Cerca nel blog

mercoledì 9 marzo 2011

Ultrasuoni

I ricercatori della Washington University di St. Louis hanno combinato gli ultrasuoni e la luce visibile in modo inedito: una tecnica che mostra la grande promessa di poter fare ricerca per "vedere" più in profondità nel corpo umano.

Il vantaggio della luce è, naturalmente, che è nella gamma di frequenza con la quale gli occhi umani possono vedere gli oggettii, ma purtroppo, il grado di dispersione dei fotoni ci impedisce di vedere molto in profondità nel tessuto del corpo umani. Gli ultrasuoni, d'altra parte, non soffrono tanto di questo problema di scattering, ma rivelano soprattutto la densità e la comprimibilità dei tessuti, che non è sempre così utile.

Il Dr. Wang ha unito due tecniche di imaging biomedico per combinare le migliori caratteristiche degli ultrasuoni e della luce. La prima tecnica, il tagging degli ultrasuoni di luce, consiste nel far passare la luce attraverso un fascio di ultrasuoni, che "tagga" fotoni certi nella zona di interesse.
{BLOCK:45}
L'altra tecnica, chiamata inversione del tempo, sfida ogni spiegazione facile, ma comporta l'invio di onde a ritroso lungo esattamente lo stesso percorso da cui sono arrivate.

Il Dr. Wang, professore di ingegneria biomedica alla Washington University di St. Louis, dice che "Concentrare la luce in un mezzo di diffusione come il tessuto è stato un sogno per anni e anni, dall'inizio dell’ottica biomedica. Non siamo riusciti a mettere a fuoco al di là di un millimetro, la larghezza di un capello, ed ora è possibile concentrarsi dove si vuole, senza alcuna misura invasiva".

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI