CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Ultime news da e su Milano

Cerca nel blog

martedì 10 agosto 2010

Porte scorrevoli: dove e perchè preferirle

Le porte scorrevoli sono un genere di porte in legno che sfrutta in modo ottimale gli spazi e permette un design ad alto quoziente estetico, adatto ad inserirsi in qualsiasi contesto architettonico. Una porta scorrevole, bellezza a parte, si installa con facilità ed è perfetta per ambienti in cui l’impegno di una classica porta a battente può impedire l'inserimento di complementi d'arredo, limitando l'uso dello spazio abitativo. Sotto il profilo estetico, in contesti molto moderni una porta scorrevole crea un passaggio di luce notevole e contribuisce a rendere la casa un luogo intimo ma allo stesso tempo aperto e arioso. Con un semplice gesto, due ambienti possono essere separati o riuniti senza perdere nulla in abitabilità e comfort.
Le porte scorrevoli semicircolari con diverso raggio di curvatura offrono una vasta gamma di scelta. Le aperture extra-large consentono un passaggio luce che può raggiungere i 150cm in larghezza e 290 in altezza, rispondendo a una spiccata necessità di spazi ampi e tanta luce. I pannelli si possono adottare in vetro colorato, in vetro sabbiato, in vetro decorato con incisioni oppure in vetro molato con griglie in legno massiccio o legno laccato. Il meccanismo di scorrimento è disponibile in alluminio oppure in acciaio, a seconda delle esigenze estetiche e strutturali. Realizzate in PVC con profili pluricellulari e rinforzato internamente, le porte scorrevoli di maggior qualità sono inattaccabili dalla corrosione e dal deterioramento e assicurano un isolamento termico che nasce dal vetro, dal telaio e dal montante centrale.

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter, e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della Conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.
Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.