Cerca nel blog

giovedì 31 marzo 2016

L'Istituto Mario Negri alla Milano Marathon - Grazie a Charity Program si corre per aiutare la ricerca

Domenica, 3 Aprile 2016

l'Istituto Mario Negri alla Milano Marathon

 

Fai correre la ricerca 

contro l'arresto cardiaco

 

Milano, Marzo 2016 – Domenica 3 Aprile i ricercatori dell'IRCCS Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri parteciperanno nuovamente alla Milano Marathon a sostegno dei progetti di ricerca contro l'arresto cardiaco.

Tra i partecipanti alle staffette organizzate dall'Istituto diretto dal Prof. Silvio Garattini, anche Giuseppe Ristagnomedico ricercatore, e Massimo Vitali, informatico. Entrambi, un po' per ragioni diverse, particolarmente interessati nel sostenere la ricerca in ambito cardiologico.

Giuseppe perché ne ha fatto una ragione di vita nel suo lavoro e Massimo perché i risultati della ricerca gli hanno ridato una vita normale.

 

https://www.youtube.com/watch?v=FvUIKabfXlM 

 

Massimo, infatti, quattro anni fa, fu colpito da un infarto e, oggi, grazie ai risultati conseguiti dalla ricerca, ha recuperato una qualità della vita normale, tanto da essere in gara senza pericoli alla maratona milanese che, con il Charity Program, è impegnata anche a far correre la ricerca. 

Il Charity Program è il progetto di solidarietà creato e sostenuto da Milano Marathon che permette a tutti i runner di correre per un'associazione no-profit e di aiutarla a raccogliere donazioni. 

Le donazioni raccolte a favore dell'Istituto Mario Negri serviranno a finanziare una borsa di studio a sostegno della ricerca contro l'arresto cardiaco.

Le patologie cardiovascolari, tra cui l'arresto cardiaco,evento improvviso e gravissimo, che colpisce in Europa ogni anno 700 mila persone, tra cui anche giovani sportivi, rappresentano tuttora la principale causa di morte nei Paesi industrializzati.

 



--
www.CorrieredelWeb.it

FuoriSalone 2016_Bimby si racconta alla mostra Switch ON, dal manodomestico all'elettrodomestico

A Milano dal 9 al 22 aprile 2016, si ripercorre la storia di Bimby ® con uno sguardo verso il futuro del robot da cucina multifunzione

 

 Milano, 31 marzo 2016 – In occasione della Milano Design Week, nel cuore  del Brera Design District, e della XXI Esposizione Internazionale della Triennale di Milano,
Bimby ®  è tra i protagonisti della mostra "Switch ON, dal manodomestico all'elettrodomestico", patrocinata dal Comune di Milano.
Presso la Biblioteca Umanistica dell'Incoronata di Milano, il percorso espositivo della mostra guiderà i visitatori alla scoperta dell'evoluzione del più amato e inimitabile robot da cucina multifunzione e della rivoluzione nelle abitudini domestiche, guidate dall'introduzione di tecnologie sempre più sofisticate che facilitano l'organizzazione della vita e della casa.

L'esposizione, curata dalle storiche dell'arte Anty Pansera e Mariateresa Chirico, racconta Bimby ® attraverso tutti i suoi modelli, dal primo nato in casa Vorwerk, il VM2200 fino al  TM5, che ha portato la cucina nell'era digitale.
Forse non tutti sanno che Bimby ®, noto nel mondo come Thermomix ®, nacque in Francia nel 1970 dall'idea di un signore svizzero che voleva riunire in un unico apparecchio le funzioni di cottura e miscelazione, semplificando enormemente il lavoro necessario a preparare e cucinare le zuppe.
Da quel momento iniziò la storia di successo di Bimby®: da un frullatore a freddo venne sviluppato il primo frullatore a caldo, il VM 2000, che ben presto si rivelò altrettanto eccellente per preparare salse e dessert. A questo primo modello ne seguirono altri, sempre più performanti, fino all'ultimo TM5, lanciato sul mercato nel 2014 e dotato di display touchscreen a colori, che consente di visualizzare le ricette direttamente sull'apparecchio.
Con l'ultimo modello nasce anche Bimby® Stick, una collana di libri di ricette digitali che consentono di usare il robot con l'innovativa funzione Cucina guidata, che accompagna passo dopo passo nella preparazione della ricetta, garantendone il successo, grazie all'impostazione automatica di temperatura, tempi di cottura e velocità.

All'interno della mostra una carrellata di immagini del passato e di oggi ripercorre l'evoluzione delle famiglie italiane e del ruolo dell'Incaricata alla vendita, figura chiave per Bimby®  che, fin dal suo esordio fa della vendita diretta uno dei suoi punti di forza.

 
Switch On, Dal manodomestico all'elettrodomestico
Biblioteca Umanistica dell'Incoronata
Corso Garibaldi 116, Milano

Orari
Dal 9 all'11 aprile, dalle ore 16.00 alle 20.00
Dal 12 al 17 aprile, dalle ore 11.00 alle 22.00
Dal 18 al 22 aprile, dalle ore 16.00 alle 20.00

Ingresso libero


--
www.CorrieredelWeb.it

mercoledì 30 marzo 2016

Alla Maratona di Milano "Il Giardino di Betty" in versione temporary

Domenica 3 aprile ai Giardini Indro Montanelli, sede del Charity Village, sarà costruito un "Giardino di Betty" per l'occasione, dove i bambini potranno giocare e divertirsi al termine della Milano School Marathon: la superficie è realizzata con il materiale ottenuto dal riciclo delle scarpe sportive esauste.


esosport, che fa del riciclo la sua anima, non può mancare alla Milano Marathon: anche quest'anno il progetto di raccolta e riciclo di scarpe sportive, unico in Italia ed Europa, ideato da Nicolas Meletiou, Managing Director di ESO, invita i runner a portare le vecchie scarpe sportive per destinarle a progetti di riciclo senza scopo di lucro, "I Giardini di Betty" e "La Pista di Pietro", in onore di Pietro Mennea.
Ma non solo!

La novità di quest'anno è la creazione di un "Giardino di Betty" temporaneo, all'interno dei Giardini Indro Montanelli, sede del Charity Village che si animerà domenica 3 aprile: per l'occasione esosport costruirà un vero e proprio parco giochi realizzato con la pavimentazione anti caduta generata dal processo di riciclo delle scarpe sportive esauste.
"Il Giardino di Betty" e il progetto esosport vogliono dare un messaggio importante alle giovani generazioni e a tutti runner: il ciclo del riciclo è possibile e può dar vita a nuovi progetti a beneficio della comunità.

L'invito, per adulti e bambini, è quello di non buttare le scarpe vecchie nella raccolta indifferenziata ma di riciclarle, per dare vita a nuovi parchi giochi o piste d'atletica.

In occasione della Maratona di Milano, "Il Giardino di Betty" temporaneo sarà a disposizione di tutti i bambini: le attività di animazione saranno a cura delle Onlus del Charity Program. 

Gli ESObox sport, destinati alla raccolta delle scarpe sportive esauste, saranno posizionati al Marathon Village nei giorni 1 e 2 aprile e al Charity Village domenica 3 aprile presso lo stand dell'Associazione GOGREEN onlus.



--
www.CorrieredelWeb.it

Partecipa a SAS Forum Milan 2016, 28 aprile







--
www.CorrieredelWeb.it

"Dillo alla Lombardia 2016" - Stati Generali della Regione Lombardia nel Palazzo Regionale.- Presidente Roberto Maroni - Assoedilizia

Assoedilizia al Tavolo Casa della terza edizione di "Dillo alla Lombardia"

RESTA LA PROPRIETA' PRIVATA IL MAGGIORE ATTORE PER GLI ALLOGGI IN LOCAZIONE



"Diamo volentieri atto al vice presidente di Regione Lombardia e assessore alla Casa Fanrizio Sala dell'impegno per affrontare l'emergenza abitativa in Lombardia: ma dobbiamo rilevare che dare un tetto a chi la casa non può o  non vuole acquistarla spetta ancora alla proprietà privata, sulla quale continua a ricadere un onere sociale che non le compete".

Questo il parere del presidente di Assoedilizia Achille Colombo Clerici in occasione della sessione plenaria della terza edizione "Dillo alla Lombardia", l'incontro e confronto della Giunta regionale con i suoi principali stakeholders sullo stato dell'attuazione del programma abitativo. L'associazione dei proprietari immobiliari ritiene che in Lombardia ci sia bisogno di circa 60.000 alloggi popolari, 20.000 dei quali nella sola città di Milano. Ma anche gli stessi proprietari non sfuggono alle difficoltà del periodo: lo testimonia il fatto che nel giro di pochi anni l'importo dei canoni delle locazioni è diminuito del 20-25%, le morosita' sono aumentate progressivamente, e cosi' gli sfitti, mentre l'imposizione fiscale abnorme e l'incertezza allontanano i risparmiatori dall'investire nell'immobile.

Certo, molta responsabilità ricade sull'assenza in Italia di un vero progetto di politica abitativa che ha, tra l'altro: provocato la crisi della locazione  che si è quasi dimezzata in pochi decenni; portato il Paese agli ultimi posti in Europa per numero di alloggi sociali in rapporto alla popolazione; causato con una politica fiscale vessatoria e incerta la fuga degli investitori nel residenziale. Responsabilità dei Governi, quindi. Ma anche degli amministratori locali: basti citare le normative che impongono, ad esempio, la termoregolazione, la sostituzione delle caldaie ancora in piena efficienza e quant'altro.

Occorre che la Regione corregga, per quanto possibile, la normativa fiscale che penalizza i contratti liberi e le locazioni ad uso commerciale, professionale, produttivo agevolando esclusivamente i contratti agevolati che sono tuttavia una minoranza. Sistema virtuoso sul piano sociale, ma non altrettanto sul piano economico. E' necessario abolire la "politica dei differenziali fiscali".

Riassume Achille Colombo Clerici, presidente di Assoedilizia. "Da molti anni in Italia sono stati tagliati i fondi per l'edilizia residenziale pubblica e l'housing sociale si è dimostrata una goccia nel mare della necessità, soprattutto nelle grandi città.   Per altro verso la mobilita abitativa a fini di studio, di lavoro, di socialita' e' ingessata da un penalizzante rapporto che vede una sbilanciata predominanza di "prime case" in proprieta'.   E' necessario quindi invogliare i nuovi investimenti privati in case da offrire in affitto. Oggi tali investimenti sono ridotti a zero perché non redditizi proprio a causa del regime di tassazione troppo oneroso; ne' l'agevolazione per i contratti a canoni concordati vale a tale effetto".

Colombo Clerici ricorda ancora come il presunto elevato numero di alloggi non occupati (e non, come si scrive spesso erroneamente, "sfitti" ) nella maggior parte dei casi non sia una scelta volontaria dei proprietari degli alloggi; sui quali d'altronde continuano a gravare oneri fiscali, di gestione, di manutenzione ordinaria e straordinaria e quant'altro. E' che l'offerta non riesce a incontrare la domanda per difetto di mercato e non per altre ragioni. Bisogna inoltre considerare la non occupazione fisiologica – a Milano più di 8.000 alloggi pari al 4-5% del totale - , dovuta all'intervallo tra l'immissione sul mercato dell'alloggio e la sua locazione. 

"Sin dall'inizio della legislatura – ha detto l'assessore Sala aprendo i lavori - abbiamo messo le fasce deboli al centro della nostra azione politica, che si è caratterizzata per una forte attenzione sociale, indispensabile in momenti di sofferenze economiche diffuse soprattutto nel settore della casa e dell'housing sociale: sostegno affitti persone in difficoltà, 50 milioni in due anni, oltre a 19 milioni per il contrasto alla morosità incolpevole e 4,7 milioni di intervento straordinario nell'ambito dei provvedimenti del 'reddito di autonomia' e oltre 11 milioni per la mobilità; 225 milioni in due anni per interventi di recupero di 4.600 alloggi di edilizia residenziale pubblica;  mix abitativo per ricostruire il tessuto sociale con l'obiettivo di guidare la persona al di fuori dell'emergenza economica e quindi lasciare i servizi abitativi sociali a chi ha maggiore necessità. Come dimostra il progetto di riqualificazione del Lorenteggio che coinvolge 1.500 famiglie grazie a un investimento da parte di Regione Lombardia di 80 milioni di Euro tra fondi europei e regionali. Un intervento unico in Europa ".



Foto: Achille Colombo Clerici pres. Assoedilizia con Gian Valerio Lombardi pres. Aler Lombardia



--
www.CorrieredelWeb.it

Parte domani - coinvolgendo 9 istituti comprensivi scolastici di Milano - "DA GRANDE ANCH'IO MILANO 2016: CELLULE E ALTRI MISTERI ALL'ORIGINE DELLA VITA" patrocinato dal Comune di Milano e realizzato con il contributo di Fondazione Cariplo








Al via in 9 istituti comprensivi scolastici di Milano
"DA GRANDE ANCH'IO MILANO 2016:
CELLULE E ALTRI MISTERI ALL'ORIGINE DELLA VITA" patrocinato dal Comune di Milano e realizzato con il contributo di Fondazione Cariplo
Lezioni-spettacolo a teatro e laboratori nelle scuole dedicati alla scoperta della cellula e dei suoi segreti, con la collaborazione dei ricercatori dell'Ospedale San Raffaele, per imparare a guardare il mondo da prospettive diverse

Milano, marzo 2016 – Parte a fine marzo "DA GRANDE ANCH'IO MILANO 2016: CELLULE E ALTRI MISTERI ALL'ORIGINE DELLA VITA", innovativo progetto di edutainment realizzato dall'Associazione culturale Mercurio. 
Il progetto coinvolge le scuole secondarie di primo grado di 9 istituti comprensivi scolastici della città: ICS CASA DEL SOLE (zona 2), ICS SCARPA (zona 3), ICS GROSSI (zona 4), ICS BAROZZI (zona 5), ICS ALPI e ICS CAPPONI (zona 6), ICS PASCOLI (zona 7), ICS MASSA (zona 8), ICS CONFALONIERI (zona 9). 
Oltre 1000 studenti e insegnanti, insieme a grandi protagonisti della scienza italiana (Carlo Alberto Redi - Prof. di Biologia dello Sviluppo Università degli Studi di Pavia, Manuela Monti - Centro Ricerche di Medicina Rigenerativa Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo Pavia, Giovanni Bignami - Prof. di Astrofisica Istituto Universitario di Studi Superiori Pavia, Gianvito Martino - Direttore della Divisione di Neuroscienze IRCCS Ospedale San Raffaele Milano), con il coinvolgimento di esperti in campi interdisciplinari diversi (Tommaso Fara - Ricercatore culinario) e la straordinaria partecipazione della Scuola di Ballo dell'Accademia Teatro alla Scala) esploreranno, nell'ambito di lezioni-spettacolo al teatro Elfo-Puccini, il funzionamento della cellula uovo e le nuove frontiere della ricerca scientifica. Le suggestioni tratte a teatro saranno poi messe a frutto e approfondite all'interno di workshop scientifici nelle scuole curati da scienziati e ricercatori dell'IRCCS Ospedale San Raffaele. 
I ragazzi saranno protagonisti di un'esperienza didattica interattiva con l'opportunità unica di incontrare persone speciali. Il progetto intende stimolare nuovi modelli d'ispirazione, aiutare i ragazzi a sviluppare un adeguato percorso di realizzazione dei propri talenti, tradurre le conoscenze acquisite in comportamenti concreti e farli riflettere sulle future scelte di studio e professionali. 
"DA GRANDE ANCH'IO MILANO 2016: CELLULE E ALTRI MISTERI ALL'ORIGINE DELLA VITA"patrocinato dal Comune di Milano e con il contributo di Fondazione Cariplo, si sviluppa grazie a una rete di competenze di eccellenza attivata tra istituzioni culturalienti di ricerca ed enti specifici nella formazione dei giovani operanti sul territorio milanese: IRCCS Ospedale San Raffaele e Università Vita-Salute San Raffaele per la realizzazione dei workshop nelle scuole; Accademia Teatro alla Scala per la partecipazione artistica della Scuola di Ballo, diretta dal maestro Frédéric Olivieri, alla lezione-spettacolo; Ciessevi per la partecipazione dei volontari a supporto dell'iniziativa. 
"Il patrocinio del Comune di Milano, ed in particolare di questo assessorato, nasce dalla constatazione che la cultura scientifica nel nostro paese non rivesta che un ruolo marginale nella considerazione pubblica e politica, anche in relazione agli investimenti, notoriamente deficitari anche in confronto ad altri paesi di pari rilevanza. 
Nel migliore dei casi assurgono agli onori della ribalta mediatica solo i risultati eccellenti che i nostri ricercatori raggiungono in diversi campi, con continuità tuttavia non casuale.
Un progetto che si rivolge in modo così qualificato a beneficio delle scuole per proporre scenari affascinanti e stimolanti ai ragazzi, rafforzando le occasioni curricolari che la scuola offre, non può che essere benvenuto e sostenuto. 
L'auspicio è che tale progettualità si innesti in modo strutturale nell'insieme delle offerte atte a favorire una educazione scientifica moderna, attenta, capace di motivare a scelte di vita e di orizzonte anche lavorativo, altrimenti destinate a rimanere inesplorate.
Da ultimo affermo la volontà di rafforzare e qualificare al meglio la collaborazione già avviata, nell'interesse dell'educazione dei cittadini più giovani di questa nostra città" 
ha dichiarato Francesco Cappelli, Assessore Educazione e Istruzione. 
Il progetto è realizzato con Fondazione Cariplo, tra le realtà filantropiche più importanti del mondo con oltre 1000 progetti sostenuti ogni anno per 144 milioni di euro e grandi sfide per il futuro. Giovani, benessere e comunità le tre parole chiave che ispirano oggi l'attività della fondazione. 
"Dalla coesione tra le persone parte la nostra piccola rivoluzione. Perché ciascuno dia il proprio contributo per fondare il futuro della nostra società su quei principi di solidarietà e di innovazione sociale che sono alla base dell'operato di Fondazione Cariplo" ha dichiarato Giuseppe Guzzetti, Presidente Fondazione Cariplo. 
"Siamo contentissimi di intraprendere questa nuova avventura all'insegna della valorizzazione e della diffusione della cultura scientifica tra i giovani" – ha dichiarato Giovanni Battistini, presidente Associazione Mercurio – Con "DA GRANDE ANCH'IO" vogliamo trasmettere ai ragazzi il piacere della ricerca scientifica e offrire loro l'opportunità unica di incontrare scienziati, artisti, musicisti, sportivi di grande notorietà per stimolare nuovi modelli d'ispirazione, tradurre le conoscenze acquisite in comportamenti concreti e riflettere sulle future scelte di studio e professionali. Rivolgiamo un ringraziamento particolare all'IRCCS Ospedale San Raffaele e Università Vita-Salute San Raffaele – che hanno messo a disposizione del progetto, in forma del tutto volontaristica, una ventina dei loro più affermati scienziati e ricercatori per la realizzazione dei workshop nelle scuole –, a Fondazione Cariplo, per il contributo dato al progetto, e al Comune di Milano per la concessione del patrocinio grazie al supporto dell'Assessorato all'Educazione e Istruzione, degli Uffici Didattici e dei Consigli di Zona per la promozione dell'iniziativa."
"DA GRANDE ANCH'IO MILANO 2016: CELLULE E ALTRI MISTERI ALL'ORIGINE DELLA VITA", è parte del più ampio progetto di Associazione Mercurio, "DA GRANDE ANCH'IO", realizzato per risponde alla domanda da parte delle scuole di contenuti didattici innovativi imperniati sul concetto dell'imparare partecipando e divertendosi (dalla lezione-spettacolo a teatro ai laboratori nelle scuole), capaci di coinvolgere e stimolare i ragazzi. Attraverso lezioni- spettacolo, kit didattici e workshop, gli studenti si potranno confrontare con una nuova idea di scienza e affronteranno un viaggio entusiasmante di esplorazione della vita e del mondo. 
"DA GRANDE ANCH'IO" ha già raccolto le adesioni di importanti esponenti del mondo scientifico, sportivo e culturale italiano, tra cui Franca Fossati Bellani, Gianvito Martino, Enrica Morra, Paolo Nucci, Carlo Alberto Redi, Gianandrea Noseda, Luisa Vinci, Giovanni Soldini, Maurizia Cacciatori che sostengono da vicino il progetto partecipando attivamente alla sua realizzazione. 
Per maggiori informazioni: www.associazione-mercurio.org info@associazione-mercurio.org Per sostenere Associazione Mercurio: www.associazione-mercurio.org/sostienici
*** 
MERCURIO è un'associazione culturale e di promozione sociale non profit che realizza e promuove progetti educativi innovativi applicando l'interazione, l'emozione e l'ascolto come principali fattori d'insegnamento e di divulgazione del sapere.MERCURIO sostiene la diffusione della cultura medico-scientifica e dell'arte e l'accessibilità all'eccellenza in Italia, anche a supporto della scuola italiana.MERCURIO promuove progetti educativi a carattere interdisciplinare rivolti alle scuole elementari e medie attivando metodi partecipativi (docenti, ragazzi, famiglie, territorio, comunità). L'Associazione realizza progetti educativi capaci di trasformare il sapere in esperienza di vita e iniziative partecipate dalla comunità che creano stimolanti occasioni di dialogo e interazione col territorio in cui opera. 
I suoi obiettivi principali sono: 
• Offrire alle nuove generazioni modelli d'ispirazione e nuove opportunità d'interesse e di studio per interessare e coinvolgere bambini e ragazzi e aiutarli a compiere scelte più consapevoli e mirate alla realizzazione dei singoli talenti e capacità. 
• Favorire l'inclusione sociale, la partecipazione attiva e la valorizzazione delle diverse competenze e appartenenze culturali dei giovani in un contesto di crescente multiculturalità. 
• Contrastare la dispersione e l'esclusione scolastica sviluppando una rete di collaborazioni tra istituzioni indirizzate al sostegno e alla formazione dei giovani. 
  

CONTATTI 
Segreteria generale 
Matilde Battistini +39 335 8314697 matilde.battistini@associazione-mercurio.org Caroline Tavenas +39 338 5099882 caroline.tavenas@associazione-mercurio.org Maria Stella Wirz +39 340 6319456 mariastella.wirz@associazione-mercurio.org
Segreteria organizzativa 
Simona Oreglia +39 335 8450561 segreteria@associazione-mercurio.org Ilaria Dupré +39 329 6733266 segreteria@associazione-mercurio.org
Direzione creativa 
Giacomo Carissimi +39 348 6280292 giacomo.carissimi@associazione-mercurio.org
Comunicazione e Fundraising 
Orietta Ferrero +39 328 6727952 orietta.ferrero@associazione-mercurio.org
Relazioni Esterne 
Emilye Morgan Anique +39 347 2604006 emilye.morgan-anique@associazione-mercurio.org
PER IL PROGETTO "DA GRANDE ANCH'IO" 
Matilde Battistini +39 335 8314697 matilde.battistini@associazione-mercurio.org 
Caroline Tavenas +39 338 5099882 caroline.tavenas@associazione-mercurio.org



--
www.CorrieredelWeb.it

Servizio Civile: 8 posti a Milano da Progetto Arca con i senzatetto con problemi di dipendenze

8 posti a cui candidarsi entro il 20 aprile

Servizio Civile a Milano con Progetto Arca per il recupero dei senza dimora con problemi di dipendenze

"Al servizio di pronta accoglienza" è il progetto di Fondazione Progetto Arca cui sono destinati 8 posti di Servizio Civile a Milano, rivolti a ragazzi e ragazze tra i 18 e i 28 anni interessati a un'esperienza di cittadinanza attiva al servizio della comunità e delle persone più fragili.
Il progetto prevede per 12 mesi l'affiancamento alle equipe di educatori professionali di Progetto Arca nei due centri residenziali a Milano per persone senza dimora con problemi di dipendenza (in via degli Artigianelli e via Amantea). 
I giovani selezionati parteciperanno alla vita quotidiana del centro, oltre che all'organizzazione di attività educative e di svago fuori dalla struttura accompagnando gli ospiti ai servizi sul territorio.

C'è tempo fino al 20 aprile per iscriversi. Tutte le info su come candidarsi su:

La storia di Progetto Arca nasce più di vent'anni fa proprio dall'area delle dipendenze, il primo ambito di intervento della fondazione. Da qui, negli anni, l'offerta è cresciuta molto e si è differenziata, ampliando il servizio di accoglienza e creando progetti di sostegno alimentare e housing sociale per famiglie e persone in difficoltà.
Alle persone senza dimora con problemi di dipendenza (da alcool, stupefacenti, gioco d'azzardo) Progetto Arca offre un ambiente protetto e accogliente, dove gli ospiti possono condividere con altri la propria vita e le proprie difficoltà, contando sulla presenza e il supporto H24 degli educatori della fondazione. 
Il percorso di ogni ospite dura 90 giorni, in cui ognuno ha l'occasione di recuperare la quotidianità persa vivendo per strada (banalmente svegliandosi e mangiando alla stessa ora, guardando la televisione, cucinando) e di capire quindi che è possibile riprendere in mano la propria vita. 
L'obiettivo ultimo è il reinserimento della persona in un programma riabilitativo definitivo, individuato sulla base della storia e dei bisogni individuali (ogni anno il 40% delle persone accolte chiede di intraprendere tale percorso di recupero all'interno delle comunità residenziali di accoglienza).
In particolare, il centro di via Artigianelli è stato aperto un anno fa sulla base di un progetto, interdisciplinare e a carattere partecipativo, di social design
Vivere in un luogo bello, ospitale, funzionale e ricco di contenuti simbolici dà senso alla convivenza e stimola la relazione, la persona recupera la fiducia in se stessa e il percorso di uscita dal disagio viene accelerato.


--
www.CorrieredelWeb.it

DECENNALE DEL MUSEO DELLA MACCHINA DA SCRIVERE DI MILANO


IL MUSEO DELLA MACCHINA DA SCRIVERE DI MILANO SPEGNE 10 CANDELINE

Nel tardo pomeriggio di sabato avrà luogo la festa di compleanno del sito museale

MILANO, 30 MARZO 2016 - Nella primavera del 2006, in concomitanza con l'interruzione della produzione di macchine da scrivere, condannate all'abbandono in soffitta o in cantina dall'avvento del computer, è stato fondato nel capoluogo meneghino il Museo della macchina da scrivere, allo scopo di conservare nella memoria quello strumento che cambiò profondamente il modo di comunicare nel secolo scorso. 

A distanza di 10 anni dalla sua apertura, sabato 2 aprile alle ore 18.00, nella sede di via Menabrea 10, avrà perciò luogo una cerimonia nella quale saranno ricordati gli eventi fondamentali promossi dal Museo della macchina da scrivere, sia in Italia che all'estero, e mostrate al pubblico le tante iniziative culturali in essere.

L'esposizione dei numerosissimi esemplari, prodotti in tutto il mondo, non è l'unica fonte di attrazione. Il presidente e fondatore Umberto Di Donato, infatti, svolge un'opera di diffusione della storia della scrittura, attraverso convention e incontri, in particolar modo tra le scolaresche. 

Inoltre, lo stesso si occupa personalmente di organizzare corsi di "scrittura creativa", "scrittura cuneiforme dei sumeri" e "scrittura geroglifica dei faraoni", che rappresentano i passaggi obbligati dell'invenzione che ha elevato gli uomini dagli altri esseri viventi.

«Durante il decennio 2006-2016 - spiega Umberto Di Donato - la raccolta è passata da 200 pezzi a oltre 1600, grazie alle molteplici donazioni ricevute. Gradualmente la collezione si è anche qualificata con l'assortimento delle macchine da scrivere usate da personaggi importanti (uomini politici, scrittori, professori universitari, magistrati, ecc.) ed è divenuta itinerante. I cimeli - continua - vengono mostrati anche fuori sede, rigorosamente a titolo gratuito, valicando i confini regionali d'Italia e le dogane dei paesi stranieri (ad esempio Francia, Germania, Belgio e Svizzera). Durante gli allestimenti vengono altresì organizzati concorsi di dattilografia per giovani, in cui il vincitore viene premiato con una vetusta macchina meccanica, chiaramente ancora funzionante».

Alla cerimonia per il decennale del Museo della macchina da scrivere sarà proiettato un filmato riguardante le sue principali mostre, concorsi ed eventi. 

L'appuntamento si concluderà con alcune domande emblematiche, quali spunto di riflessione per gli anni a venire: cosa viene proposto di fare per evitare che il patrimonio storico venga disperso? 

E come si può aiutare Umberto Di Donato a tenere vivo il ricordo del mezzo di scrittura che ha consentito all'uomo di scrivere individualmente con i caratteri mobili inventati verso la metà del '400 dal tedesco Johannes Gutenberg?

DECENNALE DEL MUSEO DELLA MACCHINA DA SCRIVERE
Sabato 2 aprile 2016, alle ore 18.00
via Menabrea 10, Milano
Ingresso libero
È gradita la presenza della stampa.


--
www.CorrieredelWeb.it

SUPERSTUDIO - SUPERDESIGN SHOW 2016




Image

SUPERDESIGN SHOW 2016

Superstudio Più - via Tortona 27
Superstudio 13 - via Forcella 13, via Bugatti 9

Press Preview 11 Aprile 2016 ore 15-20, solo stampa
12-15 Aprile 2016 ore 10-21, solo professionisti
16 Aprile 2016 ore 10-21, ingresso anche ai non professionisti
17 Aprile 2016 ore 10-18, ingresso anche ai non professionisti
SuperDesign Show, il nuovo format autoriale di Superstudio che guarda al futuro, giunge alla seconda edizione. Punta sulla ricerca, sullo straordinario quotidiano, sulla libertà di scelta, sulle contaminazioni tra classico e avanguardia, tra industria e artigianato, tra tradizione e futuro, tra semplicità e meraviglia con la consapevolezza che ormai tutto è stato fatto, che il mondo intero partecipa alla evoluzione dell'habitat che ci circonda, che regole e barriere sono saltate.

SuperDesign Show, che continua e incorpora il successo del precedente progetto di Superstudio (il Temporary Museum for New Design), è un appuntamento atteso in tutto il mondo, prima tappa di ogni visita nel Tortona District.
17.000 mq espositivi, progetti a tema, installazioni museali, padiglioni nazionali, mostre indipendenti o collettive, grandi aziende consolidate ma anche giovani aziende innovative, startup, self-design e tutte le tendenze del vivere e dell'abitare. Lounge, meeting room, press office, immagine coordinata, aree comuni, giardino, ristoranti e molto di più.

Il tema dell'anno è WHITE PAGES, che sottintende scrivere insieme le parole chiave del mondo di domani, esplicitate nelle aree comuni dall'illustratore e artista Sandro Fabbri. Un invito a portare in esposizione non solo oggetti e proposte di pronto consumo, ma anche progetti futuribili e sperimentali e a "raccontarli" al pubblico con parole e installazioni in una ideale "pagina bianca" all'interno del proprio spazio.

Una sola regia, un comune linguaggio contemporaneo, che valorizza le identità nazionali e di brand, le eccellenze italiane, le esigenze commerciali, il pensare "next",  con una selezione attenta all'insegna di "ricerca, qualità e innovazione", da sempre i key values di Superstudio.

SUPERDESIGN SHOW è un progetto di Gisella Borioli. Direzione artistica dell'architetto Carolina Nisivoccia.
Alcune anticipazioni 2016:

LE GRANDI INSTALLAZIONI "MUSEALI"
Barovier&Toso e Paola Navone, di nuovo insieme per un progetto visionario, un viaggio immaginario tra culture e paesaggi diversi, 1000 mq dello spazio Daylight con 5 grandi yurte ognuna dedicata a un colore del vetro; Citizen realizza uno spazio surreale fatto di luce danzante, un'indagine sulla natura del tempo con più di 100 000 parti componenti l'orologio.

I giapponesi di AGC Asahi Glass rivoluzionano l'usuale idea del vetro trasportando lo spettatore tra le amorfe micromolecole della materia in un ambiente interamente invaso da frammenti fluttuanti di un vetro leggerissimo.

Il padiglione di Aisin, colosso giapponese per i componenti automotive, energia pulita, wellness e lifestyle, trasporta il visitatore in un affascinante percorso immaginifico con due diverse esposizioni: la prima è dedicata alle tecnologie interattive, la seconda trasporta nel mondo del tessile dove interagiscono le macchine da cucire Aisin.

Image
Image
CINA DOC
Tra tradizione e innovazione, il grande padiglione dedicato al design cinese di Red Star Macalline si concentra sulla trasposizione della tradizione verso una nuova forma contemporanea, uno spaccato sulla creatività cinese doc con i migliori designer e le migliori aziende selezionate su tutto il territorio nazionale.

MATERIALI
Nell'Art Garden, Materials  Village, ideato da Material ConneXion Italia, riunisce in un solo spazio aziende provenienti da settori diversi con proposte sull'innovazione dei materiali, progetti e tecnologie per offrire nuove soluzioni al mondo produttivo. Special guest Stefano Boeri per 3M con un'installazione tra architettura e scienza dei materiali, a favore della sostenibilità. Oltre 30 le aziende coinvolte: 3M, Beko, Oltremateria, DuPont, Christian Fischbacher, Elitis, Novacolor, Asociación de Diseñadores de Euskadi, IPM Italia, XL EXTRALIGHT, Gemanco Design, Merck, TexClubTec, Pozzi Electa, RadiciGroup, Ta Li, Trevira, Windtex Vagotex, TileSkin, Naturtex, Landmaking, Galleria Cavour Green, Lineaverde, Easygreen, Biohabitat, Latifolia, Phytos, Essenze di Luce, Sofa Soft, Mediacom.
E' una foresta di tessuto il progetto di Sunbrella, con centinaia di telai da ricamo sospesi e ricoperti dalle differenti qualità dei tessuti dell'azienda, progetto di Élise Fouin, la designer francese riconosciuta per la poesia delle sue creazioni sulla materia.
E ancora le sperimentazioni e applicazioni in campo moda e design di Gore-Tex.

LG Hausys presenta invece una mostra interattiva sul mondo del disegno e dei techno materials, in un percorso che ripercorre le collaborazioni avvenute negli anni con Alessandro Mendini, Stefano Giovannoni, Karim Rashid, Marcel Wanders e Ben van Berkel.

Estetica, ecosostenibilità, massimo isolamento per Giano, l'innovativo pannello da rivestimento per l'edilizia di Lattonedil, utilizzato per la facciata esterna del padiglione dedicato, nella Piazza dell'Arte di Superstudio.

CASA CONTEMPORANEA
L'area Selected Objects, il nuovo design con oggetti e progetti selezionati da tutto il mondo. Una grande mostra collettiva che valorizza un solo "pezzo" inedito o più elementi in una mini-installazione che racconta la storia di un'idea, sia essa frutto del lavoro di un team, di un giovane designer, di una nuova azienda, di un brand consolidato. In mostra ADD+, ArteFashionDesign, ASUS, Beau&Bien, bud brand, Cogito Design, Crjos Design Milano, Deutsu, Digital Habits, Dozen Design, Dyson, Emilgroup, Forma Caprichosa, Hand Studio, Ianiro, Lettera G, miniki, Moca, Morà, Nisha Decor, Piemonte Design, P!nto, Sertum, Simon James Spurr.
I migliori prodotti messi in vendita sul sito www.LOVEThESIGN.com nella speciale sezione "Superstudio Selection", una grande opportunità di acquistare online il meglio di SuperDesign Show.

Visioni coinvolgenti e misteriose con Pietro Travaglini, giovane designer che presenta le sue nuove lampade all'interno un progetto fiabesco "alla Tim Burton", con la collaborazione del grande fotografo Giovanni Gastel.
Image
Image
Di grande impatto anche il primo camino sospeso e girevole al mondo firmato dall'azienda francese Focus, oggi reinterpretato con materiali e design innovativi. Forme organiche e geometriche, materiali naturali soprattutto legno per Vitamin Design.

Design high tech con i raffinati e innovativi impianti audio di Kef realizzati da Ross Lovegrove, Eric Chan, Milk Design, Studio F. A. Porsche oltre che dal team interno, in uno spazio progettato da Michael Young.

Day&Night è invece il nuovo concept di TV per Samsung: due mondi diversi, due spazi contrapposti, uno bianco minimale e uno nero che si accende di colori, per presentare Serif TV e SUHD TV.

Sono presentati come pezzi d'arte i tappeti di Carpet Sign (pluripremiati con il Red Dot Design Award), che fondono la qualità dei materiali e l'innovazione nel design, permettendo infinite personalizzazioni tailor made.
La sartorialità del prodotto è un valore fondamentale anche per TM Italia che in un trittico di architetture sensoriali presenta tre cucine inedite.

Progetto speciale della Regione Lazio "Lazio Creativo: Itinerari di Design", in collaborazione con ADI Lazio: un percorso-mostra racconta le eccellenze del design laziale nel settore del wellness, dell'arredo da tavola, e dell'outdoor. Uno spazio è dedicato a storie e prodotti dei nuovi talenti scoperti e finanziati grazie al Programma Lazio Creativo, oltre che ai prodotti del design laziale selezionati dall'ADI Design Index dal 2009 al 2015.
NEW MOBILITY
Jaguar presenta la nuova F-PACE, il suo primo Crossover. La casa automobilistica britannica propone, in collaborazione con IED Torino, un progetto che vede un team di giovani creativi della scuola di design realizzare wrapping ispirati agli elementi distintivi e ai concept della vettura. Live performance con Wacom Cintiq mostreranno ai visitatori il percorso che ha portato alla concezione e alla realizzazione delle grafiche applicate alle auto.

Biomega, le biciclette danesi in esposizione anche al MoMa, presenta OKO la nuova e-bike e la collaborazione con K-Way®, un'edizione speciale di capi di abbigliamento e di accessori per ciclisti.
Image
ARTE E DESIGN
La mostra "Marmo_2.0" a cura di Raffaello Galiotto raggruppa 5 opere sperimentali in marmo realizzate con software parametrici avanzatissimi, una sorta di "scalpello digitale" che apre un nuovo scenario sulla lavorazione del marmo.

In esterno, un'imponente scultura di Maria Cristina Carlini, "Obelisco", alta oltre 4 metri quasi a collegare terra e cielo, in acciaio corten e legno, due materiali così differenti che alludono inoltre all'unione fra culture diverse, auspicio di una pacifica convivenza.
Image
All'ingresso del padiglione centrale di SuperDesign Show "MyHome", disegni di Sandro Fabbri: cose per case, viste sognate inventate esistite usate o  semplicemente scaturite dalla sua fantasia. L'artista sa ricreare con pochi segni rapidi di inchiostro la magia del mondo, sia moda, profumi, natura o design. A lui il compito di rappresentare icone e simboli del design di oggi e di domani.

La scultura fluttuante e interattiva e°FLOW cambia colore a seconda dei movimenti e numero dei visitatori che la osserva: è attualmente la più grande applicazione sperimentale a 3 dimensioni al mondo della tecnologia e-paper, realizzato in collaborazione tra l'artista Nik Hafermaas di Ueberall International e i produttori di E Ink Prism.
IL BASEMENT: IL LABORATORIO DELLE IDEE
Si parla di design e architettura sostenibile nello spazio polifunzionale di Mario Cucinella in collaborazione con la sua scuola "SOS - School of Sustainability": istallazioni ad elevata qualità ambientale e sensoriale firmati dal grande architetto, workshop e laboratori di prototipazione, le lezioni di "Empatia Creativa" e molte altre iniziative.

eBay LAB celebra l'infinito universo del Fai-da-te, trend in forte crescita, con una installazione a cura dell'architetto Francesco Maria Bandini: 4 oggetti inediti e gli strumenti che ne hanno consentito la realizzazione, immersi in un ambiente fatto di moltiplicazione dello spazio fisico.

L'atmosfera underground del Basement è perfetta per il segno minimalista e l'amore per i materiali inalterati delle luci di Emanuel Gargano, designer umbro vincitore di numerosi premi internazionali che ha, tra l'altro, a lungo collaborato con lo studio londinese di Claudio Silvestrin.

Design a misura di bimbo con il progetto "Let's go Kids" di Assogiocattoli, dedicato al passeggino: storia, funzionalità, relazione tra genitori e bambini nello spazio e nel tempo.
Attorno alla poetica infantile la mostra "Pop Dolls", le bambole-scultura dell'artista Flavio Lucchini, bambine non ancora donne e donne-bambine, ingenue e provocanti, in resina colorata, in omaggio alla femminilità che sboccia.

GREEN ENERGY
Energia pulita grazie alla tecnologia innovativa di Enessere che presenta Hercules, una pala eolica bella come una scultura, in legno, titanio, fibra di carbonio.
Image



--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI