Cerca nel blog

giovedì 31 marzo 2011

I designer Radice e Orlandini presentano il nuovo letto NIP/TUCK

I giovani designer presenteranno in occasione del Salone del Mobile 2011 il nuovo letto realizzato con l’utilizzo della tecnica industriale, taglia e cuci, per decorarne le linee sinuose


Radice Orlandini relizzano per Dorelan Bed il nuovo letto Nip/tuck, ovvero taglia e cuci, nome derivato dalla particolare cucitura, utilizzata solitamente per bordare i tessuti ed evitarne la sfilacciatura.
I designer hanno deciso di riprendere questo trattamento tecnico e nobilitarlo riproponendolo in chiave decorativa, infatti con la tecnica del taglia e cuci è stata disegnato il perimetro del letto per enfatizzare la sinuosità e la morbidezza delle sue linee.
La bordatura del letto può essere realizzata a contrasto o in finitura cromatica con il tessuto del letto per soddisfare differenti gusti.
Nip/Tuck, grazie al suo design ricercato e curato è un rifugio soffice, rassicurante, avvolgente e protettivo in cui rilassarsi e dormire sonni rigeneranti.
Dimensioni cm 185x210 altezza cm 85

Andrea Radice e Folco Orlandini collaborano insieme alla progettazione di diversi prodotti dallo stile fortemente personale e incisivo. Laureati al politecnico di Milano, il primo in disegno industriale, il secondo in architettura, si incontrano nello studio LUCCIO&ORLANDINI dopo varie esperienze lavorative. Nel 2008 cominciano un rapporto creativo che li porta alla realizzazione di diversi progetti per svariate aziende.

Per ulteriori informazioni:
RADICE ORLANDINI DESIGN
www.radiceorlandini.com
02 87384640
patrizia.fabretti@bluwom-milano.com

Urban Center Milano: E-COLLABORATION: IL SENSO DELLA RETE

Urban Center Milano è lieta di presentare il ciclo di incontri promossi dal Centro METID del Politecnico di Milano e APOGEO sul tema

E-COLLABORATION:
IL SENSO DELLA RETE

gli incontri si svolgeranno dalle ore 17.30 alle 19.00
presso l'Urban Center Milano - Galleria Vittorio Emanuele II

Calendario / programma scaricabile al link:
http://allegati.comune.milano.it/urbancenter/invito/2011/eCollaboration.pdf

Il primo incontro si terrà:
Martedì 5 aprile 2011 ore 17.30

Ingresso libero e fino a esaurimento posti.

Milano: (FLI-AD-GI)Insieme contro la mafia: 8 Aprile 2011

Milano 8 Aprile (FLI-AD-GI): Insieme per combattere la mafia

Venerdì 8 aprile alle ore 17 e 30 al Teatro Franco Parenti di Milano sarà presentata la conferenza "Combattiamola",iniziativa itinerante di Futuro e Libertà ,ideata dagli Onorevoli Fabio Granata e Angela Napoli, dalla componente Area Destra con FLI e dall'associazione giovanile Gioventù Italiana.La conferenza verterà sul tema della mafia trattato dal Vice Presidente della Commissione Antimafia Granata il quale sta girando tutta Italia per portare questo messaggio che finalmente possa rompere quel muro di gomma che da anni è stato costruito attorno alla piaga della mafia.La conferenza è già stata presentata a Palermo dove ha riscosso un notevole interesse da parte di tutta la cittadinanza.L'evento di Milano sarà di rilevante significato,in una città del nord dove si vede nelle amministrazioni politici indagati e truffaldini, non potevamo che intervenire con un messaggio etico,pulito e forte.Alla conferenza interverranno anche il candidato a Sindaco del Nuovo Polo per Milano Manfredi Palmieri,i candidati al Consiglio Comunale Barbara Ciabò e Carlo Montalbetti,oltre che l'Onorevole Giuseppe Valditara e l'Onorevole Bruno Tabacci,ovvero i Coordinatori Regionali di FLI e dell'UDC.La conferenza servirà per parlare di tematiche scomode per gran parte del mondo politico italiano ma non per noi che vogliamo con azioni concrete dare un nuovo volto alla politica italiana.A pochi giorni dall'inizio della campagna elettorale milanese vogliamo dare il nostro contributo politico a sostegno del Nuovo Polo per Milano.

Area Destra con FLI

Gioventù Italiana

Fuorisalone 2011: MARTEX presenta le novità per l’ufficio. Brera Design District – Via Palermo, 8 13/16 aprile 2011 - dalle 16.00 alle 23.00

Dal 13 al 16 aprile 2011, Martex sarà presente in Via Palermo 8 con alcune importanti novità per l’ufficio: le scrivanie Anyware (Design Mario Mazzer), il sistema Inattesa (Design Monica Graffeo) e le scrivanie presidenziali Kyo (Design Mario Mazzer).
In occasione del fuorisalone 2011, Martex sarà presente a Brera, storico quartiere milanese da sempre attivo nella vita culturale, artistica e commerciale della città, con originali novità per l’ufficio.

Anyware (Design Mario Mazzer), il nuovo sistema di scrivanie concepito per offrire comfort
e armonizzare l’ambiente di lavoro, verrà proposto per questa occorrenza con cromatismi inediti per lo spazio lavorativo, come il laccato opaco rosso. Il raccordo tra gamba e struttura perimetrale è l’elemento che identifica questa collezione.




Innovativa sia per la tecnologia che veicola che per l’aspetto formale, la connessione dell’acciaio profilato e dell’alluminio pressofuso ed
estruso è frutto di una ricerca tecnologica e conferisce alla struttura leggerezza ed eleganza Kyo (Design Mario Mazzer) è la collezione di scrivanie presidenziali caratterizzate dal tratto elegante e raffinato.
Le forme semplici di questo programma sono esaltate dall’uso di materiali innovativi e da finiture esclusive. Discreto eppure presente, il colore si fonde con la forza profonda delle venature del legno alternando così supe
rfici lisce a piani dove diventa protagonista la materia. Gli spessori del piano e della gamba rafforzano ed evidenziano i giochi cromatici, mentre le giunzioni a 45° caratterizzano la collezione.

Inattesa (Design Monica Graffeo) è il sistema di imbottiti modulari e free standing pensati per rendere accoglienti gli spazi pubblici e privati. Lo spirito di Inattesa è un misto di informalità e classicità, rassicurante e stimolante al tempo stesso.

La collezione comprende anche accessori come tavolini e portariviste con aggancio ad innesto che fissano gli elementi imbottiti uno all’altro, oppure tavolini da collocare liberamente tra gli imbottiti. I divani, esposti in occasione del fuorisalone, sono dotati di schienali particolarmente alti in grado di creare degli ambienti “privati” in cui poter parlare senza essere disturbati dai rumori dell’ambiente.



Per ulteriori informazioni:

MARTEX
www.martex.it
Tel: 0434 624056

patrizia.fabretti@bluwom-milano.com

mercoledì 30 marzo 2011

Il profumo d'autore incontra l'ambiente: intervento di M&M Fragrances alla tavola rotonda ad Esxence

Milano - Palazzo della Permanente - giovedì 31 marzo h. 11.00

Marco Maffei, fondatore di M&M Fragrances, l’atelier del profumo milanese sarà relatore alla tavola rotonda Il profumo d'autore incontra l'ambiente: la domanda di materie prime biologiche – Un'opportunità per l'agricoltura sostenibile?, in programma giovedì 31 marzo h. 11.00 ad Esxence, – The Scent of Excellence, l’evento dedicato alla profumeria artistica e di nicchia in corso fino al 3 aprile presso il Palazzo della Permanente di Milano.

L’incontro, dedicato agli operatori del settore, sarà moderato da Antonio Cianciullo (La Repubblica), e vedrà la partecipazione attiva di altri esperti in ambito di profumeria ed eco sostenibilità. L’intervento di Marco Maffei porterà l’expertise di M&M Fragrances, forte di oltre trent’anni di esperienza in Italia e all’estero, di fronte al un pubblico di opinion leader che presenzierà all’evento dedicato alla profumeria di alta gamma.

M&M Fragrances, fondata nel 2005, è il primo ATELIER della profumeria in Italia, dove tutto viene creato su misura, con una forte attenzione alla qualità dei materiali impiegati. L’azienda è infatti tra le prime in Italia ad offrire la certificazione Ecocert, un ente francese operante in tutta Europa che ammette solo le materie prime di origine certificata biologica. In tal modo l’azienda può assicurare lo sviluppo e la realizzazione di fragranze naturali, nel rispetto dell’ambiente e della persona.

La partecipazione ad Esxence consolida il ruolo di M&M Fragrances nel panorama dei principali produttori di essenze italiani, grazie ad un percorso fatto di ricerca, innovazione e un team di professionisti provenienti da esperienze internazionali e culture diverse, con l’obiettivo di inseguire una sfida ambiziosa: mettere anni di esperienza nelle multinazionali del profumo al servizio di un prodotto artigianale, curato nei minimi dettagli, unico, senza rinunciare ad un modello di sviluppo sostenibile.

Per informazioni:

M&M Fragrances s.r.l

33496009

info@mmfragrances.com

Feder F.I.D.A. modifica la petizione on-line

Feder F.I.D.A. ha, tra i suoi obiettivi primari, la lotta contro le inadempienze delle ASL italiane; per questo motivo aveva deciso di iniziare da Olbia, accogliendo le richieste di Cosetta Prontu, la donna che, dopo aver sterilizzato a proprie spese 188 cani, è stata denunciata dalla ASL 2 di Olbia.


Tuttavia recentemente è nata una petizione molto simile a questa, promossa da un gruppo di “sostenitori”; due petizioni che condividono lo stesso obiettivo però destano solo confusione, dispersione delle firme e danneggiano gravemente sia gli interessi degli animali che quelli di chi li deve tutelare. Per questo motivo Feder F.I.D.A. ha deciso di ritirare la propria disponibilità a sostegno della vicenda in questione. Ciò nonostante l’associazione Onlus mantiene l’impegno preso ed evidente sin dalla home page del sito (www.federfida.org), senza considerare che la raccolta firme per la Prontu contro la ASL Olbia 2 era solo un punto di partenza; per tutti questi motivi, Feder F.I.D.A. continuerà a mantenere l’impegno di una petizione che verrà estesa come protesta nazionale.


Le firme già raccolte possono essere convogliate su questo obiettivo ma, dato che non è il modus operandi più corretto, il presidente Loredana Pronio chiede a chi non volesse confermare la propria sottoscrizione di comunicarlo con una mail a informaci@federfida.org. In mancanza di ciò varrà il “silenzio assenso”.


Ci scusiamo fin da ora per questa dovuta precisazione” spiega Loredana Pronio “ma VOI, per NOI, non siete numeri da portare a casa ma PERSONE e dietro ognuno di quei nomi c’è un cuore che deve continuare a battere per quel senso di giustizia che chiediamo a gran voce contro le ASL INADEMPIENTI D’ITALIA”.


Per informazioni:

www.federfida.org


Ufficio Stampa:

www.bluwom-milano.com

02.87384640

patrizia.fabretti@bluwom-milano.com

martedì 29 marzo 2011

Regali per la casa di un giovane laureato

Quando dobbiamo pensare ai regali per un giovane laureato pensiamo subito a possibili oggetti che possano essergli utili per il suo primo lavoro e per il suo primo ufficio. Ecco allora che la mente corre subito verso agende e penne di grande valore oppure verso complementi di arredo che possano personalizzare la sua scrivania in modo elegante e raffinato. Spesso ci dimentichiamo che un ragazzo giovane appena laureato potrebbe ancora non avere trovato un lavoro. Spesso ci dimentichiamo inoltre che i lavori di nuova generazione un ufficio non lo prevedono neanche.
Sarebbe allora preferibile scegliere come regali di laurea dei complementi di arredo per la casa che possano arricchirla con un grande carico di emozioni. Certo, non tutti i giovani ragazzi appena laureati vivono da soli ma questi complementi di arredo possono sempre essere utilizzati per adesso nella loro camera da letto ed essere poi un giorno spostati nella loro prima casa senza alcun tipo di difficoltà. Tra i regali migliori per i giovani neolaureati troviamo sicuramente la stampa su tela, meglio se in grandi dimensioni, delle loro migliore fotografia.
Si tratta di un regalo giovane e moderno che è indicato per qualsiasi stile di arredamento e che un giorno potrà essere inserito in qualsiasi stanza come ad esempio in camera da letto oppure in soggiorno. È anche possibile scegliere in alternativa delle cornici fotografiche in legno oppure in plexiglas a seconda delle stile di arredamento preferito dal festeggiato. Si tratta di cornici semplici e di piccole dimensioni ma dotate di una personalità davvero eccellente che riesce ad arricchire ogni ambiente e a renderlo molto più caldo ed accogliente.

Eventi 2011 San Siro Milano

Sono tanti e di forte richiamo gli eventi musicali che si terranno nel 2011 al San Siro di Milano. Questo stadio appartiene alla storia del calcio italiano, ma da più di 30 anni offre i suoi spazi anche ai grandi artisti del panorama musicale nazionale e internazionale; fra i suoi ospiti più noti ricordiamo Bob Marley e Michael Jackson.

Fra gli alberghi a Milano, un hotel a Milano vicino San Siro è sicuramente la migliore soluzione per chi vuole raggiungere il luogo dell’evento comodamente, soprattutto dopo il concerto, quando si è molto stanchi e non si vogliono percorrere grandi chilometri per andare a letto. Sono tanti gli alberghi a Milano, ma un hotel a Milano vicino San Siro in cui troverete tutti i comfort è l’Hotel Canada, albergo a 3 stelle situato al centro di Milano e a soli 20 minuti in tram da San Siro.

Il tram è il mezzo più comodo per raggiungere dall’Hotel Canada lo stadio, ma l’albergo è a pochi passi anche da una stazione metro (la fermata di San Siro è la LOTTO sulla linea rossa). Se siete automuniti (l’albergo possiede un garage custodito), in meno di 20 minuti sarete sul luogo dell’evento.

Date e informazioni sui maggiori concerti a San Siro del 2011:
Vasco Rossi
La rockstar italiana sarà al San Siro il 16, 17, 21 e 22 giugno, confermando ben quattro date che stanno già per andare in “sold out”. Il tour “ Kom Live 2011” proporrà anche gli inediti del nuovo disco, in uscita il 29 marzo e dal nome ancora non svelato.

Take That - Beautiful World Tour
I Take That di nuovo insieme in un tour mondiale che li vedrà a Milano il 12 luglio. Robbie Williams ripercorrerà con loro le hit più famose del gruppo, così come quelle della sua carriera da solista.

Notre Dame de Paris
Ormai un classico del musical, l’opera popolare di Cocciante festeggia i suoi 10 anni anche a Milano, il 29 e il 30 giugno, ripercorrendo in un entusiasmante spettacolo la storia del Quasimodo di Victor Hugo.

l’Hotel Canada spesso offre dei pacchetti speciali per i concerti e gli spettacoli, anche per questo è uno dei migliori hotel a Milano vicino San Siro.

Olimpia Splendid partecipa a Termoidraulica Clima Ecoenergie 2011 (PD) con la gamma di pompe di calore Sherpa. Pad 8 stand B2



Olimpia Splendid,
azienda leader nel mondo della Climatizzazione, del Riscaldamento e dei Sistemi idronici, sarà presente con Sherpa, la gamma di pompe di calore aria/acqua ad alta efficienza, dal 30 marzo al 2 aprile all’edizione 2011 di Termoidraulica Clima Ecoenergie, la Fiera dell’impiantistica termoidraulica organizzata a Padova.

Termoidraulica Clima Ecoenergie è un’occasione unica per approfondire il tema del risparmio, sia energetico che economico, ottenibile mediante l’utilizzo di sistemi impiantistici di ultima generazione. Per l’occasione, Olimpia Splendid presenterà Sherpa, la gamma di pompe di calore aria/acqua completamente ecocompatibili e all’avanguardia per la realizzazione di impianti ad alta efficienza in grado di gestire il clima di casa producendo caldo, freddo ed acqua calda sanitaria.
Sherpa è composta di due elementi: un modulo idronico interno compatto e facilmente installabile a muro che gestisce la circuitazione dell’acqua e assicura lo scambio termico, e un motore esterno inverter DC ad alta efficienza che assicura il funzionamento fino a -15°C.

Sarà possibile partecipare quotidianamente ad un incontro con Olimpia Splendid presso l’Area “Focus” collocata nel cuore della mostra, uno spazio a libero accesso interamente dedicato all'illustrazione di tecnologie e applicazioni di particolare attualità per gli installatori.
La durata di ciascun incontro, che avrà una formula didattica/informativa con protagonista la gamma Sherpa, sarà di circa 40 minuti.
Di seguito il calendario delle presenze di Olimpia Splendid nell’Area “Focus”:
  • Mercoledì 30/3 ore 10:00-11:00;
  • Giovedì 31/3 ore 15:00-16:00;
  • Venerdì 1/4 ore 10:00-11:00;
  • Sabato 2/4 ore 10:00-11:00;

Per qualsiasi altra informazione o incontro l’azienda sarà presente e disponibile presso il Padiglione 8, Stand B2.

Per ulteriori informazioni:
Olimpia Splendid
www.olimpiasplendid.it
Tel: 800 811 866
patrizia.fabretti@bluwom-milano.com

Denunciata dalla ASL 2 di Olbia per aver sterilizzato 188 cani: per Cosetta Prontu Feder F.I.D.A. urla “ASL, ora basta!” e diventa petizione




Sterilizza 188 cani a sue spese e viene denunciata da chi, per legge, avrebbe il dovere di tenere a bada il fenomeno del randagismo: il caso di Cosetta Prontu diventa petizione.


Cosetta Prontu ama gli animali e, ad Olbia, ha un rifugio in cui accoglie molti cani abbandonati o ad essa affidati, affinchè trovino cure e protezione fino al giorno in cui non verranno adottati da una famiglia vera e propria.

Conoscendo bene le leggi sul randagismo e mossa anche dal suo amore e rispetto per i suoi amici a quattro zampe, Cosetta contatta più volte la ASL 2 di Olbia affinchè tutti questi animali siano sterilizzati. Le ASL, infatti, in base alla legge 281/91 hanno il dovere di sottoporre a sterilizzazione ogni animale ospitato nei canili di propria competenza territoriale, al fine di contrastare il fenomeno del randagismo.


L’articolo 281/91 sostiene che: “Il controllo della popolazione dei cani e dei gatti mediante la limitazione della nascite viene effettuato, tenuto conto del progresso scientifico, presso i servizi veterinari delle unità sanitarie locali. I proprietari o detentori possono ricorrere a proprie spese agli ambulatori veterinari autorizzati delle società cinofile, delle società protettrici degli animali e di privati”.


La ASL 2 di Olbia, oltre a non aver adempiuto ai suoi doveri e a non aver rispettato la legge sopra citata, non solo non risponde alle molteplici segnalazioni della Sig.ra Prontu ma decide anche di denunciare la stessa per aver sterilizzato – a sue spese – tutti questi cani e quindi di aver interferito in questa maniera ad un compito di loro competenza.


La situazione appena descritta, che tocca e sorpassa il ridicolo, non è altro che un vero e proprio caso di malasanità veterinaria. Oltre a questo fatto si potrebbe quasi pensare che dietro alle negligenze ci sia l’interesse di alcuni: infatti forse non tutti sanno che i rifugi privati godono di donazioni e sovvenzioni pubbliche che cesserebbero o comunque diminuirebbero se gli animali accuditi fossero di numero contenuto, cosa che per altro dovrebbe essere al fine di garantire al meglio le condizioni igienico-sanitarie delle strutture e dei suoi ospiti. Inoltre recentemente la Sardegna ha ricevuto un milione di euro per risolvere la piaga del randagismo, cifra di cui Feder F.I.D.A. chiederà notizie in merito.


Questa è la goccia che ha fatto traboccare il vaso: per questo motivo Feder F.I.D.A. chiede a tutti gli amanti degli animali di dire BASTA in modo concreto. L’associazione, che già ha attiva l’iniziativa “ASL: ora basta!”, lancia la petizione online che tutti possono leggere e sottoscrivere visitando il sito:


http://www.federfida.org/asl-ora-basta/86-cominciamo-da-qui/156-la-goccia-che-ha-fatto-traboccare-il-vaso.html


Questa petizione ha lo scopo di difendere non solo i diritti di una persona che si è messa in prima linea per difendere la legge 281/91, ma anche di difendere tutti i volontari che quotidianamente si trovano a lottare con strutture pubbliche che operano, a nostre spese, secondo loro “leggi” e non quelle vigenti nel nostro paese.


Feder F.I.D.A., che ha come Presidente Loredana Pronio, nasce l’11 Marzo 2011 con l’esigenza di creare un “sindacato” inteso come strumento basilare ed indispensabile al fine di concretizzare l’azione di difesa di tutti gli animali che, quotidianamente, vengono maltrattati, sfruttati ed abbandonati. L’attenzione dell’Associazione non si concentra unicamente sui diritti degli animali ma pensa anche a tutte quelle persone, volontari o semplici utenti, che spesso si trovano in difficoltà giuridica nel tentativo di salvare dalla strada un cane o alla vista di un abuso.


Per informazioni:

www.federfida.org


Ufficio stampa:

02.87384640

patrizia.fabretti@bluwom-milano.com

lunedì 28 marzo 2011

RED 365 SYSTEM energia green 365 giorni l’anno

MCZ Group, azienda friulana attiva sul mercato del riscaldamento domestico e della cottura da esterno con il marchio Sunday, lancia il nuovo brand RED, la linea che integra i tradizionali sistemi energetici producendo energia dal sole e dalle biomasse e permettendo così di ridurre le emissioni di CO2, migliorare il comfort e abbattere il costo dell’energia.

La linea RED comprende sistemi a biomassa e sistemi solari caratterizzati da semplicità d’uso, elevate prestazioni, affidabilità e prezzo competitivo.
RED, pensato per chi oggi è sensibile al tema ambientale e ne fa una scelta di vita e per chi apprezza i risparmi che i sistemi alternativi garantiscono anche grazie ai contributi fiscali presenti in molti paesi, utilizza le due grandi fonti energetiche, sole e biomassa, per fornire energia e climatizzazione agli ambienti domestici, prelevando in maniera equilibrata energia primaria dall’ambiente senza immettere nell’atmosfera gas nocivi.

Il sistema RED include tre modelli di caldaie a pellet (Compact, Practika e Variomatic) e una caldaia a legna (Tecnika): semplici nel funzionamento, robuste, affidabili, democratiche nel prezzo.
Le caldaie RED hanno un rendimento fino al 93% e sono omologate EN 303-5 classe 3. Un pannello digitale semplice e intuitivo integrato alla caldaia gestisce tutta la programmazione dell’impianto: con pochi gesti si imposta la temperatura provvederà verrà mantenuta costante durante tutto l’arco della giornata. Infine, un capiente cassetto cenere per la pulizia settimanale o mensile rende la manutenzione particolarmente semplice.
Le caldaie sono integrabili con serbatoi remoti da 100 kg (di serie per Practika), 200 kg o 400 kg (optional per tutti i modelli).








Per ulteriori informazioni:
RED di MCZ Group
www.mcz.it
www.red-fire.it
0434 599599
mcz@mcz.it

venerdì 25 marzo 2011

Rittal RiZone: disponibile gratuitamente la nuova versione Light

RiZone, il più completo software di management per infrastrutture Data Center è ora disponibile anche in versione light, sviluppata e resa disponibile gratuitamente da Rittal.

RiZone non è solo in grado di collezionare e storicizzare tutti i segnali provenienti dai sensori ambientali e dagli attuatori installati in un Data Center, ma può inoltre riconoscere ogni evento di errore (warning o alarm) e gestirlo mediante un semplice algoritmo di workflow management, eseguendo da remoto operazioni a salvaguardia dell’intero sistema.

Con RiZone si apre la strada verso la trasformazione del modo di comunicare tra l’infrastruttura fisica IT e l’ambiente circostante: grazie all’adozione dei protocolli SNMP e BACnet, è infatti possibile controllare sia gli ambienti IT che gli edifici. La gestione integrata di questi due ambiti permette l’ottimizzazione del Data Center, aumentandone la disponibilità e riducendone la complessità.

Rittal RiZone Light è fornito pre-installato su un server virtuale importabile su host VMWare, XEN o Hyper-V, supporta al massimo 10 IP-nodes (CMC-TC Processing Unit II o sistemi UPS monofase PMC12) ed è fornito con una licenza di accesso remoto di tipo client access.

L’upgrade alla versione “full” non richiede la re-installazione del software, ma un semplice upgrade realizzabile mediante l’inserimento del codice di licenza acquistato. L’istanza virtuale si può richiedere compilando un form sul sito http://www.rimatrix5.com: sarà spedito un DVD contenente l’immagine compressa dell’istanza virtuale. In aggiunta è possibile avvalersi del personale tecnico Rittal per l’installazione e la configurazione on site.

giovedì 24 marzo 2011

OLEIFICIO ZUCCHI APRE LE PORTE ALL’ISTITUTO Pacle GHISLERI” di Cremona per il Progetto Zero/18


L’incontro, che ha coinvolto 25 studentesse, consolida l’impegno dell’azienda nelle iniziative di CSR

Si è svolta ieri, 23 marzo 2011, presso gli stabilimenti di Oleificio Zucchi a Cremona, la visita aziendale dell’istituto superiore Pacle “Ghisleri” per corrispondenti in lingue estere, inserita nell’ambito del Progetto Zero/18 - Territorio e futuro: storia, lavoro, giovani, famiglie. Una nuova iniziativa di CSR intrapresa dall’azienda leader nella produzione di oli di semi e d’oliva, a conferma del profondo interesse per le nuove generazioni e la valorizzazione delle risorse umane sul territorio.

Il progetto, promosso dall’Assessorato alle Politiche Educative e della Famiglia del Comune di Cremona, in collaborazione con le Associazioni di categorie e le scuole, ha l’obiettivo di mettere in relazione la scuola e il mondo produttivo e pone al centro dell'attenzione i rapporti tra sistema economico e territorio. Oleificio Zucchi consolida anche con questa iniziativa la propria presenza nel Cremonese, nell’ambito di una storia che dura da oltre duecento anni.

Il progetto ha permesso a 25 studentesse di conoscere a i fondo processi e le dinamiche che guidano una delle realtà industriali più vivaci di questo distretto. Alla presentazione dell'azienda e della produzione in un’ottica allineata alle competenze acquisite durante il percorso di studi, è seguito un momento di approfondimento teorico focalizzato sugli aspetti relativi agli acquisti del grezzo, del raffinato e dell'oliva e alle vendite del confezionato e dello sfuso. A seguire, le studentesse hanno potuto toccare con mano la realtà aziendale attraverso una visita dello stabilimento con particolare attenzione ai processi produttivi, lo stoccaggio, la raffinazione e il confezionamento dei prodotti.

L’adesione a questo progetto da parte di Oleificio Zucchi si colloca nell’ambito degli obiettivi di sviluppo sostenibile che l’azienda persegue nei confronti dei propri numerosi stakeholder, presentati anche quest’anno nel Bilancio di Sostenibilità. Tra le principali finalità che Oleificio Zucchi ha scelto di sostenere vi sono la volontà di offrire, a ragazzi e adolescenti, modelli di possibili ruoli nel lavoro e contribuire alla formazione delle loro identità, rapportandosi alle molte storie della propria città.

La valorizzazione e la formazione dei giovani del proprio territorio si inserisce nelle politiche di Corporate Social Responsibility attraverso le quali Oleificio Zucchi persegue la realizzazione dei propri obiettivi di crescita, fedele al pay-off aziendale: Ambiente, Etica e Qualità.

Per ulteriori informazioni:

Oleificio Zucchi

www.oleificiozucchi.com

0372 532111

patrizia.fabretti@bluwom-milano.com

mercoledì 23 marzo 2011

Perché FIAT ha scelto PROFINET? La risposta al PROFIBUS & PROFINET Day 2011

Dopo l’enorme successo della scorsa edizione, indicata da molti come “L’evento dell’anno nel mondo dell’automazione”, torna l’appuntamento con il PROFIBUS & PROFINET Day, la giornata convegnistica organizzata da Consorzio PNI in programma il prossimo 13 aprile nella splendida cornice di Palazzo Gambara, dimora storica della provincia di Brescia, a pochi chilometri dal lago di Garda.

La domanda è attualissima e il convegno sarà volto a rispondere a questa ed altri quesiti sui più diffusi protocolli di comunicazione industriale al mondo. Ad esempio:dopo tanti anni di impiego, PROFIBUS è ancora adeguato alle esigenze di oggi? Perché AIDA (l’associazione che raggruppa i maggiori costruttori di automobili tedeschi) ha richiesto lo sviluppo di PROFIenergy? Oppure, ancora: è vero che con PROFINET due PLC diversi possono gestire lo stesso dispositivo da campo? Cosa offre in più un’interfaccia IO Link rispetto a un semplice sensore on/off?

La nuova edizione dell’evento che da anni riunisce a Brescia i rappresentanti delle principali realtà aziendali del settore, vedrà la partecipazione di FIAT come testimone d’eccezione delle potenzialità e dei possibili vantaggi ottenibili con l’adozione di PROFINET negli impianti industriali.

Al termine dei lavori, per il consueto momento celebrativo dell’apertura dell’anno congressuale, Consorzio PNI sarà lieto di offrire ai suoi ospiti una degustazione di vini di importanti etichette del territorio.

La partecipazione all’evento è gratuita, fino ad esaurimento posti, previa iscrizione su: www.profi-bus.it.

Con ‘xplore New Automation Award’ Phoenix Contact premia l’ingegno

Phoenix Contact torna con “xplore New Automation Award“, l’iniziativa a livello internazionale rivolta agli studenti degli Istituti Tecnici e delle Facoltà universitarie ad indirizzo Tecnologico/ Ingegneristico.

Il progetto ha l’obiettivo di premiare i migliori talenti e le idee più creative in ambito di automazione industriale e consiste nella progettazione e realizzazione di soluzioni innovative di automazione attraverso l’impiego della tecnologia e dei prodotti Phoenix Contact, messi a disposizione dei partecipanti.

Una commissione composta da illustri protagonisti del mondo industriale, accademico ed associativo selezionerà 100 progetti che accederanno alla fase di sviluppo. Di questi, i primi 30 classificati verranno presentati pubblicamente dagli studenti stessi presso la Casa Madre di Phoenix Contact a Blomberg (Germania), mentre la premiazione ufficiale avrà luogo in occasione della Fiera di Hannover 2012.

Tutti gli interessati, singoli o gruppi, avranno tempo fino a maggio 2011 per iscriversi all’iniziativa e presentare il loro progetto, che verrà assegnato ad una delle sette categorie previste, ovvero: Education, Buildings, Environmental, Factory, Net, Recreation e Twins.

Giunto ormai alla quinta edizione, xplore New Automation Award è patrocinato dal Ministero tedesco per l’Economia e la Tecnologia e dal Ministero tedesco per gli Affari Esteri ed ha assunto nel tempo una forte connotazione globale, come testimoniato anche dalla partecipazione, all’ultima edizione, di squadre provenienti da ben 21 Paesi.

Per avere maggiori dettagli sull’iniziativa e conoscere le modalità di iscrizione e partecipazione, è possibile collegarsi al sito www.xplore.org , oppure contattare la filiale Italiana di Phoenix Contact all’indirizzo info_it@phoenixcontact.com.

COMPANY PROFILE FEDER F.I.D.A. – Federazione Italiana Diritti Animali

Gli animali, negli ultimi 20 anni hanno acquisito dei diritti anche se l’iter è stato complesso, pieno di intoppi, lungaggini , tanta burocrazia e poca volontà da parte delle Istituzioni. Tanto ancora c’è da fare ma questi diritti, almeno, sono diventati “legge”. Il 2011 è l’anno mondiale del volontariato: ma quanti di noi si sono, però, chiesti quali diritti abbia il mondo del volontariato sia esso svolto a favore di persone che di animali? Esiste, nel nostro Codice, una sola Legge od un solo articolo che riconosca un ruolo giuridico al volontariato? In parole povere, il mondo del volontariato ha diritti legalmente riconosciuti? Partendo da azioni concrete svolte e da domande quotidiane ancora prive di risposta è nata l’11 marzo 2011. Feder F.I.D.A., ONLUS che ha come obiettivo far valere i diritti degli animali anche attraverso il riconoscimento giuridico di chi se occupa come volontario.

Feder F.I.D.A. - ONLUS (Federazione Italiana Diritti Animali) nasce dall’esigenza di vedere umani ed animali uniti in una sorta di SINDACATO che difenda e rappresenti i diritti degli uni e degli altri. Un sindacato visto come uno strumento basilare ed indispensabile al fine di concretizzare l’azione di difesa di chi non ha la possibilità di far valere i propri diritti, sia ad esempio un cane rinchiuso in un canile-lager od altri animali abbandonati sul ciglio della strada piuttosto che un animale sfruttato nei circhi o tenuto recluso in un bioparco.

Oltre all’attenzione posta nei confronti dei diritti degli animali, la Federazione si propone come valido supporto a chi quotidianamente si scontra con le difficoltà di far valere le proprie segnalazioni di abuso sugli animali, anche nei confronti delle Forze dell’Ordine che a volte si rifiutano di compiere l’atto dovuto o che non motivano in modo concreto le ragioni di tale ritardo o rifiuto e si impegna di aiutare i volontari ad usare lo strumento legale che il nostro codice ci offre.

Feder F.I.D.A. dispone di un portale internet, www.federfida.org, nel quale si può trovare una vasta e sempre aggiornata documentazione legislativa, leggere le novità sui diritti degli animali divise in base alle differenti regioni d’Italia e riguardanti gli ultimi decreti e sfogliare un’ampia gamma di schede utili in grado di informare e fornire un rapido supporto in merito alle situazioni più frequenti in cui è necessario conoscere le leggi italiane ed europee.

In sintesi la Onlus:

· Si prefigge di essere la portavoce e rappresentare ogni Associazione che vorrà confederarsi;

  • Offre ai singoli la possibilità di aderire come “socio sostenitore” riconoscendo loro gli stessi diritti delle associazioni confederate;
  • Mette a disposizione il proprio ufficio legale specializzato nei "Diritti degli animali";
  • Si impegna a promuovere progetti, proporre nuove leggi, iniziative e tanto altro ancora.

La Onlus ha come Presidente Loredana Pronio e la sede è in Via Mafalda di Savoia 1/b – 00197, Roma.

Per ulteriori informazioni:

www.federfida.org

Ufficio stampa:

02.87384640

patrizia.fabretti@bluwom-milano.com

martedì 22 marzo 2011

IL MODELLO DI SVILUPPO SOSTENIBILE DI OLEIFICIO ZUCCHI a “FA’ LA COSA GIUSTA”


Fiera Milano City - Padiglione 4 , Stand MP116 – dal 25 al 27 marzo

L’azienda, leader nel mercato degli oli di semi, da anni lavora nel rispetto dell’ambiente e delle persone.

Oleificio Zucchi SpA sarà presente dal 25 al 27 Marzo alla Fiera “Fa’ la cosa Giusta”, incontro nazionale dedicato al consumo critico e agli stili di vita sostenibili, nell’ambito del quale verranno messe in luce le “buone pratiche” di consumo e produzione delle aziende italiane. Rispondendo ai criteri di selezione della Fiera, che tendono a mettere in risalto le eccellenze del territorio in merito al percorso di sostenibilità ambientale e responsabilità sociale aziendale, Oleificio Zucchi ha deciso di partecipare per valorizzare tutte le proprie attività in materia nei confronti del consumatore finale e dei propri stakeholder, forte anche della certificazioneSA8000 – Lavoro Etico appena ottenuta.

Numerosi sono infattii progetti che si inseriscono nel quadro dei valori aziendali che vanno dall’attenzione alla salvaguardia ambientale, al sostegno delle realtà giovanili del territorio e di varie associazioni di volontariato sia locali che nazionali, all’impegno per le attività culturali e didattiche, senza dimenticare la costante ricerca della soddisfazione del cliente di oggi e di domani con prodotti di qualità e la forte attenzione alle risorse umane, sostenute nella propria crescita professionale e personale: corsi di formazione avanzati, attività per il tempo libero e convenzioni con asili nido a sostegno delle famiglie con bambini sono alcune delle iniziative intraprese dall’azienda a vantaggio della soddisfazione dei propri dipendenti.

Da non dimenticare, inoltre, gli importanti investimenti sugli impianti produttivi realizzati negli ultimi 20 anni per aumentare l’efficienza energetica, che hanno permesso consistenti diminuzioni dei consumi:

· -50%di energia elettrica/metano negli ultimi 5 anni;

· -10% di acqua negli ultimi 2 anni;

· consistente riduzione delle emissioni di CO2 derivanti dal trasporto su gomma dalla costruzione, nel 2009, dello scalo ferroviario interno.

Oleificio Zucchi conferma, con la partecipazione a questa iniziativa, la propria attenzione alla responsabilità sociale d’impresa e rimane fedele al pay-off aziendale: Ambiente, Etica e Qualità.

“Come azienda industriale, inserita nel libero mercato e caratterizzato da una forte concorrenza, ci poniamo la sfida di valorizzare una dimensione di vita e quindi di lavoro a misura d’uomo” commenta Giovanni Zucchi, Direttore Generale dell’azienda cremonese “ponendoci obiettivi ambiziosi, legati alle nostre politiche del personale, sostenibilità ambientale e responsabilità sociale. Ed è in quest’ottica che partecipiamo per il secondo anno consecutivo a “Fa’ la cosa giusta!”. Giovanni Zucchi è profondamente convinto dell’importanza di perseguire un modello di sviluppo sostenibile mediante politiche di CSR come strumento per migliorare le performance aziendali. Un’attenta gestione che Oleificio Zucchi ha portato avanti e monitorato negli anni anche attraverso il Bilancio di Sostenibilità, tra i primi ad essere pubblicati in ambito provinciale e regionale e giunto ormai alla quinta edizione. Il documento è diventato oramai un appuntamento periodico di verifica, di controllo dei risultati e di pianificazione nell’ambito della Responsabilità Sociale d’Impresa.

Per ulteriori informazioni:

Oleificio Zucchi

www.oleificiozucchi.com

0372 532111

patrizia.fabretti@bluwom-milano.com

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI