automatici, 40 dei quali sono stati appositamente progettati per gestire l'ingresso dei visitatori diversamente abili. La fornitura si completerà con l'integrazione di 25 automazioni per cancelli scorrevoli, 28 barriere automatiche stradali e con 80 dissuasori per la protezione e la selezione delle entrate perimetrali di passaggi carrai. Il sistema integrato di controllo accessi potrà essere monitorato anche attraverso 100 dispositivi palmari.

Fulcro della piattaforma tecnologica sviluppata da Came è XVia, il nuovo tornello a tripode dotato di testa di lettura progettato ad hoc per Expo Milano 2015, in grado di gestire la grande complessità di dati e di variabili connesse alla lettura di tutti i tipi di titoli d'ingresso, all'elevato numero di periferiche e di visitatori che accederanno nello stesso momento all'Esposizione Universale.

Lo stesso nome del prodotto - XVia - che si ispira al 2015, anno dell'Expo, identificato come XV, esprime il concetto di Via di accesso al nuovo percorso di innovazione che Came sta intraprendendo, orientato a proporre soluzioni tecnologiche all'avanguardia al servizio della vita quotidiana delle persone, delle imprese, dei grandi progetti.

Il tornello "intelligente", parte integrante del sistema di controllo accessi e del sistema di ticketing di Came, sarà in grado di leggere biglietti in formato cartaceo, QR Code, RFID o NFC che consentiranno ai visitatori e agli espositori di accedere anche da mobile, utilizzando smartphone e tablet.

Pensato per essere integrato in grandi progetti di controllo accessi, XVia coniuga innovazione tecnologica e minuziosa ricerca estetica. Il design ricercato, lo stile minimale e la struttura compatta permettono al tornello di inserirsi in modo armonico e discreto nella più varia tipologia di ambienti. La costante connessione alla rete Ethernet, consente, invece, di controllare in tempo reale di tutte le funzionalità dell'impianto.

Studiato per interfacciarsi con le tecnologie di tutti i partner di Expo Milano 2015, ciascun tornello potrà essere integrato con un dispositivo per la lettura biometrica finalizzato ad elevare il livello di sicurezza come nel caso di autorizzazione all'ingresso per personale abilitato o di servizio. Il design di XVia è stato studiato anche per comunicare con i visitatori, attraverso segnalazioni luminose e sonore, rendendo più rapida la fase di accesso, riducendo code e lunghe attese. Gli indicatori direzionali luminosi garantiscono sicurezza e facilità di passaggio nei contesti in cui i flussi sono elevati: la segnalazione luminosa consente, infatti, di comprendere in modo immediato quando è possibile transitare.

Il tripode è dotato della funzionalità di pre-rotazione che viene attivata non appena convalidato il titolo d'accesso, facilitando così il passaggio dell'utente. In caso di particolari esigenze o qualora sia necessario liberare immediatamente il passaggio, XVia dispone della funzione di caduta braccio; quando l'emergenza sarà rientrata, è possibile attivare, anche da remoto, il riarmo automatico.

Completa la soluzione un sistema sinottico di controllo in grado di gestire le automazioni presenti sulla piattaforma di Expo Milano 2015. Il programma sarà installato presso il MOC (Main Operation Centre) dell'Esposizione Universale e verrà utilizzato per monitorare in tempo reale e in modo centralizzato lo stato di tornelli, dissuasori, barriere e cancelli scorrevoli installati presso il sito espositivo. Il sistema, connesso alle automazioni Came, consentirà di gestire in maniera centralizzata le configurazioni dei sistemi ed eventuali complessità e imprevisti legati alla gestione dei titoli d'ingresso con l'obiettivo di migliorare il servizio, facilitare il flusso di entrata e ridurre i tempi di attesa.


Came
Came, società di Came Group, è fra i leader riconosciuti in Italia e nel mondo nel settore della home & building automation, progetta e produce soluzioni di automazione e sicurezza per ambienti residenziali e industriali, sviluppa sistemi per la gestione parcheggi e il controllo accessi per ambienti collettivi come grandi spazi pubblici, piazze e strade.

Il Gruppo di cui Came fa parte è presente sul mercato con 480 tra filiali e distributori in 118 Paesi del mondo e, grazie ai marchi Bpt e Urbaco, è considerato oggi un interlocutore globale nel settore del controllo della casa e nel mondo dell'urbanistica e dell'alta sicurezza al quale offre soluzioni integrate per la regolamentazione e il monitoraggio dei flussi e degli accessi.

Came è un'azienda certificata "100% Qualità Originale Italiana" dall'Istituto Tutela Prodotti Italiani (ITPI). Un riconoscimento che ha premiato la scelta del gruppo di progettare italiano, di non delocalizzare l'assemblaggio e di avvalersi di fornitori esterni, con i quali ha instaurato un rapporto di fiducia reciproca in oltre 40 anni di attività.

Di proprietà della famiglia Menuzzo, Came Group è una realtà fortemente legata alle proprie radici italiane. Ha sede a Dosson di Casier in provincia di Treviso, conta 1.150 collaboratori e ha registrato un fatturato prossimo ai 215 milioni di euro nel 2013.

Came, grazie alle proprie soluzioni innovative per il controllo accessi, è stata scelta come partner tecnologico da Expo 2015.



--
Redazione del CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI