Cerca nel blog

mercoledì 29 luglio 2015

EXPO. IL PADIGLIONE USA SOSTIENE SAVE THE CHILDREN NELLA LOTTA GLOBALE ALLA MALNUTRIZIONE





Milano, 29 luglio – Il Commissario Generale del Padiglione USA, Ambasciatore Douglas T. Hickey ha visitato il Padiglione di Save the Children ad Expo Milano 2015 per la consegna dei fondi raccolti a favore dei bambini meno fortunati del pianeta durante la Giornata Nazionale del 4 luglio.
Durante la Giornata Nazionale il Padiglione USA ad Expo Milano 2015 ha infatti collaborato con Save the Children, attraverso una raccolta fondi e ospitando i volontari dell'ONG sulla propria terrazza  per generare nei visitatori maggiore consapevolezza nei confronti della malnutrizione, che affligge a livello globale molti bambini in numerosi paesi del mondo. Le donazioni raccolte andranno a supporto dei progetti internazionali di Save the Children per garantire un'adeguata alimentazione infantile.

Il Commissario Generale del Padiglione USA, Ambasciatore Douglas T. Hickey, commenta "Il Padiglione USA è onorato di aver collaborato con Save the Children in occasione della propria Giornata Nazionale, con l'obiettivo sostenere gli sforzi per garantire ai bambini di tutto il mondo una nutrizione sufficiente. Attraverso il tema del nostro Padiglione, "American Food 2.0: United to Feed the Planet", gli Stati Uniti si impegnano per affrontare la straordinaria sfida di nutrire in modo sufficiente e sostenibile la popolazione globale, che si stima sarà di 9 miliardi di persone entro il 2050. "

Il CEO di Save the Children Italy, Valerio Neri, sottolinea: "Abbiamo apprezzato l'impegno degli Stati Uniti e le attività di raccolta fondi effettuate a favore di Save the Children. Ogni donazione rappresenta per noi l'opportunità di migliorare la vita dei bambini maggiormente vulnerabili. Questa collaborazione è un occasione per costruire una crescente consapevolezza del diritto di tutti i più piccoli nel mondo di avere a disposizione cibo adeguato alla propria crescita. Nel nostro Padiglione invitiamo i visitatori ad indentificarsi con un bambino nati in contesti di povertà ed emergenza, per comprendere le inaccettabili condizioni di vita di milioni di minori che soffrono la malnutrizione e incoraggiare un impegno in prima persona per favorire il cambiamento".



Nella fotografia: il Commissario Generale del Padiglione USA, Ambasciatore Douglas T. Hickey (secondo da sinistra), Laura Carriero, Expo 2015 Pavilion Manager di  Save the Children (quarta da sinistra), Rita Girotti, Responsabile Global Corporate Partnerships Group & National Corporate Fundraising di Save the Children Italia (ultima da sinistra) e alcuni volontari di Save the Children.




Hashtags:
#1in9bn -- One in 9 Billion
#FoodTruckNation – USA Pavilion Food Truck Nation
#TasteUSA – USA Pavilion Food Truck Nation
#JBAR -- James Beard American Restaurant
#Expo2015 -- Expo-wide feed

martedì 28 luglio 2015

Si aprono le iscrizioni per la Convention ExpoTunnel Milano



Si aprono le iscrizioni per la Convention ExpoTunnel Milano

E' disponibile online il form di registrazione alla Convention di Milano, che si terrà l'8 e il 9 ottobre presso il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo Da Vinci. L'ingresso alla Convention è gratuito: per partecipare è necessario compilare i campi del modulo online e stampare l'email di conferma da presentare all'ingresso del Museo. Il biglietto dà diritto all'ingresso gratuito al Trade Show e alla Tavola inaugurale, che si terrà l'8 ottobre dalle ore 10.30 alle ore 12.30 presso l'Auditorium del Museo.

CONVEGNO SOCIETÀ ITALIANA GALLERIE
La Società Italiana Gallerie collabora all'organizzazione della Convention ExpoTunnel Milano, con la realizzazione del convegno dal titolo "Il buon uso del suolo e del sottosuolo nella prevenzione dei dissesti ambientali". La partecipazione all'evento attribuisce crediti formativi per ingegneri e architetti. L'ingresso al Convegno è a pagamento. Il programma del convegno e le modalità di partecipazione sono disponibili online.

ULTIMI SPAZI DISPONIBILI
Nella prestigiosa location del Museo, situata al centro di Milano, si terranno due giorni di conferenze, incontri, meeting e trade show, uno spazio di esposizione a cui parteciperanno le più importanti aziende del settore tunnelling. La risposta delle aziende a questo nuovo evento non si è fatta attendere, tanto che la disponibilità degli spazi espositivi è quasi terminata. Per maggiori informazioni sugli ultimi spazi disponibili, si prega di contattare la segreteria organizzativa.
Link Utili:
Biglietto ingresso
Programma Convention
Catalogo Espositori del Trade Show

Organized by
Conference Service srl
via de' Buttieri 5/a - 40125 Bologna
t. +39.051.4298311
f. +39.051.4298312
info@expotunnel.it



--
www.CorrieredelWeb.it

lunedì 27 luglio 2015

Expo festeggia la frutta domani 28 luglio. Rigoletto Gelato e Cioccolato porta a Expo il tradizionale banco della frutta dei mercati milanesi e propone lo stecco gelato artigianale alla frutta di stagione - testi e foto nel link

Rigoletto Gelato e Cioccolato porta a Expo Milano 2015 il tradizionale banco della frutta dei Mercati Comunali milanesi

Per la Festa della Frutta di Expo Milano 2015, Rigoletto Gelato e Cioccolato ospita lo storico banco de "Il Frutteto di Giovanni" e propone lo stecco gelato artigianale alla frutta di stagione.


Milano, 22 luglio 2015 - In occasione della Festa della Frutta a Expo Milano 2015, programmata per martedì 28 luglio, Rigoletto Gelato e Cioccolato, la gelateria artigianale di Padiglione Italia organizza un'iniziativa in sintonia con la propria filosofia di "gelateria di quartiere".

Rigoletto Gelato e Cioccolato ha infatti invitato un classico negozio di frutta di vicinato a trasferirsi all'interno di Expo, per mostrare ai visitatori un punto di vista meno noto della vita dei milanesi e del loro rapporto con il cibo. Il negozio ospite è "Il Frutteto da Giovanni" del sig. Giovanni Gernone, una vera e propria istituzione all'interno del Mercato Comunale di Piazza Wagner che dal 1958 seleziona quotidianamente la frutta per i propri clienti, oggi coadiuvato dalle tre figlie che continuano la tradizione di famiglia.

"Far parte della vita del quartiere è una caratteristica distintiva delle nostre quattro gelaterie artigianali a Milano - spiega Antonio Morgese, amministratore delegato di Rigoletto Gelato e Cioccolato - e il Mercato Comunale di Piazza Wagner, a pochi passi dalla sede della prima e storica gelateria Rigoletto di Via San Siro, rappresenta perfettamente la nostra filosofia di rapporto con il territorio. Per me è stato molto naturale pensare al sig. Giovanni e invitarlo all'interno di Expo per rappresentare quella categoria di operatori che, come noi, lavorano quotidianamente per offrire ai propri clienti un cibo gustoso e di qualità."

La frutta di stagione utilizzata per l'allestimento del banco presso il chiosco di Rigoletto Gelato e Cioccolato sarà distribuita gratuitamente ai visitatori a partire dalle ore 21:00.

giovedì 23 luglio 2015

Expo festeggia la frutta il 28 luglio. Rigoletto Gelato e Cioccolato porta a Expo il tradizionale banco della frutta del mercati milanesi e propone lo stecco gelato artigianale alla frutta di stagione - testi e foto nel link

Per la Festa della Frutta di Expo Milano 2015, Rigoletto Gelato e Cioccolato ospita lo storico banco de "Il Frutteto di Giovanni" e propone lo stecco gelato artigianale alla frutta di stagione.


Milano, 23 luglio 2015 - In occasione della Festa della Frutta a Expo Milano 2015, programmata per martedì 28 luglio, Rigoletto Gelato e Cioccolato, la gelateria artigianale di Padiglione Italia organizza un'iniziativa in sintonia con la propria filosofia di "gelateria di quartiere".
Rigoletto Gelato e Cioccolato ha infatti invitato un classico negozio di frutta di vicinato a trasferirsi all'interno di Expo, per mostrare ai visitatori un punto di vista meno noto della vita dei milanesi e del loro rapporto con il cibo. Il negozio ospite è "Il Frutteto da Giovanni" del sig. Giovanni Gernone, una vera e propria istituzione all'interno del Mercato Comunale di Piazza Wagner che dal 1958 seleziona quotidianamente la frutta per i propri clienti, oggi coadiuvato dalle tre figlie che continuano la tradizione di famiglia. 
"Far parte della vita del quartiere è una caratteristica distintiva delle nostre quattro gelaterie artigianali a Milano - spiega Antonio Morgese, amministratore delegato di Rigoletto Gelato e Cioccolato - e il Mercato Comunale di Piazza Wagner, a pochi passi dalla sede della prima e storica gelateria Rigoletto di Via San Siro, rappresenta perfettamente la nostra filosofia di rapporto con il territorio. Per me è stato molto naturale pensare al sig. Giovanni e invitarlo all'interno di Expo per rappresentare quella categoria di operatori che, come noi, lavorano quotidianamente per offrire ai propri clienti un cibo gustoso e di qualità."
La frutta di stagione utilizzata per l'allestimento del banco presso il chiosco di Rigoletto Gelato e Cioccolato sarà distribuita gratuitamente ai visitatori a partire dalle ore 21:00.


--

mercoledì 22 luglio 2015

A Expo Milano 2015 Biodiversità oltre il confine: il Parco delle Biodiversità sostiene il progetto "Foreste in Piedi di LifeGate

"Biodiversità oltre confine"
in expo 2015 biodiversity park in collaborazione con lIFEgATE

Con il progetto Foreste in Piedi di LifeGate, il Biodiversity Park contribuisce a proteggere una foresta di 4,5 milioni di mq nell'Amazzonia brasiliana: 3 mq di foresta tutelata per ogni visitatore


LifeGate, punto di riferimento per lo sviluppo sostenibile in Italia e Biodiversity Park, l'Area Tematica in Expo progettata e realizzata da BolognaFiere, promuovono la biodiversità come valore universale da proteggere e tutelare sia dentro che fuori i confini italiani.

Il Parco della Biodiversità è un'area tematica di 8500 mq realizzata da BolognaFiere grazie all'esperienza di SANA dedicata all'agricoltura biologica e alla biodiversità, una vetrina mondiale sull'agricoltura biologica e sulla ricchezza delle nostre risorse naturali. Lo scopo del Parco è valorizzare le eccellenze italiane ambientali, agricole, in particolar modo bio e agroalimentari attraverso un percorso che racconta l'evoluzione e la salvaguardia della biodiversità agraria, anche con un palinsesto di eventi, incontri, ed esperienze multimediali.

L'iniziativa crea un ponte virtuale tra Italia e Brasile che contribuirà a proteggere una foresta di circa 4,5 milioni di mq nell'Amazzonia brasiliana sostenendo il progetto Foreste in Piedi di LifeGate, realizzato in collaborazione con la onlus ICEI e nato con l'obiettivo di contribuire alla salvaguardia e tutela della foresta amazzonica brasiliana attraverso il coinvolgimento della popolazione locale di San Pedro.

Un gesto concreto che sarà reso possibile grazie a tutti coloro che percorreranno il Parco: ad ogni visitatore saranno infatti dedicati 3 mq di foresta tutelata in Brasile. Secondo le stime il flusso complessivo fino al 31 ottobre 2015 sarà di 10.000 visitatori, numero che consentirà di raggiungere l'obiettivo di tutela dell'area forestale oggetto dell'iniziativa.

Foreste in Piedi coinvolge un'area verde situata nel cuore dell'Amazzonia a 25 Km dalla municipalità di Silves e coinvolge le 27 famiglie della comunità di San Pedro che vivono lungo il fiume Igarapé Capivara.  

Dalle Alpi all'Amazzonia, proteggere la biodiversità è un valore universale, promosso anche a livello digitale dall'hastag #Bioislife. Il visitatore sarà invitato a twittare con l'hastag  la propria esperienza dentro e fuori il Parco coinvolgendo l'intera community di Twitter.

martedì 21 luglio 2015

Came e Fabio Cannavaro insieme a Expo Milano 2015

L'ex capitano della nazionale italiana di calcio, testimonial dell'azienda trevigiana, in visita all'Esposizione Universale con il Presidente Menuzzo.

Came ha sviluppato per l'Esposizione Universale il sistema controllo accessi con l'innovativo tornello XVia e il dissuasore retrattile personalizzabile G6 Evo.


Milano, 21 luglio 2015 – Came, tra i leader riconosciuti in Italia e nel mondo nel settore della home & building automation, ha ospitato in Expo, l'ex capitano della nazionale italiana di calcio, Fabio Cannavaro, testimonial dell'azienda per la campagna #campionedisicurezza.

Ad accoglierlo ai tornelli, realizzati da Came per l'Esposizione Universale, il Commissario straordinario di Expo Milano 2015, Giuseppe Sala, e il Presidente di Came Spa, Paolo Menuzzo.

L'azienda trevigiana, grazie alle proprie soluzioni tecnologicamente innovative e rigorosamente progettate e sviluppate in Italia,  è stata scelta come partner tecnologico da Expo Milano 2015 per realizzare il sistema di controllo accessi per la sorveglianza, il comando e la regolazione dei dispositivi di automazione degli ingressi pedonali e veicolari del sito espositivo. La soluzione sviluppata da Came gestisce i 4 varchi per gli ingressi pedonali e i 10 varchi per l'entrata dei mezzi di servizio, attraverso 230 tornelli automatici XVia, 20 dei quali sono stati appositamente studiati per gestire l'ingresso dei visitatori diversamente abili.

Il sistema di controllo accessi si completa con automazioni per cancelli scorrevoli, barriere stradali e con 40 dissuasori G6 Evo per la protezione e la selezione delle entrate perimetrali di passaggi carrai. G6 EVO è un dissuasore retrattile caratterizzato da  una camicia intercambiabile che può essere sostituita, in modo semplice e in solo 5 minuti, consentendo di personalizzare il sito di installazione, come ha fatto Came a Expo Milano 2015 per celebrare la Festa della Repubblica, lo scorso 2 giugno.

Con la visita di Fabio Cannavaro a Expo Milano 2015, Came inaugura ufficialmente la  campagna #campionedisicurezza, che associa l'immagine dell'ex difensore di calcio a quella della centrale radio Ermet, una soluzione innovativa, integrata con la domotica, che raccoglie tutte le funzioni, l'affidabilità e la praticità dei prodotti antintrusione Came.

"Abbiamo scelto Fabio Cannavaro come testimonial per la campagna #campionedisicurezza - ha dichiarato Elisa Menuzzo, Vice President di Came SpA - perché è l'emblema del difensore e rispecchia perfettamente il core business della nostra azienda. Came ha, infatti, fatto della protezione e del controllo della casa e dei grandi spazi pubblici il fulcro della propria attività. Proprio come nel calcio anche per i sistemi antintrusione una buona difesa è frutto di integrazione, affidabilità e di un lavoro di squadra".

Sul canale YouTube di Came è presente in video che illustra, come sostituire in pochi e rapidi passaggi, la camicia di G6 Evo per personalizzare il luogo di installazione.


Came S.p.A.

Came S.p.A., tra i leader riconosciuti in Italia e nel mondo nel settore della home & building automation, si presenta come interlocutore globale nel controllo della casa e nel mondo dell'urbanistica e dell'alta sicurezza al quale offre soluzioni integrate per la regolamentazione e il monitoraggio dei flussi e degli accessi.

Il gruppo, rappresentato dal marchio Came Safety&Comfort, progetta, produce e commercializza con i marchi Came, Bpt, Domino LED e GO Italia soluzioni di automazione per ingressi, sistemi domotici e di sicurezza antintrusione, videocitofonia, termoregolazione e illuminazione a LED, e porte sezionali e a scorrimento per ambienti residenziali e industriali; attraverso i brand delle società Urbaco, Parkare offre inoltre soluzioni per l'urbanistica e per i grandi progetti, sistemi per la gestione di parcheggi automatici a pagamento, per il controllo accessi e la protezione di ambienti collettivi come spazi pubblici, piazze e strade.

Di proprietà della famiglia Menuzzo, Came S.p.A. è una realtà fortemente legata alle proprie radici italiane. Presente sul mercato con 480 tra filiali e distributori in 118 Paesi del mondo, ha sede a Dosson di Casier in provincia di Treviso e possiede stabilimenti produttivi a Treviso, Sesto al Reghena (PN), Avignone (Francia) e Barcellona (spagna). L'azienda conta 1.370 collaboratori e ha registrato un fatturato di 230 milioni di euro nel 2014.

Came è un'azienda certificata "100% Qualità Originale Italiana" dall'Istituto Tutela Prodotti Italiani (ITPI). Un riconoscimento che ha premiato la scelta del gruppo di progettare italiano, di non delocalizzare l'assemblaggio e di avvalersi di fornitori esterni, con i quali ha instaurato un rapporto di fiducia reciproca in oltre 40 anni di attività.

Came, grazie alle proprie soluzioni innovative per il controllo accessi, è stata scelta come partner tecnologico da Expo Milano 2015.

Indire a Expo: Alimentazione e Acquisto consapevole

La piattaforma elettronica europea EPALE per l'educazione degli adulti il 22 luglio al Padiglione Italia




Expo 2015 Milano ospita mercoledì 22 luglio nel Padiglione Italia Indire/EPALE – la community online multilingue dedicata all'apprendimento degli adulti - per parlare di consapevolezza alimentare e scelte di acquisto, due temi importanti per tutti i cittadini, che diventano percorsi educativi non formali grazie alla collaborazione europea.

A curare l'incontro sarà l'Unità nazionale EPALE – che ha sede a Firenze presso INDIRE - per raccontare le esperienze di quattro progetti finanziati dai programmi europei e presentare la piattaforma europea EPALE a tutti i visitatori di Expo. L'educazione degli adulti passa anche dalle scelte consapevoli che ogni cittadino deve essere in grado di operare, con la possibilità di influenzare in modo determinante il proprio ambiente, ma anche il proprio benessere e i progetti scelti rappresentano diversi contesti sociali e diverse possibilità educative tutte collegate a alimentazione, cibo e sostenibilità, in linea con i temi di Expo 2015.


Cibo in carcere e valore del territorio è il focus di Taste of freedom, percorso di educazione alimentare realizzato dalla Cooperativa Beniamino onlus di Portoferrario (LI) con il contributo di Slowfood per lavorare con i detenuti all'acquisizione di alcuni principi della sana e corretta alimentazione. I GAS (Gruppi di Acquisito Solidale) come laboratori per acquisire competenze sono al centro del progetto Social Start Ups- Unlocking the entrepreneurial talent of EPGs, della ONG umbra Tamat, per sviluppare, testare e validare una metodologia di apprendimento per adulti nell'acquisto consapevole.

Infine salute e alimentazione sono i temi di Healthy Lifestyles, dell'Università Senza Età di Udine, dedicato alla prevenzione di malattie cardiovascolari e diabete con la corretta nutrizione e lo stile di vita sano, e What's on your plate? proposto dall'Associazione Eurocultura di Vicenza per contrastare l'obesità, con la conoscenza e l'informazione sul cibo inserita anche nel contesto familiare, un problema comune delle società europee che necessita di strategie condivise.

I quattro progetti sono realizzati da associazioni, operanti in diverse realtà e regioni del territorio, in partenariati europei nati grazie al contributo dei Programmi comunitari per l'istruzione. Segui il seminario a Expo anche da Vivaio Scuole.



Cos'è EPALE? La piattaforma ha lo scopo di aprire all'Europa il dibattito nazionale sui tanti temi che intersecano i percorsi educativi pensati per gli adulti, anche a livello non formale. Pensata per i professionisti del settore dell'apprendimento degli adulti è aperta a tutti previa iscrizione e mira a migliorare la qualità dell'offerta di apprendimento degli adulti in Europa.

Si tratta di un'iniziativa totalmente nuova nel settore, finanziata dalla Commissione europea. Fa parte di un impegno a lungo termine per promuovere il miglioramento e la collaborazione in rete nel settore dell'apprendimento degli adulti in Europa, per offrire a tutti gli adulti la possibilità di accedere ad opportunità di apprendimento di alta qualità. Sulla piattaforma è possibile scambiare notizie, opinioni, idee e risorse con altri professionisti in tutta Europa. L'appuntamento di Expo rappresenta il terzo incontro tematico proposto per far conoscere e promuovere la community, i prossimi eventi saranno dedicati alle donne (Perugia, fine settembre) e all'educazione in carcere (Napoli, 15 ottobre).

lunedì 20 luglio 2015

Mercoledi' 22 Luglio focus al Padiglione Ceco sulle Nanotecnologie impiegate nella famosa piscina di Expo


Al padiglione della Repubblica Ceca si parla di Nanotecnologie e Bioplastica.  Approfondimenti  sui meccanismi di funzionamento della piscina simbolo di Expo Milano 2015

Milano, 20 Luglio 2015 - Mercoledì 22 Luglio alle ore 11:00 presso il Padiglione della Repubblica Ceca a Expo Milano 2015 si terrà un incontro incentrato sul tema delle nanotecnologie, al quale parteciperanno il Direttore Marketing di Nafigate Corporation - Lenka Mynarova - e l'inventore della nuova tecnologia Hydal, altamente rivoluzionaria nella produzione della bioplastica - Prof. Ivana Marova.
 
"Siamo molto lieti e orgogliosi di essere partner del Padiglione ceco a Expo 2015 dove abbiamo l'onore di presentare  due tecnologie innovative: la prima è la Biotecnologia Hydal con il suo imponente monumento (la statua a forma di uccello) collocato di fronte all'ingresso; la seconda, invece,  riguarda le membrane di nanofibre per la depurazione dell'acqua". Queste le dichiarazioni di Lenka Mynarova.
Nafigate Corporation è azienda leader mondiale nel settore delle tecnologie innovative e nell'utilizzo delle membrane di nanofibre, ovvero fibre aventi un diametro dell'ordine dei 100 nanometri, per il trattamento delle acque con un basso consumo energetico. Questi nanomateriali rendono l'acqua più pura dal punto di vista batteriologico. Nel Padiglione ceco la depurazione della piscina avviene all'interno della ormai nota statua uccello/macchina posta sulla superficie, che assorbe l'acqua, la purifica al suo interno mediante le nanotecnologie, e la rigetta fuori pulita. In questo modo, tutte le persone che ogni giorno combattono il caldo di Expo nella Czech Republic Pool, possono contare sulla certezza di rinfrescarsi in acque limpide e pure.

La piscina del Padiglione ceco è diventata uno simboli dell'Esposizione Universale; un luogo di aggregazione, relax e divertimento destinato ad eventi, degustazioni e laboratori per bambini.

L'acqua è l'elemento principale della partecipazione della Repubblica Ceca all'Esposizione Universale, in linea con il tema dell'evento "Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita". Questa accomuna il mondo della scienza, la nutrizione, la cultura e la vita della gente ed è concretamente presente nello specchio d'acqua che diventa l'epicentro del Padiglione.

Se la Repubblica Ceca può contribuire al dialogo globale sulla sostenibilità e le fonti di cibo, può farlo anche attraverso le tecnologie per la potabilizzazione idrica in Africa, in Asia, ovunque ci sia carenza. Una curiosità proprio riguardo alla tematica dell'acqua: la Repubblica Ceca ha una lunga tradizione di gestione delle proprie risorse idriche, resa manifesta dalla presenza di numerosi  centri benessere e piscine. Probabilmente la presenza di questi centri è da collegarsi all'irrealizzabile sogno del Paese di avere un mare.

Il Paese si presenta a Expo 2015 come leader mondiale in alcuni campi specifici, attraverso un'esposizione organica nella quale gli artisti attuali presentano scoperte in settori d'avanguardia per la tutela dell'ambiente e dei cittadini. In quanto cuore dell'Europa nutre l'intero continente con le sue sorgenti d'acqua, in quanto il laboratorio di vita ispira l'intero mondo con la le sue innovazioni scientifiche.




credits Pietro Baroni

AL VIA GREEN CITY MILANO: COMUNE, UNA TRE GIORNI SUL VERDE CON EVENTI IN TUTTA LA CITTÀ | CALL ACTION APERTA FINO AL 24 LUGLIO

Assessora Bisconti: "Dopo Book city e Piano city ecco un appuntamento per riscoprire una Milano sempre più verde e vivibile"

Milano, 20 luglio 2015 – Call action aperta fino al 24 luglio per prendere parte all'edizione zero di Green City Milano, una tre giorni dal 2 al 4 ottobre 2015, promossa dal Comune, tutta dedicata al verde per riscoprire una città più "a misura di natura" con eventi, presentazioni, itinerari botanici a piedi o in bicicletta, laboratori per bambini e tanti appuntamenti educativi e di intrattenimento aperti al pubblico. 

Associazioni, enti e operatori del verde che desiderano partecipare possono proporre un nuovo progetto green oppure inserirne uno già in programma. 

Come partecipare? Basta scaricare la scheda di adesione dal sito www.greencitymilano.it oppure scrivere a info@greencitymilano.it. 

"Milano è una città sempre più verde e dopo Book city e Piano city ecco ora un appuntamento per riscoprire una Milano sempre più verde e vivibile - dichiara Chiara Bisconti, Assessore al Verde del Comune di MilanoCon Green City Milano offriamo ai milanesi una tre giorni di eventi e appuntamenti educativi e di intrattenimento dedicati al verde e diffusi in tutta la città".

Cuore pulsante della manifestazione sarà il Green Center ai Giardini della Guastalla. Gli antichi giardini nel centro di Milano diventeranno infatti il punto di riferimento delle tre giornate di Green City. Una casa nel verde dove accogliere e incontrare i milanesi, dove portare ad esempio la propria pianta dal "dottore", far giocare i bambini nell'orto, ascoltare musica, assistere a spettacoli, dal mattino alla sera. In questo spazio saranno presenti tra gli altri l'Info Point, il Medico delle piante, la Libreria della Natura e altre attività.

Oltre al Parco della Guastalla, la manifestazione troverà altri centri focali nei Poli Comunali della Rotonda della Besana, nuovo Museo Botanico, Villa Lonati, Parco Sempione, Parco Indro Montanelli, Fabbrica del Vapore, Darsena, e arriverà in maniera diffusa in tutta la città con le numerose iniziative e progetti organizzati da associazioni e cittadini.

Il programma di eventi dell'edizione 2015 comprenderà sia attività realizzate direttamente in alcuni poli comunali, sia l'importante coinvolgimento di associazioni, aziende, enti, cittadine e cittadini che vogliano contribuire a rendere la città migliore e più verde, valorizzando in primis quello che già esiste. Perché la presenza di spazi verdi è uno dei valori che indica la vivibilità di una metropoli e la qualità della vita dei cittadini migliora nel momento in cui il verde viene effettivamente vissuto: dentro il verde, mettendo le mani nella terra, si creano relazioni, emozioni e azioni collettive.

A tutti gli operatori del verde che parteciperanno verrà distribuito per l'occasione un kit composto da bulbi floreali, sementi orticole, piantine aromatiche, da utilizzare a discrezione nella propria area verde oppure nei giorni della manifestazione come omaggio o kit da vendere a un prezzo simbolico per autofinanziare l'organizzazione degli eventi che avverranno nei giorni di Green City. 

Tutta la comunità cittadina è invitata a partecipare a Green City Milano aprendo al pubblico i propri giardini privati / condominiali e i terrazzi per far scoprire in occasione della tre giorni i tanti "tesori green" spesso nascosti della nostra città. I proprietari potranno candidarsi, scegliendo e indicando la modalità di visita che preferiscono: su prenotazione oppure ad accesso libero. 

Il programma dettagliato sarà reso disponibile sul sito www.greencitymilano.it, da cui è già possibile scaricare la scheda di partecipazione. È inoltre attiva la pagina Facebook dell'evento facebook.com/greencitymilano, per rimanere costantemente aggiornati mentre #greencitymilano è l'hashtag da utilizzare sin d'ora sui social per postando immagini e notizie sul tema green. 
GREEN CITY MILANO
Quando: 2, 3, 4 ottobre 2015
Dove: a Milano, in tutta la città
Sito: www.greencitymilano.it
Social network:
FB: https://www.facebook.com/greencitymilano
Hashtag: #greencitymilano
Per informazioni e adesioni:
T 366 9771.363 | E-mail: info@greencitymilano.it

venerdì 17 luglio 2015

EXPO: AL PADIGLIONE ECUADOR ARRIVA L'ICE BREAK IN COLLABORAZIONE CON RIGOLETTO GELATO E CIOCCOLATO- testo e foto nel link



Rigoletto Gelato e Cioccolato incontra la frutta dell'Ecuador a Expo Milano 2015
EXPO: AL PADIGLIONE ECUADOR ARRIVA L'ICE BREAK

Il 18 e 19 luglio, il Padiglione dell'Ecuador proporrà una speciale pausa rigenerante e rinfrescante a tutti i visitatori . Alle 11 e alle 17  il mastro gelatiere Antonio Morgese di Rigoletto Gelato e Cioccolato darà vita a creazioni uniche ai sapori dei frutti caratteristici del paese sudamericano.

Milano, 17 luglio 2015 – Nel week end più caldo dell'estate, con punte di 40 gradi, il Padiglione Ecuador lancia l'"Ice-Break": una pausa rigenerante e rinfrescante per tutti i visitatori. Sabato 18 e domenica 19 luglio, infatti, presso il Padiglione dell'Ecuador, l'arte gelataia  italiana di Rigoletto incontrerà la frutta esotica del paese sudamericano per creare inediti gusti di gelato che saranno offerti gratuitamente. 

Per ogni giorno saranno due gli "Ice-Break" previsti, il primo alle 11 per iniziare con la giusta carica la visita ad Expo, il secondo alle 17 per ricaricarsi e continuare fino a sera la scoperta di tutti i Padiglioni del sito espositivo. 

Il gelato sarà preparato da Rigoletto gelato e Cioccolato, la gelateria artigianale di Padiglione Italia, che ha accolto con entusiasmo la sfida di fondere la cultura del gelato italiano con alcuni dei più celebri frutti dell'Ecuador: guanabana, guayaba, maracuja, mora, naranjilla e tomate de àrbol,  scelti in questo caso per le loro caratteristiche rinfrescanti e rigeneranti.

"Expo Milano 2015 è un'occasione unica per incontrare e conoscere culture agroalimentari da tutto il mondo, e questa collaborazione rappresenta il più autentico spirito di questa manifestazione - spiega Antonio Morgese, amministratore delegato e mastro gelatiere di Rigoletto Gelato e Cioccolato - Una delle caratteristiche del vero gelato artigianale è quella di offrire l'opportunità a un mastro gelatiere di inventare nuove ricette con materie prime inaspettate o inconsuete, e la frutta tropicale dell'Ecuador rientra certamente tra queste. Per noi è stato entusiasmante collaborare con i nostri amici ecuadoriani per ottenere questa fusione di gusti internazionale."

Con questa iniziativa, il Padiglione Ecuador continua il suo percorso a Expo 2015 all'insegna del concept "Discover ouR-Evolution" e invita i visitatori dell'Esposizione Universale a scoprire i propri sapori e la straordinaria ricchezza di materie prime del Paese, estremamente duttili e adatte ad ogni utilizzo, come ad esempio la preparazione del gelato. 

Per tutti gli appassionati di cucina e gelateria, gli "Ice-Break" saranno aperti da uno show cooking del mastro gelatiere Antonio Morgese che mostrerà la preparazione di un vero gelato artigianale con frutta esotica, capace di esaltarne al meglio sapori e profumi.


giovedì 16 luglio 2015

Presentato programma della XII edizione del Festival della Mente (Sarzana, 4-6 settembre 2015)

Festival della Mente – XII edizione – Sarzana, 4-6 settembre 2015

La dodicesima edizione del Festival della Mente, il primo festival in Europa dedicato alla creatività e ai processi creativi, si svolge a Sarzana dal 4 al 6 settembre con la direzione scientifica di Gustavo Pietropolli Charmet e la direzione artistica di Benedetta Marietti. Il festival è promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio della Spezia e dal Comune di Sarzana (www.festivaldellamente.it).

Tre giornate con oltre 60 relatori italiani e internazionali e 38 incontri tra spettacoli, letture, laboratori e momenti di approfondimento culturale. Scienziati, filosofi, scrittori, storici, artisti, psicoanalisti, architetti e fotografi indagano i cambiamenti, le energie e le speranze della società di oggi, rivolgendosi con un linguaggio accessibile al pubblico ampio e intergenerazionale che è da sempre la vera anima del festival.
La sezione per bambini e ragazzi, un vero e proprio festival nel festival con 27 relatori e 22 eventi (50 con le repliche), è realizzata con il contributo di Carispezia - Gruppo Cariparma Crédit Agricole. Quest'anno è curata dalla giornalista e scrittrice Chicca Gagliardo.

Insostituibile, come ogni anno, è l'apporto dei cinquecento giovani volontari, senza i quali non si creerebbe quel clima di accoglienza e condivisione che ha sempre decretato il successo e l'unicità del Festival della Mente.

«Il festival sarà come sempre dedicato all'indagine dei processi creativi, e quest'anno abbiamo scelto come filo conduttore la responsabilità» dichiarano Gustavo Pietropolli Charmet e Benedetta Marietti. «In un paese in cui è sempre colpa di qualcun altro, abbiamo pensato che il concetto di responsabilità dovesse essere ridefinito anche alla luce dei complessi cambiamenti sociali in corso e delle innovazioni scientifiche e tecnologiche. Quale rapporto c'è tra creatività e responsabilità? E a quali nuove responsabilità oggi vengono chiamati intellettuali, letterati, storici, scienziati e artisti? Il festival tenterà di rispondere a queste domande mantenendo il consueto approccio divulgativo e multidisciplinare».

PROGRAMMA

Apre l'edizione 2015 la lezione inaugurale del filologo e storico Luciano Canfora "Augusto: la morale politica di un monarca repubblicano". Quale rapporto esiste fra responsabilità politica ed esercizio del potere? E come si concilia quest'ultimo con il consenso e le necessità dei cittadini? Augusto fu triumviro spietato e abile artefice di una apparente "restaurazione della Repubblica" che di fatto consisteva nella creazione di una nuova forma di potere personale, definibile come principato. Eppure la sua opera fu costante nel consolidamento e ampliamento dell'Impero sul piano diplomatico e militare.

La cultura umanistica
L'analisi del passato e delle nostre radici fa spesso emergere domande sull'epoca odierna.
Lo scrittore spagnolo Arturo Pérez-Reverte, in un dialogo con il romanziere Bruno Arpaia, propone un viaggio a ritroso nel tempo, per raccontare l'impatto rivoluzionario che ebbe la diffusione in Europa dell'Encyclopédie di Diderot e d'Alembert: un affresco storico inedito sui protagonisti di un vivace dibattito intellettuale.
Edipo, così onesto e corretto da essere definito "il migliore dei mortali", termina la sua vita cieco, disperato e abbandonato. Ma è davvero sua la responsabilità della catastrofe che gli rovina la vita, se è stato il destino a orchestrare per lui le peggiori nefandezze? Se lo chiese Platone e ripropone oggi la domanda lo scrittore ed esperto del pensiero antico Matteo Nucci.
Proprio oggi, nell'era di Internet e del trionfo delle immagini, siamo in grado di capire meglio la tradizione secolare dell'arte della memoria, che raggiunge nel Rinascimento le sue espressioni più spettacolari. L'italianista Lina Bolzoni dell'Accademia dei Lincei ricorda al pubblico il progetto di Giulio Camillo di un teatro della memoria, che doveva contenere, nelle intenzioni dell'umanista, tutto il sapere e i segreti della bellezza.

Alessandro Barbero quest'anno riflette sul tema della responsabilità dello storico con tre lectio: il venerdì propone un ritratto di Gaetano Salvemini, uno dei maggiori storici italiani dell'inizio del Novecento; il sabato del francese Marc Bloch, patriota ed ebreo che fu ucciso dai nazisti; la domenica chiude con il nazionalista tedesco Ernst Kantorowicz.
Anche la letteratura è una chiave preziosa per riflettere sul presente.
Due scrittori, l'olandese Frank Westerman e l'italiano Mauro Covacich, indagano la responsabilità di dire "io" nella letteratura contemporanea: un viaggio nel mondo della scrittura e nella capacità di mettersi in gioco.
La francesista Daria Galateria e lo scrittore e critico letterario Emanuele Trevi ripercorrono la storia di uno dei tre libri più letti al mondo e del suo autore: Il Piccolo Principe di Antoine de Saint-Exupéry, cercando di svelare il mistero che racchiude.
Giorgio Fontana e Marco Missiroli si confrontano in un dialogo sulle rispettive "carriere di lettori", raccontando la loro formazione di narratori e di uomini. L'incontro è nato dalla collaborazione con La Grande Invasione, festival della lettura di Ivrea.

Lo sguardo dell'arte
"Magie della visione" è un viaggio nella carriera di Mimmo Jodice: l'editore Roberto Koch interroga il grande fotografo italiano sulla sua opera, caratterizzata da un continuo esercizio del guardare, da una sperimentazione ispirata anche all'opera di importanti pittori e dalla costante attenzione per il mondo classico.
Le guerre degli altri sono anche le nostre. La scrittrice Melania Mazzucco racconta della doppia rivolta della Scena dei massacri di Scio, opera del pittore Eugène Delacroix: quella combattuta sull'isola dell'Egeo e quella combattuta sulla tela dall'artista per la libertà di espressione, contro gli usi dell'epoca secondo i quali non si dipingevano scene di storia contemporanea.
È possibile progettare insieme alla natura e non contro di essa? L'architetto e designer Italo Rota e Aldo Colonetti, storico del design e dell'architettura, rispondono a questa epocale domanda nell'incontro "Lo spazio in cui viviamo non è altro che l'estensione della nostra mente".
"Tornare al giardino" è quanto auspica Marco Martella, responsabile della valorizzazione del verde storico in Francia. Per gli antichi il giardino era abitato da un genius loci, garante della sua singolarità, oggi il giardino è ridotto a uno spazio funzionale; Martella suggerisce quindi di riappropriarsi del giardino come laboratorio che ci mette in relazione con le energie della natura.

L'attualità
È possibile fare scuola in modo nuovo? Come si apprende oggi? Si possono costruire nuove forme di partecipazione, apprendimento, lavoro e miglioramento della vita anche nei luoghi dell'esclusione sociale? Rispondono a queste domande Marco Rossi-Doria, partendo dalla


propria esperienza di "maestro di strada", e l'esperta di politiche educative Giulia Tosoni (sezione approfonditaMente).
Secondo lo scrittore e insegnante Edoardo Albinati il sistema scolastico penalizza non solo gli ultimi della classe, ma anche i più bravi. E nella pervasiva società di controllo reciproco dei social network chiunque dia l'impressione di diversificarsi rischia di diventare un bersaglio dei compagni.
I videogiochi sono il peggiore intrattenimento per i nostri figli? Internet andrebbe vietato ai bambini? La tecnologia è un danno per l'apprendimento? Sono battaglie senza senso: questa la risposta dell'esperto di nuovi media Paolo Ferri, che consiglia di educare i bambini perché sappiano sfruttare le potenzialità del mondo digitale e contemporaneamente evitarne i rischi.
Lo psicanalista Tito Baldini si concentra sui ragazzi "al limite": cosa si può fare per aiutarli? Esistono cure e rimedi efficaci in grado di rimettere in sicurezza il percorso dei giovani in difficoltà.
Altri due temi di grande attualità: lo scrittore Eraldo Affinati e il giurista Salvatore Lombardo analizzano i problemi che derivano dalle migrazioni di popoli, evidenziando la responsabilità individuale e umana di ciascuno di noi; in "Violenza di genere. Autori, vittime e modelli di intervento", gli esperti di criminologia Adolfo Ceretti e Alfredo Verde e la scrittrice e avvocato Simonetta Agnello Hornby dibattono sulla possibilità di prevenire il femminicidio: come si curano le vittime e gli autori di questi reati? (sezione approfonditaMente).
Oggi tutti desiderano essere competitivi e al passo con il correre del mondo, ma dove stiamo andando? Se lo chiedono il saggista Marco Belpoliti, il semiologo Gianfranco Marrone e la saggista Anna Stefi, che ragionano sul tempo e la pigrizia, l'indugio e la stanchezza, l'ozio, lo spreco e il senso di un tempo senza finalità alcuna (sezione approfonditaMente).
Come si organizza la vita quotidiana di un team di scienziati a -50°C? Chiara Montanari, prima donna italiana a guidare una missione scientifica in Antartide, spiega come spetti al capo la responsabilità di gettare ponti tra le diversità, insegnare a gestire l'incertezza, avere fiducia reciproca laddove la sopravvivenza dipende dal gruppo.
Oggi si usano troppi anglicismi, siamo malati di "digitaliano": possiamo guarire solo diventando consapevoli – e quindi responsabili – di quanto esprimiamo. Il giornalista Luca Mastrantonio invita il pubblico alla riflessione con il divertente "Cruciverba volant (slacciate le cinture)".
 "La montagna e il silenzio" sono le due passioni condivise dal violoncellista Mario Brunello e da Manolo, pioniere italiano dell'arrampicata libera. Se Brunello ha portato la musica classica sulle vette alpine per liberarla dai cliché dei concerti in teatro e per immergerla nel silenzio, Manolo ha vissuto la sua dedizione verso l'arrampicata da solo, nel silenzio delle pareti di roccia. Insieme, raccontano l'immensità della natura, l'importanza del silenzio e la ricerca infinita della libertà.

Le scienze
Il neuropsichiatra infantile Massimo Ammaniti illustra come, dopo decenni di individualismo sfrenato, la riscoperta del senso del noi può aiutarci a ritrovare quella capacità di cooperazione che è la grande risorsa della specie umana.
Chiuderci in noi stessi non è sensato: ecco il consiglio dello psichiatra Eugenio Borgna, che in un dialogo con la saggista Simonetta Fiori sottolinea come la nostra capacità di conoscere le emozioni private e quelle altrui sia un modo diverso di essere responsabili.
Lo psicanalista Massimo Recalcati affronta il tema della madre e delle cure materne, baluardo contro l'assoluta incuria di oggi: una nuova interpretazione della maternità di fronte alle difficoltà e ai cambiamenti di oggi.
James R. Flynn, autorevole psicologo dell'intelligenza, si interroga sulle grandi domande della vita in un dialogo con il filosofo e giornalista Armando Massarenti. Flynn mette in discussione il libero arbitrio, la possibilità di costruire una società giusta, la reale natura degli ideali umani, lasciando


tutti padroni di immaginare le proprie risposte, perché la più importante forma di libertà è quella del pensiero.
Il fisico inglese Jim Al-Khalili si chiede se non siamo forse a un passo dal comprendere l'ingrediente segreto della vita. Il mondo dei quanti e la complessità sfuggente dell'esistenza trovano oggi la prima sintesi nel nuovo campo di studi rappresentato dalla "biologia quantistica".
Il linguaggio umano è fatto di onde: fuori di noi sono onde d'aria (il suono), dentro di noi onde elettriche (l'attività dei neuroni). Quale relazione c'è tra questi due mondi? Il neurolinguista Andrea Moro mostra che sono più simili di quanto si possa immaginare.
Sessantamila anni fa gli uomini di Neanderthal hanno trionfato su tutte le altre razze umane preesistenti. Non sappiamo come mai, spiega il genetista Guido Barbujani, ma possiamo trovare alcune risposte nello studio del nostro genoma.
È vero che la matematica inaridisce il cuore, come sosteneva Flaubert, e che l'approccio matematico alla realtà finirà per spegnere ogni nostra emozione? Carlo Toffalori, docente di logica matematica, sostiene che la matematica intesa correttamente può ispirare, oltre al giusto rigore, anche libertà, creatività e fantasia.

Gli spettacoli
Il Festival della Mente si riconferma un palcoscenico di anteprime.
Un reading intenso e coinvolgente con l'attrice Anna Bonaiuto, che legge in pubblico L'amica geniale, primo libro della tetralogia di Elena Ferrante.
Una performance artistica e musicale di grande impatto è "Una storia lenta", nella quale si incontrano le immagini disegnate dal vivo dall'illustratore Alessandro Sanna, la voce intensa della jazzista Francesca Ajmar e la musica del contrabbassista Tito Mangialajo Rantzer in un racconto originale e suggestivo.
"LA LA LA. Quando non c'è risposta" è il frizzante spettacolo-concerto proposto dall'attore Giuseppe Battiston, che per l'occasione è anche un po' cantante, e dal cantautore Piero Sidoti: non sempre ci sono risposte alle nostre domande esistenziali, l'importante è non smettere mai di interrogarsi.
Il violoncellista Mario Brunello è protagonista di una performance davvero unica: suona le Suites di Bach a Foce Rasori, sulle Alpi Apuane (1315 metri, in provincia di Massa Carrara) dopo esservi salito a piedi, insieme al pubblico (evento gratuito con iscrizione obbligatoria).
Un viaggio immaginario da Venezia, per l'Europa e fino all'Argentina, è quello in cui ci conducono, attraverso musiche varie e meravigliose, Géza e The Bohemian Virtuosi.
Un incontro-spettacolo semiserio vede sul palco il filosofo della scienza Stefano Moriggi e l'astrologo Marco Pesatori: due professionisti tanto diversi ma entrambi alle prese con le grandi questioni che da sempre agitano l'animo umano guardando il cielo. Il primo teorizza che, senza stelle, la morale si riduce a una predica; il secondo spiega perché il suo mestiere è quello di "sbagliare le previsioni".


Biglietti: € 3,50 incontri e appuntamenti per bambini (gratuiti solo la lezione inaugurale e il concerto di Mario Brunello); € 7,00 spettacoli e approfonditaMente (lezioni-laboratorio, a numero chiuso, della durata di circa 120 minuti).
Informazioni e prevendita biglietti: www.festivaldellamente.it 

mercoledì 15 luglio 2015

I progetti di Sunstar a Expo 2015

Sunstar a braccetto con Expo 2015 
 

Molti i progetti e le realtà che hanno scelto i motori Sunstar e i suoi partner come compagni di viaggio durante L'Esposizione Universale di Milano:
dai profumi per ambiente all'oral care, da un noto marchio di gelati alla sede di Casa Corriere nel sito espositivo.

Sempre più aziende abbracciano un nuovo concetto di mobilità sostenibile.


Luglio 2015. Expo 2015, con i suoi milioni di visitatori, rappresenta per molti un'occasione importante di visibilità, Sunstar e i suoi maker hanno cercato di non farsela scappare.


L'opportunità è stata colta sia attraverso delle operazioni di co-marketing, volte ad accrescere la popolarità dei brand nei luoghi più turistici e gettonati della città di Milano, sia facendosi scegliere, grazie alla loro affidabilità, dalle stesse aziende come compagni di viaggio ideali durante la lunga stagione dell'Esposizione Universale...

EXPO - IL PADIGLIONE USA CELEBRA IL THANKSGIVING AL JAMES BEARD AMERICAN RESTAURANT




A MILANO IL GIOVEDÌ SI CELEBRA IL THANKSGIVING AL JAMES BEARD AMERICAN RESTAURANT AL SEVEN STAR GALLERIA CON UN AUTENTICO MENU' A STELLE E STRISCE

Il temporary restaurant del Padiglione USA, aperto per i sei mesi di Expo Milano 2015, invita i propri ospiti a gustare i sapori della tipica festa americana

Milano, 15 luglio – Il ristorante del Padiglione USA, il James Beard American Restaurant al Seven Stars Galleria, aperto nel cuore della Galleria Vittorio Emanuele, offre l'incredibile possibilità di conoscere e degustare il menù autentico che si cucina in US per celebrare la Festa del Ringraziamento. Un giovedì al mese, per tutta la durata dell'esposizione universale, il temporary restaurant infatti offrirà a turisti e milanesi l'opportunità di assaggiare i piatti e vivere l'atmosfera della tipica ricorrenza americana.

Il Thanksgiving, una delle feste più sentite negli Stati Uniti, viene festeggiato ogni anno il quarto giovedì del mese di novembre. La tradizione risale al 1621, quando si celebrò il  "Primo Ringraziamento", grandi festeggiamenti organizzati dai Padri Pellegrini dopo la prima vendemmia nel Nuovo Mondo. Alle celebrazioni, durate tre giorni, hanno partecipato quasi 100 nativi americani che hanno condiviso questo momento di preghiera con cui i coloni del New England hanno ringraziato Dio per la benedizione del raccolto.

"Il Ringraziamento è una delle feste più amate negli Stati Uniti. Per l'occasione gli americani si ritrovano insieme a tavola con i propri cari per un momento di condivisone - come gli oltre cento Paesi che si sono riuniti ad Expo-  celebrando le rispettive culture alimentari. Il James Beard American Restaurant è lieto di condividere questa speciale tradizione ad Expo Milano 2015 con persone provenienti da tutto il mondo", spiega Mitchell Davis, Chief Creative Officer del Padiglione USA e Vice Presidente Esecutivo della James Beard Foundation.

Ancora oggi negli Stati Uniti il Thanksgiving è sentito e celebrato dalle famiglie americane di tutto il paese e ciascuna di esse ha le proprie tradizioni e interpretazioni culinarie. Presso il Padiglione USA ad Expo Milano 2015 i visitatori possono scoprire alcune di queste differenze, grazie al video dedicato proprio al Thanksgiving all'interno del Great American Foodscape, l'esperienza interattiva che presenta, attraverso sei video, la ricchezza della cultura alimentare americana negli Stati Uniti. La mostra illustra come il cibo sulla tavola delle famiglie per la Festa del Ringraziamento può variare a seconda della loro regione e delle usanze. Tuttavia ci sono alcuni piatti che sono considerati essenziali per tutti: il tacchino arrosto e la torta di mele, che non possono mancare sulla tavola del Thanksgiving.

Il James Beard American Restaurant al Seven Stars Galleria ospiterà la cena del Ringraziamento alle 19:30 nelle date elencate di seguito. Per prenotazioni, chiamare lo 02 4547 8283 o inviare una mail a restaurant@USAPavilion2015.net

·         Giovedì 16 luglio

·         Giovedì 13 agosto

·         Giovedì 3 settembre

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI