CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Ultime news da e su Milano

Cerca nel blog

martedì 13 aprile 2010

49° Salone Mobile Milano: eccellenze salentine e pugliesi




Domani l'inaugurazione presso Palazzo Bovara al Circolo del Commercio

Al 49° Salone del Mobile di Milano

"abitano" le eccellenze salentine e pugliesi

Nel "Fuori Salone" allestita la mostra d'immagine, "Puglia, l'eccellenza italiana abita il futuro"

con 26 tra le più innovative aziende di design e arredo pugliesi, Caminopoli è tra queste

Aprirà domani e chiuderà il 19 aprile il Salone Internazionale del Mobile di Milano. Giunto alla sua 49a edizione, il Salone è la principale vetrina italiana a livello internazionale dedicata al settore dell'arredamento dove si presentano le nuove soluzioni per la casa tradizionale e di design, mobili per ufficio, complementi d'arredo, tessile, arredo bagno, illuminazione. Accanto al Salone del Mobile, si svolgono: Eurocucina, il Salone Internazionale del Bagno, il Salone Internazionale del Complemento d'Arredo, oltre al Salone Satellite.

Oltre al'area espositiva vera e propria, è previsto anche un ricco programma di eventi inseriti nel cosiddetto "Fuori Salone", e, tra questi, la Regione Puglia – Area Politiche per lo Sviluppo Economico, il Lavoro e l'Innovazione ha organizzato nella prestigiosa cornice di Palazzo Bovara - Circolo del Commercio di Milano, la mostra d'immagine, intitolata "Puglia, l'eccellenza italiana abita il futuro" e dedicata all'esposizione dei prodotti più innovativi e di design delle imprese pugliesi del settore arredo-mobile, si articolerà in una serie di "salotti", intesi come luoghi di incontro e di socializzazione, arricchiti e nobilitati con le produzioni di eccellenza delle imprese pugliesi aderenti all'iniziativa. La mostra immagine rappresenterà un punto di incontro per gli operatori di settore italiani ed esteri che potranno approfondire l'evoluzione dello scenario regionale e le relative potenzialità di sviluppo del settore dell'arredo-mobile; nonché costituirà un utile volano di promozione della partecipazione delle aziende pugliesi che espongono al Salone.

Sono ventisei le aziende pugliesi presenti alla mostra, le quali esporranno articoli e prodotti che spaziano dalla lavorazione della pietra locale ai pavimenti in legno, passando attraverso alcune soluzioni e proposte d'arredo molto innovative e dal design raffinato. Tra queste emerge l'azienda salentina Caminopoli, che nel giro di pochissimi anni è divenuta leader nazionale nella vendita di attrezzi e accessori per camini e caminetti. Conosciuta in tutta la penisola grazie all'attività svolta on-line attraverso il portale www.caminopoli.it, l'azienda è riuscita ad innescare una particolarissima trasformazione in questo settore d'arredo, ha fatto sì che gli attrezzi venduti sino a poco tempo fa solo presso i negozi di ferramenta diventassero degli oggetti di culto, ricercati e di gran prestigio. Prova ne è l'ordine pervenuto dal governo dell'Arabia Saudita a nome della principessa Rola Al-Ghair per arredare i prestigiosi camini delle ambasciate di Praga e di altre capitali europee.

L'azienda salentina torna ad affascinare Milano dopo appena sette mesi. Ha infatti esposto presso il Macef di settembre dove è riuscita a distinguersi con un particolarissimo stand progettato dal designer Renzo De Maria. Lo spazio espositivo è stato concepito non solo per presentare nel miglior modo possibile gli articoli trattati dall'azienda, ma soprattutto per far sì che i visitatori potessero essere accolti in un'atmosfera che richiamasse la tradizionale e rinomata ospitalità della terra in cui ha sede l'azienda, ossia il Salento. Fichi d'India, ambientazioni marine e rurali e tanto altro per ricreare in fiera il grande fascino della penisola italiana.




--
Postato su TuttoFiere

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter, e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della Conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.
Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.