Cerca nel blog

venerdì 30 agosto 2013

SOCIAL VIDEOSCAPES FROM THE NORTH. MILANO 18 SETTEMBRE 2013

SOCIAL VIDEOSCAPES FROM THE NORTH
a cura di Lorella Scacco

inaugurazione mercoledì 18 settembre ore 19.00

preview stampa mercoledì 18 settembre ore 18.00
18 settembre – 26 ottobre 2013

da lunedì a venerdì dalle 15.00 alle 19.00

aperture straordinarie:

. sabato 21 settembre in occasione di Start

. sabato 5 ottobre in occasione della Giornata del Contemporaneo 

 

Careof DOCVA
Fabbrica del Vapore, via Procaccini 4, Milano

Careof DOCVA ospita la collettiva Social Videoscapes from the North, incentrata sulla produzione video nordica. La mostra prosegue l'indagine sui linguaggi, le poetiche e i protagonisti del video in ambito internazionale, avviata da Careof DOCVA all'inizio del 2013.

Social Videoscapes from the North, progetto a cura di Lorella Scacco,  presenta a Milano la produzione video di cinque noti artisti: Maria Friberg (Svezia), Siri Hermansen (Norvegia), Eva Koch (Danimarca), Rúrí (Islanda), Mika Taanila (Finlandia).

Le opere dialogano in un unico progetto  su uno dei temi peculiari della produzione video dei Paesi Nordici: lo sguardo al paesaggio sociale.

A partire dal rapporto tra uomo e società, ogni artista declina il tema secondo la propria poetica, pur mantenendo come denominatore comune un approccio documentaristico alla narrazione.

Maria Friberg (Malmö, 1966), attraverso fotografia e video, esplora i temi del potere, la mascolinità, il rapporto fra uomo e natura e i cambiamenti sociali che ne conseguono come dimostra la sua opera in mostra Transmission.

Siri Hermansen (Ginevra, 1969), artista norvegese, il cui fare artistico assomiglia a una forma di antropologia condivisa, presenta due recenti produzioni video Chernobyl Mon Amour e Land of Freedom.

Eva Koch (Frederiksberg, 1953) ritenuta fra i pionieri della video arte nordica, con particolare attenzione allo spazio pubblico, racconta nei suoi lavori quali Evergreen storie di persone comuni prendendo a prestito riferimenti alla storia dell'arte.

Rúrí (Reykjavik, 1951), artista multimediale che - attraverso video, performance e installazione - concepisce il fare arte, come azione di denuncia fra etica, estetica e politica presenta ITEMS, opera concepita originariamente in 16 mm nel 1978 e successivamente rielaborata.

Mika Taanila (1965 Helsinki), regista e videoartista finlandese, attivo fra arti visive e cinema documentario, presente anche all'ultima edizione di DOCUMENTA (13) presenta la sua ultima creazione My Silence (2013).

Parallelamente a Social Videoscapes from the North, in sala video DOCVA, Careof presenta Northwave. A Survey of Video Art in Nordic Countries, selezione video a cura di Lorella Scacco, già presentata in occasione dell'uscita dell'omonima pubblicazione nel 2009 edita da Silvana Editoriale, che ripercorre gli sviluppi del video nei paesi nordici dagli anni Sessanta ad oggi.

Il progetto espositivo prodotto da Pro Artibus, Fondazione finlandese affiliata alla Fondazione per la Cultura Svedese in Finlandia, arriva a Milano presso Careof DOCVA dopo essere stato presentato in Finlandia a Ekenäs (24 maggio – 8 settembre 2013).

In occasione della mostra è stato pubblicato un catalogo trilingue (inglese, svedese, finlandese) edito da Pro Artibus, contenente i saggi della curatrice Lorella Scacco, di Catrin Lundqvist, curatore al Moderna Museet di Stoccolma, e di Chiara Agnello, direttrice artistica di Careof DOCVA.

 

---

Lorella Scacco, critica d'arte, giornalista e curatore indipendente. Laureata in storia dell'Arte contemporanea ed estetica, ha condotto numerosi seminari e tenuto lectures in Università, Accademie e Fondazioni in Italia e all'estero. Dal 2004 è membro di SIE, Società Italiana estetica. É esperta di arte contemporanea dei paesi Nordici e di New media art. Scrive per riviste specializzate ed è autrice di Estetica mediale. Da Jean Baudrillard a Derrick de Kerckhove, Guerini, 2004, e Northwave. A Survey of Video Art in Nordic Countries, Silvana Editoriale, 2009.

Selezione curatela mostre. 2010: Marian Heyerdahl, Castello Sforzesco, Milano. 2008: The Hot Season–Italian Art Now, Stenersen Museum, Oslo. 2007: Mobile Journey, 52 Biennale di Venezia, Venezia. 2006: Artext, La Triennale, Milano. [ www.lorellascacco.it ]

 

Careof è un centro per l'arte contemporanea, che dal 1987 a Milano promuove con passione la sperimentazione culturale in tutte le sue forme, in particolare il lavoro dei giovani artisti. Careof si pone come interlocutore privilegiato fra artisti, curatori, critici e pubblico non specializzato, attraverso un intenso programma espositivo e didattico, servizi di documentazione sulle arti visive organizzati presso il DOCVA Documentation Center for Visual Arts e il programma di residenze per creativi FDV Residency Program. 
Grazie all'interesse per la ricerca video, Careof ha accumulato un importante patrimonio, fulcro nevralgico di molte delle attività organizzate. Archiviovideo.it è il database online che raccoglie le oltre 6000 opere d'artista e le documentazioni conservate in Archivio DOCVA.
Careof, il DOCVA e FDV Residency hanno sede presso la Fabbrica del Vapore di Milano, importante esempio di archeologia industriale.


 

Careof DOCVA

Fabbrica del Vapore, via Procaccini 4, 20154 Milano
+39 02 3315800 careof@careof.org

www.careof.org www.docva.org www.fdvresidencyprogram.org

giovedì 29 agosto 2013

Cardinal Carlo Maria Martini - Documentario Festival Cinema Venezia - Istituto Europa Asia


Il Presidente di Assoedilizia e dell'Istituto Europa Asia Achille Colombo Clerici: "E' nella storia di Milano."

UN FILM, PRESENTATO OGGI ALLA MOSTRA DI VENEZIA, E UN LIBRO PER RICORDARLO   


"Nel corso degli anni, ho avuto il privilegio di poterlo incontrare in parecchie occasioni e di conoscerlo, credo in modo più autentico, al di là di una modalità superficiale e casuale. Mi ha nominato, nei primi anni ottanta, componente il Consiglio Pastorale della Diocesi di Milano e per un lustro si sono susseguiti numerosissime riunioni del Consiglio  – ai quali non mancava mai di par-tecipare, nonostante i suoi vasti impegni.

Colombo Clerici con card. Martini
Ricevuta la lettera di nomina, ebbi modo di esprimere la mia soddisfazione ad alcuni prelati della Curia di Milano: "Nel rivolgersi al Cardinale per l'accettazione – mi raccomandarono – non enfatizzi la cosa. Sua Eminenza non ama la cerimoniosità".

Così Achille Colombo Clerici, presidente di Assoedilizia e dell'Istituto Europa Asia, ricorda Carlo Maria Martini a un anno dalla scomparsa.

Ed aggiunge: "Martini è nella storia di Milano e la sua figura si pone allo stesso livello  di quella di altri illustri predecessori. In ventitrè anni di guida morale e spirituale, e non solo, della più grande diocesi del mondo si era conquistata la stima profonda, la sincera ammirazione e il grande affetto di credenti e non credenti".

Numerose le iniziative che si incentrano sul film documentario presentato ufficialmente oggi al Festival di Venezia presso lo spazio della Fondazione Ente dello Spettacolo, da Monsignor Dario Viganò del Centro Televisivo Vaticano insieme al direttore di Famiglia Cristiana, al capo redattore del Corriere della Sera e al regista Salvatore Nocita. Per quanto riguarda la proiezione in Diocesi di Milano, avverrà nel mese di ottobre.

Il volume Il silenzio della parola e il dvd Un uomo di Dio, distribuiti con il Corriere della Sera e Famiglia Cristiana,  offrono uno sguardo inedito ed emozionante sulla figura del Cardinale Martini.

Nel libro don Damiano Modena testimonia la lotta del Cardinale contro la malattia e gli ultimi incontri della sua vita, compresi quelli con Benedetto XVI.

Proprio al Pontefice, Martini consegnò un documento sui mali della Chiesa, documento  mai visto prima di ora.

Nato a Torino il 15 febbraio del 1927, Martini conseguì il dottorato in Teologia Fondamentale presso la Pontificia Università Gregoriana, di cui fu rettore nel 1978. l'anno successivo, il  29 dicembre 1979, divenne Arcivescovo di Milano. Carica che mantenne fino al1'11 luglio 2002, quando si ritirò a Gerusalemme.

Sono tanti anche gli spunti di riflessione offerti dal film-documentario: la «Cattedra dei non credenti», l'apertura all'lslam, il dialogo con l'ebraismo; ma anche il primato della Parola di Dio, in cui trovare le risposte per affrontare la quotidianità. Durante gli anni del suo mandato poi trattò a fondo i temi del lavoro, della giustizia e della solidarietà. 

mercoledì 28 agosto 2013

A Milano si toccano le stelle in Braille




TOCCANDO LE STELLE
mostra personale di Daniele Bursich
a cura di Enzo Bollani
giovedì 5 settembre 2013, ore 19 | live performance
giovedì 12 settembre 2013, ore 19 | vernissage
giovedì 26 settembre 2013, ore 19 | finissage
Musée du Croco (via privata Cascia 6 – Milano)


L'amor che move il sole e l'altre stelle
Chi ha detto che a Milano non si vedono le stelle? Al Musée du Croco di via privata Cascia 6 il cielo meneghino si illumina di astri, immortalati e raffigurati dall'estro dell'artista Daniele Bursich. L'esposizione gioca sull'interazione dei sensi, fissando sulla tela il concetto della sinestesia: le 6 tele propongono un'esplorazione tattile-visiva sull'incanto delle costellazioni, rivolta anche ad un pubblico di non vedenti mediante l'inserimento di segni e parole in codice Braille. Le opere sono realizzate mediante colate di smalto lucido puro, che essiccato dona un aspetto semi-lucido, quasi speculare.

Ad aprire il mese espositivo, giovedì 5 settembre 2013 alle ore 19 Daniele Bursich si esibirà in una performance dal vivo, realizzando la settima opera della collezione Toccando le stelle. L'evento di inaugurazione, pubblico e gratuito, si terrà giovedì 12 settembre 2013 alle ore 19 con visite guidate anche per non vedenti. Le iniziative sono accompagnate dalla degustazione proposta dalla cantina Le Due Querce e dalla selezione musicale di Mehmet Gurkan.


"Vedo le mie tele come la rappresentazione del mondo di un non vedente. Toccando le stelle nasce dal desiderio di raccontare anche ai non vedenti l'emozione di contemplare il cielo stellato, la cui origine si perde nella notte dei tempi, cercando di scorgerne le costellazioni, punto di incontro tra lo spettacolo offerto dalla natura e l'invenzione umana.
Inserendo emisfere di plastica nel tessuto della tela, si rievoca da un lato la presenza degli astri nel cielo e dall'altro il processo di scrittura in Braille. Allo stesso modo, gettando guide in rilievo tra un punto e l'altro, le derivanti costellazioni sono percepibili attraverso il tatto anche dai visitatori non vedenti, in grado quindi di ricrearne una mappa mentale.
E' proprio studiando il codice di Braille che ho capito che esiste un altro modo di vedere, che non conosciamo, che non capiamo, una vista mentale oltre la vista sensoriale.
"

Daniele Bursich, già writer vigevanese, dal 2009 realizza opere fruibili anche al pubblico non vedente, utilizzando sia il codice Braille sia il rilievo materico, ottenuto anche attraverso il riuso di vari oggetti.
Avendo partecipato ad esposizioni e manifestazioni culturali nella zona di Pavia, nel 2010 vince il contest G-Shock World Tour e negli anni successivi partecipa come illustratore alle iniziative organizzate in seno al Fuori Salone di Milano. Nel 2012 realizza una personale con la collaborazione dell'Istituto dei Ciechi di Milano in occasione del ritrovo annuale dei Delegati regionali. Di recente, ha collaborato con la Galleria Studio d'Ars di Milano e ha partecipato alla  Stroke Urban Fair di Monaco di Baviera.


Musée du Croco è uno spazio polivalente inaugurato nel 2012 da Enzo Bollani a partire da un'idea di Lucio Dalla. Situato nello scenario avanguardista di via privata Cascia 6 (Milano), ospita artisti emergenti e idee innovative.



Opera Pia Sella - Annuale Festa a Borgo Sella - Cultura e tradizioni storiche del Biellese -


FESTA ANNUALE DEL BORGO SELLA


Si tiene domenica prossima 1 settembre l'annuale Festa del Borgo Sella, nel Biellese, che vede riunirsi, su iniziativa del presidente Nicolò Sella di Monteluce, esponenti della borghesia, dell'aristocrazia, dell'imprenditoria tra i quali il presidente di Assoedilizia e dell'Istituto Europa Asia Achille Colombo Clerici. Questo il programma:

ore 16,00 – visita al Parco di Palazzo Sella e alle Collezioni dell'Opera Pia - ore 17,00 Santa Messa presso l'Oratorio - ore 17,45 spettacolo "Nuovo Hotel Novecento, Musica e Parole attraverso le stanze dell'arte" a cura di Storie di Piazza. Protagonisti   

Simona Colonna, musicista e cantante; Manuela Tamietti,  attrice e regista; Laura Rossi,  scenografia e costume; Maurizio Grosso, audio, luci, elaborazioni immagini e proiezioni - ore 19,00, rinfresco nei locali dell'Opera Pia.

L'Opera Pia Sella fu fondata come scuola elementare nel 1799 da don Maurizio Pio Sella.
Oggi la sua missione è di testimoniare e portare nel presente gli intenti educativi, sociali e culturali della Famiglia Sella.

Il fondatore don Maurizio Pio Sella era superiore dell'Ordine delle Missioni (1745-1827), quando alla chiusura e confisca napoleonica dei beni ecclesiali ritorna al palazzo avito a Sella di Mosso (Biella) per proseguire la sua attività di educatore e vi apre una scuola- collegio -convitto.

Nel 1815 ne edifica la nuova sede, approvata poi dal Magistrato degli Studi il 21 luglio 1824.


L'istituzione assume la forma giuridica di Opera Pia alla sua morte, quando la lascia sua erede universale.

Viene successivamente arricchita da altri lasciti della famiglia, fra cui l'Oratorio seicentesco antistante il palazzo
(lo statuto prevedeva sin dall'inizio un cappellano, con ufficiatura quotidiana per le scolaresche), reliquie, quadri e addobbi.

Nel 1853 sorgono l'asilo infantile e la scuola femminile gestiti dalle Suore Rosminiane, e diventa così uno dei primi ginnasi italiani a fornire istruzione femminile.


Viene eretta Ente morale il 30 agosto 1863.

Le sue aule, che hanno visto molti dei protagonisti della nascente industria biellese assieme a giovani membri della famiglia del fondatore, tra i quali il nipote Quintino, chiudono nel 1986 per mancanza di alunni.


Da allora la Opera Pia ha sviluppato attività riguardanti cultura, documentazione, aggregazione di giovani,
e ha pubblicato diversi volumi riguardanti la sua storia.

Ha restaurato ed esposto nei suoi locali la collezione degli oltre seimila reperti minerali di Quintino Sella,
di proprietà dell'ITIS di Biella.
Offre sede permanente alle mostre "Nati a Mosso" e "Le scuole di Mosso".

Svolge nella sua sede concerti, mostre di arti figurative, rassegne annuali di poesia, concorsi artistici periodici
per giovanissimi.

È anche la sede della Pia Istituzione medico Sella, fondata nel 1854, erede universale del medico filantropo Bartolomeo Sella. Nel 2003 prende il nome di Opera Pia Sella.

Happy Hour gratuito!


Per festeggiare il 3° anno di attività, Milano Business Center è lieto di invitarvi all’Happy Hour gratuito che si terrà giovedì 5 settembre alle ore 18.30, in via Mauro Macchi 8 a Milano

Potrete visitare i nostri uffici rinnovati e scoprire numerose novità!

Milano Business Center è un moderno centro uffici situato in un palazzo storico a due passi dalla Stazione Centrale di Milano.
Offre uffici temporanei, sale riunioni ed aule formazione a noleggio per brevi o lunghi periodi, con soluzioni personalizzate e flessibili a partire da 60 euro al giorno.
Tutti gli spazi di Milano Business Center hanno finiture di pregio e sono dotati delle più moderne tecnologie: impianto di riscaldamento e climatizzazione autonomi, centralino telefonico in selezione passante, router di ultima generazione, filodiffusione, connessione WiFi.

http://www.milanobusinesscenter.it

martedì 27 agosto 2013

Offerta speciale: 250 biglietti da visita + timbro a 3,49 euro

Espandi la tua rete di contatti con 2 prodotti a soli 3,49 €
PER LA TUA ATTIVITÁ
Clicca qui
Scegli i tui design
Affrettati, oggi la consegna è scontata!
.
Le nostre offerte sono da intendersi IVA inclusa. La spedizione, le opzioni avanzate selezionate e il caricamento di file non inclusi se non specificato altrimenti. Non valide per acquisti anteriori. Visita il nostro sito per ulteriori informazioni.
Ti offriamo servizi online e prodotti di qualità stampati a colori ai prezzi
più bassi del mercato.
.
..
I tuoi dati sono protetti dalla crittografia SSL a 128 bit..
Ti preghiamo di tener presente che le e-mail inviate in risposta a questo messaggio andranno perse. Se desideri contattarci, visita il nostro sito web.

Se non vedi il messaggio, puoi usare questo link.

Per revocare l'iscrizione alla lista di www.corrieredelweb.it, cancellati qui.

Mail-Maker

Clochard al ristorante serviti da volti noti: pranzo di solidarietà mercoledì 4 settembre

Milano, 27 agosto 2013 – Un pranzo di solidarietà per e con 150 senzatetto, che verranno ospitati in un noto ristorante di lusso di Milano, il "13 giugno" di Via Goldoni 44, grazie alla generosità del suo proprietario: lo organizzano i City Angels mercoledì 4 settembre.

Nell'occasione i clochard verranno serviti a tavola da alcuni volti noti, personaggi sensibili al sociale e amici dei City Angels, che indosseranno la pettorina dei City Angels: l'On. Michela Vittoria Brambilla, leader animalista; gli assessori comunali Pierfrancesco Majorino (Servizi sociali) e Pierfrancesco Maran (Trasporti); gli assessori provinciali Stefano Bolognini (Sicurezza), Franco De Angelis (Territorio) e Massimo Pagani (Servizi sociali); i testimonial dei City Angels Stefano Chiodaroli (cabarettista), Alberto Fortis (cantautore) e Ivana Spagna (cantante); l'economista Marco Vitale; lo stilista Elio Fiorucci; il Procuratore aggiunto del Tribunale di Milano, Alberto Nobili; direttori del Giorno, Giancarlo Mazzuca, e di Affaritaliani.it, Angelo Maria Perrino; il gastronomo e conduttore televisivo Edoardo Raspelli; gli imprenditori Arturo Artom, Gabriella Magnoni Dompé e Fabrizio Labanti; la Console generale dell'Equador, Narcisa Valencia Soria; il comico Enrico Beruschi; il presentatore Cesare Cadeo; la grafologa Candida Livatino; il medico chirurgo Dvora Ancona; la madrina dei City Angels, Daniela Javarone; e il presidente onorario dei City Angels, Giancarlo Giavardi.

Sarà anche un momento di fratellanza tra etnie e religioni diverse, sotto il segno della comune solidarietà verso gli ultimi. Infatti serviranno il pranzo anche Mons. Franco Buzzi, Prefetto della Biblioteca Ambrosiana; Davide Piccardo, Coordinatore del Coordinamento delle Associazioni islamiche di Milano; l'Imam Abdellah Tchina; e il rappresentante della Comunità ebraica, Yitzchak Dees. Durante il pranzo suonerà e canterà il coro della Sinagoga Lev Chadash.

Nell'occasione Mario Furlan, fondatore dei City Angels, farà il punto della situazione dei senza fissa dimora sulle strade di Milano dopo l'estate.


Per maggiori informazioni: www.cityangels.it


lunedì 26 agosto 2013

Officina Salute Onlus alla scoperta dei quartieri milanesi. Evento benefico alla Palazzina Liberty.


Officina Salute Onlus organizza alla Palazzina Liberty, domenica 8 settembre (ore 10 - 20)  - una iniziativa pubblica a sostegno del suo progetto di apertura dei "Punti Officina" in più quartieri della città.

 

L'associazione ha l'obiettivo  di migliorare la qualità della vita di persone colpite da malattie, stati fisiologici  o eventi che determinano una condizione di disagio  psichico, fisico, affettivo e sociale promuovendo l'utilizzo di terapie espressive, psicomotorie e di counselling che hanno dato risultati soddisfacenti attestati sia dal punto di vista strettamente medico che dal punto di vista dell' impatto che queste terapie hanno sulla vita quotidiana del malato.

 

L'iniziativa, con il patrocinio del Comune di Milano, è occasione per dire ai milanesi che non si deve essere "Mai soli": Officina Salute non ha una sede sola dove recarsi ma si propone di  essere dove occorre,  adattandosi alle esigenze dei residenti.

 

Il Presidente dell'Associazione, dott.ssa Francesca Mancini,  sostiene: "Abbiamo a cuore le persone e la loro salute, non le malattie! Non siete soli, perché noi vi veniamo incontro".

 

Molte le attività ludiche e divulgative aperte a tutti e previste nella giornata di domenica, adatte ad ogni fascia d'età:  laboratori di cucina e di cake design (Cris4cakes); degustazione vini (Hic Enoteche); workshop di composizioni floreali; sfide al calcio balilla grazie all'Associazione Sportiva Milano Calcio Balilla. Non mancheranno stand in cui verrà proposto artigianato di qualità: Giulia Calisi con borse e collane in pvc; Altalen con cappelli d'artigianato lavorati a mano; la Libreria Malafarina che è la prima e unica libreria di cultura gastronomica; Sara Spadoni Collections con abiti artigianali; Il Mondo di Annie con abbigliamento per bambini.

Nel pomeriggio dalle ore 17.30 parole, musica, notizie dai vari quartieri di Milano: un viaggio virtuale attraverso alcune zone di Milano con la giornalista Lina Sotis e il baritono Lorenzo Castelluccio. 

Conduce "la passeggiata" Francesca Mineo giornalista e consulente per organizzazioni non profit, che incontrerà lungo il percorso Ermanno Accardi autore di "Milano Meravigliosa", Marco Mangiarotti giornalista e critico musicale, l'attore Jerry Galasso, Giulio Calegari architetto e docente presso l'Accademia delle Belle Arti di Brera e l'artista Francesco Marelli, Luigi Bona direttore del Museo del Fumetto, l'Antica Farmacia di Brera.

Per concludere, un aperitivo con i vini di Hic Enoteche e tante prelibatezze da gustare offerte da Panta Rei, il tutto accompagnato dalla musica di Stefano Corradi e gli Xilo Ensemble. Sarà presente per l'intera giornata il fotografo Fredi Marcarini.

 

Il ricavato della giornata sarà utilizzato per l'apertura di un Punto Officina in Zona 4.

 

Altri dettagli sul sito www.officinasalute.it e sulla pagina facebook di Officina Salute

sabato 24 agosto 2013

Classifica UE Competitivita' Regioni Europee - Italia scivola al 128 posto della Lombardia


Dichiarazione di Achille Colombo Clerici presidente di Assoedilizia:

''E' la perdita di competitivita' della Lombardia-motore economico e sociale d'Italia a far perdere posti al nostro Paese nella classifica UE delle Regioni piu' competitive del Continente.

E la Lombardia perde competitivita' penalizzata dalla disfunzione del sistema Italia: un cane che si morde la coda, dunque.

Se guardiamo a quelli che ritengo essere i 5 pilastri della competitivita' a livello internazionale ( 2 a scala locale, l'ambiente e le infrastrutture, e 3 nazionale, la burocrazia, il fisco, la giustizia ) possiamo constatare che la Lombardia ha perso terreno relativamente ai primi due - ricordiamo la scarsa attenzione al collegamento ferroviario svizzero AlpTransit, ma si tratta anche qui di una scelta nazionale  - e l'Italia agli altri tre.

Risultato complessivo e' che anche in Lombardia (regione leader in Italia sotto tale profilo) abbiamo assistito, negli ultimi due/tre anni ad un calo verticale degli IDE (Investimenti Diretti Esteri ), indicatore questo assai eloquente della attrattivita'/competitivita' del territorio''. 


--
Redazione del CorrieredelWeb.it


venerdì 23 agosto 2013

Calcio: prezzo bloccato per un anno


Se non vedi il messaggio, puoi usare questo link.

Mail-Maker

Gli indirizzi e-mail presenti nel nostro archivio provengono da elenchi e servizi di pubblico dominio pubblicati in Internet o da richieste di iscrizioni pervenute al nostro recapito web.
Qualora non desideriate ricevere in futuro comunicazioni dalla ditta scrivente, potete inviare un messaggio di posta elettronica all'indirizzo mittente con oggetto RIMUOVI o Cliccate qui per richiedere la CANCELLAZIONE dalla mailing list di www.corrieredelweb.it.

giovedì 22 agosto 2013

Riforma catasto - Revisione Catastale per microzone - Istruttiva vicenda - Illuminante il caso di Milano con le sue disparita' e sperequazioni.


        A s s o e d i l i z i a

Dichiarazioni del Presidente di Assoedilizia Achille Colombo Clerici:


« Per capire come funziona il Catasto,  basta riandare alla vicenda della revisione per microzone attuata in forza della legge 311/2004 art. 1 comma. 335, laddove beninteso essa e' stata applicata.


E' proprio osservando le modalita' e la tempistica con le quali il medesimo procedimento catastale di carattere generale, attuativo della revisione per microzone ( basato dunque sulla medesima legge ), ha prodotto effetti di disparita' nei confronti dei singoli contribuenti, che si ha l'idea di quante distorsioni e quante iniquita' possano generarsi a carico dei diversi contribuenti.


Ricordiamo incidentalmente che quella legge prevedeva che, ricorrendo certe condizioni di incremento dei valori immobiliari nelle diverse microzone del proprio territorio,  il Comune potesse decidere facoltativamente di autorizzare l'Agenzia del territorio ( alias Catasto ) a procedere alla revisione generale catastale.

A parte la discrezionalita' del procedimento ( solo 17 Comuni in Italia han fatto ricorso alla procedura e Roma stava accingendosi a farlo quando e'  intervenuta la prospettiva della riforma catastale.... ) , l'arbitrarieta' della soglia di incremento dei valori legittimante la scelta comunale, l'impossibilita' di applicare la norma nei comuni con un'unica microzona, rivalutazioni di rendite recentissimamente attribuite o gia' aggiornate ; ragioni tutte che gia' giustificherebbero  un giudizio piu' che negativo sulla legittimita' dell'operazione.

Ma quel che si vuol rilevare e' il fatto che, a Milano per esempio, quando si e' arrivati alla fase conclusiva di tutto il procedimento, dovendo lo stesso sfociare in un avviso di accertamento da notificarsi ai singoli interessati, l'Agenzia del territorio non ha proceduto a contestuali notificazioni, in modo che tutti gli interessati fossero parificati ai fini degli effetti giuridici ( in alcuni casi, addirittura, son state effettuate variazioni, con attribuzione di nuove rendite, senza le conseguenti necessarie notificazioni di accertamento ) .

Ma ha compiuto delle notifiche per tranches.

Ad alcuni ha notificato gli accertamenti entro il 31 dicembre del 2008, ad altri entro il 31 dicembre del 2009.

La cosa non e' affatto irrilevante: giacche' i primi han cominciato a pagare l'Ici maggiorata gia' dal 2009, mentre gli altri han cominciato a pagarla dal 2010 (  dovendosi far riferimento, ai fini impositivi, alle rendite notificate entro il 31 dicembre dell'anno prima).

E pensare che si si trattava di contribuenti che si trovavano nelle medesime condizioni di legge.

Ma i primi han dovuto anche pagare maggiori imposte in sede di successione, di donazione, di trasferimento dell'immobile ed ai fini Irpef gia' da un anno prima.

Poi sono arrivati i coefficienti moltiplicatori delle rendite, introdotti dal Governo Monti per far pagare i titolari di rendite remote e non congrue, attribuite nel 1939 e nell'immediato secondo Dopoguerra; e ovviamente ( ma non troppo! ) si son dovuti applicare alle nuove rendite ex revisione per microzone, attribuite l'altro ieri.

Con questi esempi sotto gli occhi, come si fa a fidarsi delle promesse di verifica dell'invarianza del gettito e di abbassamento delle aliquote ?

Che dire in conclusione ?

- Che se questo e' il funzionamento del procedimento catastale, non c'e' da stare allegri pensando che la riforma dovra' esser attuata nei confronti di  60 milioni di immobili e nel corso degli anni funzionera' meglio dove ci saranno uffici e comuni piu' efficienti.

I primi contribuenti che arriveranno al pettine ne faranno le spese: e saranno stritolati.

Ma poi, con gli effetti della riforma dilazionati negli anni per "tranches", come e quando si potra' mai fare la verifica della invarianza del gettito ai fini della riduzione delle aliquote ?

- E che soprattutto il meccanismo di difesa del contribuente, davanti alla macchina ed all'apparato pubblico, in questa materia presenta aspetti da "processo kafkiano".

Ma su questo aspetto rimandiamo ad un prossimo appuntamento. »


--
Redazione del CorrieredelWeb.it


Milano Mercatini: è boom. Leotron, con Mercatopoli e Baby Bazar, conferma il dato della Camera di commercio di Milano



Leotron.com

------------------------------------------------------------------------------------------------


È BOOM DI NEGOZI DELL'USATO E LEOTRON, CON I MARCHI MERCATOPOLI E BABY BAZAR SUPERA I 150 PUNTI VENDITA

Uno studio della Camera di Commercio di Milano conferma che questo è l'anno dei negozi dell'usato, dai generalisti come Mercatopoli ai più specializzati come Baby Bazar. 3.283 esercizi e una crescita del 14.2%. Leotron sas, detentrice dei marchi Mercatopoli e Baby Bazar, conferma il dato, attestandosi come uno dei maggiori franchising del settore con oltre 150 punti vendita in Italia.

---------------------------------------------------------------------------------------------------


Convention2013
Un recente studio della Camera di Commercio di Milano riporta i dati di crescita del settore dell'usato, che ha visto un incremento delle attività del 14.2%. I marchi Mercatopoli e Baby Bazar, che si occupano rispettivamente di mercatini dell'usato generalisti e di negozi del riuso dedicati all'infanzia, a cui fa capo la società Leotron sas, confermano il dato di cresci ta superando, in occasione del 25° anniversario, i 150 punti vendita nel nostro Paese.

"Il mercato dell'usato ha risentito positivamente della crisi economica" dice Alessandro Giuliani, direttore tecnico del network" ma non si pensi alla crescita del settore per cause di necessità pura. È il mercato che sta cambiando e le persone stanno diventando sempre più attente ai consumi, in un'ottica - certo - di risparmio, ma molto più consapevole di quanto si pensi." La crisi ha portato le persone ha lasciare, via via, uno stile di vita consumistico che aveva finora inglobato gli usi e i costumi della nostra società. Internet ha aperto nuovi canali di comunicazione e il mercato dell'usato se ne è avvalso per aumentare gli scambi. Il consumatore attento, oggi, sa che può trovare il prezzo migliore di ciò che gli interessa vagliando diverse opportunità, anche quella offerta dai mercatini.

Mercatopoli nasce nel 2002, come marchio specializzato nel settore del riuso. Sorto da una branca di Leotron sas, società di software che ha visto nello sviluppo di applicativi per il settore dell'usato il suo core business, Mercatopoli si è avvalso del know how sviluppato da Alessandro Giuliani per rivedere il concetto di usato e proporre un mercatino che vuole essere l'evoluzione del settore stesso. A oggi abbiamo registrato un aumento di fatturato - su base annua - dell'8,38% rilevando un campione statistico di punti vendita con più di tre anni di vita e quindi depurati dai risultati ottenuti con nuove aperture o nel periodo di start-up dei negozi.

Baby Bazar nasce invece nel 2005. L'idea è venuta ad Alessandro Giuliani guardando alle famiglie e alle case sempre più piccole in cui si trovano a vivere. Quando arriva un figlio, la mole di abbigliamento, attrezzature, giochi e altri necessaire che si accumulano nelle abitazioni diventa spesso ingestibile. Il passaggio tra fratelli o tra nipoti avviene sempre, ma perché non poterlo fare anche tra altre famiglie, magari guadagnando un pochino? Se si pensa al tempo in cui vengono mantenute le cose dei bimbi, dato il loro rapido sviluppo, si capiscono immediatamente le potenzialità del settore. Ed è così che Baby bazar sposa il riuso come concetto ecologico per abbattere gli sprechi e come concetto pratico per dare un po' di respiro alle famiglie. I negozi del marchio, prendendo sempre a esempio la campionatura tipo selezionata per Mercatopoli, hanno registrato un incremento addirittura del 21,01% su base annua.

Leotron, che accompagna i punti vendita dalla scelta del giusto spazio espositivo, ha sviluppato una serie di strumenti importanti che agevolano il punto vendita nella gestione quotidiana del negozio ma anche nella comunicazione e nel marketing. La software house sviluppa costantemente nuovi prodotti per aiutare i propri affiliati e diffondere la conoscenza delle possibilità che l'usato offre. È così che i clienti, grazie alla card, alla vetrina virtuale e al servizio di alert, possono monitorare le proprie vendite, controllare gli oggetti disponibili e attivare degli avvisi quando vengono caricate merci di proprio interesse. Il tutto in un'ottica di trasparenza e fiducia che il cliente deve provare quando si approccia a Mercatopoli e Baby Bazar.

In 11 anni di attività diretta, senza considerare i 25 anni di software distribuiti, Alessandro Giuliani può contare oltre 150 punti vendita in Italia e afferma che "lo sviluppo, soprattutto di tipo qualitativo, continuerà".

L'obiettivo della società, oggi, è quello di diffondere il concetto di riuso facendosi forza sulle direttive europee relative al riciclo e sullo svecchiamento dell'idea che ha sempre ruotato intorno all'usato in Italia. Mentre infatti in Europa ormai l'usato è quotidiano, in Italia ci sono ancora delle resistenze ad avvicinarsi a questo settore, seppur sia esso in crescita. I più, si registra, per un'idea di vecchio, sporco, rotto e impolverato che questo mondo ha creato intorno a sé negli anni, grazie ad operatori non proprio virtuosi.

Oggi i mercatini, almeno nel caso di Mercatopoli e Baby Bazar, hanno superato questi limiti e sono diventati veri e propri negozi, con spazi aperti e luminosi, dove la merce viene selezionata con grande attenzione e dove spesso, una volta entrati una prima volta, difficilmente non viene la voglia di tornarci.

Alessandro Giuliani conclude con una riflessione "D'altro canto, se ci pensiamo bene, l'usato è davvero con noi tutti i giorni: quando andiamo a bere un caffè al bar, infatti, come mai non pensiamo al fatto che la tazzina in cui lo beviamo è stata usata molte altre volte prima di arrivare a noi?".

 

 



Leotron.com 


--
Redazione del CorrieredelWeb.it


lunedì 19 agosto 2013

Realizza i sogni di un bambino!

Adotta un bambino a distanza e realizzerai i suoi sogni!

Se non vedi il messaggio, puoi usare questo link.

Per revocare l'iscrizione alla lista di www.corrieredelweb.it, cancellati qui.

Mail-Maker

martedì 13 agosto 2013

Presenze d'agosto: abitanti nelle Citta', Record - Cescat Assoedilizia


A  S  S  O  E  D  I  L  I  Z  I  A

 CESCAT-Centro Studi Casa Ambiente e Territorio

Ricerca del CESCAT-Centro Studi Casa Ambiente e Territorio di Assoedilizia, sulle presenze di abitanti in agosto a Milano, Torino, Genova, nella conurbazione Verona-Vicenza-Padova, a Bologna, Firenze, Roma, Napoli, Bari, Palermo


DAGLI ANNI '60 RECORD DI PRESENZE A MILANO E NELLE CITTA'
 

Anche alla vigilia di Ferragosto Milano è viva.
Negozi ed esercizi pubblici aperti, e più abitanti, quasi 800.000 la media mensile di presenze.

Il record, per la citta' di Milano, e' in termini relativi e proporzionali, poiche' negli anni '70 la popolazione era di 1.750 mila abitanti: quasi 400 mila in piu' degli attuali.

Piu' numerosi i turisti stranieri.


Dati analoghi in tutte le grandi città che Cescat-Assoedilizia ha preso in esame.

Un record dagli anni '60, inizio delle vacanze di massa concentrate in agosto per la chiusura contemporanea delle grandi fabbriche.

Si conferma così un trend in corso da tempo, che vede le grandi città, soprattutto del Nord – cui il CESCAT ha aggiunto la conurbazione Verona-Vicenza-Padova - allinearsi rapidamente alle consuetudini agostane delle metropoli europee.

Altro importante fattore delle più numerose presenze in città in agosto è la crisi, che ha obbligato un certo numero di persone a non andare in vacanza.

Ecco le presenze previste per l'intero agosto (media tra i diversi periodi del mese).
 
 

Milano
780.000


Torino
600.000


Genova
430.000


Conurbazione VR-VC-PD
360.000


Bologna
230.000


Firenze
240.000


Roma*
1.850.000


Napoli*
920.000

Bari*
275.000

Palermo*
620.000


* Città con un pendolarismo per vacanze fuori porta più alto della media nazionale. 

Gli abitanti sono meno portati alle vacanze tradizionali con pernottamenti al di fuori del luogo di residenza.




--
Redazione del CorrieredelWeb.it


Presenze d'agosto: abitanti nelle Citta', Record - Cescat Assoedilizia


A  S  S  O  E  D  I  L  I  Z  I  A

 CESCAT-Centro Studi Casa Ambiente e Territorio

Ricerca del CESCAT-Centro Studi Casa Ambiente e Territorio di Assoedilizia, sulle presenze di abitanti in agosto a Milano, Torino, Genova, nella conurbazione Verona-Vicenza-Padova, a Bologna, Firenze, Roma, Napoli, Bari, Palermo


DAGLI ANNI '60 RECORD DI PRESENZE A MILANO E NELLE CITTA'
 

Anche alla vigilia di Ferragosto Milano è viva.
Negozi ed esercizi pubblici aperti, e più abitanti, quasi 800.000 la media mensile di presenze.

Il record, per la citta' di Milano, e' in termini relativi e proporzionali, poiche' negli anni '70 la popolazione era di 1.750 mila abitanti: quasi 400 mila in piu' degli attuali.

Piu' numerosi i turisti stranieri.


Dati analoghi in tutte le grandi città che Cescat-Assoedilizia ha preso in esame.

Un record dagli anni '60, inizio delle vacanze di massa concentrate in agosto per la chiusura contemporanea delle grandi fabbriche.

Si conferma così un trend in corso da tempo, che vede le grandi città, soprattutto del Nord – cui il CESCAT ha aggiunto la conurbazione Verona-Vicenza-Padova - allinearsi rapidamente alle consuetudini agostane delle metropoli europee.

Altro importante fattore delle più numerose presenze in città in agosto è la crisi, che ha obbligato un certo numero di persone a non andare in vacanza.

Ecco le presenze previste per l'intero agosto (media tra i diversi periodi del mese).
 
 

Milano
780.000


Torino
600.000


Genova
430.000


Conurbazione VR-VC-PD
360.000


Bologna
230.000


Firenze
240.000


Roma*
1.850.000


Napoli*
920.000

Bari*
275.000

Palermo*
620.000


* Città con un pendolarismo per vacanze fuori porta più alto della media nazionale. 

Gli abitanti sono meno portati alle vacanze tradizionali con pernottamenti al di fuori del luogo di residenza.




--
Redazione del CorrieredelWeb.it


lunedì 12 agosto 2013

Biblioteca Ambrosiana - Prefetto Mons. Franco Buzzi: le iniziative nel mondo - IEA Istituto Europa Asia, informa


Il notevole successo dell'attività di promozione del Prefetto Mons. Franco Buzzi.


PINACOTECA AMBROSIANA, DALL' ATLANTICO AL PACIFICO


L'obiettivo di promuovere nel mondo la Pinacoteca Ambrosiana di Milano ( faro della cultura globale, come la definisce il presidente dell'Istituto Europa Asia Achille Colombo Clerici)
è stato raggiunto.

Non che l'istituzione - realizzata nel 1618 dal
fondatore cardinale Federico Borromeo per modellare al bello il gusto di una società alla ricerca di nuovi canoni, anche estetici, dopo l'epica
stagione creativa del rinascimento e in previsione delle più acute
crisi che l'avrebbero squassata – fosse misconosciuta, tutt'altro.

Ma è indubbio che la regia del Prefetto mons. Franco Buzzi ha ottenuto
risultati notevoli, come testimoniano i dati (novembre 2012-giugno
2013) raccolti dal curatore prof. Fabio Trazza con la collaborazione del Collegio dei Dottori.

Ecco le iniziative più significative che
hanno avuto eco nel mondo, senza dimenticare quelle radicate nella
città di Milano e nella Regione Lombardia.

Il radicamento rimane uno  dei tratti distintivi: il recupero di antichi reperti rinascimentali lombardi, sapientemente restaurati nella stessa Lombardia, ha  costituito l'avvio della stagione espositiva ambrosiana, chiusa poi,
proprio a Milano, con l'ultima donazione di un'opera giunta sulla scia
di Leonardo ad arricchire la celebre Pinacoteca.

Ma centrali restano due eventi che, preparati silenziosamente negli
anni, sono maturati contemporaneamente.

Dall'Università dell'Indiana-
Usa, giunge notizia di un avanzamento strepitoso di tutto il Catalogo–
Inventario dei Disegni dell'Ambrosiana, ormai quasi vicino al
completamento e alla libera disponibilità visiva per tutti.

Un sogno borromaico, si potrebbe dire.

Ma, se si considera che a gettare il seme per questo frutto fu l'Arcivescovo di Milano Montini, allora la
continuità di un'opera per la diffusione del bello nel mondo risulta evidente.

Dall'Università di Tokyo giunge poi l'altra notizia, di grande risonanza, della mostra di Leonardo e la sua cerchia, portata in
Giappone dalla Biblioteca–Pinacoteca–Accademia Ambrosiana e sostenuta
con forza ancora dall'Arcivescovo di Milano Angelo Scola.

Stampa e televisione giapponesi hanno diffuso la presenza di Leonardo a Tokyo e il pubblico non si è fatto attendere: 261.819 visitatori.

La stessa stampa italiana si è aperta a considerare l'evento degno della massima nota: per citare, tra altri, gli  articoli del Direttore della
Pinacoteca, Marco Navoni, e del Vice Prefetto dell'Ambrosiana, Pier
Francesco Fumagalli (L'Osservatore Romano).


Ma ci sono altri fatti degni di nota.

Ad esempio, la visita di una folta delegazione della stampa cinese, venuta a conoscere l'Ambrosiana, per poterne poi riferire al proprio pubblico.

E la sedicesima Mostra dei Fogli del Codice Atlantico di Leonardo, quindi
Volarte,  un gruppo di persone proprio votato a rendere ogni visita,
specie se collettiva, la più efficace possibile.



--
Redazione del CorrieredelWeb.it


Solo per te: un Home Theatre fino al 12

Se non visualizzi correttamente l'immagine clicca qui
Scegli Sky Calcio e Sky Cinema in HD!
SOLO ONLINE in regalo un Home Theatre
fino al 5/08 - APPROFITTANE!
Sei già cliente Sky?
Scopri come ricevere in regalo un Home Theatre Samsung!

Se non vedi il messaggio, puoi usare questo link.

Per revocare l'iscrizione alla lista di www.corrieredelweb.it, cancellati qui.

Mail-Maker

mercoledì 7 agosto 2013

Cosa fare se l'iPhone cade in acqua... ma vi auguriamo buon Ferragosto!

Cosa fare se l'iPhone cade in acqua


Tempo di vacanze sole e mare. Se il vostro iPhone (o smartphone o telefonino) è caduto in acqua, non perdete subito le speranze.

Non tutto è perduto, non fatevi prendere dal panico! C'è, infatti, la possibilità di salvarlo ancora, se si sa cosa fare immediatamente.

>> Segui le indicazioni sul CorrieredelWeb.it





Auguri di buon Ferragosto dalla Redazione del CorrieredelWeb.it

martedì 6 agosto 2013

Biblioteca Ambrosiana di Milano e Costantino - Newsletter : Liberta' religiosa - Istituto Europa Asia informa

La Newsletter dell'Ambrosiana sulle iniziative del XVII° Centenario dell'Editto di Costantino contiene importanti moniti

LIBERTA' RELIGIOSA NELL'OCCIDENTE DI OGGI: LIMITI E PARADOSSI

L'eccezionale ricorrenza dell'Editto di Costantino, che sancì la libertà religiosa nel mondo occidentale, è stata oggetto di una newsletter che riassume le iniziative svolte dalla Veneranda Biblioteca Ambrosiana di Milano nelle celebrazioni a più voci del XVII° Centenario dell'Editto di Milano (Direttore responsabile Franco Buzzi, Prefetto - Curatore Fabio Trazza, Giornalista, con la collaborazione del Collegio dei Dottori).

 
Il ruolo dell'Ambrosiana è stato quello di cogliere la portata di quell'evento e codificarlo in sede scientifica alla luce dei dati e delle ricerche sin qui condotte.

La Newsletter, però, non ha compiti scientifici. Si limita ad informare sui passi che si fanno per realizzare un risultato, in questo caso non solo scientifico, ma con ricadute essenziali per la comunità tutta, per i risvolti sociali e politici, religiosi e culturali.

Per offrire il contributo di studio e di raccordo tra le università, i consigli, gli enti coinvolti, la Veneranda Biblioteca ha finalizzato a questo evento l'attività scientifica di cinque delle sette classi di studio che costituiscono l'Accademia Ambrosiana.

La documentazione
che qui si raccoglie costituisce un semplice strumento divulgativo, disponibile solo in rete internet, quindi rivolto ad un pubblico potenzialmente sterminato e culturalmente eterogeneo.

Con la divulgazione e con il supporto scientifico l'Ambrosiana farà focalizzare meglio le ragioni che hanno spinto il Cardinale di Milano, Angelo Scola, a definire l'Editto di Milano "Initium libertatis", l'inizio della libertà.

Molti organi di stampa si sono interrogati su questa affermazione. Qualcuno ha immaginato fosse utile commentare il più rapidamente possibile questa definizione.

Ma non sempre le decisioni
più rapide si rivelano le più sagge.

Il rapporto che si vive nella società tra politica e religione dovrebbe
edificare la pace, ma è un rapporto ancora incandescente in ogni parte del mondo, dalle persecuzioni aperte e disumane in Oriente, alle limitazioni anche subdole in Occidente.

In ogni luogo c'è bisogno di riflessioni responsabili per diminuire il grado di fragilità che la coscienza religiosa patisce.

E non si tratta solo di luoghi geografici. Il luogo della coscienza individuale e quello del potere statale sono i luoghi concreti in cui precipita o si esalta
il bisogno umano di ricercare la verità.

La Newsletter ha la pretesa di preparare il terreno alla considerazione che alcuni elementi di libertà andrebbero rivisitati. Ad esempio, e per gli Stati: non si può procedere alla depenalizzazione, anche se graduale, di quei reati, che, connessi alla religione, offendono la civiltà di una determinata comunità, ma non hanno come corrispettivo una sanzione solo civile, sconfinando nella sanzione penale, fino alla morte del corpo?

Altro esempio, e per i singoli: non si potrebbe aver coscienza che qualche capanna di una setta o di un gruppo ateo, ha costitutivamente una diversità radicale con un edificio sacro e un tempio e, che se lo Stato ne compie l'equiparazione, produce un paradosso violento,sino alla morte dell'anima?

Semplici interrogativi, per suscitare l'attenzione e la curiosità alla lettura.                                                          

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI