Cerca nel blog

mercoledì 21 gennaio 2015

Codacons su multe ingiuste a Milano


milano: ancora multe ingiuste ai cittadini


il codacons, che già in passato è più volte intervenuto per criticare la prassi del comune di notificare il verbale delle multe dopo i 90 giorni previsti dalla legge dalla commissione dell'infrazione,  interviene per chiedere l'annullamento delle multe emesse, in autotutela


le rassicurazioni della vigilessa "la telecamera è spenta" , ma nonostante questo le multe sono state notificate

 

Il Codacons interviene dopo l'ennesima ingiustizia posta in essere dal Comune di Milano, riguardante multe notificate in questi giorni ai cittadini, riguardanti il transito, nel periodo del vertice ASEM, degli automobilisti in Corso Garibaldi.

Gli automobilisti, in virtù della chiusura di alcune strade del centro per il passaggio di delegazioni che si recavano al vertice suddetto, sono stati deviati da una vigilessa in Piazza XXV Aprile, verso Corso Garibaldi.

Nonostante le rimostranze degli automobilisti, che hanno fatto notare alla vigilessa che nella zona in questione ci fossero le telecamere per l'Area C, la stessa ha rassicurato gli automobilisti dicendo che la telecamera fosse spenta, e di dirigersi tranquillamente per quella Via.

Oggi, a distanza di 3 mesi dall'infrazione, arrivano le multe (94 euro).

Il Codacons non può che criticare questa prassi del Comune, palesemente ingiusta nei confronti dei cittadini, già vessati, come abbiamo avuto modo di ribadire più volte, dalla notifica oltre i 90 giorni di tempo previsti dalla legge, di multe per infrazioni rilevate dai nuovi autovelox a Milano.

Il Codacons chiede al Comune di avere coraggio di procedere  all'annullamento delle multe emesse, in autotutela; il Comune deve iniziare a comportarsi correttamente con i cittadini.

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI