CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Ultime news da e su Milano

Cerca nel blog

lunedì 2 maggio 2011

Il Blind PC compatto di Phoenix Contact in mostra a SPS/IPC/Drives Italia

Si chiama Valueline Mini il nuovo pc blind configurabile della gamma Valueline IPC che Phoenix Contact presenterà al mercato italiano in occasione di SPS/IPC/DRIVES Italia, dal 24 al 26 maggio prossimi a Parma, presso il Pad. 5 stand I 032.

Dotato di un processore Atom™ Z510 1,1 GHz e di memorie CompactFlash®, Valueline Mini è caratterizzato dalle dimensioni estremamente ridotte e da un range esteso di temperature di utilizzo, compreso tra i -40 ed i +70°C, che lo rende adeguato ad un’ampia serie di esigenze applicative. Valueline Mini è inoltre dotato di connessione VGA e di un sistema operativo embedded, e si presta ad installazioni a libro o su barra DIN.

Valueline Mini rappresenta la più recente introduzione nella famiglia di prodotti Phoenix Contact destinati al comando e alla supervisione, comprensiva inoltre di numerosi PC Industriali e i pannelli operatore. Tutti questi strumenti sono programmabili con un medesimo software SCADA, ovvero Visu+. La scelta di utilizzare un’unica piattaforma software permette agli utenti di accelerare e semplificare le attività di programmazione necessarie per la realizzazione delle applicazioni, garantendo la massima efficienza.

Accanto a questi prodotti, saranno presenti nell’area espositiva di Phoenix Contact tutti i prodotti che l’azienda destina al mondo dell’automazione, dai sistemi per la creazione e gestione di reti Ethernet e Profinet agli strumenti di cablaggio, dall’ampia gamma di PLC alla gamma di prodotti per la sicurezza del macchinario e degli impianti.

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter, e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della Conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.
Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.