Cerca nel blog

venerdì 29 ottobre 2010

Rittal esporrà le proprie soluzioni eMobility a EIV 2010

Attenta come sempre al tema della sostenibilità ecologica e alle nuove evoluzioni tecnologiche che caratterizzano il mondo moderno, Rittal parteciperà a EIV 2010, la prima mostra convegno italiana dedicata all’industria dei veicoli e dei trasporti elettrici e intelligenti, in programma dal 16 al 19 novembre prossimi presso il quartiere fieristico di Fieramilano Rho, con un’area espositiva al Padiglione 10 - Stand C38.

I veicoli elettrici e i trasporti intelligenti sono ormai pronti ad un rapido incremento delle vendite e tutte le case automobilistiche si preparano alla rivoluzione che, seppure gradualmente, avverrà nei prossimi anni. Il forte incremento del numero di veicoli elettrici circolanti sulle strade europee, renderà necessaria un’adeguata rete di stazioni di approvvigionamento, In vista di questa prospettiva, Rittal ha sviluppato una soluzione innovativa che porterà l’energia su strada. Le nuove colonnine, progettate dall’azienda tedesca allo specifico scopo di contribuire alla creazione di nuove stazioni di ricarica per autovetture elettriche, possono essere integrate in qualsiasi momento nelle infrastrutture nazionali o europee per la mobilità elettrica.

La colonnina di ricarica, basata sul concetto di modularità e disponibile in tre versioni, sarà quindi la protagonista principale dello stand Rittal. L’azienda porterà la sua esperienza sulla mobilità elettrica del futuro anche tramite l’intervento “Rittal eMobility: le colonnine di ricarica per il futuro” in programma per le ore 15.40 di giovedì 18 novembre presso il Centro Congressi, Sala Taurus, Fieramilano Rho.

Maggiori informazioni sull’evento sono disponibili alla pagina http://www.hitechexpo.eu/it_hte/intro_eiv.asp.

Evento artistico a Milano



Newsletter ottobre 2010

LOVE eventi, PazlGreenLab e Stefania Gatti

presentano

Inaugurazione PazlGreen Lab con vernissage artistico.


W POP

"Willow-pieces of puzzle" Venerdì 29 ottobre, dalle ore 18,30


Green Lab -Via privata Oslavia, 17 -Milano

Arte, design, creatività e sperimentazione


Party inaugurale con mostra artistica

LOVE eventi, PazlGreenLab e Stefania Gatti propongono l'apertura al pubblico del Pazl Green Lab, una location-laboratorio unica ed innovativa (www.pazlgreenlab.com).

PazlGreenLab: l'Officina di Idee verdi.

"Comunicare l'amore per la natura, i comportamenti sostenibili attraverso l'arte ed il design, un modo creativo per parlare di ecologia, creando sinergie, progetti innovativi e partecipazione…"

L'evento vedrà protagonista l'eclettico artista milanese Willow che presenterà le sue opere neopop che rimandano al mondo del fumetto (www.willow-art.it).

Durante la serata l'artista si esibirà in una performance di live painting personalizzando una Fiat 600 del 1967.

Willow, inoltre, prenderà parte all'esposizione permanente del progetto "Puzzle for Peace".

L'obiettivo? Realizzare il puzzle più grande del mondo unendo maxi tessere realizzate con materiali riciclati, naturali o riciclabili, sulle quali artisti e persone comuni possano sfogare la loro creatività.

Degustazione di vini e spumanti da Agricoltura Biologica presentati da Stefano Milanesi (www.stefanomilanesi.it)

Leggi l'articolo sull'evento pubblicato su Repubblica:

http://milano.repubblica.it/ cronaca/2010/10/22/foto/ fumetti_e_pop_art_il_mondo_di_ willow-8326967/1/

 

Puzzle4Peace… un progetto italiano, internazionale...

Può la tessera di un puzzle diffondere i valori di pace e sostenibilità?

Sì, se a farlo sono maxi tessere (50x50 cm) realizzate in materiali riciclati, naturali o riciclabili che divengono oggetti del progetto Puzzle4Peace. Una sfida grandiosamente creativa, pluri-partecipata ed ambiziosa che dal 2007 si esprime contaminando piazze, monumenti, strade e giardini di tutto il mondo con tasselli di puzzle dipinti, firmati e "performati" da artisti, bambini, famiglie, scuole ed istituzioni.

Giorno dopo giorno, Puzzle4Peace si arricchisce di significato e si definisce nei suoi dettagli. La tessera del puzzle diviene un pixel con cui comporre disegni, una superficie per interventi artistici, un palcoscenico per performance ed esibizioni live. E, soprattutto, veri e propri oggetti di design eco-sostenibile, P.O.P. (Pieces of Peace), nati dalla collaborazione, in continua evoluzione e ricerca, tra i designer del progetto e le aziende partner. Tavoli, lampade, pareti divisorie, sedute e tappeti tutti rigorosamente a forma di puzzle e realizzati con materiali compatibili con l'ambiente: dai più tradizionali, come plastica, legno, cartone ed alluminio, a quelli appartenenti alle nuove frontiere del recupero di pneumatici e vetroresina. In questo modo, si valorizzano materiali considerati di scarto, si re-inventano oggetti e si promuove la cultura del recupero e del riutilizzo dei rifiuti, incentivando la raccolta differenziata degli stessi. Un ottimo esempio di come l'arte e la creatività possano unirsi ad una produzione industriale eco-sostenibile e socialmente responsabile. Puzzle4Peace dà voce alle tematiche sociali e lo fa attraverso un design tutto italiano, quasi a voler dimostrare che i designer non devono solo rispondere ad esigenze industriali specifiche, ma possono anche agire autonomamente per sostenere la propria capacità di creare l'inusuale e l'eccentrico, sia come prodotto che come impresa, servizio ed informazione. E ancora: Puzzle4Peace favorisce l'arte nelle sue manifestazioni più innovative e sperimentali ed il suo potenziale di patrimonio sociale, e lo fa attraverso eventi festosi e di intrattenimento in cui artisti provenienti da ambienti e stili differenti sono chiamati a dare sfogo alla propria creatività sui tasselli del puzzle, dipingendoli come fossero tele di un pittore. Per meravigliare attraverso l'arte e stupire attraverso una pace da Guinness dei Primati: le migliaia di tessere che lo compongono aumenteranno di evento in evento e si incastreranno continuamente negli spazi, le strade, le piazze, i monumenti, i quartieri ed i parchi di tutto il mondo, in abbracci sempre più ampi e sempre oltre i precedenti World Record. Contaminando pacificamente ed allegramente il mondo con molte di queste tessere di puzzle, si porteranno "pezzi di pace" ovunque, per promuovere la solidarietà e la sostenibilità ambientale attraverso l'arte ed il design. Per creare aggregazione e condivisione di intenti, unendo persone, energie e risorse. Per creare un puzzle non solo simbolico, ma anche fisico. Un immenso progetto collettivo in cui ognuno, come in ogni puzzle che si rispetti, possa contribuire con il proprio pezzettino.

 

 

Vini e spumanti da Agricoltura Biologica di Stefano Milanesi

L'azienda è collocata a Santa Giuletta, in provincia di Pavia, sulla prima collina che si affaccia sulla Pianura Padana, i vigneti sono collocati da un 'altitudine che va da 173 ai 280 m sul livello del mare. Gode di un'ottima posizione proprio al centro dell'Oltrepo Pavese, a metà strada tra l'Emilia Romagna e il Piemonte
Il buon bere caratterizza da sempre questa azienda.
Conosciuti anche, come Vini D'Elite, i vini e gli spumanti sono ottenuti da coltivazione biologica.

L'azienda produce 20 tipologie di vino e nel rispetto per l'ambiente e per la salute dell'uomo, non usa fertilizzanti di sintesi né diserbanti chimici, togliendo l'erba con mezzi meccanici (trinciatrici e fresatrici) e strumenti manuali vicino alla vite.

I vitigni coltivati sono: Croatina (Vitigno autoctono dell'Oltrepo Pavese, fra le 4 uve al mondo con maggiore contenuto di sostanze antiossidanti), Pinot Nero (vinificato in rosso ed elevato in vecchie botticelle di legno e in bianco o rosato per gli spumanti), Barbera, Uva Rara, Cabernet Sauvignon, Riesling Italico e Cortese.

I vini vengono prodotti rispettando le loro caratteristiche senza l'aggiunta di lieviti selezionati ne di sostanze chiarificanti che, nel caso di quelle animali, sarebbero in contrasto con il modo di vivere vegano.

Gli Spumanti Metodo Classico, entrambi ottenuti da Pinot Nero 100%, vengono sboccati su prenotazione del cliente per preservarne la massima freschezza e vengono rabboccati esclusivamente con lo stesso vino, senza aggiunta di liquori e zuccheri.

Su prenotazione è possibile effettuare visite all'azienda e ai vitigni con degustazioni.

 

giovedì 28 ottobre 2010

Ecolamp: 2mila tonnellate di lampade fluorescenti esauste raccolte e riciclate


Ecolamp raggiunge le 1.000 tonnellate

di sorgenti luminose raccolte nel 2010

Nei primi dieci mesi del 2010 il Consorzio italiano raccoglie oltre mille tonnellate di lampade a basso consumo esauste

e supera le 2 mila tonnellate raccolte dall'inizio dell'attività operativa.

Milano, 28 ottobre 2010 – Quasi 1.002 tonnellate di lampadine a basso consumo esauste, raccolte nei soli primi 10 mesi dell'anno (+54 per cento rispetto a ottobre 2009): un traguardo molto significativo per l'Italia e per Ecolamp, che rappresenta la testimonianza di una sempre maggiore efficacia delle azioni messe in atto dal Consorzio e dell'aumento della sensibilità ambientale di cittadini e professionisti del comparto dell'illuminotecnica.

Dall'inizio dell'operatività (1° gennaio 2008) a oggi, Ecolamp ha raccolto e avviato al trattamento ben 2.000 tonnellate di sorgenti luminose a fine vita, di cui la metà solo durante quest'anno. Nel 2008 erano state 155,6 le tonnellate raccolte, mentre nel 2009 sono state 832.

In meno di tre anni di attività, dunque, sono stati recuperati circa 1.712 tonnellate di vetro, 79 di metalli e 57 di plastiche, tutti materiali avviati al riciclo, mentre si è evitata la dispersione nell'ambiente di quasi 112 tonnellate di materiali tossico nocivi contenenti mercurio, che, come è noto, è pericoloso per l'ecosistema e la salute pubblica.

Un grande risultato raggiunto grazie allo sviluppo delle iniziative dedicate agli operatori professionali, che hanno permesso a Ecolamp di raddoppiare le quantità ritirate solo dai centri di raccolta comunali:

· il servizio ExtraLamp, che consente agli installatori di richiedere, al raggiungimento di 100 kg di lampadine, il ritiro gratuito delle stesse direttamente presso il proprio magazzino; dal 1° gennaio 2009 ad oggi sono state ritirate oltre 640 tonnellate.

· la realizzazione dei Collection Point, già 20 punti di raccolta convenzionati con Ecolamp e dislocati in tutta Italia, esclusivamente dedicati ai professionisti presso i quali è possibile conferire qualsiasi quantitativo di lampade esauste; dal 1° gennaio ad oggi sono state ritirate quasi 180 tonnellate.

·

"Il Consorzio ha sviluppato soluzioni logistiche e gestionali altamente efficienti per agevolare la raccolta da parte degli utenti finali e dei professionisti. Inoltre, con l'attesa introduzione del Decreto Uno contro Uno in vigore dallo scorso 18 giugno, e della conseguente possibilità per cittadini e professionisti di riconsegnare presso i rivenditori i rifiuti elettrici ed elettronici, tra cui le lampade fluorescenti esauste, al momento dell'acquisto di analoghi nuovi prodotti, potremo finalmente dare un sensibile impulso alla raccolta", dichiara Fabrizio D'Amico, Direttore Generale di Ecolamp. "Auspichiamo inoltre che la creazione di accordi con le Associazioni di Categoria dei soggetti coinvolti all'interno del processo di raccolta possa rappresentare un ulteriore elemento di incentivazione e sensibilizzazione".

Nel corso di Ecomondo a RiminiFiera, Ecolamp venerdì 5 novembre illustrerà alle aziende consorziate, agli operatori ambientali e alla Stampa tutti i dati di raccolta e recupero, confrontandoli con i risultati raggiunti dagli altri Paesi Ue, e presenterà il primo Protocollo d'Intesa con la Distribuzione volto a promuovere il ritiro dei RAEE nei punti vendita, siglato con FME, la Federazione Nazionale Grossisti Distributori Materiale Elettrico.

www.ecolamp.it

Ufficio Stampa Ecolamp: Conca Delachi – Sara Gentile Tel. 02/48193458

Marketing & Comunicazione Ecolamp:

Martina Cammareri Tel. 02/37052936-7

Andrea Pietrarota Cell. 348/5988469

mercoledì 27 ottobre 2010

E’ ONLINE IL NETWORK BLU WOM MILANO: SITO, MAGAZINE BLOG E SOCIAL NETWORK DINAMICI E USERFRIENDLY A DISPOSIZIONE DELLE AZIENDE CLIENTI




BLU WOM MILANO Srl Media Relations, società indipendente di comunicazione integrata, lancia il suo nuovo sito web www.bluwom-milano.com e lo dedica a dare ulteriore visibilità dei propri clienti.
Dinamico e userfriendly, il sito bluwom-milano.com vuole essere una vetrina interattiva per presentare le aziende clienti anche attraverso sezioni dedicate ai prodotti o agli eventi in programma. L’intento è quello di attivare un dialogo vivace e costante con i media, che avranno a disposizione tutto il materiale stampa scaricabile direttamente online, ma anche con l’utente finale per sviluppare la brand reputation dei clienti.


Per stimolare la partecipazione e lo scambio Blu Wom Milano ha deciso di usare in maniera mirata ed efficace anche i principali mezzi di comunicazione via web: è attivo un Blog Magazine collegato al sito dove vengono inseriti puntualmente i comunicati stampa con le novità dei clienti e gli appuntamenti proposti dall’agenzia; Blu Wom Milano punta anche molto sull’uso dei social network, dalla pagina dedicata su Facebook (Blu Wom Milano) e su Facebook group (BluWom Milano) alla presenza su Twitter e Linkedin.

“E’ ormai da alcuni anni che stiamo investendo in modo significativo sulla comunicazione web, strumento che consideriamo fondamentale per raggiungere gli obiettivi che ci siamo posti insieme ai nostri clienti”, commenta Patrizia Fabretti, Dir. Generale e Resp. Servizio Clienti. “Passata la diffidenza iniziale, oggi le aziende hanno grande fiducia nel mezzo web come ci viene dimostrato dalle risorse anche economiche che vengono ogni giorno investite in questa direzione, accanto o in alternativa alle forme di comunicazione tradizionale. Per questa ragione i nostri servizi di digital PR sono molto richiesti e apprezzati”.



Per ulteriori informazioni:
BLUWOM MILANO
www.bluwom-milano.com
02 87384640
patrizia.fabretti@bluwom-milano.com

lunedì 25 ottobre 2010

Green Economy: Apegreen, Milano, 28 ottobre 2010


Milano, 25 ottobre 2010     Comunicato stampa 
 

GLI APERITIVI DELLA GREEN ECONOMY 

"Comunicare Green"

Parliamone al sesto appuntamento del ciclo di

Aperitivi della Green Economy! 
 

"Comunicare Green": questo il titolo del nuovo appuntamento dedicato all'economia verde con cui continuano gli Aperitivi della Green Economy organizzati da e-gazette, Terre di mezzo Eventi e Legambiente. Il nuovo appuntamento è in programma per giovedì 28 ottobre, dalle 19, all'Atm Bar dei Bastioni di Porta Volta 15, a Milano (MM2, fermata Moscova). 

La "green communication" ha un ruolo sempre più centrale nelle strategie di marketing, tanto da diventare un nuovo standard della comunicazione scelto  da molte aziende sia per uscire dalla crisi ma soprattutto per rispondere ai bisogni di un consumatore sempre più consapevole, informato e meno influenzato dalla semplice comunicazione commerciale.

Per approfondire questi fenomeni, ne parleremo con Diego Masi, presidente di Assocomunicazione, Paolo Anselmi, vicedirettore di GFK-Eurisko, e Marco Geronimi Stoll di Smarketing. L'incontro sarà moderato da Lorenza Gallotti, direttrice di e-gazette. 

I prossimi appuntamenti 

Dopo il successo degli incontri precedenti, gli aperitivi verdi continuano con la consueta formula, rivolta soprattutto a professionisti, manager e giornalisti attenti al nuovo business green. Ma anche a studenti o semplici curiosi della materia. Dopo aver fatto il punto sulla comunicazione green, a novembre toccheremo il tema dei green job.  

Su www.apegreen.org (oppure scrivendo a info@apegreen.org) tutte le informazioni sugli Aperitivi della Green Economy. Per partecipare occorre registrarsi nel sito e ai primi 70 all'ingresso verrà offerto l'aperitivo con buffet libero. 

Il secondo ciclo degli Aperitivi della Green Economy è reso possibile dal contributo di Unicredit Group. 

Che cosa sono gli Aperitivi della Green Economy 

C'è un nuovo denominatore comune nell'economia. Ed è verde. Quante volte abbiamo sentito parlare, in questi mesi, di "green economy"? Quanti di noi vorrebbero saperne di più, sono consapevoli del fatto che l'economia sta virando in quella direzione, vorrebbero magari far parte di questo cambiamento, ma non hanno tempo per approfondire? 

È per rispondere a questa esigenza che e-gazette, Terre di mezzo Eventi e Legambiente hanno pensato a una serie di appuntamenti di approfondimento su questi temi con una formula nuova, utile anche per chi non si occupa di temi ambientali per lavoro, ma magari vorrebbe farlo. Non, quindi, il tradizionale convegno ma un aperitivo verde: un momento di formazione light a fine giornata, magari con in mano un bicchiere. 
 

Per iscriversi agli apegreen: www.apegreen.org; info@apegreen.org 
 

Per informazioni:

Elena Acerbi

Ufficio stampa Terre di mezzo Eventi

Tel. 345.9011715

elenaacerbi@terre.it 

Stefano Bettera

Ufficio stampa Fondazione Legambiente Innovazione

Tel. 02.45475777

s.bettera@legambiente.org 

Olivia Kubanski

Redazione e-gazette

Tel.02.33610690

segreteria.redazione@e-gazette.it

venerdì 22 ottobre 2010

MILANO. CARAVAGGIO Una mostra impossibile. AUDIZIONE PER PERFORMER


Arthemisia Group / 22 ottobre 2010

CARAVAGGIO

Una mostra impossibile

Milano, Palazzo della Ragione

10 novembre 2010 – 13 febbraio 2011

A cura di Renato Parascandolo

AUDIZIONE PER PERFORMER NEI PANNI DI CARAVAGGIO >
25 OTTOBRE - ORE 10.00


In occasione della mostra Caravaggio. Una mostra impossibile, l'Assessorato alla Cultura del Comune di Milano e Arthemisia Group annunciano l'audizione che si terrà il 25 ottobre alle ore 10 presso la Sala Conferenze di Palazzo Reale, Piazza Duomo 12 Milano, per la selezione di 11 performer che interpreteranno il personaggio di Caravaggio.

I performer avranno il compito di calarsi nei panni del pittore per accompagnare i visitatori all'interno della mostra trascinandoli con parole e suggestioni nell'Italia del Seicento tra i vicoli malfamati da cui nacque la sua arte fino ai palazzi e le chiese in cui si concretizzò.

Per l'audizione si cercano performer (maschi) con capacità comunicative e attoriali, tra i 18 e i 35 anni, allievi o ex allievi di scuole di teatro o a laboratori teatrali.

E' ancora possibile inviare i curriculum con foto, scrivendo a chico@iol.it.


COMUNICATO STAMPA


Un nuovo straordinario evento dedicato a Caravaggio, nella sua terra di origine, chiude le celebrazioni per il quarto centenario della morte del maestro lombardo.

Tutte le opere di Michelangelo Merisi (1571 – 1610) si potranno ammirare nel loro folgorante splendore nella mostra Caravaggio. Una mostra impossibile allestita in Palazzo della Ragione a Milano, dal 10 novembre 2010 al 13 febbraio 2011. Ma non solo. Entrando nello spazio espositivo il pubblico sarà accompagnato da Caravaggio in un affascinante viaggio alla scoperta dei segreti della sua vita e della sua arte.

Promossa dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Milano, dalla Rai Radiotelevisione Italiana, e prodotta e organizzata da Arthemisia Group e Palazzo della Ragione, la Mostra impossibile del Caravaggio raccoglie 65 capolavori - l'intero corpus delle opere di Michelangelo Merisi, nessuna esclusa e comprese alcune attribuite – riprodotti ad altissima definizione e disposti lungo un itinerario cronologico. Un viaggio "impossibile" tra dipinti disseminati nei musei, nelle chiese e nelle collezioni private di tutto il mondo, che diventa realtà nell'era della riproducibilità digitale dell'opera d'arte.

"Un Caravaggio impossibile ma probabile, con una premessa: non c'è cultura senza educazione. Questo è il senso del progetto - spiega l'Assessore alla Cultura Massimiliano Finazzer Flory -. L'arte antica ha bisogno di futuro e questo Caravaggio virtuale ha qualcosa di molto reale: la possibilità di conoscere la bellezza dell'arte attraverso la tecnologia, con il sorprendente risultato di riuscire a vedere tutte le opere di Caravaggio in un unico spazio scenico".

Grazie a questo progetto ideato e curato da Renato Parascandolo, realizzato dalla Rai in collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, le opere di Caravaggio conservate da Parigi a San Pietroburgo, da New York a Princeton, da Dublino Vienna, da Roma a Napoli, Firenze, Siracusa, ecc. sono oggi fruibili in uno stesso luogo. I quadri, riprodotti in digitale con tecnologie d'avanguardia ad altissima definizione, nel rigoroso rispetto delle dimensioni, dei colori e della luce originali, si trovano finalmente riuniti realizzando un sogno a lungo coltivato da studiosi, critici e appassionati.

L'esposizione supera spazio e tempo e fa rivivere a distanza di secoli il pittore più moderno e rivoluzionario della storia, seguendo passo dopo passo le tappe dalla sua opera e della sua vita burrascosa.

Entrando in una vera e propria wunderkammer, i visitatori saranno infatti accolti da performer nei panni del grande maestro e verranno condotti nel suo mondo attraverso aneddoti di vita vissuta e racconti sulle opere, scanditi in tre fasi temporali: gli esordi, la maturità, il periodo precedente la prematura scomparsa. Caravaggio rivive altresì attraverso numerosi film, documentari storici e spettacoli a tema, proiettati su grandi schermi televisivi; l'atmosfera dell'epoca si respira nella sala con i quattro dipinti del maestro in cui compaiono strumenti musicali e spartiti. Un sottofondo sonoro di madrigali, cantati da un coro a quattro voci, pervade l'ambiente: sono le musiche dipinte dal Caravaggio in quattro opere famose: Riposo durante la fuga in Egitto (1596), le due versioni del Giovane che suona il liuto (1596-97) e Amore vincitore (1602).

CARAVAGGIO

Una mostra impossibile

Milano, Palazzo della Ragione

10 novembre 2010 – 13 febbraio 2011

A cura di Renato Parascandolo


www.caravaggio.rai.it

www.mostreimpossibili.rai.it


Ufficio Stampa

Arthemisia Group

Alessandra Zanchi

M +39 3495691710 - az@arthemisia.it

Ilaria Bolognesi

M +39 3939673674 - ib@arthemisia.it

T +39 026596888 T +39 0721370956

press@arthemisia.it

Comune di Milano - Cultura

Francesca Cassani | T 02 884 50177 | francesca.cassani@comune.milano.it

Elena Conenna | T 02 88453314 | elenamariaconenna@comune.milano.it


I

EasyEcolamp.it: il blog trendy sull'ecologia con green news, curiosità, idee riciclate, proposte sostenibili, eco-tendenze e molto altro!


Ecolamp sviluppa l'approccio al web con il blog Easyecolamp.it: ecologico, eco-sostenibile, eco-informativo.

Ecolamp lancia il suo nuovo blog Easyecolamp.it. Nato grazie alla creatività di Egg2.0, Easy Ecolamp Blog è un aggregatore di curiosità e notizie sul tema dell'ecologia e dell'ambiente, un contenitore attraverso il quale Ecolamp intende comunicare in modo diretto con coloro che sono interessati al mondo "green" e che ricercano informazioni per migliorare il proprio approccio ecosostenibile alla vita quotidiana.

Attraverso il blog il Consorzio intende fornire tutte le informazioni utili rispetto alla propria attività, la raccolta e il trattamento delle sorgenti luminose a basso consumo esauste, ma non solo.


Il blog è suddiviso in sezioni a seconda dei temi di interesse che possono incuriosire il navigatore:

  • Idee riciclate: la rubrica sul riciclo creativo in cui l'utente può inviare suggerimenti e idee.
  • Ecoworld: tante news eco dall'Italia e dal mondo.
  • Ecoeventi: gli eventi eco nel mondo.
  • Consigli sostenibili: dal risparmio energetico alle ricette fai da te. Suggerimenti e consigli per vivere in modo eco.
  • GreenCoolHunting: tutte le nuove eco-tendenze nel mondo della moda, del design, dell'arte, dello spettacolo e dell'high-tech.
  • Eco4kids: un laboratorio di riciclo creativo dedicato ai bambini.

EasyEcolamp sarà quindi un nuovo spazio dedicato a tutti voi, in cui potrete intervenire ed esprimere il vostro parere e le vostre preferenze, aiutandoci a creare giorno dopo giorno un nuovo modo di vivere e comunicare la sensibilità e il rispetto per l'ambiente che ci circonda. Qualche esempio? Vi dedicheremo canzoni green, andremo insieme a caccia di eco-tendenze e vi daremo consigli sostenibili, faremo del riciclo il nostro hobby preferito, insegneremo ai bambini come creare giocattoli con materiali di recupero e andremo a tutti gli eventi dell'eco-system, segnalandovi le notizie imperdibili e tutte le curiosità.

Auguriamo a tutti una buona e sostenibile navigazione su www.easyecolamp.it

giovedì 21 ottobre 2010

THE TRAVELLER - Legend 54, Milano Venerdì 22 Ottobre,



EOBOOKING Live Agency

presenta

 

 MAX FORLEO - THE TRAVELLER

Concerto presentazione dell'album omonimo

"The Traveller"

 

Venerdì 22 Ottobre al Legend 54

 

Opening act: Gianfranco Mauto

 

 

Venerdì 22 Ottobre al Legend 54, è di scena "The Traveller" che presenta live il disco dal titolo omonimo. L'inizio del concerto è previsto per le ore 21:30. Ingresso 10 euro compresa consumazione. In apertura: Gianfranco Mauto.

 

Massimiliano Forleo, in arte "THE TRAVELLER", scrive canzoni; canzoni che parlano di vita quotidiana, di emozioni, e sono suonate da strumenti veri, strumenti di "legno".. capaci di esprimere l'anima folk di questo progetto. Contrabbasso, violini, mandolini e chitarre trasportano l'ascoltatore nei luoghi e nelle vicende che vengono raccontate.

Il disco, ed alcuni brani in particolare, nascono come colonne sonore. Max Forleo, infatti, li ha scritti quest'anno in versione chitarra e voce per il DVD "TRENO della MEMORIA", progetto per il Ministero della Cultura e, successivamente riarrangiati insieme a Dario Bucca, hanno dato vita al disco: "The Traveller".

 

Max Forleo: fondatore, cantante e chitarrista della band THE LOREAN, nell'ultimo anno ha "calpestato" più di 140 palchi in Italia ed Europa con il "Morning Freedom Tour", condividendoli spesso con artisti del calibro di KEE MARCELLO (Europe), RICHIE KOTZEN (Mr.Big, Poison), TM STEVENS (James Brown, Tina Turner...).  

L'ultima tappa del tour si è tenuta all'Arena Civica di Milano lo scorso 24 luglio, con la sua band headliner al Milano Jazzin Festival.

 

Max Forleo quest'anno ha anche collaborato all'ultimo disco di Dj Jad (Ex Articolo 31), scrivendo e cantando il ritornello di un brano: "Sorrisi e Tradimento", e partecipando poi anche al videoclip (in rotazione su Hip Hop Tv) e scrivendo, sempre per lo stesso, le colonne sonore al pianoforte per Cerco di Volare "Lezioni Di Yoga" .


La band, "THE TRAVELLERS", oltre a Max Forleo, è composta da Dario Bucca (arrangiatore, contrabbasso e basso elettrico), Alex Aliprandi (mandolino, armonica, chitarra e cori) e Riccardo Preda (Batteria).  Guest di questa serata: Mariela Valota (Mediaset, Rai) al violino elettrico.

 

The Travellers saranno in tour in tutta Italia, Ulive booking (www.myspace.com/ulivebooking), a partire dal 15 gennaio 2011.

 

Official Websites

www.thetraveller.it

www.thelorean.com  

Info Concerto:

Venerdì 22 Ottobre 2010

THE TRAVELLER live@ LEGEND54

viale Enrico Fermi 98 (ang. via Sbarbaro), Milano

Opening act: Gianfranco Mauto

Inizio Concerti ore 21:30

Ticket: 10€ con consumazione

 

Info&Tickets

www.eobooking.com

 

 

Milano e Monza nel Parco Media Valle Lambro


Il territorio del Parco Media Valle Lambro si allarga!
I comuni di Monza e di Milano interessati ad entrare nel parco sovracomunale

Sabato 23, ultima giornata degli Stati Generali del Parco Media Valle Lambro

La prima giornata degli Stati Generali del Parco Media Valle Lambro ha raggiunto gli obiettivi prefissati: i comuni di Milano e di Monza hanno dichiarato la loro disponibilità ad entrare nel Parco Media Valle Lambro, perimetrando come PLIS tutti i territori lungo il fiume Lambro tra il centro di Monza e l'Idroscalo di Milano. Le Provincie di Milano e di Monza Brianza hanno assicurato il loro supporto tecnico e finanziario. I comuni di Sesto San Giovani, Cologno Monzese e Brugherio, dove attualmente ha sede il Parco, hanno rinnovato l'impegno e hanno indicato la Convenzione come lo strumento con cui continuare a gestire il Parco.  Questo importante progetto potrà anche avvalersi del supporto tecnico e strategico di Milano Metropoli Agenzia di Sviluppo che ha partecipato all'incontro e che è stato uno dei primi enti territoriali a sostenere il coordinamento e il potenziamento della rete dei parchi del Nord Milano.  "Si sono concretizzate le condizioni per la realizzazione di un parco sovracomunale dal centro di Monza all'Idroscalo di Milano, che già nell'immediato potrà essere considerato come il terzo parco pubblico di tutta la città metropolitana, dopo il Parco di Monza e il Parco Nord Milano", ha dichiarato soddisfatto Luca Ceccattini, Presidente del Parco Media Valle Lambro.

Non a caso lo slogan scelto per promuovere questi Stati Generali è stato "Abbiamo un parco in comune", un invito esplicito alle istituzioni, ai cittadini e a tutti gli attori territoriali ad attivarsi per valorizzare quest'area verde e farla diventare la "cerniera" strategica tra il centro di Milano e quello di Monza.
"Per il comune di Milano il sistema ambientale vince sui confini amministrativi, ed è per questo che noi intendiamo aderire a questo progetto e collaborare attivamente con gli altri comuni coinvolti", ha sottolineato Carlo Masseroli, Assessore allo Sviluppo del territorio del Comune di Milano. Un impegno condiviso pubblicamente anche dall'Assessore all'Ambiente del Comune di Monza, Giovanni Antonicelli, che ha dichiarato che "il Comune di Monza collaborerà nel modo più totale all'allargamento del parco sia per gli aspetti tecnici che economici".

L'ampliamento del Parco Media Valle Lambro è anche uno degli obiettivi strategici delle province di Milano e di Monza e Brianza. "C'è una volontà congiunta tra la Provincia di Milano e il comune di Milano di mettere mano ad un ampliamento di un perimetro che da Sesto San Giovanni arriva fino al Parco Sud", ha affermato Fausto Moretti, dell'Assessorato all'Agricoltura e ai Parchi della Provincia di Milano. "Il Parco Media Valle Lambro ha per noi un significato strategico, considerando l'alto tasso di urbanizzazione del nostro territorio, ed è per questo che assicuro la massima attenzione anche per i profili economici e gestionali da parte della nostra Provincia", ha dichiarato Antonino Brambilla, Assessore alla Pianificazione territoriale e ai Parchi della Provincia di Monza e Brianza.  
Alessandro Colucci, Assessore ai Sistemi Verdi e al Paesaggio della Regione Lombardia ha sottolineato "la centralità dei comuni nella pianificazione territoriale" e ha annunciato gli Stati generali dei Parchi lombardi "per discutere una riforma di legge, condivisa con gli enti locali, per la tutela, la salvaguardia e il rilancio delle aree verdi protette".
I tre comuni che attualmente gestiscono il Parco Media Valle Lambro hanno rinnovato ieri l'impegno di continuare a potenziare questa area verde e di co-partecipare alla sua gestione attraverso lo strumento della convenzione, come hanno affermato Maurizio Ronchi, Sindaco di Brugherio, Mario Soldano, Sindaco di Cologno, e Lella Brambilla, Assessore ai Parchi del Comune di Sesto S.G.

Sabato 23, ultima giornata degli Stati Generali del Parco Media Valle Lambro

Il Sabato 23 ottobre, ultima giornata degli Stati Generali del Parco Media Valle Lambro, si parlerà di buone pratiche e di altre esperienze di Parchi analoghe esistenti e della necessità di passare dal concetto di  "parchi in città" a quello di "città nel parco" con Fabio Terragni, Amministratore Delegato BIC La Fucina;  Marzio Marzorati e Laura Zamprogno, Legambiente Lombardia; Luca Ceccattini, Presidente Parco Media Valle Lambro; Mario Clerici, Dirigente Servizio Idrico Integrato Regione Lombardia; Pietro Lenna, Dirigente Aree Protette e Biodiversità Regione Lombardia; Riccardo Gini, Direttore Parco regionale Nord Milano e Parco Balossa; Bernardino Farchi, Direttore Parco regionale Valle Lambro; Maria Luisa Decarli, Direttore Parco Grugnotorto-Villoresi; rappresentanti del Forum Consultivo del Parco Media Valle Lambro e rappresentanti di Legambiente, Lipu e Italia Nostra.

L'iniziativa si svolge, dalle 9.00 alle 14.00 nella Sala consiliare del Municipio di Sesto San Giovanni, e per l'occasione sono stati organizzati allestimenti a cura di IED-Istituto Europeo del Design, Politecnico di Milano, NABA- Nuova Accademia Belle Arti di Milano, Gruppo Fotoamatori Sestesi, Consorzio CS&L.

Gli Stati Generali sono stati promossi da Parco Media Valle Lambro, in collaborazione con i Comuni di Brugherio, Cologno Monzese e Sesto San Giovanni, Provincie di Milano e Monza Brianza, con il supporto di Milano Metropoli Agenzia di Sviluppo, Istituto Europeo del Design, Italia Nostra, Legambiente, Lipu, Nuova Accademia Belle Arti di Milano, Politecnico di Milano, CS&L Consorzio Sociale.

Per informazione:

Parco Media Valle Lambro
www.pmvl.it
tel. 02-2496 413, pmvl@pmvl.it

Ristorante Grani&Braci, Giovedì 21 ottobre 2010- A cena con Luca Speciani si parla di: "DIMAGRIRE SENZA CONTARE LE CALORIE"


Grani&Braci, ristorante, pizzeria e steak house in via Farini a Milano, propone un nuovo ciclo di incontri dedicati alla DietaGIFT, impostazione alimentare che ritroviamo in tutti i locali del Gruppo Ethos con lo slogan "Lo chef promotore di salute e benessere".
Tre saranno le serate con Luca Speciani che illustrerà la filosofia alimentare della DietaGIFT con un focus sull’argomento in programma per la serata. Mentre in un incontro si approfondirà il tema delle intolleranze alimentari con Attilio Speciani. Tutti gli incontri saranno seguiti da una cena con menu dedicato alla DietaGIFT.
Proponiamo di seguito il prossimo appuntamento in collaborazione con l'impostazione alimentare DietaGIFT che Grani&Braci ha adottato nello stile e nelle scelte per i propri ristoranti di Milano e Brianza compreso, naturalmente, Grani&Braci.
21/10/10- Dimagrire senza contare le calorie - (con Luca Speciani)



Menù
• Insalatona mista
• Spaghetti rustici biologici con spada, melanzane e pecorino romano
• Involtino di pesce spada e melanzane
• Calice di Vino, Acqua, Caffè

Presso il ristorante Grani&Braci, ore 20.30 con menù gift dedicato alla serata (costo € 25,00 a persona).
Per ulteriori informazioni e prenotazioni: tel 02/36637422- www.graniebraci.it - MM2 Garibaldi/ info@lucaspeciani.it - www.dietagift.com
Luca Speciani: dottore in scienze agrarie e in corso di seconda laurea in Medicina, è tecnico di atletica leggera e consulente nutrizionale della nazionale italiana di ultramaratona.



Che cos’è la DietaGIFT?

La DietaGIFT è un particolare regime alimentare che ricerca salute e benessere senza rinunciare al gusto.
Con la consulenza di Attilio Speciani, medico immunologo e Luca Speciani, dottore in scienze agrarie e consulente nutrizionale della nazionale di ultramaratona, lo staff di cucina di Grani&Braci ha inserito nel menu alcuni piatti (contrassegnati con il simbolo ) realizzati con alimenti sani e di alta qualità, cotture semplici e condimenti leggeri, prestando particolare attenzione alle proporzioni tra gli ingredienti utilizzati.
Le pietanze dietaGIFT sono ideate seguendo una filosofia alimentare che mira alla salute e al benessere senza sacrificare in alcun modo la forza creativa e l’esperienza culinaria dello chef.
Con dietaGIFT Grani&Braci, forte della solida esperienza del Gruppo Ethos nel settore della ristorazione, risponde ad un’esigenza estremamente attuale: la competenza dell’ “operatore della ristorazione” su tutti i temi che riguardano l’alimentazione per garantire la salute e il benessere dei suoi clienti.
Luca Speciani è autore, insieme ad Attilio Speciani, del libro “Lo chef promotore di salute e benessere”- Guida pratica alla DietaGIFT”, in vendita presso il ristorante Grani&Braci al prezzo di 4 euro.
Gruppo Ethos
Grani & Braci è il nuovo ristorante, steak house e pizzeria nato dalla partnership tra Gruppo Ethos e Gruppo CIR_food (www.cir-food.it). Il Gruppo Ethos (www.gruppoethos.it) vanta un’esperienza ventennale nel settore della ristorazione e conta oggi altri tre ristoranti di successo: Sanmauro a Casatenovo, Lecco (www.sanmauroweb.it), Acqua e Farina ad Agrate Brianza, Milano (www.acquaefarina.net) e Risoamaro a Mariano Comense, Como (www.risomaro.it). Grani & Braci si propone come un innovativo punto di ritrovo per gustare piatti raffinati, gustose pizze e sfiziosi dessert in un ambiente elegante e cordiale. Attenzione alla qualità, disponibilità verso il cliente, versatilità dell’offerta, etica e passione sono i tratti distintivi di tutti i locali del Gruppo. Per ulteriori informazioni: tel 02/36637422- www.graniebraci.it - MM2 Garibaldi/ www.radiomamma.it
Per ulteriori informazioni:
Grani&Braci-Gruppo Ethos
www.graniebraci.it
02 36637422
patrizia.fabretti@bluwom-milano.com

NUOVO LOOK PER L’AGENZIA DI MEDIA RELATIONS BLU WOM MILANO Media Relations


Dallo scorso settembre è operativa la nuova agenzia BLU WOM MILANO Srl Media Relations, società indipendente di comunicazione integrata, già attiva da anni nel settore Ufficio Stampa e Relazioni Pubbliche. BLU WOM MILANO ha infatti cambiato il look con il fine di riproporsi al mercato con una nuova identità, che meglio risponda alle esigenze dei propri clienti sempre di più alla ricerca di partner in grado di supportarli con un’ offerta più integrata di servizi e di affiancarli con strategie di comunicazione innovative. Da oggi questo obiettivo l’agenzia milanese può dire di averlo raggiunto.

Blu Wom Milano opera già da tempo nel mercato nazionale e internazionale e, oltre all’attività di ufficio stampa e relazioni pubbliche, offre da qualche anno anche servizi di digital PR: con la nuova immagine l’agenzia milanese sarà in grado di supportare in modo costante i suoi clienti anche con servizi di pianificazione ADV, di marketing strategico per lo sviluppo della brand reputation e con attività di organizzazione eventi non più solo basic, quali ad esempio open day e/o eventi mirati esclusivamente ai giornalisti, ma più strutturati e a visibilità più allargata.
Blu Wom Milano vanta attualmente nel proprio portafoglio clienti importanti aziende riconosciute e apprezzate a livello mondiale, operanti principalmente nel settore arredamento e design (Snaidero, Europeo, Bimax, Martex, Gruppo Restart, Plinio il Giovane, Bpt, Gorenje, Fhiaba, Sunday, Olimpia Splendid, Alex Turco, Radice e Orlandini), ma anche in ambiti differenti come food e ristorazione (Oleificio Zucchi e Grani&Braci – Gruppo Ethos), e-commerce (Fashionflowers.it), profumeria (M&M), Home fragrance (Aqa e Atmosfera), Turismo (BHR Treviso Hotel), moda (Roncade Outlet Gallery) e Costruzioni (Gruppo Basso).


“Il mondo delle relazioni pubbliche è in continua e progressiva evoluzione e differenti sono i target e i mezzi con i quali raggiungerli”, commenta Patrizia Fabretti, Dir. Generale e Resp. Servizio Clienti. “Blu Wom Milano nasce dalla consapevolezza che oggi è indispensabile trovare strumenti innovativi che si adattino alle particolari esigenze di ogni singolo cliente. Per essere competitivi la strategia deve essere “viva”, crescere ed evolversi in una dialettica continua tra cliente, agenzia e media. Questa nuova veste societaria ci rende più flessibili e in grado di sfruttare tutte le forme di comunicazione più idonee per conseguire i nostri obiettivi. Abbiamo ancora grandi novità da presentare al mercato, ma ci riserviamo di raccontarle quando saranno definitive e operative. La nostra sede ha la caratteristica di essere strategica: Milano ci permette di sviluppare e attivare in tempi brevi tutte le opportunità che il mercato ci presenta, Milano è il centro della creatività e a Milano abbiamo già individuato le persone giuste che collaboreranno con noi per soddisfare i bisogni e gli obiettivi dei nostri clienti” conclude Patrizia Fabretti “ E’ per questo che abbiamo voluto dare maggior risalto al luogo nel quale operiamo chiamando la nuova società Blu Wom Milano Media Relations”.


Per ulteriori informazioni:
BLUWOM MILANO Srl
www.bluwom-milano.com
02 87384640
patrizia.fabretti@bluwom-milano.com

mercoledì 20 ottobre 2010

WWF: UN MURO BLOCCA IL CENTRO DI MILANO - Colorata iniziativa europea per una rete ecologica alpina


WWF, CIPRA, ALPARC e ISCAR (Iniziativa Continuum Ecologico)

UN MURO BLOCCA IL CENTRO DI MILANO

Colorata iniziativa europea per una rete ecologica alpina

 

Stop, qui non si passa! Oggi in via Mercanti a Milano un muro di 13 metri blocca la strada ai passanti. Perche lo stesso accade agli animali ogni giorno: strade e insediamenti frammentano sempre più i percorsi migratori. Con  «The Wall, il muro della biodiversità» organizzato in sei paesi alpini, l'«Iniziativa Continuum Ecologico» di WWF, CIPRA, ALPARC e ISCAR dimostra quanto sia importante il collegamento degli habitat per la sopravvivenza di molte specie animali e vegetali.

Gli impianti idroelettrici ad esempio hanno un forte impatto sui pesci d'acqua dolce. Un diga, per esempio, blocca completamente la possibilità di risalire un fiume per andare a riprodursi. Ma anche un impianto che rubi troppa acqua a un fiume modifica l'ambiente in maniera tale da impattare pesantemente sui pesci.

«La frammentazione dello spazio vitale naturale e la separazione delle popolazioni può generare un impoverimento genetico e addirittura l'estinzione di alcune specie», afferma Mauro Belardi, responsabile Alpi WWF Italia.

 

Le numerose dighe dell'arco alpino non sono i soli ostacoli. Il paesaggio alpino è sottoposto a una forte pressione in termini di utilizzo, soprattutto nelle valli densamente abitate; strade, città, villaggi e campi a coltivazione intensiva ostacolano il passaggio degli animali, tenendoli lontani da importanti luoghi di nutrizione e ristoro. I numerosi sforzi già in atto per la messa in rete degli spazi vitali vanno intensificati e inseriti in una strategia alpina, perché la natura non si ferma ai confini nazionali e si può proteggere solo mediante un'azione comune. I partner dell'«Iniziativa Continuum ecologico» si impegnano in questo senso ed esigono che le esigenze di mobilità della selvaggina vengano tenute in considerazione in tutte le future pianificazioni, dal livello locale a quello internazionale.

Stop informativo al muro

Per protestare contro la frammentazione degli spazi vitali, oggi  l'«Iniziativa Continuum ecologico» erige un muro artificiale nella vivace via Mercanti di Milano. Così come i passanti si troveranno improvvisamente di fronte un ostacolo inatteso, lo stesso accade ogni giorno ad animali e piante a causa delle attività umane.

Un gruppo di giovani attori guidati dalla regista teatrale Federica Santambrogio, dopo le prove al Teatro Franco Parenti, con una rappresentazione teatrale di strada hanno reso il concetto di frammentazione degli habitat alpini, intrattenendo i passanti. Il muro, percorribile tutto il giorno, è provvisto di testi esplicativi e i partecipanti al progetto forniranno delucidazioni ai passanti interessati.

Poiché nei Paesi confinanti la situazione è analoga e occorrono quindi soluzioni comuni per l'intero arco alpino, la manifestazione oggi è  contemporaneamente a Zurigo, Vienna, Lubiana, Monaco e Lione.

  Francesco Pastorelli di CIPRA Italia dichiara: «Nei paesi confinanti la problematica è simile. Per dimostrare questa concatenazione, monteremo il muro anche in Svizzera, Austria, Slovenia, Germania e Francia».

Un buon esempio: Parco Groane

I fori nel muro lungo 13 metri segnalano che nel territorio alpino esistono alcuni progetti molto promettenti, seppure ancora troppo pochi:  ad esempio nel Parco delle Groane nell'alta pianura dove c'è la brughiera più meridionale d'Europa un progetto appena concluso ha realizzato numerosi interventi per la tutela della biodiversità e per ripristinare la connettività.

Il progetto di conservazione portato avanti da WWF , Parco Groane e cofinanziato dalla Fondazione Cariplo ha interessato direttamente le 12 specie di uccelli, 7 di anfibi, 8 di rettili e 3 diversi habitat tra i quali la brughiera più a Sud d'Europa. Nell'ambito di questi lavori sono stati piantumati numerosi alberi, eliminate diverse ceppaie di specie esotiche, ripristinate alcune pozze d'acqua, creati dei corridoi per la migrazione degli anfibi e della piccola fauna, eliminati gli arbusti che soffocavano la brughiera, sistemati dei

nidi artificiali ed è stata posata un'apposita cartellonistica didattica e segnaletica per limitare l'accesso alle aree più delicate del Parco.

 

Impegno esemplare degli Stati alpini a favore della biodiversità

Nell'anno dedicato dall'ONU alla biodiversità ottobre è un mese speciale.

Dal 18 al 29 a Nagoya in Giappone i Ministri dell'Ambiente di tutti i Paesi discuteranno di come arrestare la perdita di biodiversità.

Con le loro 30.000 specie animali e 13.000 specie vegetali e una grande varietà di habitat, le Alpi rappresentano una delle più ricche fonti di biodiversità in Europa. Perché ciò non cambi in futuro, tutti gli Stati alpini collaborano alla realizzazione di una rete ecologica lungo l'intero arco montuoso.

L'Iniziativa Continuum Ecologico, sostenuta dalla Rete delle Aree Protette Alpine Alparc, dalla Commissione Internazionale per la Protezione delle Alpi CIPRA, dal Comitato per la ricerca alpina ISCAR e dal Programma alpino del WWF, assume un ruolo guida in questo ambito.

 

FOTO DISPONIBILI DALLE AGENZIE FOTOGRAFICHE PRESENTI ALL'EVENTO

 

 

CARTELLA STAMPA COMPLETA  DISPONIBILE SU:

http://upload.wwf.it/annobiodiversita/file/Ottobre_Mese_della_Biodiversita/The_Wall/

 

INCONTRO IN FELTRINELLI A MILANO CON MATTHIEU MANTANUS 29 OTTOBRE - ORCHESTRA IN GIOCO

ORCHESTRA IN GIOCO – INCONTRO IN FELTRINELLI CON MATTHIEU MANTANUS

Venerdì 29 ottobre alle ore 16.30 presso la Feltrinelli di Via Manzoni a Milano, Matthieu Mantanus, giovane direttore d'orchestra tra i protagonisti dell'innovativo progetto didattico e di spettacolo ORCHESTRA IN GIOCO, incontra insegnanti e genitori interessati a iniziare i bambini all'ascolto della musica sinfonica in maniera divertente e consapevole. L'incontro spiega il metodo che, rivolto soprattutto ai bambini delle scuole primarie e secondarie,  affronta l'aspetto emozionale della composizione, permettendo di svelare il lato ludico e appassionante della musica sinfonica. L'opera oggetto dell'incontro è L'Eroica - terza sinfonia in MI bemolle maggiore op. 55 di Ludwig Van Beethoven, che sarà eseguita l'8 dicembre al Teatro Sociale di Como (replica ad ingresso gratuito aperta al pubblico) ed il 10 dicembre a Milano presso il Conservatorio (replica scolastica).  Orchestra in Gioco è parte di Opera Education, un progetto di educazione musicale e di spettacolo ideato da Barbara Minghetti e promosso da AsLiCo.

Il Maestro Mantanus, nominato direttore associato di Lorin Maazel al Casteton Festival, è esperto di didattica musicale ed autore del libro Una giornata Eroica (ed. Feltrinelli) che, con gran semplicità mette il lettore davanti a domande semplici e cruciali raccontando i segreti dell'orchestra durante una prova.

Per informazioni:
AsLiCo – Opera Education
Via Ponchielli 5 20129 Milano
Tel. 02 89697360
www.operaeducation.org



SMAU 2010: dall' Incubatore LIB due soluzioni innovative per le PMI e il settore delle trascrizioni




SMAU 2010: dall'Incubatore LIB due soluzioni innovative
per le PMI e il settore delle trascrizioni
athirat presenta ACG Vision4 mobile e Voisis un sistema per ottimizzare la trascrizione
delle registrazioni audio in file di testo.

Due aziende ospiti dell'Incubatore d'imprese innovative LIB di Sesto San Giovanni saranno presenti all'edizione SMAU 2010, che si terrà a Milano dal 20 al 23 ottobre, con nuove applicazioni pensate per agevolare la gestione nelle PMI e per ottimizzare il settore delle trascrizioni. L'azienda athirat presenta una soluzione che permette di accedere da cellulare smartphone e iphone, via web services, ad alcune funzioni delle ACG Vision4. Voisis presenta un'applicazione pensata per ottimizzare i servizi di trascrizione delle registrazioni audio in file di testo.
Voisis e athirat sono due delle 26 aziende innovative insediate presso l'Incubatore LIB (Laboratorio Innovazione Breda), la struttura d'incubazione creata e gestita da Milano Metropoli Agenzia di Sviluppo per agevolare, con spazi e servizi mirati, la nascita di nuove imprese, lo sviluppo di start up innovative e la post-incubazione di società più consolidate.


ACG Vision 4 Mobile di athirat

(Pad 4 - Stand E01, presso lo stand di ISA - Italian Software Academy, consorzio di imprese tutte operanti su applicativi ACG)
athirat (www.athirat.com) presenta in anteprima ACG Vision 4 mobile , sistema che permette l'accesso da cellulare, smartphone, iphone, via web services, ad alcuni processi delle nuove ACG Vision4. Concretamente con questa soluzione è possibile, in mobilità, leggere e modificare le anagrafiche, ordini o estratti conto. Grazie a queste informazioni il venditore potrà, per esempio, disporre in tempo reale della disponibilità a magazzino di un prodotto e fare la prenotazione della merce, dopo aver verificato il fido del cliente. La soluzione ACG Vision 4 mobile è inserita in un'offerta plug and play, con la possibilità di estendere, da parte del partner ACG stesso, il servizio mobile a qualsiasi altro processo aziendale ritenuto interessante in mobilità per il cliente. Nel mondo della mobilità, athirat ha scelto di basare le sue soluzioni sulla tecnologia bMooble, grazie alla quale trasferisce processi informativi B2B o B2C da qualunque sistema informativo a qualunque dispositivo mobile. Continua a leggere.


Il sistema di Vosis per rendere più efficiente la trascrizione delle registrazioni audio in file di testo

 (Pad. 3 - Stand H35, presso lo stand dell'azienda partner Loquendo)
Voisis  (www.voisis.it) presenta un'applicazione pensata per ottimizzare i servizi di trascrizione delle registrazioni audio in file di testo. Attraverso questa soluzione software -utilizzabile sia sulla rete della società incaricata delle trascrizioni, che tramite internet – le registrazioni audio vengono trasferite al sistema e processate da un cluster di motori di riconoscimento vocale, in grado di utilizzare diversi modelli acustici e contesti linguistici specifici.
"Grazie a quest'applicazione - sottolinea Riccardo Amici direttore generale di Voisis -  gli incaricati delle trascrizioni possono visualizzare il testo, riascoltare le tracce audio corrispondenti, ed effettuare le opportune correzioni, prima di rendere i documenti  prodotti disponibili per l'archiviazione. Tutte queste operazioni possono essere eseguite senza installare alcun software; è sufficiente un browser WEB". Continua a leggere.

L'incubatore di imprese innovative LIB si trova a Sesto S. Giovanni e, con i suoi 4.500 mq di s.l.p., è l'incubatore più grande della Lombardia. Consente alle imprese di avere una sede economicamente conveniente, ridurre le difficoltà logistiche, disporre di spazi privati e comuni attrezzati, far parte di una comunità dove spesso nascono partnership commerciali. Dal 2000 al 2009 il sistema d'incubazione di Milano Metropoli ha supportato lo sviluppo di 85 aziende con oltre 480 addetti. www.milanomet.it
Comunicazione Istituzionale Milano Metropoli Agenzia di Sviluppo / Incubatore LIB- Laboratorio Innovazione Breda

lunedì 18 ottobre 2010

Un Libro a Milano II edizione. Inaugurazione

26 novembre 2010 > 18.30

Un libro a Milano 
II Salone della piccola e media Editoria Indipendente  
SuperstudioPiù > Via Tortona 27 
Editoria. Ecologia. Tecnologia.

Serata di inaugurazione

Nel cuore della Milano post-industriale - la zona Tortona - oggi tempio della moda e del design, si apre la II edizione di Un Libro a Milano. Salone della piccola e media Editoria Indipendente, che inaugura la tre giorni della kermesse culturale con un grande omaggio al mondo delle passerelle, che ha reso la città universalmente nota.

Programma della serata

18.30 Saluto al pubblico e agli editori espositori da parte dei promotori di Un Libro a Milano.

19.00 Ilaria Caprioglio, avvocato e scrittrice, ex Top Model, finalista italiana a Los Angeles del concorso Super Model of the World edizione 1988, presenta il libro Milano-Collezioni andata e ritorno (Liberodiscrivere Edizioni)

Ilaria Caprioglio descrive con coinvolgimento luci e ombre della vita in passerella e i sentimenti ambivalenti di chi approda, giovane e impreparato, nello sfavillante glamour del jet set, nascondendo a volte un profondo disagio, un senso di solitudine e sradicamento.

Ne parlano con l'autrice:

Fabiola De Clercq, presidente ABA – Associazione Bulimia Anoressia

Rosanna Ercole Mellone, giornalista del gruppo editoriale Repubblica-L'Espresso, docente di comunicazione della nutrizione.

Daniela Pedrini, agente per The Fashion Model Management S.p.A.

20.30 Al termine della presentazione, performance musicale del Duo Harmoniae.

Il flauto traverso Sara Ligas, già membro dell'Orchestra Filarmonica del Veneto e la chitarra classica Luciano Massimo Rusignuolo, collaboratore del Teatro alla Scala, propongono brani tratti dal repertorio brasiliano e argentino, con l'intento di accompagnare l'ascoltatore nella magia evocativa dei suoni.

In chiusura ricco buffet a cura di Un Libro a Milano.


Titolo: Milano - Collezioni andata e ritorno

Autore: Ilaria Caprioglio

Editore: Liberodiscrivere® edizioni

Collana: Il libro si libera

Anno: 2008 

Dalla postfazione:

La storia di Virginia la scrissi d'un fiato, circa dieci anni fa, nel timore di dimenticare quell'esperienza unica, con luci e ombre, nel mondo della moda. La partorii insieme a Jacopo, il mio primo figlio, ma quando ebbi la bozza del contratto di pubblicazione fra le mani fui assalita dai dubbi, dalla paura di espormi, di mettere a nudo le mie debolezze. La riposi, dunque, nella libreria di casa, avendo riguardo a non affiancarla ai romanzi di Balzac, Verga o Goethe. Sono passati gli anni, a Jacopo si sono aggiunti Edoardo, Vittoria e una targa di ottone da avvocato e la storia è sempre rimasta là, ormai con le pagine incollate fra loro. Intanto sentivo da lontano gli echi del mondo della moda, sempre più distaccata e serena. Seguivo le cronache di quel mondo messo sotto accusa per gli scandali della cocaina, perché istigava all'anoressia o sfruttava giovani fanciulle sprovvedute e dentro di me prendeva forma un nuovo sentimento nei confronti dello scintillante carrozzone sul quale ero salita, seppur per un breve periodo e con alterne fortune. Quel mondo, per una modella, non era solo marcio e negativo come qualche cronista, in cerca di facili scoop, voleva far apparire. In quell'ambiente una ragazza, con i requisiti fisici necessari, poteva e può accostarsi senza bruciarsi, vivendo una esperienza unica, a volte un po' sofferta come nel mio caso, ma di inestimabile valore per la propria crescita umana. Bisogna solo vivere quell'opportunità come una tappa del proprio cammino, splendida e difficile al contempo, considerandola una breve parentesi che non deve precludere gli studi, gli affetti e tutti gli altri mattoni che servono per costruire il proprio futuro. Purtroppo l'elemento che gioca contro chi si affaccia nell'universo moda è l'età, le modelle sono, devono essere giovani e, dunque, recano con sé insicurezze o, peggio, spavalde certezze tipiche dell'adolescenza. Ed è per questo che vanno aiutate e seguite. Mi sono convinta, quindi, a pubblicare la mia storia per offrire un contributo, seppur minimo e imperfetto, ad una aspirante indossatrice. Per svelare alle ragazzine, che desiderano entrare nel mondo della moda, come prosegue la favola dopo che sono passati i titoli di coda dell'ennesimo concorso di bellezza. E' una delle tante storie di modelle raccontate in un libro, un po' datata ma, tuttavia, sempre attuale: dietro uno scatto fotografico oggi c'è maggior tecnologia ma, davanti all'obbiettivo c'è sempre una giovane donna che, per quanto smaliziata possa essere, si ritrova catapultata in un mondo adulto, sola e sganciata da qualsiasi riferimento affettivo. Se la mia bellissima bambina (perdonatemi la debolezza tipicamente materna) mi chiedesse un giorno il permesso di fare questo lavoro non mi sentirei di negarle l'opportunità ma, consapevole delle sollecitazioni alle quali potrebbe andare incontro, vorrei leggesse la storia di Virginia e poi intraprendesse la sua avventura... per non dover vivere un domani il rimpianto di non averci nemmeno provato. 


Per informazioni sul Salone, espositori, eventi, personaggi che hanno aderito:

Silvia Reina 
Ufficio Stampa Z.O.E.  
www.unlibroamilano.it 
press@unlibroamilano.it 
Tel. 02 91 98 89 06 
Fax 02 91 98 89 07

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI