Cerca nel blog

sabato 8 settembre 2012

I pugliesi Vertere String Quartet volano al Mito Settembre Musica di Milano


I PUGLIESI VERTERE STRING QUARTET VOLANO AL MITO SETTEMBRE MUSICA DI MILANO

 

Dopo il notevole successo riscosso l'anno scorso ad Umbria Jazz, il quartetto d'archi tutto pugliese raggiunge un altro importante traguardo: domenica, 9 settembre 2012, si terrà, per la sesta edizione  del Mito Settembre Musica di Milano, il concerto "Hace 20 Años - Ricordando Astor Piazzolla" con Daniele Di Bonaventura

 

Il Sud che conquista il Nord: ancora una volta la musica pugliese sbarca in un Festival di respiro internazionale, qual è il Mito Settembre Musica di Milano.

Protagonisti di questa nuova esperienza, i Vertere String Quartet, quartetto d'archi al 100% pugliese che nella sua carriera ha già calcato i palchi di rassegne musicali internazionali, tra cui l'Umbria Jazz: domenica 9 settembre 2012, alle ore 22.00, l'ensemble d'archi, assieme ad uno dei più grandi bandoneonisti italiani, Daniele Di Bonaventura, si esibirà, per la sesta edizione di Mito Festival, al Teatro dei Filodrammatici di Milano.

 

Per rendere giusto merito ad una delle più importanti e seguite manifestazioni musicali italiane (che per questa edizione vede protagonisti artisti del calibro di Paolo Conte, Salvatore Accardo, Ryuichi Sakamoto e molti altri), i Vertere String Quartet si esibiranno in "Hace 20 Años - Ricordando Astor Piazzolla", un omaggio, a 20 dalla morte, del grande maestro argentino.

 

Musiche del Sud del mondo protagoniste di uno spettacolo originale e surreale che racconta la sensualità del tango attraverso alcune composizioni di Piazzolla, reinterpretate in maniera del tutto originale,  in grado di dar vita a un viaggio desueto nel panorama compositivo del maestro di origini pugliesi, scoprendo partiture meno conosciute ma spesso più interessanti della sua grande opera musicale.

 

Quello proposto per il Mito Festival sarà un percorso, un luogo, un colore, una luce, un tempo immaginario di una città di spasimo e di festa dove la musica di Piazzolla incontra il jazz, l'improvvisazione, l'ombra dei tanghi che furono il passato, di cui il presente si alimenta e da cui s'intravede un futuro di anime che s'intrecciano e si snodano, pronte a creare e a ri/crearsi.

 

I Vertere String Quartet, ensemble cameristico di decennale esperienza, pur essendo composto da quattro musicisti di estrazione classica, regaleranno al pubblico della rassegna milanese un concerto che racconterà, in maniera del tutto nuova e originale, Astor Piazzolla, grazie alla profondità e al nitore degli arrangiamenti degli archi di Giuseppe Amatulli (violino), Rita Paglionico (violino), Domenico Mastro (viola) e Giovanna Buccarella (violoncello) e agli spazi solistici del bandonèon di Daniele Di Bonaventura.

 

E chi non potrà essere a Milano, potrà seguire il concerto in live streaming su www.mitosettembremusica.it

 

 

 

 

 

BIOGRAFIA ARTISTICA DEI VERTERE STRING QUARTET

 

Il Vertere String Quartet, Giuseppe Amatulli violino, Rita Paglionico violino, Domenico Mastro viola, Giovanna Buccarella violoncello, nasce nel 2003 dall'incontro umano e professionale di quattro musicisti pugliesi diplomati presso i Conservatori di Bari, Lecce e Monopoli e perfezionati tra la Scuola di Musica di Fiesole, la Scuola Superiore Internazionale di Duino e l'Accademia  Chigiana di Siena. "VERTERE": mutare, cambiar di forma, questa è la filosofia del quartetto, essere camaleontici, modellare il suono, dargli vita. Il quartetto ha un repertorio che spazia dal periodo classico al contemporaneo ed ha registrato cinque  CD: "Nahuel" con Javier Girotto (Il Manifesto); "Coloriade" con il Pasquale Mega Ensemble, feauturing Javier Girotto & Marco Tamburini (Dodicilune); "Sine Nomine" con Daniele di Bonaventura (Harmonia Mundi); "Contemporaneo Immaginario" con Marco Tamburini,  presentato a Umbria Jazz 2011, (Note Sonanti); "Vera Cruz" con Robertinho De Paula (Dodicilune).

Singolarmente, i componenti del quartetto, hanno registrato 15 CD da solisti in varie formazioni,
hanno effettuato registrazioni per trasmissioni televisive RAI, MEDIASET, per RAI Radio 3 "I Concerti del Quirinale" e "Radio 3 Suite", collaborano come sideman per noti studi di registrazione.


Collaborazioni in ambito Jazz:

Javier Girotto, Marco Tamburini, Daniele Di Bonaventura, Robertinho De Paula, Paolo Fresu, Ettore Fioravanti, Attilio Zanchi, Roberto Cipelli, Tino Tracanna, Stefano Onorati, Stefano Paolini, Walter Paoli, Michael Rosen, Dave Murray, Stefano Battaglia, Enrico Rava, Steve Lacy, N. Lee, Gianni Coscia, Bruno Tommaso, Paolo Damiani, Raffaele Casarano, Ettore Carucci, Roberto Ottaviano, Davide Santorsola, Gianni Lenoci, Sandro  Satta, Tony Rusconi, Achille Succi.

 

Collaborazioni in ambito pop:

Giuliano Sangiorgi, Noa, Radiodervish, Roy Paci, Dionne Warwick, Milva, Amii Stewart, Lucio Dalla, Antonella Ruggiero, Renzo Arbore, Enrico Ruggieri, Gabin.

 

 In ambito classico hanno svolto attività concertistica (anche da prime parti) con numerose orchestre ed enti lirici: l'Orchestra Giovanile Italiana di Fiesole, il Teatro dell'Opera di Roma, il Teatro Petruzzelli di Bari, Rossini Opera Festival di Pesaro, l'Orchestra Nuova Scarlatti di Napoli, l'Orchestra Giovanile Torinese, l'Accademia Stefano Tempia di Torino, Sammartini di Torino, Giovanile Siciliana, l'Orchestra della Magna Grecia di Taranto, le Orchestre Sinfonica della Provincia di Bari e Lecce, Orchestra Ensemble "I Solisti dell'Opera Italiana".



 

BIOGRAFIA ARTISTICA DI DANIELE DI BONAVENTURA

 

Nato a Fermo, nelle Marche, Daniele di Bonaventura, compositore-arrangiatore, pianista-bandoneonista, pur avendo una formazione classica ha coltivato sin dall'inizio della sua attività un forte interesse per l'improvvisazione. A soli otto anni ha iniziato lo studio del pianoforte e del violoncello, ai quali ha poi affiancato studi di composizione e direzione d'orchestra. Le sue collaborazioni spaziano dalla musica classica a quella contemporanea, dal jazz al tango, dalla musica etnica alla world music, con incursioni nel mondo del teatro, del cinema e della danza.
Ha suonato nei principali festival italiani e internazionali tra cui Rumori Mediterranei 1987-1988 a Roccella Jonica, Ravenna Jazz 2000, Clusone Jazz 2001, Biennale Arte Venezia 2001, Sant'Anna Arresi Jazz 2004, Festival della Letteratura Mantova 2004, Cormòns 2005, Accademia Nazionale di Santa Cecilia Stagione Musica da Camera 2005-2006, Music Hall Festival e Royal Festival Hall a Londra, Music Hall a Leeuwarden, 30 Deutsches Jazz Festival a Francoforte, Berlin Jazz Festival, Festa de la Mercè a Barcellona, Opera House a Il Cairo,e in altri festival in Francia, Svizzera, Portogallo, Brasile, Argentina, Slovenia, Croazia, Albania, Singapore, Stati Uniti e Sud Africa.
Ha collaborato con Enrico Rava, A Filetta, Paolo Fresu, Oliver Lake, David Murray, Miroslav Vitous, Rita Marcotulli, David Liebman, Toots Tielemans, Omar Sosa, Flavio Boltro, Joanne Brackeen, Greg Osby, Ira Coleman, Dino Saluzzi, Javier Girotto, Cèsar Stroscio, Tenores di Bitti, Enzo Favata, Aires Tango, Peppe Servillo, David Riondino, Francesco Guccini, Sergio Cammariere, Lella Costa, Ornella Vanoni, Franco Califano, Eugenio Allegri, Alessandro Haber, Omero Antonutti, Giuseppe Piccioni, Mimmo Cuticchio, Custòdio Castelo, Andrè Jaume, Tiziana Ghiglioni, Furio Di Castri, U.T. Gandi, Guinga, Riccardo Fassi, Frank Marocco. Nel 2003 per l'Orchestra Filarmonica Marchigiana ha composto la Suite per Bandoneon e Orchestra commissionatagli dalla stessa.
Ha pubblicato numerosi dischi con Via Veneto Jazz; Philology; Manifesto; Felmay; Amiata Records; Splasc(H); World Music; CCn'C Records; e per la Harmonia Mundi l'ultimo lavoro intitolato Sine Nomine. Le ultime collaborazione sono quelle con Miroslav Vitous, il quale lo ha chiamato a partecipare nell'ultimo cd intitolato Universal Syncopation II, pubblicato dalla prestigiosa etichetta tedesca ECM. Sempre per la ECM ha pubblicato l'ultimo lavoro Mistico
Mediterraneo, un'opera condivisa con il gruppo vocale della Corsica A Filetta e Paolo Fresu.

 

 


Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI