Cerca nel blog

lunedì 31 marzo 2014

MEF - La certificazione CE 2.0 emerge come fattore di differenziazione competitiva

Metro Ethernet Forum: la certificazione CE 2.0 emerge come fattore di differenziazione competitiva
Annunciati i primi sponsor dell'evento Global Ethernet Networking 2014
Milano, 31 marzo 2014 - Il Metro Ethernet Forum (MEF) celebra il primo anno di vita della Certificazione Carrier Ethernet (CE) 2.0 per i servizi, con 21 provider che offrono 87 servizi CE 2.0 in 10 Paesi. A parità di periodo, le certificazioni sono cresciute del doppio rispetto a quelle CE 1.0, e il numero di servizi certificati nel corso dell'ultimo trimestre 2013 è pari al totale raggiunto nei primi tre trimestri.

Per quanto riguarda la Certificazione CE 2.0 per l'infrastruttura, sono 31 i vendor certificati, per un totale di oltre 120 piattaforme CE 2.0. Questa diffusione delle implementazioni di infrastrutture CE 2.0 rappresenta un fattore critico anche per la crescita delle certificazioni dei servizi.

Infine, nel corso del 2013 è cresciuto anche il numero dei professionisti certificati MEF, che è triplicato sino ad arrivare a oltre 1.700 individui in 224 organizzazioni di 58 Paesi. L'87% dei professionisti certificati lavora presso aziende associate al MEF, e il 62% presso service provider.

"C'è un flusso continuo di service provider che intraprendono la Certificazione CE 2.0", commenta Kevin Vachon, Chief Operating Officer del MEF. "Siamo molto contenti del crescente interesse riscontrato nei confronti della Certificazione CE 2.0 E-Access, che permette ai service provider che vendono servizi al dettaglio di estendere la propria copertura attraverso partnership più efficienti e vantaggiose, in collaborazione con service provider che vendono servizi all'ingrosso".

"Le candidature per l'assegnazione dei MEF Carrier Ethernet Awards 2013 per i service provider confermano che i partecipanti vedono la certificazione CE 2.0 come un importante vantaggio competitivo", afferma Rosemary Cochran, Analista di Vertical Systems Group.

Il MEF ha anche annunciato i primi sponsor dell'evento chiave per tutti i player del mercato Carrier Ethernet, il MEF Global Ethernet Networking 2014, che si terrà a Washington dal 17 al 20 Novembre 2014.

Questo è l'elenco aggiornato, suddiviso nelle varie categorie di sponsorship:
Platinum Sponsor: Comcast Business, Cox Business, Juniper Networks, Lumos Networks, e PCCW Global.
Gold Sponsor: CENX, InfoVista, MRV Communications, Ouverture Networks, RAD, Telco Systems, e Telecom Italia.
Silver Sponsor: Allstream, Global Capacity, Iometrix, Spirent Communications, Tech 2000, Transition Networks, e Veryx Technologies.
Bronze Sponsor: EANTC, INOC, Omnitron Systems, e Raisecom Technology.
Metro Ethernet Forum
Il Metro Ethernet Forum (MEF) è un consorzio globale di imprese a cui appartengono circa 120 aziende, tra cui fornitori di servizi di telecomunicazione, produttori di apparati e software di rete, produttori di semiconduttori e fornitori di servizi di test, che ha la missione di accelerare l'adozione su scala mondiale di reti e servizi Carrier Ethernet. Il MEF sviluppa le specifiche tecniche e gli accordi di implementazione per promuovere l'interoperabilità e lo sviluppo di Carrier Ethernet a livello mondiale. Per maggiori informazioni sul Forum, tra cui una lista completa di tutti i membri, è disponibile il sito del MEF all'indirizzo http://www.metroethernetforum.org

venerdì 28 marzo 2014

Italia Fuoriserie. Idee, materie, opere della creatività italiana | Hotel Meliá, Milano | 7 - 11 aprile 2014


Italia Fuoriserie.
Idee, materie, opere della creatività italiana

Hotel Meliá 
Via Masaccio 19, Milano
7 - 11 aprile 2014
ore 18.00 - 22.00

Cocktail su invito: giovedì 10 aprile, 
ore 18.00 - 22.00



Dove nasce il Made in Italy? Quel mix di sperimentazione, tipicità e genialità famoso in tutto il mondo? Basta guardare alla secolare tradizione delle botteghe artigiane e degli atelier degli artisti che dal Medioevo si sviluppa fino ai giorni nostri e che, proprio negli ultimi anni, ha ritrovato vitalità grazie alla nuova relazione tra il design e le piccole aziende dell’artigianato, radicate nella cultura e nella sapienza delle lavorazioni, che fanno tesoro del passato guardando al futuro.

Lo stesso si propone e realizza Italia Fuoriserie: ricerca sul territorio i migliori esempi della creatività italiana e li presenta con una formula innovativa, scegliendo l’hotel, luogo per eccellenza del viaggio e dello scambio culturale, come cornice espositiva per far dialogare queste realtà.

Non a caso, infatti, Italia Fuoriserie prende forma a Milano, crocevia del design italiano e internazionale e allo stesso tempo città all’avanguardia nella ricerca artistica contemporanea, con la presenza di numerose gallerie d’arte e di studi di design. Allo stesso tempo la location scelta, il prestigioso Hotel Meliá, che ha ristrutturato la vecchia fabbrica di panettoni dell’Alemagna, rappresenta proprio questa volontà di fusione tra passato e presente, tra design e arte, tra serie e opera unica, reinterpretandone i valori.  

Aziende, designer, gallerie, artisti si incontrano e da un’idea e da una visione condivisa, fondendo insieme conoscenze, materiali e abilità, sviluppano un nuovo concept di allestimento che reinterpreta l’intera hall dell’hotel. È la proposta di una messa in scena che non separa in singoli spazi, ma cerca la rappresentazione delle relazioni tra opere e prodotti, dall’arte all’arredo all’accessorio moda, dove l’oggetto è espressione di competenze creative che si propongono per realizzare progetti su misura per le esigenze del committente, nella tradizione dell’opera d’arte italiana. 

Italia Fuoriserie è una fucina creativa e di ricerca, è un format che mira alla diffusione sul territorio italiano, e non solo, e diviene un modello che mostrerà ai visitatori dell’Expo i frutti di questa esplorazione tra le realtà più innovative del Made in Italy. 

giovedì 27 marzo 2014

Affitta casa tua ai turisti di tutto il mondo con Homelidays

30% di sconto sul tuo annuncio
Homelidays - L'esperto in Europa degli affitti di Case Vacanze
Offerta esclusiva
Su tutti gli abbonamenti
-30% di sconto su tutte le nostre formule di 4, 8 e 12 mesi (1)
HDITBDM19A
Pubblica il tuo anuncio da soli E13,94* al mese
Approfittane
Hai una Seconda Casa? Guadagna pubblicando il tuo annuncio su Homelidays, esperto in Europa degli affitti di Case Vacanze. I nostri proprietari ottengono ottimi guadagni grazie a questa soluzione semplice ed efficace.

Approfitta del 30% di sconto per pubblicare il tuo annuncio, scegli la formula adatta alle tue esigenze e inizia a ricevere richieste di prenotazione da turisti di tutto il mondo grazie alla visibilità internazionale del nostro sito.
Homelidays, la garanzia di un calendario completo per quest'estate
5,5 milioni di richieste di prenotazione(2)spacer
Garanzia Soddisfatto o Rimborsato(3)spacer
Diffusione e traduzione del tuo annuncio in 7 paesi presso 42 milioni di viaggiatorispacer
info
Hai bisogno d'aiuto?
Il nostro staff di esperti è a tua disposizione dal lunedì al venerdì allo 06 94 80 21 23 oppure contattali qui.
closer
spacer

Se hai già richiesto la pubblicazione del tuo annuncio al Servizio Clienti, ti preghiamo di non prendere in considerazione questo messaggio. Ti ringraziamo per la tua fiducia.

(1) Sconto del 30% non cumulabile, valido fino al 31/03/2014 per una prima pubblicazione con la Formula Scoperta 4 mesi, con la Formula Stagione 8 mesi o con la Formula Efficacia 12 mesi. Quest'offerta non è valida per un rinnovo. Offerta di carattere non retroattivo.
*Prezzo mensile, IVA esclusa e con uno sconto del 30%, per un abbonamento di 12 mesi.
(2) Fonte Interna. Dati di Settembre 2013.
(3) Visualizza qui le informazioni della nostra Garanzia Soddisfatto o Rimborsato

HomeAway France SARL con capitale di 23.428.700 € - RCS Parigi 493 457 741 - APE 6201Z

Per saperne di più sulle nostre Condizioni Generali.

Se desideri contattare il nostro Servizio Clienti, utilizza il nostro utilizza il nostro formulario di contatto.


Se non vedi il messaggio, puoi usare questo link.

Per revocare l'iscrizione alla lista di www.corrieredelweb.it, cancellati qui.

Mail-Maker

mercoledì 26 marzo 2014

bulthaup | Invito | Eurocucina 2014

Milano design week 2014

Bulthaup durini
Via Durini 17, 20122 Milano
MM1 San Babila

Dal 8 al 13 aprile, bulthaup apre le porte delle sue show-room milanesi a giornalisti e visitatori.

Vi aspettiamo presso la show-room bulthaup durini (via Durini,17) ogni giorno tra le 10:00 e le 19:00 per scoprire l'allestimento progettato dall'azienda in occasione di questo importante appuntamento.

E' possibile accreditarsi attraverso il sito di bulthaup oppure rispondendo a questa email.

Per l'occasione sarà presente l'amministratore delegato dell'azienda Mr Marc O. Eckert che sarà lieto di approfondire con voi i temi che caratterizzano le novità di bulthaup per questa edizione  Eurocina 2014: per incontri e/o interviste individuali vi preghiamo di mettervi in contatto con noi.

bulthaup trasforma la cucina in un ambiente di vita: il food - strumento di comunicazione e frutto del tempo trascorso insieme in questo ambiente – sarà parte dell'allestimento e delizierà i presenti con un catering stellato.

I protagonisti del Padiglione Società Civile Expo Milano 2015 illustrano temi e progetti a 'Fà la cosa giusta' (web)


I protagonisti del Padiglione Società Civile Expo Milano 2015

illustrano temi e progetti a ‘Fà la cosa giusta’

Fondazione Triulza, il network che coordina la partecipazione del Terzo Settore a Expo 2015, sarà ospite di ACLI Lombardia, AiBi, ARCI, Auser, AVIS, CTA, CTS e Legambiente

 


Anche Fondazione Triulza, un ampio e plurale network di realtà del Terzo Settore che hanno voluto impegnarsi in prima linea perché Expo Milano 2015 possa diventare una concreta opportunità per la Società Civile, sarà presente alla prossima edizione di ‘Fà la cosa giusta’, fiera nazionale del consumo critico e degli stili di vita sostenibili che si svolgerà a Milano dal 28 al 30 Marzo 2014.


Fondazione Triulza illustrerà e promuoverà all’interno della manifestazione le specificità e le modalità di partecipazione al Padiglione Società Civile che sarà ubicato a Cascina Triulza. Si tratta di uno dei padiglioni più grandi della prossima Esposizione Universale e dell’unico manufatto già esistente all’interno del sito espositivo. Dopo la manifestazione, Cascina Triulza resterà alla città come luogo simbolo della straordinaria forza di cambiamento di cui sono capaci il Terzo settore e la cittadinanza attiva. Le realtà del Terzo Settore interessate a contribuire al programma culturale del Padiglione Società Civile, possono già iniziare a proporre attività culturali, espositive, convegni e momenti d’intrattenimento, attraverso la partecipazione alla 1° Call Internazionale di Idee – “Exploding your Idea! Destination Expo Milano 2015” che sarà aperta fino al 30 aprile 2014.


A ‘Fà la cosa giusta’ Fondazione Triulza sarà ospite di alcune delle organizzazioni del Terzo Settore che hanno dato vita al network e al progetto Padiglione Società Civile Expo Milano 2015 tra cui ACLI Lombardia, AiBI – Associazione Amici dei Bambini, ARCI, AUSER, CTA MI MB-Centro Turistico ACLI, CTS - Centro Turistico Studentesco Giovanile e Legambiente. Un altro punto di riferimento per ricavare informazione sul Padiglione Società Civile sarà l’Expo Bus predisposto dal Comune di Milano, Expo 2015 S.p.A e ATM all’ingresso di Fiera Milano City (Ingresso Porta Scarampo Gate 8.).


Dalla Società Civile “Energies to change the world”
Il Theme Statement del Padiglione Società Civile  è “Energies to change the world”, in coerenza con i contenuti e il titolo della proposta progettuale “Exploding Energies to change the world” con cui Fondazione si è vista aggiudicare a ottobre 2013 la gara per la gestione di Cascina Triulza.


Le circa 60 organizzazioni che aderiscono a Fondazione Triulza e al progetto per Expo Milano 2015 rappresentano un’ampia espressione delle organizzazioni della Società Civile e della cittadinanza attiva italiana: dall’associazionismo alla cooperazione internazionale, dalla promozione sociale, culturale, ambientale e sportiva alla formazione e al volontariato, dall’economia sociale e la finanza etica al turismo responsabile e alla tutela dei diritti. Queste organizzazioni quotidianamente lavorano, innovano e cercano di influenzare le scelte politiche ed economiche sui temi dell’alimentazione. Ad Expo Milano 2015 potranno sviluppare il Tema “Nutrire il Pianeta Energia per la Vita” sulla base delle loro esperienze e attività, storia e reputazione. Il progetto intende rendere queste realtà protagoniste non solo nel dibattito che si aprirà il 1° maggio 2015 a Milano ma, soprattutto, nella costruzione di proposte per il futuro.


Per ulteriori informazioni sulla Call, sul Padiglione Società Civile e sull’agenda di Fondazione Triulza a ‘Fà la cosa giusta’ vistare il sito: www.fondazionetriulza.org

Domani 27 marzo a Milano h 11.00 "Sussidiarietà e... qualità nei servizi sociali"


Presentazione del Rapporto sulla Sussidiarietà 2013/2014

 

“Sussidiarietà e... qualità nei servizi sociali”

a cura della Fondazione per la Sussidiarietà in collaborazione con il Politecnico di Milano

 

Vengono studiate strutture di welfare milanesi (assistenza anziani, asili, residenze per universitari) paragonando il servizio pubblico con quello non profit. I costi per paziente e per attività e la qualità di strutture come il Pio Albergo Trivulzio sono per la prima volta analizzati e confrontati con analoghe realtà non profit.

 

Giovedì 27 marzo 2014, ore 11.00

Politecnico di Milano

Aula Magna

Piazzale Leonardo da Vinci, 32

Milano

 

Ha ancora senso opporre il pubblico e il privato nel welfare? Qual è il ruolo della sussidiarietà in questo settore? Il Rapporto offre un contributo innovativo nella raccolta e nell’analisi dei costi e una comparazione tra servizi sociali pubblici e privati.

In tempo di spending review, confermando il valore imprescindibile di un welfare di qualità per tutti, indipendentemente dalla condizione sociale, è fondamentale dotarsi di strumenti di valutazione che permettano di avere indicazioni chiare su qualità ed efficienza dei servizi e quindi su come allocare le risorse.

 

Introduce:

Giorgio Vittadini, Presidente della Fondazione per la Sussidiarietà

 

Saluti:
Giovanni Azzone, Rettore Politecnico di Milano
Giuseppe Guzzetti, Presidente Fondazione Cariplo

 

Presentazione del Rapporto:
Tommaso Agasisti, Politecnico di Milano

 

Intervengono:
Mario Calderini, Politecnico di Milano
Don Virginio Colmegna, Fondazione Casa della carità

 

Segue tavola rotonda:
Umberto Ambrosoli, Consigliere Regione Lombardia
Valentina Aprea, Assessore all’Istruzione, Regione Lombardia
Matteo Forte, Consigliere Comune di Milano
Pierfrancesco Majorino, Assessore alle Politiche sociali e Cultura della salute, Comune di Milano

 

Modera:

Giuseppe Frangi, Direttore di Vita non profit magazine

 

 

Fondazione per la Sussidiarietà

Via Torino 68

20123 Milano

T +39 0286467235

F +39 0289093228

www.sussidiarieta.net

 

Expo 2015: accolta la richiesta di AITI per rettifica bando "Servizi di organizzazione di eventi"


AITI, Associazione Italiana Traduttori e Interpreti, esprime la propria soddisfazione per la rettifica del bando Expo 2015 pubblicato in data 19/2 e relativo ai servizi di organizzazione di eventi.

A seguito infatti di un’attenta lettura del punto “Servizio di interpretariato interprete” del bando, AITI aveva rilevato come l’elenco di associazioni di categoria apparisse incompleto. Inoltre, il testo iniziale faceva erroneamente riferimento ad albi, di cui le professioni non ordinistiche non possono disporre.

 

Il Consiglio Direttivo Nazionale di AITI, attento alle questioni e alle problematiche della professione, ha portato tempestivamente all’attenzione di Expo 2015 le inesattezze e richiedendone la rettifica, al fine di garantire i diritti dei soci e della categoria professionale in generale. Expo 2015 ha accolto la richiesta di AITI e ha subito provveduto a modificare il bando.

Come dichiara Sandra Bertolini, presidente nazionale di AITI:

 

È motivo di grande soddisfazione vedere accolte le proprie istanze e sapere che l’appartenenza alle associazioni professionali viene sempre più percepita come un valore aggiunto.”

 

Questo episodio evidenza il ruolo crescente delle associazioni di professionisti che svolgono professioni non regolamentate, ossia professioni non organizzate in ordini o collegi, a seguito dell’approvazione della Legge n. 4/2013.

 

Conferenza stampa CASAUMBRIA/SHANGHAI - DESIGN ITALIANO IN ORIENTE - mercoledì 9 aprile ore 9.30 c/o libreria Open

La conferenza stampa di presentazione del progetto CasaUmbria/ShanghaiDesign italiano in Oriente, si terrà mercoledì 9 aprile alle 9.30 a Milano, presso la libreria Open in Viale Monte Nero 6 (MM3 linea gialla – fermata P.ta Romana).

 

Il progetto, frutto di un partenariato pubblico e privato, con il supporto della Regione Umbria e del Centro Estero Umbria, si rivolge alle aziende umbre del settore arredo/casa interessate a promuovere congiuntamente le proprie produzioni sul principale mercato asiatico, e in particolare quello cinese, in forte crescita soprattutto per quanto riguarda il settore dell'arredo Made in Italy.

 

Alla conferenza stampa, parteciperanno, a fianco di Fabrizio Bracco, assessore alla cultura e al turismo della Regione Umbria, anche: Gianluigi Angelatoni, presidente CEU e amministratore delegato Angelantoni Group; Andrea Margaritelli, ATI CasaUmbria; Owen Dong, CEO di CasaJolie, il partner cinese per la creazione della rete e lo sviluppo del business; Imin Pao, celebre designer nominato da Wallpaper tra i 33 creativi più influenti al pari di Zaha Hadid, con all’attivo due premi prestigiosi da scuole di design americane (BFA della Rhode Island School of Design e MFA dell’Art Center College of Design di Pasadena), che negli ultimi 15 anni ha realizzato importanti progetti nel campo della moda e del design, lavorando, con la sua rivista PPaper, insieme a Zaha Hadid, Takashi Murakami, Hedi Slimane, ed aziende come Cartier.

 

Al termine della conferenza, saranno a disposizione due navette (in partenza alle 10.15 e alle 10.30) per il trasferimento al Salone del Mobile in Fiera a Rho.

Anteprima Salone. Istituto Marangoni Design School: "Bolon variations - from material to product"

Fuori Salone Via Cerva & Istituto Marangoni Design School: “Bolon variations – from material to product”

In collaborazione con Bolon, nota azienda di design, Istituto Marangoni Design School porta in mostra i progetti finalisti del concorso “Bolon variations – from material to product”  realizzati dai migliori studenti utilizzando l’esclusivo materiale Bolon, prodotto dall’omonima azienda svedese.

L’esibizione sarà ospitata all’interno della nuova scuola del design, in via cerva 24 a Milano:  dieci i prototipi in mostra, prodotti molto diversi tra loro ma tutti realizzati interpretando il materiale Bolon, la cui varietà estetica e potenzialità espressiva ha ispirato i giovani creativi delle scuole fashion e design di Istituto Marangoni.
Sotto la guida del designer e art director della scuola, Giulio Cappellini, gli studenti sono stati invitati a presentare nuovi oggetti,  a scelta tra abbigliamento, accessorio moda e prodotto funzionale, utilizzando il materiale Bolon, normalmente impiegato nella pavimentazione, sperimentandone nuovi utilizzi in chiave altamente innovativa. 

 Una speciale giuria, composta dal management di Istituto Marangoni e dell’azienda Bolon, e da Giulio Cappellini, ha infine valutato i lavori e selezionato le dieci migliori proposte, delle quali saranno realizzati i prototipi protagonisti della mostra.

“La collaborazione con Bolon costituisce un’interessante opportunità per i nostri studenti, che hanno l’occasione di lavorare in stretto contatto con un’azienda internazionale di design e mettere alla prova creatività e innovazione, per raggiungere risultati a volte sorprendenti.” commenta Roberto Riccio, Direttore Generale del Gruppo Istituto Marangoni.

Marie Eklund, chief creative officer di Bolon, aggiunge “noi crediamo in una collaborazione continuativa con i giovani creativi. In questo caso, stiamo valutando le infinite possibilità e potenzialità che possiede il nostro prodotto, non solo quando applicato al pavimento”.

“Bolon variations – from material to product”
Istituto Marangoni Design School
Via Cerva 24, Milano
Dal 8  al 13 aprile 2014 – dalle h. 10.00 alle ore 20.00

Istituto Marangoni
Istituto Marangoni nasce nel 1935 a Milano come Istituto Artistico dell’Abbigliamento Marangoni. Da allora ha al suo attivo un bilancio formativo di quattro generazioni di studenti dai 5 continenti ed è stato il trampolino di lancio per oltre 40.000 professionisti della moda e del lusso, tra i quali citiamo Domenico Dolce (Dolce & Gabbana) e Franco Moschino. Istituto Marangoni conta oggi ogni anno oltre 2.500 studenti provenienti da 92 differenti nazioni, nei quattro campus di Milano (moda e design), Parigi, Londra e Shanghai, le capitali internazionali della moda, del design e del lusso. L'offerta formativa, ampia e articolata, propone corsi undergraduate (preparatori, triennali, intensivi annuali), postgraduate (preparatori e master annuali) e corsi brevi. Da febbraio 2014 la nuova Design School di Istituto Marangoni di Via Cerva a Milano si è aggiunta alle attuali location della moda. Visita istitutomarangoni.com

Bolon
Bolon è un'azienda di design svedese all'avanguardia diretta dalle sorelle Annica e Marie Eklund, che rappresentano la terza generazione della proprietà dell'azienda. Sotto la loro guida, Bolon si è trasformata da una tessitoria tradizionale in un marchio di design internazionale, con particolare attenzione a pavimenti innovativi e interni creativi. Tra i propri clienti, Bolon annovera Armani, Google, Mercedes, Adidas, Reebok e Sheraton, oltre ad architetti e designer di primo piano come Jean Nouvel e Cappellini. Il design e la produzione avvengono interamente a Ulricehamn (Svezia)"


LA ROTTA MILANO MALPENSA-DÜSSELDORF TARGATA GERMANWINGS


Il collegamento dell’orario estivo sarà operativo da domenica 31 marzo con 23 frequenze a settimana

Dal 15 maggio la tariffa BEST sarà disponibile sui voli da Milano Malpensa e Linate


Milano, 26 marzo 2014 – Con l’operativo estivo Germanwings, compagnia low fare del Gruppo Lufthansa, conferma la propria crescita a Milano Malpensa con l’introduzione della rotta con Düsseldorf, che rientra nel quadro del graduale passaggio dei collegamenti europei attuato da parte della controllante Lufthansa, fatta eccezione per gli hub di Monaco e Francoforte.
Servito con 23 frequenze a settimana, il volo targato Germanwings va ad arricchire il network lombardo della Compagnia che da Malpensa nella Summer 2014, oltre al recente collegamento con Amburgo con 13 voli a settimana, conta anche i voli diretti tra lo scalo varesino e gli aeroporti tedeschi di Colonia/Bonn e Stoccarda, serviti rispettivamente con 11 e 12 frequenze a settimana, e Hannover con quattro frequenze. Resta confermata nell’orario estivo anche la rotta Milano Linate-Berlino, aperta lo scorso novembre, con sei frequenze a settimana.  

«L'Italia è da sempre uno dei nostri mercati principali. Con l’apertura dell’orario estivo segniamo un +83% di posti offerti in Italia e apriamo nuove rotte con la Germania per un totale di 16 aeroporti italiani e 196 voli settimanali, circa il doppio rispetto all’operativo invernale. La nostra crescita non può che passare anche da Milano, una delle prime basi di Germanwings in Italia. Oggi siamo felici di presentare un network sempre più esteso tra la capitale italiana della moda e del business e alcune delle principali città tedesche, tra cui Düsseldorf, importante destinazione business in Germania, e offrire una nuova esperienza di volo ai passeggeri in viaggio d’affari o di piacere» ha dichiarato Heinz Joachim Schöttes, Senior Vice President Corporate Communications di Germanwings.

Le novità dell’operativo estivo continuano con l’introduzione sui voli da Milano della Best, la tariffa di alta gamma. Oltre alla Basic e alla Smart, le fasce tariffarie dal carattere più leisure, i passeggeri in partenza da Milano Malpensa per gli aeroporti di Colonia/Bonn, Düsseldorf, Stoccarda, Hannover e Amburgo e da Milano Linate per Berlino dal 15 maggio 2014 potranno acquistare anche la Best. Posto prenotato con maggiore spazio per le gambe, catering à la carte, modifica della prenotazione, accesso alle lounge di Lufthansa sono solo alcune delle componenti della Best, il miglior prodotto attualmente disponibile sulle rotte low-cost europee.

I voli Germanwings possono essere prenotati online su www.germanwings.com, tramite Call Center all’199 257 013 o nelle agenzie di viaggio.



Lisa Corti Fuorisalone 2014 - Eva Munarin Leggerezza Con-creta | Home Textile Emporium, Milano | Cocktail 9 aprile 2014

Lisa Corti presenta 
Eva Munarin Leggerezza con-creta


Milano, Lisa Corti Home Textile Emporium
8 - 13 aprile 2014
  
Cocktail mercoledì 9 aprile dalle ore 18                                   

In occasione del Salone Internazionale del Mobile 2014 Lisa Corti presenta Eva Munarin Leggerezza con-creta, una selezione di oggetti di design progettati e realizzati a mano dall’artista ceramista Eva Munarin.

Pezzi unici raffinati che uniscono la sapienza dell’artigiano, la creatività dell’artista e la pragmaticità del designer. 

Vasi, centrotavola e ciotole realizzati a mano con l’antica tecnica della maiolica, portano in loro il sapore senza tempo della tradizione ceramica toscana insieme a influenze più contemporanee, come i buchi di Lucio Fontana o il dripping di Jackson Pollock.

Eva Munarin infonde nelle sue creazioni la voglia di sperimentare, pur rimanendo nel solco della tecnica classica. Vuole sfidare la materia, terrena e pesante per sua natura, e donarle un soffio di leggerezza, un impulso verso l’alto.  

Ama giocare con le consistenze e le textures della materia: lisce e brillanti quelle degli smalti, opache e ruvide quelle dell’ingobbio lasciato a vista. 
Ama sorprendere invertendo gli schemi e utilizzando le superfici smaltate all’interno e la materia grezza all’esterno.


martedì 25 marzo 2014

Fondazione Nicola Trussardi | miart: Cine Dreams, Civico Planetario Ulrico Hoepli, Milan - March 28-30, 2014


 

Jeronimo Voss, Eternity through the Stars, 2012 | Planetarium, Orangerie, Kassel | Photo: Anders Sune Berg | Courtesy the artist & d(13)
La FONDAZIONE NICOLA TRUSSARDI e MIART
presentano
 

CINE DREAMS
Stan VanDerBeek, Jeronimo Voss, Katie Paterson
a cura di Massimiliano Gioni e Vincenzo de Bellis
28, 29 e 30 marzo 2014
Tutte le sere dalle 22.00
Civico Planetario Ulrico Hoepli - corso Venezia 57, Milano
Ingresso libero
 
In occasione di miart 2014, la Fondazione Nicola Trussardi e miart presentano Cine Dreams, un progetto speciale di arte contemporanea a cura di Massimiliano Gioni e Vincenzo de Bellis pensato per l'eccezionale cornice del Civico Planetario Ulrico Hoepli e realizzato in collaborazione con il Comune di Milano - Cultura.

Le serate di venerdì 28, sabato 29 e domenica 30 marzo, dalle 22.00, saranno animate da opere di Stan VanDerBeek, Jeronimo Voss e Katie Paterson concepite appositamente per planetari e per l’occasione ripensate per il prezioso edificio in stile neoclassico progettato alla fine degli anni ’20 dall’architetto Piero Portaluppi.

Con installazioni, proiezioni multimediali, interventi sonori e video, Cine Dreams sarà un piccolo festival dell'arte incentrato su storie di costellazioni e di universi, che guarda al planetario come a un luogo di conoscenza e di incontro in cui confluiscono diverse discipline, dall’ottica al teatro, dall’informatica alla letteratura, in un viaggio verso nuovi mondi possibili.

Venerdì 28 marzo il programma apre con la proiezione dell’opera che dà il titolo all’intera rassegna, Cine Dreams: Future Cinema of The Mind, dell'americano Stan VanDerBeek (New York, 1927 – Baltimora, 1984), famoso fin dagli inizi della sua carriera per la ricerca pionieristica nel cinema e nell'animazione sperimentale, che lo portò a essere uno dei primi artisti invitati a insegnare presso il MIT – Massachussets Institute of Technology – nel suo celebre programma di integrazione tra arte e tecnologia. Esempio fondamentale di commistione tra arte e scienza, Cine Dreams: Future Cinema of The Mind – che per la prima volta in assoluto verrà riproposto nella sua versione originale – fu presentato nel 1972 al Strassenburgh Planetarium di Rochester, nello stato di New York. L’opera consiste nella proiezione simultanea di ventuno film sulla volta del planetario, sulla quale scorrono anche proiezioni della calotta celeste. Un’esplosione di forme, suoni e colori che mescola scienza e psichedelia, spettacolo e critica della società delle immagini, Cine Dreams: Future Cinema of The Mind – come molte altre opere di VanDerBeek – è stato spesso interpretato come una premonizione di Internet e della cultura digitale.
Per la presentazione di Cine Dreams: Future Cinema of The Mind a Milano, le proiezioni dureranno otto ore, dalle 22.00 alle 6.00 del mattino. Gli spettatori sono invitati a portare cuscini e coperte e a passare la notte sotto la cupola del planetario, come nella presentazione originale: in questo cinema della mente – come l’aveva definito l’autore – gli spettatori sono chiamati a sonnecchiare e a guardare i film in dormiveglia o a occhi chiusi, sperimentando lo stato individuale e inconscio del sogno in un contesto collettivo e di gruppo. Gli spettatori potranno registrare le descrizioni dei propri sogni su una segreteria telefonica creata per l’occasione, al numero +39 02 80688277, attivo dalla sera di venerdì 28 marzo fino al mattino di lunedì 31 marzo, o mandando un messaggio all’indirizzo email cinedreams@fondazionenicolatrussardi.com

Sabato 29 marzo sarà invece la volta di Jeronimo Voss (Hamm, Germania, 1981), artista tedesco che nelle sue installazioni manipola materiale storico e scientifico per dare vita a nuove storie di costellazioni e universi paralleli. La sua opera Eternity through The Stars – il cui titolo è ispirato all’omonimo saggio del 1872 del francese Louis-Auguste Blanqui sulla possibilità dell'esistenza di dimensioni parallele infinite – consiste nella proiezione sulla volta del planetario di immagini tratte da antiche diapositive astronomiche raffiguranti rivoluzioni di pianeti e viaggi di comete nel sistema solare. Concepita per il Planetario di Kassel e presentata in occasione di dOCUMENTA(13) e più di recente al MMK di Francoforte e al Planetario di Berlino, Eternity through the Stars verrà proiettata per l’occasione in prima assoluta in Italia.

Domenica 30 marzo, infine, chiuderà il programma Katie Paterson (Glasgow, 1981): con un approccio multimediale e multidisciplinare il suo lavoro indaga i grandi temi che da secoli affascinano l’arte e la connettono alla scienza, spaziando in modo poetico e sorprendente dalla natura all’ecologia, dalla geologia alla cosmologia. Con le sue installazioni Paterson sonda la vastità della terra e dell’universo, mettendo gli spettatori al cospetto di distanze sublimi e orizzonti lontanissimi. Per gli spazi del Planetario di Milano l’artista realizza una nuova performance e installazione nella quale combina distanze siderali, suoni e luce: in Earth-Moon-Earth le note di Sonata al chiaro di luna di Beethoven sono state trasmesse sulla superficie lunare sotto forma di onde radio e quindi riflesse sulla terra con ritardi e pause che sono state integrate nella partitura originale, tradotte in suoni e silenzi. L’esecuzione dal vivo al pianoforte di questa nuova versione della Sonata accompagna la proiezione sulla volta del planetario di 27.000 stelle morte.

Con Cine Dreams la Fondazione Nicola Trussardi e miart proseguono la collaborazione iniziata nel 2013 con il progetto speciale Liberi tutti: per la prima volta insieme, hanno animato le serate della diciottesima edizione della fiera d'arte, presentando performance, concerti, intermezzi e pièce d'arte al Teatro Arsenale di via Cesare Correnti.

In collaborazione con miart la Fondazione Nicola Trussardi prosegue con Cine Dreams nella sua azione di supporto e valorizzazione delle espressioni più originali dell'arte e della cultura contemporanea, portando i linguaggi più sperimentali del nostro tempo negli spazi del Civico Planetario di Milano, fatto edificare alla fine degli anni ’20 da Ulrico Hoepli su progetto di Piero Portaluppi e donato alla città di Milano nel 1929. Inaugurato nel 1930, fu il secondo Planetario costruito in Italia, dopo quello di Roma, dotato di una tecnologia all’avanguardia per proiettare l'immagine del cielo stellato sull’intera cupola del diametro di quasi 20 metri. Oggi il Planetario di Milano – il più grande esistente in Italia e il più attivo, con un pubblico complessivo di circa 5 milioni di visitatori coinvolti dalla sua apertura – per la prima volta in assoluto nei suoi oltre ottant'anni di storia ospita un progetto site-specific di arte contemporanea.

Cine Dreams è un progetto ideato e prodotto dalla Fondazione Nicola Trussardi e miart, nell’ambito della diciannovesima edizione della fiera.
scarica il comunicato stampa
Per maggiori informazioni, immagini e richieste di interviste: 

Ufficio stampa Fondazione Nicola Trussardi
Piazza della Scala, 5 – 20121 Milano
T +39 02 8068821 – F +39 02 80688281
Lara Facco: M +39 338 6075380, E:
lf@fondazionenicolatrussardi.com
press@fondazionenicolatrussardi.com
www.fondazionenicolatrussardi.com  

Ufficio stampa miart 2014
Alessandra Santerini: M +39 335 6853767, E:
alessandrasanterini@gmail.com
Carola Serminato: M +39 349 1299250, E:
carola.serminato@gmail.com  
Ufficio stampa Fiera Milano
Rosy Mazzanti: T +39 0249977324, E:
rosy.mazzanti@fieramilano.it
Elena Brambilla: T +39 0249977939, E:
elena.brambilla@fieramilano.it 


INFORMAZIONI ESSENZIALI 

Titolo
Cine Dreams

Curatori
Massimiliano Gioni e Vincenzo de Bellis
Artisti
Stan VanDerBeek, Jeronimo Voss, Katie Paterson

Sede
Civico Planetario Ulrico Hoepli | Corso Venezia 57, Milano

Date
28, 29 e 30 marzo 2014
ogni sera dalle 22.00
ingresso libero

Programma delle serate
Venerdì 28 marzo | Stan VanDerBeek: Cine Dreams: Future Cinema of The Mind | dalle
22.00 alle 6.00
Sabato 29 marzo | Jeronimo Voss: Eternity through the Stars | dalle 22.00 alle 24.00
Sabato 30 marzo | Katie Paterson: Earth-Moon-Earth | dalle 22.00 alle 24.00

Prodotto da
Fondazione Nicola Trussardi e miart
 

In collaborazione con
Comune di Milano - Cultura
Civico Planetario Ulrico Hoepli
Un ringraziamento particolare
Fabio Peri, Conservatore Civico Planetario Ulrico Hoepli
Domenico Piraina, Direttore Polo Mostre e Musei Scientifici, Comune di Milano
G. Menabrea e Figli, Biella




 


The FONDAZIONE NICOLA TRUSSARDI and MIART
present

CINE DREAMS
Stan VanDerBeek, Jeronimo Voss, Katie Paterson
curated by Massimiliano Gioni and Vincenzo de Bellis
28, 29 and 30 March 2014
Every evening from 10 PM on
Civico Planetario Ulrico Hoepli - Corso Venezia 57, Milan
Free admission


For miart 2014, the Fondazione Nicola Trussardi and miart will be joining forces to present Cine Dreams, a special contemporary art project curated by Massimiliano Gioni and Vincenzo de Bellis, in the unique setting of Milan’s Ulrico Hoepli Planetarium, in collaboration with Comune di Milano - Cultura.

The evenings of Friday 28, Saturday 29 and Sunday 30 March, from 10 PM on, will be animated by the works of Stan VanDerBeek, Jeronimo Voss and Katie Paterson: projects conceived especially for planetariums, which have been adapted on this occasion for a gorgeous neoclassical building designed in the late '20s by architect Piero Portaluppi.

With its installations, multimedia projections, and sound and video works, Cine Dreams will be a miniature art festival that weaves tales of constellations and parallel universes, turning the planetarium into a place of discovery where different disciplines—optics, theater, computer science, literature, and more—flow together in a journey to find new possible worlds.

On Friday 28 March, the program will open with the work that lends its title to the entire series: Cine Dreams: Future Cinema of The Mind, by American artist Stan VanDerBeek (b. 1927 in New York – d. 1984 in Baltimore). Famous from the early days of his career for his pioneering work in experimental film and animation, he was one of the first artists invited by MIT to teach in its renowned program integrating art and technology. A groundbreaking example of how art can be wedded to science, Cine Dreams: Future Cinema of The Mindpresented here for the very first time in its original version—was shown in 1972 at the Strasenburgh Planetarium in Rochester, New York. The piece consists in the simultaneous projection of twenty-one films on the planetarium dome, with images of the night sky also moving across its surface. An explosion of shapes, sounds and colors that blends science with psychedelia, pure spectacle with a critique of the society of images, Cine Dreams: Future Cinema of The Mind—like many other works by VanDerBeek—has often been seen as a premonition of the Internet and of contemporary digital culture.
For the presentation of Cine Dreams: Future Cinema of The Mind in Milan, the projections will last eight hours, from 10 PM to 6 AM. As in the original 1972 presentation, viewers are invited to bring pillows and blankets and spend the night under the planetarium dome: in this cinema of the mind, as the artist called it, viewers are invited to doze off, to watch the films while half-asleep or with their eyes closed, experiencing the private, unconscious dream state in a collective, group setting. Viewers can record descriptions of their dreams in a voicemail box set up for the purpose at +39 02 80688277, active from the evening of Friday 28 March until the morning of Monday 31 March, or by emailing cinedreams@fondazionenicolatrussardi.com.

The evening of Saturday 29 March will feature Jeronimo Voss (b. 1981 in Hamm, Germany), a German artist whose installations reshape historical and scientific materials into new stories of constellations and parallel universes. His work Eternity through The Stars—whose title is borrowed from an 1872 essay by French theorist Louis-Auguste Blanqui about the potential existence of infinite parallel dimensions—consists in the projection of images from old astronomical slides onto the planetarium dome, showing the revolutions of planets and the paths of comets through the solar system. Conceived for the Kassel Planetarium and presented at dOCUMENTA (13), and more recently at MMK in Frankfurt am Main and at the Berlin Planetarium, Eternity through the Stars will be shown here in its Italian premiere.

On Sunday 30 March, the program will close with the work of Katie Paterson (b. 1981 in Glasgow). Taking a multimedia, multidisciplinary approach, Paterson explores the great themes of science that have fascinated art over the centuries, ranging between ecology, geology, and cosmology in a startling, poetic way. Her installations probe the vast reaches of the Earth and universe, bringing viewers face-to-face with sublime distances and faraway horizons. For Cine Dreams Paterson creates a new performance and installation conceived specifically for the Milan’s Planetarium, combining astronomical distances with the sounds and lights of all the dead stars. In Earth-Moon-Earth, the notes of Beethoven’s Moonlight Sonata are bounced off the moon’s surface and back to earth as radio waves, becoming a new score where the gaps and delays from the journey are translated into sounds and intervals. In Milan, this new moon-altered version of the Sonata is performed live, accompanying the projection of the light from 27,000 dead stars.

With Cine Dreams, the Fondazione Nicola Trussardi and miart are carrying forward the collaboration that began in 2013 with the special project Liberi Tutti: joining forces for the first time, they kept the energy of the art fair’s eighteenth edition flowing well into the night with performances, concerts, intermezzos and plays at the Teatro Arsenale in Via Cesare Correnti.

With Cine Dreams, the Fondazione Nicola Trussardi, in partnership with miart, continues its mission of fostering and promoting original expressions of art and contemporary culture, bringing the most experimental language of our time into unconventional spaces such as the Civic Planetarium of Milan, designed by Piero Portaluppi in the late ’20s for Ulrico Hoepli, who donated to the city in 1929. Opened in 1930, it was the second planetarium to be constructed in Italy, after Rome’s, and employed state-of-the-art technology to project an image of the starry sky onto the entire dome, measuring almost twenty meters across. Over its eighty years of history, the Milan Planetarium, the largest and most active in Italy, has welcomed a total of some five million visitors. This will be the first time the space is used for a contemporary art exhibition. 
Cine Dreams is a project conceived and produced by the Fondazione Nicola Trussardi and miart, for the nineteenth edition of the fair. 

download press release
For more information, press release, images and interviews, please contact:

Fondazione Nicola Trussardi Press Office
Piazza della Scala, 5 – 20121 Milan
T +39 02 8068821 - F +39 02 80688281
Lara Facco: M +39 338 6075380, E:
lf@fondazionenicolatrussardi.com
press@fondazionenicolatrussardi.com
www.fondazionenicolatrussardi.com

miart 2014 Press Office
Alessandra Santerini: M +39 335 6853767, E:
alessandrasanterini@gmail.com
Carola Serminato: M +39 349 1299250, E:
carola.serminato@gmail.com
Fiera Milano Press Office
Rosy Mazzanti: T +39 0249977324, E:
rosy.mazzanti@fieramilano.it
Elena Brambilla: T +39 0249977939, E:
elena.brambilla@fieramilano.it

FONDAZIONE NICOLA TRUSSARDI
Piazza della Scala 5 - 20121 Milano
tel: +39 028068821 - fax: +39 0280688281
email: press@fondazionenicolatrussardi.com

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI