Cerca nel blog

venerdì 27 febbraio 2015

5 marzo, Milano: torna BacktoWork24Expo - Il programma della giornata, le aziende presenti

 

 

Già 124 aziende iscritte in cerca di investimenti e competenze
 

Clicca qui per visionare i profili delle aziende e fissare gli incontri

PROGRAMMA



 

 ORE 9.30 FORUM PMI

Cacciavite, robot e tablet
Come far ripartire le imprese 


Partendo dalla pubblicazione di Dario Di Vico e Gianfranco Viesti, si analizzano gli strumenti che il sistema delle imprese deve adottare per rilanciarsi

 
Relatori:

Dario Di Vico - "Corriere della Sera"
Carlo Bassi - A.D. BacktoWork24
Maurizio Dallocchio - SDA Bocconi
Roberto Albonetti - D.G. Assessorato attività
produttive Regione Lombardia

Moderatore: Edoardo Varini




ORE 14.30 WORKSHOP

 

Criteri per valutare una piccola impresa


A fronte di un crescente volume di investimenti sulle piccole imprese italiane, si analizzano i criteri per valutare e valorizzare una piccola impresa

 

Relatori:

 
Anna Gervasoni - D.G. AIFI
Federico Visconti - SDA Bocconi
Umberto Galassini - A.D. TeamUp Work Spa
Marinella Latteri - A.D. Thymos Business & Consulting

Moderatore: Debora Rosciani


 

Per ulteriori info: 


Copyright © 2013 Backtowork, All rights reserved.
Se sei interessato al progetto BTW iscriviti al nostro sito backtowork.ilsole24ore.com
e sarai contattato per un colloquio conoscitivo.

Il nostro indirizzo è:
Backtowork
via Monterosa 91
Milano, (MI) 20149
Italy

mcTER Pompe di Calore a Milano di scena l’innovazione

mcTER Pompe di Calore
a Milano di scena l'innovazione

Nuove tariffe, incentivi e innovazioni tecnologiche:
il 27 marzo torna a Milano l'evento verticale di settore



Il 27 marzo a Milano (Crowne Plaza Hotel San Donato) è di scena l'appuntamento mcTER Pompe di Calore, giornata verticale dedicata alle tematiche di settore.


"Pompe di calore: nuove tariffe, incentivi e innovazioni tecnologiche" è il titolo del convegno mattutino coordinato dal CTI attorno al quale si svilupperà la giornata verticale, e che vedrà il coinvolgimento diretto di aziende, enti e istituzioni di assoluto spicco del settore, tra cui ricordiamo AEEGSI (Autorità per l'energia elettrica, il gas ed il sistema idrico), ASSOCLIMA (Associazione dei costruttori di Sistemi di Climatizzazione federata ad ANIMA), AiCARR (Associazione Italiana Condizionamento dell'Aria Riscaldamento e Refrigerazione), CNA (Confederazione Nazionale dell'Artigianato e della Piccola e Media Impresa), Samsung, Chaffoteaux e altri ancora, che affronteranno tematiche di primaria attualità e contribuiranno ad animare la mattinata con case study di grandissimo interesse.


Nel corso della sessione sarà fornito un quadro generale del mercato delle pompe di calore, sarà analizzato il loro ruolo per il raggiungimento degli obiettivi di efficienza energetica al 2020 anche in considerazione dell'attuale quadro legislativo e incentivante; saranno inoltre forniti elementi utili, anche con l'aiuto di esempi pratici, per capire le criticità che il mercato sta affrontando ed evidenziarne le potenzialità.


L'iniziativa, oltre alla citata sessione plenaria, prevede un'area espositiva e una serie di workshop tecnico-applicativi organizzati dalle aziende partecipanti, e godrà inoltre della contemporaneità e della sinergia di mcTER Contabilizzazione Calore – iniziativa dedicata alla contabilizzazione del calore e alle tematiche collegate.


Sito ufficiale dell'evento: www.mcter.com/pompe_di_calore

Newsletter Urban Center Milano n° 5 del 27 febbraio 2015

Newsletter n° 5 del 27 febbraio 2015 Share
URBAN CENTER MILANO
Galleria Vittorio Emanuele II
MOSTRE
Luci e ombre 
Calendario Epson 2015 - mostra prorogata fino al 5 marzo 2015
Dall'incontro tra Epson e Renato Marcialis, noto fotografo di food, nasce il Calendario Epson 2015, annuale appuntamento con la grande fotografia italiana d'autore, giunto quest'anno alla quindicesima edizione.
In mostra all'Urban Center le immagini del fotografo veneziano che, grazie alla sua particolare tecnica basata su un suggestivo gioco di luci e ombre, ha dato vita al progetto Caravaggio in cucina. Nelle fotografie, realizzate con vere e proprie pennellate di luce, frutti e ortaggi sono ritratti come in una tela del maestro cinquecentesco.
Fino al 5 marzo 2015
dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18
Ingresso libero

Guarda il video della mostra qui
 
 
Quarti si nasce, primi si diventa
Racconto di una periferia
Una mostra fotografica e un libro raccontano il progetto di coesione sociale condotto dalla cooperativa Comunità Progetto in una delle periferie più vulnerabili di Milano. La narrazione dell'impegno triennale dell'associazione è affidata a immagini che, nella loro immediatezza, consentono di raggiungere anche i "non addetti ai lavori" e tutti quei cittadini che percepiscono le periferie, o alcune periferie, come territori di marginalità, degradati e pericolosi.
Le fotografie di Fabio Scapaticci rendono visibili in maniera diretta e fruibile le problematicità ma anche le risorse del quartiere, in un racconto strutturato dove ogni singola immagine è una frase e il significato vero e profondo può essere colto solo leggendo il libro fino alla fine.
Inaugurazione lunedì 9 marzo ore 18
Fino al 13 marzo dalle 9 alle 18
Ingresso libero

Locandina scaricabile cliccando qui
 
INCONTRI
La Bellezza: dove cercarla, come scoprirla
Belli e dannati
Secondo appuntamento con gli incontri promossi da Italia Nostra: come cercare e trovare la bellezza nell'arte? Dal misterioso fascino di Leonardo nell'Ultima Cena alle espressioni più forti nell'arte che oggi vive negli spazi urbani.
Ne discutono Flora Berizzi, storico dell'arte, Aurora Tamigio, critico di arte contemporanea e Caterina Bona, architetto.
Il terzo e ultimo incontro del ciclo si terrà mercoledì 25 marzo alle 16,30.
Mercoledì 4 marzo ore 16,30
Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti

Locandina scaricabile cliccando qui
 
 
Libertà e Disabilità
"I diritti umani e le libertà civili non hanno bisogno di discorsi retorici ma di leggi e pratiche che li promuovano e li proteggano, senza contrapposizioni tra le differenti richieste che provengono dai soggetti più deboli della società: immigrati, minori, persone con disabilità. Hanno bisogno di politiche olistiche dallo sguardo profondo.
Può la crisi economica in atto giustificare o addirittura autorizzare un arretramento nelle politiche in favore dei diritti e delle libertà dei disabili?" (Patrizio Gonnella)
Ne discutono:
Luigi Manconi, Senatore, Presidente Commissione straordinaria promozione e tutela diritti umani
Massimiliano Verga, Sociologo e autore del libro 'Zigulì. La mia vita dolceamara con un figlio disabile'
Valentina Foa, Psicologa sorda
Maria Villa Allegri, Associazione Ledha
Marco Cappato, Associazione Luca Coscioni
Gad Lerner, Giornalista
Patrizio Gonnella, Presidente Cild

Giovedì 5 marzo ore 10
Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti

Locandina scaricabile cliccando qui
 
 
200 milioni per le periferie
Terzo ciclo di Periferia InConTra, appuntamento promosso dalla Consulta delle Periferie Milanesi.
Un'occasione per fare il punto sulle possibili azioni a partire da un "orizzonte periferia" e nella logica della progettazione partecipata.
Intervengono:
Franco Raggi, Vice presidente Ordine Architetti di Milano
Ida Castelnuovo, Polisocial/Politecnico di Milano
Francesca Cognetti, Mapping San Siro/Politecnico di Milano
Piero Colaprico, Giornalista La Repubblica
Paolo Limonta, Ufficio Relazioni con la Città Comune di Milano
Walter Cherubini, Consulta Periferie Milano

Giovedì 5 marzo ore 17,30
Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti
 
 
She Factor
Dopo un percorso durato quasi due mesi She Factor celebra il proprio evento conclusivo presso Urban Center.
She Factor è un progetto che ha coinvolto circa 1.300 donne. Attraverso il Personal Branding e grazie a un uso più consapevole dei social network, le partecipanti hanno potuto acquisire un migliore posizionamento, una maggiore visibilità e un più agile accesso alle opportunità professionali e di rappresentanza politica e sociale. L'incontro sarà l'occasione per illustrare cosa è stato fatto e per raccontare alcuni casi interessanti emersi durante l'iniziativa.
Venerdì 6 marzo ore 17
Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti
 
 
Nebbia di piombo
Reading musicale
Urban Center presenta una formula innovativa nella presentazioni di libri. Non un tradizionale dibattito bensì un emozionante e coinvolgente reading musicale con l'ausilio di immagini commentate da uno storico dell'arte.
La serata si svolgerà attraverso la lettura di alcuni brani del romanzo-giallo "Nebbia di piombo" scritto da Roberto Marchesini (edizioni Gondolin), ambientato nella Milano degli anni settanta. 
Il libro racconta l' avvincente storia di un'indagine investigativa e ha come sfondo la città di quegli anni, avvolta nella nebbia e percorsa dalla violenza del terrorismo. Tutto sembra collegare il delitto alla strategia della tensione, ma....
Musiche dal vivo suonate e cantate da Luca Lazzaroni
Storia e immagini dei luoghi di Milano a cura di Stefano Zuffi
Interviene l'autore Roberto Marchesini

Venerdì 13 marzo ore 18
Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti

Locandina scaricabile cliccando qui
 
 
Tutte le informazioni sugli eventi in programma su
www.comune.milano.it/urbancenter
   

Zurigo, destinazione EXPO


Zurigo, protagonista attiva nei prossimi mesi ad EXPO, sarà tra le "top destination" da visitare non solo per gli italiani ma anche per i turisti e le delegazioni in arrivo da tutto il mondo a Milano per l'Esposizione Universale. Sostenibilità, innovazione nell'alimentazione, ricerca, vicinanza, trasporti e cultura tra i temi che verranno trattati in questi mesi.


Milano, 27 febbraio 2015 - Zurigo sarà una delle destinazioni più attive e dinamiche della scena internazionale nei prossimi mesi che vedranno Milano al centro del mondo per l'Esposizione Universale. La città elvetica infatti, oltre ad essere protagonista all'interno del Padiglione Svizzero di eventi e di una settimana interamente dedicata alle tematiche in primo piano ad EXPO, sarà anche una delle mete più facilmente raggiungibili e potenzialmente interessanti per le migliaia di persone che raggiungeranno il capoluogo lombardo tra maggio e ottobre di quest'anno.

Zurigo può essere considerata in questi mesi un'appendice di EXPO e di Milano grazie alla vicinanza e all'attenzione che rivolge ai temi principali che saranno protagonisti in questi mesi: innovazione e tradizione si uniscono da sempre in questa città alla ricerca di gusto, sostenibilità e qualità della vita.  

Nelle scienze e nella produzione di generi alimentari, le istituzioni scientifiche zurighesi, tra le più prestigiose al mondo, forniscono ogni giorno un valido contributo alla collettività così come nella quotidianità nascono costantemente fresche idee che mutano e arricchiscono la cultura culinaria di Zurigo, partendo spesso da un elemento basilare sia per l'alimentazione sia anche per la vita stessa: l'acqua. 

Non solo il tema del "gusto sostenibile" lega Zurigo e Milano, le due metropoli sono da sempre vicine e lo saranno ancora di più nei prossimi mesi con l'inaugurazione della Nuova Ferrovia Transalpina (NFTA) quando solo due ore e mezza separeranno la Hauptbahnhof Zürich e Milano Centrale.

Zurigo è pronta ad ospitare in questi mesi, con le sue eccellenti strutture alberghiere e gastronomiche, tutti coloro che da EXPO vorranno fare un tuffo nel suo vivace panorama culturale, cibo per lo spirito.   In una città che ospita più di 50 musei e oltre 100 gallerie non può mancare una vista al vecchio quartiere industriale Zürich West, trasformato in un quartiere moderno con negozi, ristoranti, locali di tendenza, abitazioni e che ospita, nell'ex birrificio della Löwenbräu Areal, la Kunsthalle e il Museo dʼArte Contemporanea. Tutto questo in attesa del 100° anniversario del Dadaismo in programma nel 2016.

«Siamo pronti a vivere questo 2015 da protagonisti sia direttamente in EXPO sia come meta ideale per visitatori e delegazioni – afferma Paolo Lunardi, Area Manager per l'Italia di Zurigo Turismo. All'insegna di "Zürich – World Class. Swiss Made.", Zurigo è pronta a nutrire quindi il pianeta con innovazioni sostenibili e cultura di alto livello».

Prossimi eventi:
20 febbraio – 10 maggio: «Monet, Gauguin, van Gogh … Ispirazione Giappone» in mostra al Kunsthaus Zürich kunsthaus.ch

13–14 aprile 2015: Sechselaeuten le corporazioni zurighesi e gli abitanti di Zurigo festeggiano la tradizionale festa di primavera che culmina con l'incendio del Böögg, un pupazzo che simboleggia l'inverno zuerich.com/it/visitare/sechselaeuten

24 –28 giugno 2015: Il Tavolo, food festival che coinvolge gli hotel 5 stelle di Zurigo. il-tavolo.ch  

12 giugno – 12 luglio:  Festival di Zurigo, per un mese eventi culturali (concerti, mostre, esposizioni) nei principali luoghi di cultura della città (Teatri, Piazze, Musei, strade, etc.) festspielezuerich.ch


Zurigo
Al centro dell'Europa e della Svizzera, affacciata sull'omonimo lago, attraversata dal fiume Limmat e attorniata dalle Alpi, Zurigo propone un'offerta unica che coniuga più di 50 musei, oltre 100 gallerie d'arte, boutique di prestigio di stilisti internazionali e zurighesi, numerosi ristoranti e locali trendy in particolare nei vecchi quartieri industriali riconvertiti, intensa vita notturna, avvenimenti per adulti e bambini. Una delle città  con la miglior qualità della vita al mondo, Zurigo si raggiunge da Milano in 4 ore di treno e un'ora d'aereo.

Expo 2015: presentato il Padiglione CIBUS E' ITALIA



CIBO, ARTE E DESIGN NEL PADIGLIONE EXPO DEL FOOD MADE IN ITALY



 
Presentato a Milano "Cibus è Italia" - il Padiglione Federalimentare ad Expo 2015 –Centinaia di aziende e migliaia di marchi racconteranno al mondo la storia e il futuro dell'alimentare italiano - Grazie alla collaborazione con artisti internazionali e con il mondo del design si delinea un nuovo modello di marketing fieristico che attende per 6 mesi 35 delegazioni di buyers esteri
 
(Milano, 27 febbraio 2015) – Un padiglione unico tra i 90 di Expo 2015, perché è il solo a raccontare i percorsi di tutte le filiere alimentari italiane grazie alla testimonianza di 420 tra aziende e consorzi, ed il solo a presentare un happening culturale all'esterno, con artisti che cambiano continuamente la sua facciata. Queste le peculiarità del padiglione "Cibus è Italia – Federalimentare Expo 2015", presentato oggi a Milano, nella sede della Triennale.

Oltre a ciò, il padiglione sperimenta un nuovo modello di marketing fieristico voluto e concepito dalle aziende italiane del settore. Grazie ad Expo, l'Italia delle fiere sta infatti realizzando nuovi format che potranno essere esperienze decisive per il settore; come dimostra il progetto CIBUS meets Design che vede, grazie alla regia di Interni, le aziende alimentari di Marca collaborare con i protagonisti del design italiano in iniziative organizzate sia nel padiglione sia nelle show room milanesi normalmente teatro del Fuori Salone.

"Cibus è Italia" esprime la forza  di un settore manifatturiero che è già tornato a livelli occupazionali e di fatturato superiori al periodo pre-crisi nonché le competenze di Cibus che è la prima fiera al mondo del settore per numero di espositori italiani; in occasione di EXPO Federalimentare e Fiere di Parma hanno sviluppato un concept proteiforme veramente unico ed in continua evoluzione. Il padiglione, self built e il più grande tra i corporate, presenta un percorso concepito per stupire sia il pubblico sia gli operatori professionali, per valorizzare storia e peculiarità dei prodotti italiani, per consentire alle aziende di fare business matching sulla terrazza privata, per comunicare al mondo la "contemporaneità" dello stile alimentare italiano e per federare il sistema Italia in un crescendo di eventi e visibilità dedicato alle nostre eccellenze.

La struttura, una vera e propria quinta pensata dall'architetto Francesco Di Gregorio, è organizzata su 5.000 mq, due piani di esposizione ed una terrazza per incontri, degustazioni, workshop e business matching. I primi due piani compongono un percorso edutainment ipermediale e immersivo di grande fascinazione. All'esterno una performance artistica "living", sviluppata su architettura tessile creata ad-hoc, che cambia ripetutamente il look del padiglione, curata dal creativo multisciplinare e digital storyteller Felice Limosani.

"La relazione tra arte e cibo, sarà uno dei grandi temi trattati da Expo Milano 2015 – ha detto Limosani - In questa prospettiva, il padiglione presenta sulle facciate esterne, la performance artistica "Cibus Infabula" che abbina la street art e la video art in tredici lavori site specific, ispirati al cibo, alla nutrizione e al pianeta. Per tutta la durata di Expo, graffiti artist internazionali (come L7m dal Brasile, Masaru Ishiura & Kinuko Esther Asano dal Giappone, Destrukt dal Regno Unito, l'italiano Agostino Jacurci) si alternano dal vivo nella creazione di murales abbinati a una video installazione di grande impatto visivo. Due linguaggi espressivi contemporanei per riflettere, sensibilizzare e rappresentare la cultura del cibo attraverso la creatività".

Sul tema del rapporto tra arte, design e cibo è intervenuta Gilda Bojardi, direttore del periodico Interni: "Cibo e design s'incontrano per affinità elettive: il 'saper fare', la cura, il rapporto virtuoso fra le imprese e i loro territori, la storia straordinaria di tradizione e artigianalità che caratterizza le realtà produttive italiane, sono tutte qualità  che legano a doppio filo l'industria del design e quella agroalimentare.  Entrambe  hanno l'obiettivo di mettere in campo la forza del made in Italy e la sua unicità per esportarle nel mondo: e cioè accendere quella 'Energy for Creativity', che dà il titolo al nostro FuoriSalone che quest'anno Interni  dilata dal 13 Aprile al 24 Maggio proprio per accompagnare la grande avventura dell'Expo. L'obiettivo?  Mettere 'nel piatto' e nella 'città' le cose più belle, sostenibili, piene di storia e sostanza".

Il padiglione dei cibo italiano si qualifica dunque come una tappa imprescindibile di un tour all'interno di Expo2015, specie per il visitatore straniero che vuole conosce e capire i segreti del nostro patrimonio eno-gastronomico. E il suo esterno cangiante non mancherà di attirare l'attenzione dei media e del pubblico di tutto il mondo grazie ad un linguaggio universale.

"Il cibo italiano è cultura, cultura del fare e del sapere; del fare impresa su tutta la filiera, dal campo alla trasformazione fino alla somministrazione, del Sapere multidisciplinare, dall'agronomia alla tecnologia fino alla scienza dell'alimentazione  – ha dichiarato Antonio Cellie, CEO di Fiere di Parma – Questo padiglione è il frutto di una operazione di successo che, grazie al decisivo supporto tecnico ed economico del Ministro Maurizio Martina, ha raccolto in pochi mesi sul mercato 15 milioni di euro per investirli fino all'ultimo centesimo nel supporto al Made in Italy alimentare attraverso un programma di iniziative condivise con Federalimentare e le sue principali associazioni come Assolatte, Assocarni e AIIPA e con istituzioni e Consorzi di tutela come Afidop, ANICAV, Prosciutto di Parma, Ente Nazionale Risi e con territori e distretti food oriented come Parma, Novara o la Sardegna, con le Grandi Marche e le PMI". 

Sono 15 le sezioni merceologiche in cui si snoda il percorso conoscitivo che consumatori e buyer avranno l'occasione di percorrere: Latte e Formaggi, Pasta, Riso, Dolci & Snack, Vegetali, Carni e Salumi, Filiera della carne bovina, Olio, Aceti e condimenti, Prodotti ittici, Bere Italiano (Caffè, Bevande, Acque, ecc), Tecnologie di Produzione Sostenibili, Nutraceutica, Comunicazione,Territori. Il vero valore aggiunto del padiglione è il massiccio programma di incoming di operatori commerciali esteri che si sta realizzando con l'Agenzia ICE. Nel corso dei 6 mesi della manifestazione, è previsto l'arrivo di migliaia di operatori provenienti da 35 Paesi raggruppati in 12 delegazioni. Il modello di accoglienza dei delegati prevede una visita di 7 giorni: 3 in Expo e 3 a visitare le aziende e i territori di interesse sul territorio.

"Al momento ospitiamo nel padiglione 420 aziende – ha detto Paolo Zanetti, vice presidente di Federalimentare – ma in realtà, contando anche quelle rappresentate da consorzi e territori, arriviamo a oltre mille. Grazie a Cibus è Italia Expo è diventato per tutte le imprese alimentari Italiane una occasione unica per aprirci al mondo e tessere una fitta rete di relazioni di business. Nonostante la crisi, va detto subito che l'industria alimentare italiana ha le potenzialità per essere uno dei motori della ripresa della nostra economia. Da 2 anni siamo tornati ai livelli pre-crisi, nel 2015 è attesa un'accelerazione della produzione alimentare che dovrebbe portarla attorno a un tasso espansivo del +1%. Sul piano dei consumi interni ci si può aspettare un rimbalzo delle vendite alimentari di almeno 0,3 punti percentuali in media d'anno. Con un dollaro forte e condizioni di stabilità nell'Eurozona è possibile che il nostro export agroalimentare raggiunga l'obiettivo auspicato dal governo di raggiungere i 50 miliardi di euro entro il 2020 permettendo al Made in Italy alimentare di conquistare la leadership europea, colmando il gap con Francia e Germania".

La terrazza del padiglione accoglierà oltre 100 iniziative aziendali private e decine di iniziative riservate al pubblico professionale nazionale e internazionale. Cibus è Italia sarà il teatro di Workhop, Talks, convegni organizzati dai diversi soggetti che partecipano al progetto come il Ministero dello Sviluppo Economico, gli istituti come l'Università Cattolica e i leader della consulenza come KPMG. Un programma di eventi che manterrà alta l'attenzione della community sulle specificità del nostro modello produttivo e alimentare, sui macro trends e sulle nicchie emergenti, come i prodotti Bio, Kosher e Halal. 

Ci saranno ovviamente numerosi focus sulla riformulazione dei prodotti, sulla nutrizione e sui corretti stili di vita alimentare, sulla sostenibilità di cui il padiglione è una testimonianza grazie alla sua progettazione e organizzazione a impatto ambientale zero: tutti gli allestimenti sono realizzati su supporti che verranno completamente riciclati e il materiale di consumo realizzato in bio-plastica grazie a Novamont.  Ovviamente uno spazio privilegiato ai giovani e alle loro idee di business: Cibus è Italia ospiterà la settima edizione di "EcoTrophelia", una competizione tra studenti universitari che premia le proposte di nuovi prodotti alimentari commerciali innovativi e sostenibili.

giovedì 26 febbraio 2015

ManpowerGroup seleziona 1000 addetti alla Sala e alla Cucina per i Padiglioni di Expo 2015


 

Siglato l'accordo con Enaip, Capac, IAL, Energheia e Galdus per la formazione di 1000 profili HO. RE. CA.

 

 

Milano, 26 febbraio 2015 - E' stato firmato ieri l'accordo tra ManpowerGroup, Offical HR Premium Partner di Expo Milano 2015, e alcuni dei principali enti formativi del territorio lombardo specializzati nella formazione di profili HO.RE.CA. (addetti alle sala e addetti alla cucina nei vari ruoli).

 

Dei 5.000 profili che ManpowerGroup sta selezionando, 1000 sono dedicati all'Horeca, e verranno formati avvalendosi della collaborazione di 5 soggetti, rappresentativi dell'eccellenza del settore sul territorio: la Cooperativa sociale Galdus,  che avrà anche ruolo di coordinamento degli enti, l'impresa sociale Energheia, la Fondazione Capac, IAL Lombardia srl Impresa Sociale e la Fondazione ENAIP Lombardia.

 

I profili oggetto dell'accordo sono attinenti a due aree :

  •       Operatori di sala/ bar nella ristorazione con competenze  di approntamento, somministrazione di pasti e vendita prodotti agroalimentari
  •       Operatori addetti alla preparazione dei pasti

Per candidarsi: www.manpowergroup4expo.it


ManpowerGroup Italia

Presente in Italia dal 1994, la realtà nazionale di ManpowerGroup - multinazionale leader mondiale nelle innovative workforce solutions - realizza e offre soluzioni strategiche per la gestione delle risorse umane: ricerca, selezione e valutazione di personale per tutte le posizioni professionali; somministrazione di lavoro a tempo determinato; pianificazione e realizzazione di progetti di formazione; consulenza per l'organizzazione aziendale; career management; servizi di outsourcing; consulenza HR.Unendo efficacemente la sua profonda conoscenza del potenziale umano e delle esigenze dei propri clienti, ManpowerGroup crea valore per imprese e individui affiancandoli nel raggiungimento dei propri obiettivi di business e di carriera. Attraverso una rete di oltre 250 uffici su tutto il territorio nazionale, impiega 1.500 persone e offre inoltre soluzioni mirate per i settori Information Technology, Finance, Engineering, Sales&Marketing.

Per il quarto anno consecutivo ManpowerGroup è stata inclusa nella classifica "World's Most Ethical Companies" (2014) elaborata da Ethisphere, organizzazione internazionale specializzata nella creazione, nello sviluppo e nella condivisione di best practice a livello di etica aziendale, governance, misure anti-corruzione e sostenibilità. ManpowerGroup è inoltre, da maggio 2014, Official HR Premium Partner di EXPO Milano 2015.

La proposta di soluzioni di ManpowerGroup in Italia viene offerta attraverso ManpowerGroup™ Solutions, Manpower®, Experis™, FuturSkill e Right Management®.

 

Per maggiori informazioni: www.manpowergroup.it

mercoledì 25 febbraio 2015

L’AMBASCIATORE DEL REGNO UNITO CHRISTOPHER PRENTICE VISITA IL VODAFONE VILLAGE A MILANO

Milano, 25 febbraio 2015 - L'Ambasciatore del Regno Unito in Italia, Christopher Prentice, ha visitato oggi il quartier generale di Vodafone Italia a Milano. E' la prima visita ufficiale di un Rappresentante del Regno Unito nella sede italiana del Gruppo di telecomunicazioni.

Aldo Bisio, Amministratore Delegato di Vodafone Italia, ha accolto l'Ambasciatore e si è intrattenuto in un colloquio in cui ha illustrato il contesto del settore delle telecomunicazioni, il contributo di Vodafone al Paese, e la strategia di investimenti per lo sviluppo delle reti di nuova generazione, mobile e fissa.

"Sono molto contento di visitare la sede italiana di Vodafone, uno dei principali investitori inglesi in Italiaha dichiarato l'Ambasciatore Prentice. L'impegno e l'attenzione dell'azienda per il mercato italiano sono dimostrati dalla crescente presenza di Vodafone nel Paese e, in questo momento, dal suo interessamento per le nuove opportunità offerte dall'Agenda Digitale del Governo. Sostengo fortemente la disponibilità di Vodafone ad offrire il proprio contributo per il raggiungimento degli obiettivi di questa Agenda, in particolare per quanto riguarda lo sviluppo di un'infrastruttura di rete nazionale a banda ultralarga, una risorsa essenziale per le imprese e i cittadini Italiani, per l'occupazione e  la crescita del Paese".

Durante la visita, l'Ambasciatore Prentice ha visitato inoltre il centro nevralgico per la gestione dell'infrastruttura di rete di Vodafone in Italia (Network Operations Center) e la centrale operativa di sicurezza (Security Operations Center), per la gestione delle emergenze che coinvolgono la sicurezza nazionale e il coordinamento delle richieste di soccorso pubblico.

PSB di Syngenta per far crescere il grano nel cuore di Milano (Porta Nuova)

Produttori Sementi Bologna (Syngenta) partner del progetto MiColtivo. The Green Circle: l'expertise nelle sementi per far crescere il grano nel cuore di Milano
  
A oltre 70 anni di distanza dagli Orti di Guerra, il grano tornerà a crescere, maturare ed essere trebbiato nel cuore di Milano, e più precisamente ai piedi della futuristica skyline di Porta Nuova: questa è l'esperienza di grande impatto paesaggistico e culturale proposta durante EXPO 2015 da MiColtivo. The Green Circle, spettacolare progetto agricolo e di Land Art presentato oggi alla stampa presso la Fondazione Riccardo Catella nell'ambito delle iniziative del festival Porta Nuova Smart Community.
Promosso dalla Fondazione Riccardo Catella in collaborazione con la Società Produttori Sementi Bologna (PSB), azienda del gruppo Syngenta, Confagricoltura e la Fondazione Nicola Trussardi, MIColtivo. The Green Circle si inserisce a pieno titolo nel tema portante di EXPO 2015.

Una superficie di 5 ettari, infatti, sarà coltivata a grano per realizzare Wheatfield - Campo di Grano, intervento di Land Art tra i più celebri al mondo concepito dall'artista ungherese naturalizzata americana Agnes Denes per riportare al centro dell'attenzione valori fondamentali come la condivisione del cibo e dell'energia, la salvaguardia del territorio e dell'ambiente, la crescita sociale ed economica nel rispetto della qualità della vita degli individui e delle comunità.

La Società Produttori Sementi Bologna (PSB), storica azienda sementiera italiana che fa capo al gruppo Syngenta, collabora al progetto MIColtivo. The Green Circle mettendo a disposizione la propria expertise nella selezione e nel miglioramento delle sementi di frumento. 

Grazie al suo secolare know how nel grano duro, infatti, l'Azienda ha identificato la varietà di grano più adatta a una semina e un ciclo colturale tardivi, oltretutto in un microclima sfidante qual è quello prettamente urbano dell'area di Porta Nuova.

PSB ha scelto di partecipare come partner a MIColtivo. The Green Circle riconoscendosi nell'alto messaggio culturale del progetto, che evoca un ritorno alla semplicità e alla concretezza della terra e si lega alla storia agricola del nostro Paese, di cui la Società Produttori Sementi Bologna è protagonista dal 1911.

Syngenta, azienda completamente dedicata all'agricoltura, sviluppa anche attraverso la Società Produttori Sementi Bologna il proprio impegno a livello mondiale nella realizzazione di "The Good Growth Plan - Gli impegni concreti per il futuro dell'agricoltura", un ambizioso piano finalizzato a contribuire alla sicurezza alimentare, alla sostenibilità ambientale e alla formazione sulla tutela del lavoratore e dell'ambiente.

Dogfather & Forza 10: "benessere a 4 zampe".

IL BENESSERE ATTRAVERSO L'ALIMENTAZIONE

Cari amici di Dogfather (con e senza coda),
siamo orgogliosi di annunciare che SANYpet - Forza10 sarà partner ufficiale di TravelDOGether , la prima guida turistica su Milano, in formato digitale e dal dna tutto "pet friendly".
Quanto si parla del benessere dei nostri amici a "4 zampe", la fiducia è il primo elemento di valutazione. Nessuna migliore collaborazione poteva dunque nascere se non con Forza10, una impresa "illuminata" ed innovativa che vi raccontiamo in "10 punti" + 1.
  • Una azienda Italiana leader nel settore degli alimenti nutraceutici, dietetici, biologici e di mantenimento per cani (e gatti), la cui mission può essere riassunta nel concetto "la salute attraverso l'alimentazione".
  • Una azienda cruelty-free che non esegue e non commissiona test invasivi sugli animali.
  • Una azienda etica che incoraggia il "consumo consapevole" di prodotti con il "minore impatto negativo" dal punto di vista ecologico, sociale e della salute animale.
  • Una azienda certificata che utilizza solo un numero limitato di materie prime di qualità e che garantisce il pieno controllo sulla filiera produttiva.
  • Una azienda votata alla salute che utilizza solo alimenti "privi" di inquinanti potenzialmente tossici.
  • Una azienda sana cha fa uso sapiente delle sostanze naturali messe a disposizione da "madre natura" per risolvere infiammazioni, allergie e intolleranze alimentari.
  • Una azienda di eccellenza che ha deciso di indirizzare tutta la propria ricerca su alimenti che possano regalare il migliore stato di salute possibile ad ogni cane (e ad ogni gatto).
  • Una azienda responsabile che utilizza solo pesce proveniente da mari non inquinati ed esclusivamente da produttori che gestiscono in modo altrettanto responsabile l'ecosistema marino (cruelty free fishing).
  • Una azienda rivoluzionaria che ha brevettato tecniche di produzione alimentare in grado di preservare i principi naturali degli alimenti.
  • Una azienda instancabile ed impegnata nella ricerca scientifica continua in collaborazione con Università Italiane e Medici Veterinari.
... e non da ultimo, una azienda "sensibile" che sostiene progetti "diversamente utili" con l'obiettivo di creare un mondo migliore "a 6 zampe",  dove creature a 2 e 4 zampe possano serenamente convivere, "sani e felici".
In occasione di EXPO2015 un "welcome doggy kit" gratuito ed offerto da Forza 10 verrà distribuito presso alcuni esercizi selezionati da Dogfather e che rappresentano l'eccellenza Milanese in termini di accoglienza e servizio "pet friendly". "Dovrete soffrire ancora un po' per conoscere i punti di distribuzione" ... "seguiteci su travelDOGether e presto li scoprirete" ... riferisce ironicamente Massimiliano Morengo, ideatore #expottimista di questa iniziativa che ha ottenuto il Patrocinio del Comune di Milano e creato importanti sinergie con nuovi partners nel contesto dei Tavoli Expo e del Club Imprenditori della Camera di Commercio di Milano.

Se anche voi avete "fiuto", se avete a cuore il benessere e la salute dei vostri compagni di vita "pelosi", Vi aspettiamo il 5 Marzo, alle ore 19, presso il Bobino Club di Milano, per conoscere dal vivo SANYpet e per brindare all'inizio di questa nuova avventura insieme a tutti i "valorosi" partners che ne fanno parte … rigorosamente DOGether con i vostri amici "a 4 zampe". 

Per partecipare all'evento è necessario registrarsi al seguente link oppure inviare una mail a info@dogfather.it .
Per qualsiasi informazione scriveteci a info@dogfather.it , chiamateci al 348-8602301, facciamo "branco" su Facebook o Twitter , incontriamoci in una delle location "pet friendly" da noi selezionate ed insignite della "zampetta d'oro" ... e non lasciamo mai più che i nostri sogni dormano nel cassetto ... LIVE, LOVE, BARK ... perché "un gruppo di persone diverse che condivide obiettivi comuni può raggiungere l'impossibile" parola di Dogfather.
#dogfather #travelDOGether #expottimisti #a6zampe #expo2015 #exPAW2015 #milano #sanypet #forza10 

Nella vita contano soprattutto due cose: la salute e la voglia di lavorare. Il mio cane ha la salute, mia moglie la voglia di lavorare, ... non abbiamo dunque problemi (anonimo)

Adnkronos - Il Lavoro nei quotidiani di oggi. Colombo Clerici Revisione Catastale

ADNKRONOS 24 febbraio 2015

"L'impressione è che il processo di revisione (del catasto ndr) dei classamenti e dei valori immobiliari, disciplinato dalla riforma contenuta nella legge delega fiscale, si stia delineando come un vero procedimento kafkiano. Uno sgomento soprattutto per i piccoli proprietari di casa che vedono allontanarsi sempre più la possibilità di difendersi davanti a una burocrazia tributaria protetta da un sistema normativo più adatto a far giustizia sommaria. Rischiano infatti di essere travolti i piccoli contribuenti che faticosamente cercano di salvaguardare il proprio risparmio".
Lo scrive su 'Libero, il presidente di Assoedilizia, Achille Colombo Clerici.

Rileviamo che e'  sovvertito il sistema per portare a conoscenza degli interessati la variazione delle rendite ed i nuovi valori.
Aspetto rilevantissimo, poiche' dal momento della piena conoscenza scattano i termini per l'impugnazione innanzi alle commissioni tributarie.
Prima il contribuente era garantito dal sistema della notificazione: aspettava al suo domicilio che gli "consegnassero nelle mani" l'atto tributario che lo riguardava, cioe' l'accertamento della nuova rendita.

Ora questo atto se lo deve andare a cercare.  All'albo pretorio, attualmente on line in molti comuni, dove certamente l'affissione non e' una notificazione, nonostante la legge la definisca tale.
Ad abundantiam si prevede che la comunicazione gli arrivi in ufficio mediante la pec (posta elettronica certificata): beato colui che ha l'uno e l'altra.
Ma il sistema, stiamone certi, non e' sicuro nemmeno per le grandi immobiliari, i fondi, le Siiq e le Siinq: cioe per i professionisti del settore.

Il legislatore si affanna a mascherare il fatto che pur anche una miriade di mezzi di comunicazione, anche collettiva, non puo' equivalere e quindi sostituire la semplice consegna dell'atto "nelle mani" del destinatario.

Sorge il pensiero che il proprietario immobiliare, per essere veramente sicuro, debba monitorare permanentemente il Catasto, per controllare se i dati della rendita siano cambiati.

C'e' da chiedersi quanto cio' soddisfi l'esigenza del rispetto della nostra Costituzione e dei principi fondamentali del nostro ordinamento.

martedì 24 febbraio 2015

Milano: inquinamento, entro il 2030 milano diventera’ una delle citta’ piu’ inquinate d’Europa


LE INIZIATIVE PRESE DAL COMUNE NON SONO SUFFICIENTI A RISOLVERE IL PROBLEMA POLVERI SOTTILI; L'INQUINAMENTO PEGGIORERA' SEMPRE DI PIU', ANNO DOPO ANNO.

IL CODACONS: LA RICETTA PER RISOLVERE IL PROBLEMA E' SEMPLICE: POTENZIARE I MEZZI PUBBLICI, CREARE IN CENTRO UNA PISTA CICLABILE (VIETANDO ALLE MACCHINE LA CIRCOLAZIONE), IMPORRE COME LIMITE I 30 KM/H IN TUTTA MILANO.


Milano: da uno studio austriaco emerge come Milano potrebbe diventare in quindici anni una delle città più inquinate d'Europa.


La situazione, già particolarmente critica per il superamento della soglia riguardante le polveri sottili in parecchi giorni dell'anno, potrebbe ulteriormente peggiorare nei prossimi anni, a meno che non si decida di intervenire in modo serio sul problema.

Il Codacons ha più volte sottolineato quale sarebbe la strada da seguire per risolvere questa situazione; prendere tempo non serve più a nulla, ma bisogna agire in modo deciso.

Le possibilità di intervento riguardano; 1) un significativo incremento di risorse per i mezzi pubblici (tram, autobus e metropolitane), sia dal punto di vista numerico sia come orari in cui essi  circolano; 2) estensione della pista ciclabile a tutta la zona del centro a Milano; 3) divieto totale di transito per le macchine in centro 4) imporre come limite 30 km/h in tutta la città.

Se il Comune intervenisse in questa maniere diminuirebbe l'inquinamento a Milano, consentendo di avere sul lungo periodo un'aria più pulita, garantendo quindi una migliore salute per tutti i cittadini e per i loro figli.


lunedì 23 febbraio 2015

L'Apicoltura arriva in città: 13-14-15 APRILE tre giorni...in compagnia delle api ( di Milano )! per grandi e piccini.

L'apicoltura arriva in città

Alla vigilia di EXPO, tre giorni da… "api regine" a Milano


Il nuovo progetto Green Island (www.amaze.it) dedicato agli alveari urbani, il più votato tra quelli presentati ai Tavoli EXPO 2015, prepara tre appuntamenti da non perdere: dal 13 al 15 di aprile mostre, incontri e installazioni dedicate a prototipi di case per api realizzati da artisti e designer internazionali. Tra "sciami urbani", "ape-ritivi" (in collaborazione con CONAPI, Consorzio Nazionale Apicoltori), laboratori per bambini e percorsi metropolitani "nel nome del miele", alimento completo e naturale.

 

A Milano, in occasione del Design Week e per il periodo di EXPO, Claudia Zanfi, ideatrice e curatrice del progetto, ha chiamato designer e artisti internazionali che mostreranno i loro prototipi di casa per le api – alcuni dei quali, realizzati da artigiani locali, saranno disposti in diverse aree verdi cittadine, da scoprire con mappa alla mano.


Il progetto "Alveari Urbani" - selezionato tra i più interessanti durante le presentazioni dei Tavoli EXPO 2015 e al primo posto nelle votazioni del contest a inviti Tavola Periodica - sarà presentato il 13 Aprile (ore 11-13) presso EXPOGATE, l'Info Point dell'Esposizione Universale in Largo Cairoli. Per l'occasione verrà proiettato in anteprima italiana il video "Perché le api scompaiono?" dell'artista slovena Polonca Lovsin: dalla Slovenia, il Paese con più apicoltori di tutta Europa, con una biodiversità molto ricca, un grido di allarme per lo scarseggiare di questi insetti "sentinelle del pianeta", fondamentali per il ciclo vitale della natura e la nostra alimentazione (71 delle 100 colture più importanti per l'alimentazione umana sono impollinate dalle api, dai pomodori alle mele e le fragole).


Il 14 Aprile (ore 18) è la data del grande opening della mostra "Alveari Urbani" alla Stazione Garibaldi, una vera e propria installazione verde che porterà i visitatori nel mezzo di un prato dove artisti e designer avranno collocato i loro progetti ideali di "alveare creativo". Ogni casa delle api sarà ospitata da una pianta in vaso fitodepuratrice e coniugherà in modo originale architettura, design e rispetto per l'ambiente. Nell'area sarà posizionata anche un'arnia didattica e un'esperta apicoltrice racconterà tutti i segreti della Regine e delle operaie. Non mancherà un ape-ritivo con degustazione dei mieli provenienti da tutto il mondo a cura di CONAPI.


Questo esperimento al confine tra arte, ecologia e alimentazione non si esaurirà nel perimetro della Stazione: cinque progetti di alveare, realizzati in maquette da artigiani locali, saranno nascosti in altrettanti cortili e spazi verdi milanesi. Per mettersi sulle tracce di questo "sciame urbano" sarà disponibile una mappa.


Il 15 Aprile l'appuntamento si sposta nel "giardino segreto" di via Terraggio, un piccolo spazio verde rimasto chiuso dietro un portone per 70 anni, al civico n.5. Qui alle 18.00 s'inaugura l'installazione creativa "To bee or not to be", una riflessione legata al ciclo di vita delle api, a cura di "CTRLZAK", alias Katia Meneghini e Thanos Zakopoulos, in collaborazione col distretto 5Vie. Il claim gioca sul suono delle parole inglesi: "To bee or not to be" – meno api meno piante, meno piante meno cibo, meno cibo e meno vita anche per noi. L'installazione comprende un kit con info sul mondo di questi insetti, una scatola di semi con le loro specie vegetali preferite e una cerbottana per disperderli nell'ambiente.


Mentre alle ore 16.30, sempre al Giardino Terraggio, si svolgerà un laboratorio per bambini e famiglie sul tema degli insetti organizzato dall'Associazione Acchiappasogni (Facoltà di Agraria Milano), progetto di orto per giovani ispirato alla filosofia di Slow Food: i piccoli esamineranno un insettario, impareranno a riconoscere le differenze tra i diversi insetti e verrà loro spiegata l'importanza dell'impollinazione. Prima di tornare a casa, non mancherà una merenda guidata alla riscoperta della mora di gelso, raccolta a mano all'interno del gelseto storico di Villa Zanardelli a Nave (BS). Accanto alla marmellata, verrà proposto anche gustoso miele biologico.


Quindi segnate in agenda le tre date da passare…in compagnia delle api (di Milano)!


Il progetto innovativo GREEN ISLAND 2015. ALVEARI URBANI
è stato selezionato tra i più interessanti durante le presentazioni dei Tavoli Expo 2015 e ha raggiunto il primo posto nelle votazioni del contest a inviti Tavola Periodica. E' stato quindi selezionato tra gli eventi culturali per i percorsi di EXPO IN CITTà.


ALVEARI URBANI è in partnership con importanti enti pubblici e privati: Comune di Milano; Camera di Commercio Milano; Expottimisti; Rabobank; Museo Alessi; Centostazioni- Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane; FAI (Fondo Italiano Ambiente); Legambiente; PromoGiardinaggio; Conservatorio Musicale G.Verdi; MUBA (Museo Bambini); Facoltà di Agraria Milano; COOP Lombardia; Atelier del Paesaggio; Spazio Lombardini22; BikeMI; SamarLegno; 5VIE Arte&Design.


E' promosso in collaborazione con CONAPI (Consorzio Nazionale Apicoltori), la rete dei maggiori produttori di miele biologico in Italia; e con Media Partners di rilievo.

Il progetto fa parte del circuito di ricerca della Comunità Europea con l'Università Middlesex di Londra.

 

GREEN ISLAND è Pet&Bike friendly : seguici in bici con il tuo amico a 4 zampe. 

+++++++++++++++++

Green Island è giunto alla sua 13° edizione! (www.amaze.it). Il programma nasce per promuovere una ricerca culturale sui paesaggi urbani contemporanei e le ecologie sociali, in una forma di dialogo tra società e territorio. GREEN ISLAND interpreta l'esigenza di valorizzare e ripensare nuove aree della città, per riflettere sul tema urgente dello spazio collettivo e del verde pubblico. Il suo intento è permettere ai cittadini di ritrovare un'armonia tra tessuto urbano e paesaggio. Il progetto supporta la riqualificazione territoriale con miglioramenti locali, in grado di conferire ai quartieri una progettualità di respiro internazionale.


Green Island ha attivato una rete di oltre 100 realtà pubbliche e private; al progetto hanno aderito prestigiosi autori tra cui Andrea Branzi, Tom Matton, Lois Weinberger, i giovani Medusa Group. Tra le varie attività di GREEN ISLAND importanti libri monografici: sulle erbe spontanee (Flora Urbana); sui giardini d'artista (The Mobile Garden); sui nuovi paesaggi urbani (I giardini di Piet Oudolf).


Claudia Zanfi, storica dell'arte e appassionata di giardini, collabora con istituzioni pubbliche e private su progetti culturali ed editoriali, dedicati ad arte, società, paesaggio. Nel 2000 fonda e dirige il programma internazionale GREEN ISLAND per la valorizzazione dello spazio pubblico e delle nuove ecologie urbane. Realizza la collana editoriale Green Island con vari titoli monografici.

Nel 2010 fonda lo studio di progettazione e diffusione del verde ATELIER DEL PAESAGGIO (www.atelierdelpaesaggio.worldpress.com), gruppo che si dedica alla rigenerazione di spazi urbani abbandonati o in disuso, alla realizzazione di orti urbani e giardini d'artista, con particolare attenzione alle specie autoctone e a bassa manutenzione. Recentemente ha realizzato le aiuole di Corso Como Milano ed è finalista per i progetti di Lousanne Jardins (CH) e della Biennale Spazio Pubblico (Roma).

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI