Cerca nel blog

venerdì 26 febbraio 2010

Comune Milano: domenica a Impatto Zero

 

DOMENICA A IMPATTO ZERO®

PER IL COMUNE DI MILANO

 

Il Comune di Milano sceglie il progetto Impatto Zero® di LifeGate per compensare le emissioni di CO2 generate dagli eventi organizzati e dalle auto in circolazione domenica 28 febbraio. Verranno create e tutelate 25.700 mq di nuove aree verdi nel Parco del Ticino.

 

Domenica 28 febbraio giornata all'insegna della sostenibilità ambientale per la città di Milano.

Oltre al blocco del traffico previsto, che permetterà di ridurre notevolmente l'inquinamento dell'aria e le emissioni di CO2, il Comune di Milano ha scelto di regalare a tutti i cittadini un una domenica a Impatto Zero®!

Con il progetto Impatto Zero® di LifeGate, infatti, si compenseranno le emissioni di CO2 generate dai mezzi che - per utilità pubblica, professionale o di servizio- potranno circolare, attraverso la  creazione e tutela di 25.700 mq di nuove aree verdi nel Parco del Ticino.

"La collaborazione con LifeGate nella giornata di blocco delle auto – commenta l'assessore alla Moda, Eventi e Design del Comune di Milano Giovanni Terzi – conferma la volontà dell'amministrazione di tutelare e promuovere il rispetto dell'ambiente. Per questo, inoltre, abbiamo messo a punto un calendario di eventi a Impatto Zero per coinvolgere, e al tempo stesso sensibilizzare, i milanesi."

Impatto Zero® è il progetto di LifeGate che concretizza, per primo in Italia, gli intenti del Protocollo di Kyoto: riduce le emissioni di anidride carbonica e le compensa attraverso la creazione di nuove foreste. Grazie alla collaborazione con Università italiane e straniere, Impatto Zero® è in grado di calcolare le emissioni di anidride carbonica generate da qualsiasi attività, proporre delle iniziative per ridurre tali emissioni e compensare le restanti tramite la creazione di nuove foreste in Italia e nel Mondo.

mercoledì 24 febbraio 2010

COCA-COLA: MOSTRA CONTENITORI PER RACCOLTA DIFFERENZIATA REALIZZATI DA ARTISTI E DESIGNER


IN TRIENNALE IN MOSTRA I NUOVI CONTENITORI PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA
UN CONCORSO DI COCA-COLA PER GIOVANI ARTISTI E DESIGNER

Milano, 23 febbraio 2010 – La Triennale di Milano ospiterà a maggio i prototipi dei progetti finalisti del concorso di idee "Re: Design Positively - Nuovi contenitori per la raccolta differenziata" organizzato da Coca-Cola con il supporto scientifico della Facoltà di Design del Politecnico di Milano in collaborazione con l'Associazione ReMade in Italy.

Sono 187 i progetti di nuovi contenitori per la raccolta differenziata di plastica, carta, alluminio e vetro proposti da giovani designer, studenti del Politecnico di Milano, architetti e artisti provenienti da tutta Italia e dall'estero in soli 3 mesi.

I progetti in concorso passeranno al vaglio di un'autorevole Giuria composta dai designer Aldo Cibic e Denis Santachiara, Sara Ranzini, Direttore Comunicazione Relazioni Esterne e Istituzionali di Coca-Cola Italia, Alessandro Magnoni, Direttore Affari Generali di Coca-Cola HBC Italia, Arturo  Dell'Acqua Bellavitis, Vicepresidente della Fondazione Triennale di Milano, Massimo Ferlini, Presidente di ReMade in In Italy e l'architetto Marco Capellini .

Tra i 187 progetti presentati, la Giura ne selezionerà da cinque a quindici che accederanno alla fase finale della gara. La graduatoria con i primi dieci o quindici classificati sarà pubblicata, in marzo, sul sito  www.coca-colaitalia.it . I finalisti riceveranno le indicazioni su come realizzare il prototipo: dimensioni, fattibilità, riproducibilità, materiali utilizzabili, capacità di durare nel tempo e facilità di manutenzione.


I tre migliori progetti saranno così premiati: al primo classificato 15.000 euro, al secondo 8.000 euro, al terzo 3.000 euro.

"Questo concorso rappresenta un passo davvero importante nella realizzazione del nostro percorso di Live Positively, attraverso il quale puntiamo a rendere la sostenibilità parte integrante del nostro quotidiano. Ognuno dei progetti che i giovani designer, gli artisti e gli architetti hanno proposto ha un'idea interessante e curiosa da comunicarci" - ha dichiarato Sara Ranzini, Direttore Comunicazione, Relazioni Esterne  e Istituzionali di Coca-Cola Italia – "Tecnologia, ricerca, uso di materiale riciclato, in alcuni casi fino al 100%, ma soprattutto tanta fantasia e grande creatività sono stati il filo conduttore dei vari progetti ora al vaglio della giuria".

"Se davvero vogliamo ridurre l'impatto ambientale e sviluppare un nuovo modello di design eco-sostenibile, ciascuno deve fare la sua parte: per questo Coca-Cola è, da sempre in prima linea, per diminuire la produzione di rifiuti e potenziare l'attività di riciclo"- afferma Alessandro Magnoni Direttore Affari Generali di Coca-Cola HBC Italia - "Con questo concorso vogliamo ottenere un triplice risultato: incentivare la cultura della raccolta differenziata, valorizzare la creatività e professionalità di giovani designer  e creare dei nuovi contenitori di alta qualità ed elevato valore estetico".

Il concorso "Re: Design Positively - Nuovi contenitori per la raccolta differenziata" nasce nell'ambito del progetto di comunicazione Live Positively, promosso da Coca-Cola in tutto il mondo, con l'obiettivo di sensibilizzare sull'importanza della sostenibilità ambientale. Live Positively significa fare le scelte giuste oggi, per permettere alle generazioni future di non avere meno possibilità domani, rendendo la sostenibilità parte integrante del nostro vivere quotidiano.

 

--
Postato su CorrieredelWeb.it L'informazione fuori e dentro la Rete.

Pmitalia: Sentenza di Milano apre nuova era per le imprese



COMUNICATO STAMPA

 

PMITALIA, RITARDO DEI PAGAMENTI:

SENTENZA DI MILANO APRE UNA NUOVA ERA

 

 

"La sentenza del Tribunale di Milano che pochi giorni fa ha assolto un imprenditore dall'accusa di aver evaso 3.500 euro, con la motivazione che le sue aziende si sono trovate nell'impossibilità di provvedere al versamento, a causa di un mancato pagamento da parte del Ministero della Giustizia, costituisce un precedente che apre una nuova era". Così commenta la notizia il Segretario Generale di PMITALIA Giovanni Quintieri. "Questo pronunciamento – prosegue Quintieri – dà finalmente ragione a quanti, e noi tra questi, hanno fino ad oggi sostenuto che il problema dei ritardi dei pagamenti alle aziende fornitrici della P.A. centrale e locale è un macigno enorme, che schiaccia oggettivamente le nostre Pmi. Esse da un lato si trovano a soffrire di un drastico ridimensionamento dei mercati per la crisi in atto, mentre dall'altro sono chiamate a far fronte puntualmente agli obblighi fiscali, che però è la stessa P.A., proprio con i suoi ritardi di pagamento, a rendere impossibile".

"Ci auguriamo – va avanti Quintieri – che, anche grazie a questa sentenza, si possa interrompere questa spirale infernale e che le amministrazioni centrali e locali vogliano adottare soluzioni appropriate, magari guardando anche a quanto si sta sperimentando altrove. Nel Lazio, ad esempio, per risolvere l'annoso problema dei ritardati pagamenti da parte dei Comuni nei confronti delle imprese che effettuano il servizio di smaltimento rifiuti, è stato sottoscritto un accordo in virtù del quale le imprese creditrici possono monetizzare i crediti vantati cedendoli ad una serie di banche convenzionate con Banca Impresa Lazio, la banca controllata dalla Regione Lazio, che svolge il ruolo di garante".

"Queste o altre soluzioni – conclude il Segretario Generale di PMITALIA – possono essere messe allo studio. L'importante è che si riconosca la validità del principio, e la sentenza di Milano questo lo ha stabilito in maniera inoppugnabile".

 

 

Uff stampa PMITALIA

Davide Bianchino - Tel: 06.54912362

Inaugurazione MILANO SCALI FERROVIARI 1 marzo 2010

Urban Center Milano è lieta di annunciare  l'inaugurazione dell'esposizione:

MILANO

SCALI FERROVIARI


l'evento si svolgerà


lunedì 1 marzo 2010
alle ore 18.30
Urban Center
Milano - Galleria Vittorio Emanuele II

Invito scaricabile al link:

http://allegati.comune.milano.it/urbancenter/invito_mostra_scali.pdf


L'esposizione rimarrà aperta dal 2 al 31 marzo 2010

dal lunedì al venerdì con orario continuato dalle 9 alle 18

ingresso libero.


lunedì 22 febbraio 2010

Respace scende in passerella MI Pret a Porter


 

Respace scende in passerella

 

 Il brand di design Made in Italy arreda gli spazi di Milano prêt-a-porter

Prêt-à-Porter donna - collezioni Autunno Inverno 2010-2011 
26 Febbraio - 1° Marzo 2010 Fieramilanocity

 

Innovazione e nuove sperimentazioni tra tessuti esclusivi e inserti tecnologici all'avanguardia il tutto unito da un'artigianalità Made in Italy che si contraddistingue. Queste le chiavi di Respace nuovo brand di design che arreda il "relax" di Mi Milano prêt-a-porter alla sua seconda edizione al Portello di Fiera Milano City dal 26 febbraio al 1 marzo 2010.

Un concetto espositivo innovativo a cui Respace partecipa grazie alla realizzazione di aree pensate per il relax dei visitatori e per dare un tocco di originalità alla manifestazione dedicata alla moda a Milano. Ideali per coniugare tecnologia nelle forme e innovazione dei tessuti senza tralasciare divertimento, originalità e fashion design, le sedute Play Space saranno protagoniste indiscusse degli spazi relax: cuscinoni extra-large multiuso che in pochi semplici gesti si trasformano da pouf a poltrona, da chaise longue a divano, da cuscinone a rivisitazione della mitica poltrona a sacco.

Play space è composto da una sacca interna contenente microsfere, sfoderabile e lavabile, per interni ed esterni, è l'affermazione di un'idea apparentemente semplice, che ha dato vita a un prodotto curato in ogni dettaglio, versatile sia nell'uso sia nell'immagine "fresca" e seduttiva.

Tanti i rivestimenti a disposizione: satinati, gommosi e nelle colorazioni più luxury oro, argento e nei colori cangianti; lucidi e plastici o dalla texture a righe per una soluzione adatta a barche e yacht; versione in tessuto gommato, cotone misto lino per interni e in materiale TempoTest per esterno.

Originali e indimencabili anche i pouf a memoria di forma Q-bello, esaltazione del tessuto che ricorda il tuo relax grazie ai nuovi materiali dell'imbottitura, che si modellano sulle forme del corpo e che accompagneranno Play Space nell'arredo di MI Milano prêt-a-porter.

Un design, quello REspace che dal 2004 ricerca attentamente la forma perfetta, attraverso la progettazione e la cura del dettaglio, sintetizzandole in forme pure ed essenziali, rivestimenti in tessuti e pelli di ogni consistenza e colore, sperimentando e applicando le innovazioni tecnologiche più avanzate nelle imbottiture e nei meccanismi, per una qualità e uno new style senza compromessi.

www.respace.it

REspace nasce nel 2004 a Verano Brianza (MB) e si caratterizza per l'alta qualità della sua produzione, unita ad una particolare cura nel dettaglio e nella sperimentazione di nuove forme, tecnologie e rivestimenti per il relax. L'azienda è attiva nella produzione e realizzazione di divani, componibili, sedute ambiente, imbottiti, collezioni giorno, notte e contract e nella messa a punto di innovazioni nelle imbottiture, nei telai, nei meccanismi, con rigorosi e reiterati controlli di qualità. L'azienda sarà presente al Salone del Mobile 2010.

 

Snaidero a Eurocucina 2010. Qualche anticipazione.

Padiglione 15 Stand A19 – B15

Eurocucina 2010: Per Snaidero, presenza storica del Salone, l’edizione 2010 di Eurocucina sarà l’occasione per presentare il meglio della propria progettazione.
La scenografia del tutto sarà quest’anno uno spazio di grande impatto, sia per l’architettura che per le suggestioni dettate da un’atmosfera elegante ed al contempo vivace e dinamica.
Una superficie di 900 mq. Uno spazio architettonico che suggerisce immediatamente al visitatore l’anima internazionale del gruppo e la sua apertura a nuovi mercati proiettandolo da subito all’interno di uno spazio espositivo dove le cucine interpretano “il lato privato del design”, ciascuna con la propria individualità.
Obiettivo delle proposte Snaidero a Eurocucina è comunicare che il vero Design è un’esperienza senza tempo. Una vocazione al Design, quella di Snaidero, mai improvvisata ma parte della sua storia e del suo DNA.
Due dei quattro progetti saranno firmati da Pininfarina, che per Snaidero ha già disegnato prodotti-icona come Ola, Idea, Acropolis e Venus ricevendo numerosi riconoscimenti a livello internazionale.
La naturale sintonia tra tradizione e innovazione di Snaidero troverà espressione nel nuovo progetto nato dalla collaborazione con l’architetto Iosa Ghini, che ha già firmato nel 2000 il progetto di Gioconda: la novità di quest’anno è basata su una struttura razionalizzata e semplificata composta da materiali a basso impatto ambientale, che raccontano uno stile naturale, dal sapore autentico, privo di elementi superflui, in cui il legno è il protagonista indiscusso di una risposta sostenibile all’abitare domestico, che non rinuncia alla qualità estetica e alla funzionalità.
Ed infine uno spazio importante avrà sulla scena anche il progetto Orange che, grazie alla sua flessibilità compositiva, leggerezza formale e accurato studio di tutti i particolari costruttivi, rappresenta una raffinata proposta di industrial design, il cui successo è stato all’origine del recente ampliamento dell’offerta a tutti i laccati della gamma Snaidero e ad una sofisticata versione vetro, secondo una logica di progetto-sistema al servizio di qualsiasi spazio e qualsiasi esigenza stilistica.
Un percorso, questo, che l’azienda ha voluto continuare a tracciare con CODE, un nuovo progetto che verrà lanciato sul mercato entro Marzo.
La novità tra le novità sarà inoltre la presenza al Fuorisalone con l’inaugurazione ufficiale del nuovo showroom “Snaidero Milano Interni”, nel cuore del centro storico di Milano. L’inaugurazione avrà luogo il 15 aprile 2010 dalle ore 19.00 alle ore 22.00 su invito in Via De Amicis 12 a Milano.

Per info:
Snaidero Rino Spa
tel: 0287384640
patrizia.fabretti@bluwom.com

domenica 21 febbraio 2010

Domenica prossima tutti a piedi

CONTRO IL BENALTRISMO, DOMENICA 28 SENZ'AUTO
GRAZIE SINDACI - NON BASTA UN GIORNO - COSA SI FA NEL MONDO - LA POLITICA

Grazie a molti nostri sindaci, primi quelli di Milano e di Torino, si mette fine alle nostre lunghe stagioni invernali di inerzia e di veleni.
Legambiente, tutti i propri circoli territoriali, stanno chiedendo ai rispettivi sindaci di trasformare domenica 28 in festa cittadina e di affiancare all'ordinanza di blocco una delibera in cui si decida una misura strutturale antinquinamento: anche solo un parcheggio per biciclette, un pannello solare, una corsia riservata per autobus. Meglio se un quartiere a basse o nulle emissioni o un Piano di sostenibilità, come ci chiede l'Onu e l'Europa.
E' evidente che una domenica di blocco dell'auto non influisce molto nella media annuale di inquinamento che, nelle città della pianura padana, supera spesso per 100 giorni all'anno il limite massimo giornaliero. L'abbiamo sempre detto e lo ribadiamo oggi per toglierci ogni facile illusione. Ma il "benaltrismo" è oggi la facile maschera dell'inerzia: si dice che "ben altro" si dovrebbe fare, per ostacolare qualsiasi cosa si faccia.
Cosa bisognerebbe fare? Il "cosa" è sconsolatamente risaputo anche se maledettamente complicato: servizi pubblici di trasporto moderni, puliti e efficienti, strade e infrastrutture per girare facilmente a piedi e in bicicletta, case e riscaldamenti puliti, energie rinnovabili, fabbriche pulite, città sostenibili.
La novità è che queste cose si stanno facendo in tutto il mondo e, seppure con più fatica, anche in Italia. Si fanno nel mondo con architetti e ingegneri italiani. Con tecnologie e componenti prodotte in Italia. Capitali che hanno già ridotto le loro emissioni inquinanti di CO2 del 15 o del 25% (come Amburgo e Stoccolma) e che si propongo di arrivare anno dopo anno a ridurre ogni emissione inquinante dell'80% - 90% entro il 2050 (Zurigo, Berlino). Stoccolma vuole persino azzerarle. A tutti, per crederci, proponiamo di andare a toccare con mano quello che già si è fatto e si sta facendo nel mondo alla mostra Green Life: costruire città sostenibili alla Triennale di Milano (vedi www.mostregreenlife.org). Un buon modo per passare un paio d'ore della domenica 28 senz'auto (sempre alla Triennale c'è una bella mostra di Roy Lichtenstein.
Sento alla tv e leggo sui giornali della protesta del mondo della moda milanese. Perché a New York e a Parigi questo bel mondo va in metro e in taxi, mentre a Milano devono spostarsi con SUV di proprietà? I milanesi sarebbero felici invece di vedere modelle e modelli seduti in tram accanto a loro.
Leggo di Formigoni che non vuole che l'immagine dell'ambientalismo si appanni di coercizione e pedaggi: che coraggio da chi sta raddoppiando la rete di strade a pedaggio della Regione Lombardia! E Penati non è da meno. No, non posso credere che Formigoni e Penati, che hanno sempre proposto le stesse identiche richieste dei sindaci di oggi, ora non le condividano più. Forse sono solo invidiosi che la Regione Lombardia non sia un Comune?
Molti esponenti leghisti proponevano un mese fa targhe alterne e blocchi totali della circolazione per un mese: perché oggi si lamentano se 100 sindaci chiedono a Roma più soldi e poteri per lottare contro l'inquinamento? Speriamo che tanti loro sindaci invece aderiscano alla proposta dell'ANCI.
Se andiamo a piedi domenica prossima è perché speriamo che serva a qualcosa: la politica deve dimostrare che il lieve sacrificio sia utile. Altrimenti che ci stanno a fare i governi?

Andrea Poggio
vicedirettore generale Legambiente onlus
Via Gerolamo Vida 7, 20127 Milano

mercoledì 17 febbraio 2010

INAUGURAZIONE SHOWROOM SNAIDERO MILANO INTERNI:per l’occasione le eccellenze della cucina s’incontrano.



Showroom opening:
15 aprile 2010 dalle ore 19.00 alle ore 22.00 su invito
Via Edmondo De Amicis 12 - Milano

Anche quest’anno Snaidero Cucine sarà presente con le sue novità di prodotto a Eurocucina durante il Salone Internazionale del Mobile, che si terrà a Milano dal 14 al 19 aprile 2010.
Grande novità di quest’anno sarà la presenza della nota Azienda friulana al fuorisalone con l’inaugurazione ufficiale del nuovo showroom milanese “Milano Interni”. Per l’occasione verrà promosso il connubio tra la tradizione culinaria friulana e le cucine di design Snaidero, con il coordinamento della Camera di Commercio di Udine.
L’inaugurazione avrà luogo il 15 aprile 2010 dalle ore 19.00 alle ore 22.00 in Via Edmondo De Amicis 12 a Milano.

L’esclusivo Showroom “Milano Interni” di Snaidero, sede dell’evento, si trova nel centro storico di Milano in un’area della città di grande prestigio, Via Edmondo De Amicis, situata tra le Colonne di San Lorenzo e la Basilica di Sant’ Ambrogio. In questo nuovo spazio saranno esposti i principali prodotti di punta dell’azienda. Dalle ultime novità lanciate fino agli storici prodotti di design, Snaidero resta fedele alla propria vocazione di azienda aperta all’innovazione senza mai rinunciare alla raffinatezza delle linee e all’altissima qualità dei materiali: caratteristiche irrinunciabili che l’hanno resa celebre e apprezzata in tutto il mondo.

Le eccellenze della cucina s’incontrano. In tutti i sensi. I sensi dei sapori, nelle vesti dei piatti più sopraffini della tradizione, riletti in chiave innovativa e moderna dai migliori chef friulani, e i sensi del sapere industriale, sotto la forma delle nuovissime cucine Snaidero, uno dei fiori all’occhiello della produttività della regione e non solo. “Software” e “hardware”, dunque, in un perfetto connubio, per una serata in cui, sull’hardware griffato Snaidero sarà testato il software, ossia le prelibatezze del palato che mettono alla prova le potenzialità degli attualissimi focolari per la casa firmati Snaidero. Un layout originale per valorizzare al massimo due correnti del saper fare friulano: la Camera di Commercio udinese trova una nuova strada per stare al fianco delle imprese e di promuovere la produttività regionale di qualità.


Per info:
Snaidero Rino Spa
tel: 02 87384640
patrizia.fabretti@bluwom.com

martedì 16 febbraio 2010

OLEIFICIO ZUCCHI: una grande festa in Piazza, una monografia e la mostra storica per festeggiare 200 anni di attività imprenditoriale



Per festeggiare i suoi 200 anni di attività imprenditoriale, Domenica 14 Febbraio 2010, Oleificio Zucchi SpA, azienda leader nel settore degli oli di semi e di oliva, ha offerto alla Città e ai suoi bambini una grande festa in maschera dal titolo ‘Carnevolio’, in Piazza del Duomo a Cremona, con il patrocinio e la collaborazione del Comune, della Camera di Commercio di Cremona e della Curia Vescovile, insieme alle principali Associazioni del territorio.
Per l’occasione, il cuore di Cremona si è trasformato in una città fantastica, animata da personaggi in maschera che hanno accompagnato gli ospiti e i bambini attraverso un susseguirsi di spettacoli di sbandieratori, tamburini, trampolieri, giochi di coriandoli e stelle filanti. A conclusione della festa uno straordinario spettacolo di fuochi freddi dal Torrazzo di Cremona.

In concomitanza con la festa cittadina, in Sala Alabardieri presso il Comune di Cremona, ha avuto luogo l’inaugurazione della mostra storica aziendale visitabile fino al 28 Febbraio.

Per info:
Oleificio Zucchi
tel. 02-87384640
patrizia.fabretti@bluwom.com

BIT MILANO. PROVINCIA CATANIA: WETNA

Milano - Venerdì 19 febbraio, ore 15, Sala "Aries" Centro Congressi Stella Polare

Conferenza stampa di presentazione 

LA PROVINCIA DI CATANIA ALLA BIT PRESENTA IL PROGETTO "WETNA" 

Catania e il suo territorio. L'area metropolitana e i 58 comuni che la abbracciano. Luoghi che disegnano la propria identità attraverso le tradizioni ma che hanno alle spalle una millenaria storia di apertura e multiculturalismo. Un passato con le sue radici e matrici, ma una chiara vocazione globale con una lungimirante proiezione sul futuro.

«Città d'Europa e del mondo»: è con questo spirito che la Provincia Regionale di Catania sarà presente alla Bit 2010, la Borsa Internazionale del Turismo di Milano, che si terrà dal 18 al 21 febbraio.

In occasione della conferenza stampa che si svolgerà venerdì 19 febbraio, alle 15.00, nella Sala "Aries" Centro Congressi Stella Polare, il Presidente della Provincia regionale di Catania, Giuseppe Castiglione, presenterà, nell'ambito del programma "Gran Tourismo da vivere", il progetto "Wetna" (acronimo di Workshop Events Travel Nature Art) elaborato in collaborazione con Etna Convention Bureau e su proposta del Tavolo Tecnico sul Turismo della Provincia di Catania.

A illustrarne il contenuto saranno anche Nico Torrisi e Benedetto Puglisi rispettivamente amministratore e direttore generale  della società interamente partecipata dalla Provincia a cui è affidata l'attività di marketing turistico-congressuale, l'Etna Convention Bureau.

«L'esteso e innovativo progetto lancerà Catania e il suo territorio come inarrestabile forza d'attrazione, lasciando esprimere ogni potenzialità, dando voce ad ogni spunto – ha spiegato il presidente Giuseppe Castiglione - un'iniziativa inedita che si tradurrà in un'indubbia opportunità di visibilità, business e di crescita economica perché per la prima volta, in autunno, la città sarà il punto d'incontro tra operatori del settore, l'anello di congiunzione tra le realtà aziendali locali e non, la location di tutta la comunità che imprende nel turismo: il pacchetto "Catania e provincia" verrà infatti "offerto e venduto" ai maggiori tour operator mondiali, attraverso un evento di nicchia – il primo in questa direzione, che vedrà la partecipazione dei leader del settore».

La presenza alla Bit – che si conferma come uno dei marketplace del turismo più ampi e prestigiosi – costituirà tra l'altro un'occasione preziosa che permetterà a tutto il comprensorio del capoluogo etneo di presentarsi al mondo, di proporsi come meta di un turismo di massa dove per massa s'intende l'incredibile predisposizione del territorio ad appagare ogni gusto, ad offrire natura e arte, mare e montagna, tradizione come pure avanguardia, scenari a fior di pelle e movida.

 

16 febbraio 2010

3° incontro ciclo "Milano. Comprare casa senza rischi"

Urban Center Milano è lieta di invitarLa al  terzo appuntamento del ciclo di incontri informativi realizzati in collaborazione con il Consiglio Notarile di Milano.

L'incontro di questa settimana si terrà

Mercoledì 17 febbraio 2010 ore 18.00
Urban Center Milano - Galleria Vittorio Emanuele II

sul tema:

La tutela nella compravendita di un immobile da costruire.
Presentazione della quinta "Guida per il Cittadino"

(Ingresso libero e fino a esaurimento posti)

***

La Guida nasce da una consolidata e proficua collaborazione tra Notariato e Associazioni dei Consumatori, sempre all'insegna di una comunicazione efficace e trasparente per la tutela del cittadino, particolarmente utile e necessaria nell'acquisto di un immobile da costruire.

Con questa Guida il Notariato e le Associazioni dei Consumatori vogliono diffondere e promuovere la conoscenza del decreto legislativo 122/2005 che prevede nuove forme di tutela – non ancora sufficientemente conosciute – a vantaggio del contraente "debole". Prima tra queste la fideiussione rilasciata dal costruttore, con la quale ora possono essere garantite tutte le somme versate prima del trasferimento della proprietà.

La Guida, come le altre già realizzate, è scaricabile gratuitamente dai siti (www.comprarcasasenzarischi.it) (www.notariato.it) e dai siti delle Associazioni dei Consumatori che hanno aderito all'iniziativa.

Adiconsum
Adoc
Altroconsumo
Assoutenti
Casa del Consumatore
Cittadinanzattiva
Confconsumatori
Federconsumatori
Lega Consumatori
Movimento Consumatori
Movimento Difesa del Cittadino
Unione Nazionale Consumatori

SNAIDERO PARTECIPA A FIERA EXPOCASA 2010 DI TORINO Pad. 3 Stand A6

Dal 27 febbraio al 7 marzo 2010 Snaidero Cucine sarà presente alla 47° edizione di Expocasa a Torino, uno dei più esclusivi appuntamenti per l’arredamento di interni ed esterni.

Snaidero Cucine partecipa dal prossimo 27 febbraio al 7 marzo all’edizione 2010 di Expocasa Torino con alcuni dei modelli più prestigiosi dell’azienda: Time, Skyline, Idea e Orange, l’ultima nata. Per Snaidero Expocasa è un’ importante occasione di incontrare personalmente sia il pubblico che i rivenditori.

Time (Lucci Orlandini Design), proposta in questa occasione nella finitura Noce Canaletto, è la cucina dal design lineare e semplice, caratterizzata dalla continuità degli elementi.

Skyline (Lucci Orlandini Design), esposta a Torino nella sua versione in polimerico bianco lucido, è la cucina dalle mille possibilità che, grazie alle sue diverse tipologie di configurazione, angolare e lineare, risponde alle più comuni e diffuse esigenze di spazio delle case d’oggi.

Idea (Pininfarina Design), adatta per chi predilige la linearità e la cura del dettaglio, viene proposta in occasione di Expocasa in versione laccato lucido grigio piuma: una finitura particolarmente adatta per esaltarne la raffinata eleganza e le forme lineari rigorose.

Orange, l’ultima nata in Casa Snaidero, viene presentata in due diverse declinazioni: laccato lucido bianco artico e nella nuova ed elegante finitura vetro. Orange, frutto di un progetto di co-design internazionale che ha coinvolto tutto il Gruppo Snaidero, è una cucina “dalle idee chiare”, dal design essenziale, ma allo stesso tempo dotata di una serie di particolari funzionali ed estetici che la rendono una cucina “smart”, bella ed accessibile. Orange è la cucina green progettata secondo criteri di qualità che proteggono l’ambiente; una scelta responsabile a partire dai materiali con cui è fatta, come ad esempio l’adozione dei nuovi pannelli low emission di particelle di legno a bassissima emissione di formaldeide, sino alle sue soluzioni tese a migliorare le qualità della vita domestica e dell’ambiente.

La garanzia di 10 anni per tutte le cucine Snaidero ben esprime l’identità di un’azienda attenta non solo all’estetica al design, ma anche alla qualità e alla ricerca di materiali e tecnologie resistenti e durature.


Per info:
Snaidero Rino Spa
Tel: 0287384640
patrizia.fabretti@bluwom.com

lunedì 15 febbraio 2010

Milano, Fabbri.CA, Tomas Rajlich, Toccare la luce, dal 18 febbraio


fabbri.ca Contemporary art - Tomas Rajlich, Toccare la luce

artpages
Tomas Rajlich - Toccare la luce
Fabbri.CA Contemporary Art
Via Stoppani 15/c, Milano 20129
Tel +39 348 7474286 | info@fabbricontemporaryart.it

Dal giovedì 18 febbraio 2010
al domenica 04 aprile 2010

Orari:
ma/ven h. 10.30/13.00 - 16.00/19.30; sab su appuntamento

A cura di Silvia Pegoraro

La prima mostra che la galleria FABBRI Contemporary Art inaugura nel 2010 è dedicata a un grande dell'astrattismo: l'artista Tomas Rajlich, fuoriuscito dalla Cecoslovacchia nel 1969, in seguito all'invasione dell'esercito sovietico, e vissuto sino ad oggi in Olanda, dove è diventato forse il più importante pittore astrattista operativo in questo paese negli ultimi decenni. La mostra – che verrà inaugurata giovedì 18 febbraio alle ore 18.30 e sarà aperta al pubblico fino al 4 aprile 2010 – prelude a una personale di Rajlich che si terrà al Museo Michetti di Francavilla al Mare (Chieti) a partire da fine marzo di quest'anno. Catalogo in galleria, con un testo di Silvia Pegoraro.

Negli anni '60 del secolo scorso, Tomas Rajlich diventa una delle figure di riferimento di quella corrente pittorica che si muove in direzione di un'analisi ultima del linguaggio pittorico e di un processo di scomposizione dello stesso per isolarne gli elementi costitutivi, in consonanza con le esperienze della minimal e del concettualismo, ed anche sulla scia della sferzata radicalmente dissolutoria e letteralmente "azzerante" di esperienze come Azimut, Zero, Nul, quindi di artisti come Manzoni e Klein. Le espressioni più diffuse coniate per descrivere tale corrente sono "pittura analitica" e "pittura-pittura". Si tratta comunque di una "pittura fondamentale" (R. Dippel), volta a indagare la morfologia e il senso dei propri fondamenti. Rajlich ne è dunque uno dei protagonisti, e incrocia nell'ambito delle grandi mostre dell'epoca altre figure forti del panorama europeo e americano, da Robert Ryman a Gerhard Richter, da Alan Charlton a Agnes Martin .
Sin dalle prime fasi della sua ricerca, le tele di Rajlich mostrano il "fondamento" della pittura, non diversamente dai lavori contemporanei dei pittori minimalisti americani. I suoi primi dipinti sono caratterizzati da una qualità modulare – la griglia, la quadrettatura, che costituisce una sorta di suo "marchio di fabbrica" – mentre le opere del Rajlich più maturo mostrano un più complesso modo di risolvere l'idea-chiave che la pittura sia un'entità autoriflessiva. I suoi monocromi più recenti - dagli anni '90 ad oggi - esplorano la combinazione dell'impersonale, del gestuale e della forza creativa della luce; sono variazioni sull'intensità, la luminosità e la consistenza della pittura. La sensibilità dell'artista emana dalla sottile modulazione della pittura sulla tela, ma ad essere enfatizzati sono soprattutto il colore e la luce, che muta perennemente la superficie dipinta.
Rajlich crea sensibilissime texture di materia-colore, che la luce sembra impregnare della sua stessa linfa vitale, sino a cancellare il confine tra vista e tatto, creando una suggestiva coincidenza tra di essi: come se il nostro sguardo potesse toccare le superfici di queste tele, e insieme il potenziale tocco delle nostre mani ci permettesse di percepirne l'immagine.
Proprio sulle opere dagli anni '90 ad oggi si concentra la mostra "Toccare la luce" presso la galleria Fabbri Contemporary Art, che presenta circa venti lavori di Rajlich, tra cui due installazioni costituite da varie tele. A collegare i lavori degli ultimi decenni con le loro radici storiche, due dipinti: uno della fine degli anni '60 e uno della metà degli anni '80.
Dopo i maestosi panorami desertici di Nul, il nobile gelo di Robert Morris e Carl Andre, il concettualismo architettonico bidimensionale dei Wall Drawings di Sol LeWitt, il lavoro di Rajlich afferma l'ineludibile suggestione di un "fare" pittorico che rinvia a Kazimir Malevich, a Piet Mondrian, a Ad Reinhardt, in cui il rigore "concettuale" e strutturale non esclude un'apertura raffinata e calibrata al mondo dei sensi e della percezione.

 

La superficie è ciò che meglio definisce e caratterizza l'azione pittorica di Rajlich: la sua ricerca si articola proprio sulla superficie, un luogo in cui l'azione del dipingere trova il più ampio movimento. L'impianto pittorico appare segnato in particolare da due elementi: l'illusoria plasticità del colore, con le sue profondità simulate e i falsi piani percettivi, e la dinamica, sottile eleganza del segno, unita al forte temperamento della pennellata. Tutto questo mette in luce la contraddizione tra la staticità tendenzialmente connaturata al monocromo e l'energia guizzante e mutevole della luce e del colore.
Per Rajlich dunque, la pittura è un'attività metamorfica, che continuamente trasforma se stessa, chi la pratica, chi la guarda : permette all'uomo di creare un gioco dialettico dove il sapere e il fare – il vedere e il toccare – si uniscono per dare origine a una dimensione artistica non mistica né metafisica, eppure animata da una forte tensione conoscitiva ed emotiva.

Nota biografica

Tomas Rajlich nasce nel 1940 e si forma nell'ambito delle arti visive, prima alla Scuola di Arti Decorative, poi all'Accademia di Belle Arti a Praga. Si dedica inizialmente alla scultura, e ben presto sceglie il filone astratto-geometrico. Nel 1966, insieme ad altri fonda il "Klub Konkretistů" - l'equivalente ceco dei gruppi "Nul" o "Zero"- procurandosi così la fama a livello nazionale. Circa due anni dopo, il mondo internazionale dell'arte scopre il suo lavoro al Museo Rodin di Parigi, nell'ambito di una mostra collettiva dedicata alla Scultura Cecoslovacca. Nel 1969, Rajlich decide di lasciare il suo paese a causa dell'occupazione sovietica, ed emigra in Olanda, dove viene nominato Professore alla Vrije Academie, e nello stesso tempo scopre la sua vocazione di pittore.
Rappresentato dalla Galleria Art & Project di Amsterdam, dalla Galleria Yvonne Lambert di Parigi e dalla Galleria Françoise Lambert di Milano, il suo lavoro inizia presto ad essere apprezzato su scala internazionale, e Rajlich è invitato a partecipare a grandi esposizioni profondamente innovative, come Fundamental Painting (1975) allo Stedelijk Museum di Amsterdam. La prima retrospettiva di Rajlich si è tenuta al Palazzo Martinengo di Brescia nel 1993.
La sua nazione adottiva, l'Olanda, ha conferito all'artista il prestigioso Premio Ouborg per la carriera, nel 1994, e in questa occasione il Gemeentemuseum di L'Aia ha ospitato la sua seconda retrospettiva. Nel 2006, in occasione del suo 65° compleanno, presso lo stesso Museo si è tenuta una retrospettiva dei lavori su carta di Rajlich. Nella nativa Repubblica Ceca, il Dům Uměni Města di Brno gli ha dedicato una retrospettiva nel 1998 e la Galleria Nazionale di Praga nel 2008.
I lavori di Rajlich fanno parte di prestigiose collezioni internazionali, e l'artista ha ricevuto parecchi commissioni per la realizzazione di opere monumentali, come l'installazione costituita da sei grandi tele per il Raad van State di L'Aia (Olanda).
Dal 1999 al 2002 Rajlich è stato uno degli artisti in residenza presso il Centre Georges Pompidou a Parigi.
Oggi vive e lavora fra L'Aia, Praga e Parigi.

Inaugurazione giovedì 18 febbraio 2010 h. 18.30

18 febbraio - 4 aprile 2010

Catalogo:
Bilingue Italiano-Inglese

Testo critico:
Silvia Pegoraro

Fabbri.CA Contemporary Art
Via Stoppani 15/c
Milano 20129
Tel +39 348 7474286
info@fabbricontemporaryart.it

giovedì 11 febbraio 2010

Sindaco Moratti al convegno “Expo Fuori le Mura”

DOMANI IL SINDACO MORATTI AL CONVEGNO "EXPO FUORI LE MURA"


Milano,  11  febbraio  2010  – Domani, venerdì 12 febbraio, alle ore 12.00, all'Istituto   dei  Ciechi,  via  Vivaio  7,  il  Sindaco  Letizia  Moratti
interverrà  al  convegno  "Expo  Fuori  le Mura".

Una tavola rotonda di due giorni  per  promuovere  e  valorizzare  le risorse ambientali, culturali e produttive presenti nella grande Milano di Expo 2015.























--
Redazione del CorrieredelWeb.it
www.CorrieredelWeb.it

mercoledì 10 febbraio 2010

Milano. Cooperatives Europe-Ong COSV siglano accordo


 


Siglato a Milano un accordo tra Cooperatives Europe e l'ONG COSV per portare il sistema cooperativo nei Balcani


 


Milano 10 febbraio 2010 – Cooperatives Europe, la più grande organizzazione di rappresentanza europea a promozione del modello di impresa cooperativo e COSV, Organizzazione Non Governativa impegnata da oltre 40 anni in progetti di cooperazione internazionale, hanno siglato oggi un accordo per lo sviluppo di un sistema cooperativo nell'area balcanica e nell'Est Europa.

"Questo accordo si inserisce in una nostra strategia di filiera. I settori delle cooperative e delle ONG sono in un certo senso complementari, dal momento che la coesione sociale su cui lavorano le ONG e alla base del nostro mestiere ed e necessaria per la creazione di un'impresa. In più l'esperienza sul campo, in questo caso di oltre 10 anni del COSV, e un valore aggiunto che noi non sempre possiamo vantare" dice Rainer Schlüter, direttore di Cooperatives Europe. "E' la prima volta che sigliamo un accordo ufficiale con una ONG, e questo potrebbe essere un modello da reiterare in altre aree, ad esempio nel Mediterraneo".

Per la prima volta una struttura imprenditoriale di rappresentanza ed un ente no-profit si accordano per perseguire l'obiettivo comune dello sviluppo economico sostenibile di una specifica regione, i Balcani, da realizzarsi attraverso l'introduzione del sistema cooperativo nella sua accezione moderna.

"I Balcani stanno intraprendendo un percorso per introdurre il sistema cooperativo sia a livello legislativo, essendo l'attuale normativa in materia obsoleta, sia a livello territoriale nello sviluppo imprenditoriale e nell'accesso al credito", dice Alessandro Brullo, coordinatore regionale per i Balcani del COSV. "A livello politico ed economico si percepisce infatti l'esigenza di strutture cooperative in grado di gestire alcune specifiche circostanze: la frammentazione agricola, la gestione dei servizi sociali, l'inserimento lavorativo dei disabili troverebbero nel modello cooperativo una soluzione sostanziale".

Il COSV e Cooperatives Europe collaboreranno nell'accompagnamento e nel sostegno di tale percorso, unendo le specifiche competenze nel comune obiettivo. Il radicamento territoriale del COSV, che lavora in Montenegro, Macedonia, Kossovo, Bosnia e Serbia con progetti di sviluppo sostenibile dal 1999, e le competenze tecniche di Cooperatives Europe sosterranno la crescita del sistema cooperativo nei Balcani, condividendo esperienze e best practice.

 



Per informazioni: COSV – Comitato di Coordinamento delle Organizzazioni per il Servizio Volontario – tel: +39.022822852 – Federica Besana



martedì 9 febbraio 2010

Vintage a Milano: l'esposizione - vendita Vintage Workshop raddoppia le date e presenta dal 16 al 18 febbraio 2010 una 2a sessione espositiva

VINTAGE WORKSHOP® Milano, 2a sessione:
dal 16 al 18 febbraio torna il Vintage di ricerca per le tendenze Primavera/Estate della moda futura


E' indirizzato a tutti gli stilisti, manager di prodotto, cool-hunters e produttori del prêt-à-porter, dell'alta moda e delle pelletterie e calzaturifici d'alta gamma così come ai produttori di accessori per l’abbigliamento in genere nonché al pubblico dei privati appassionati di Vintage autentico e di qualità.

Si chiama Vintage Workshop® ed é l'unica esposizione dedicata agli accessori di moda d'epoca prettamente di ricerca. Arrivata alla sua 24a edizione, presenterà borse, scarpe, cinture, fibbie, cappelli, lingerie, costumi da bagno, corsetteria, foulards, cravatte ed altri accessori Vintage rivolti ad ispirare le future collezioni moda per le tendenze Primavera/ Estate 2011.


L'appuntamento per la 2a sessione espositiva, con cambio e riassortimento totale delle proposte in esposizione, dopo la prima avvenuta dall’1 al 3 febbraio, sarà, come di consueto, presso il salone Trafalgar dell'Hotel Admiral di via Domodossola 16 a Milano per i prossimi 16,17,18 febbraio 2010 con libera ammissione dietro breve registrazione in loco.
Vintage Workshop® è un’esposizione-vendita ma propone anche esemplari d’archivio per il solo noleggio, utili agli uffici stile e ai contest per servizi fotografici.
Infatti, per i più esigenti, ma anche per le aziende che in questo momento sono “budget concerned”, la manifestazione mette a disposizione un utilissimo servizio di affitto di pezzi d’archivio con possibilità di scelta e consegna immediata in loco.

Vintage Workshop® é l’unico evento in Italia che ha avuto il coraggio di prendersi un impegno molto serio nei confronti dei fruitori appassionati del vero Vintage e nei confronti dei produttori e designer della moda contemporanea: 100% Vintage autentico e di ricerca, volutamente ed espressamente quella ricerca che significa libertà di presentare proposte che non mettono al primo posto l’estetica o la quantità di prodotto, bensì una qualità che difficilmente può essere reperita altrove in altre manifestazioni, fiere o mostre-mercato.


Vintage Workshop® é una fucina di idee creative che ad ogni edizione si presenta con spunti e suggestioni fresche e inedite. Gli accessori d’epoca esposti debbono tendere ad avere una caratteristica fondamentale: quella di possedere linee, tratti, elementi, dettagli, utilizzo di materiali o volumetrie inedite, ossia non ancora riproposte nella contemporaneità.

In questo modo la tre-giorni espositiva è riuscita negli anni a primeggiare proponendo davvero un “distillato di ricerca” che ormai tutti le invidiano.

L’esposizione che, ad ogni nuova edizione é sempre in progress, propone a stilisti, buyers e produttori della moda idee e spunti mediante l’esposizione di accessori d’epoca mirati a collezioni moda che usciranno ad un anno e mezzo di distanza. Naturale che l’evento sia considerato un vero paradiso Vintage anche per il pubblico dei consumatori finali che possono così trovare proposte dal passato ma con uno spirito di anticipazione, di avanguardia sul futuro.

La prossima (e 24a edizione) di Vintage Workshop® Milano sarà articolata esponendo borse, scarpe, cinture, valigeria e piccola pelletteria d’epoca.
Oltre agli accessori di pelletteria, l’esposizione-vendita che si svolgerà dal 16 al 18 febbraio, darà ampio spazio anche a foulards, costumi da bagno, lingerie, corsetteria, cravatte poiché l’evento sarà indirizzato soprattutto a stilisti, buyers e product managers che si occupano di queste merceologie e che in quelle date si troveranno in città anche per visitare una fiera sui semi-lavorati e gli accessori strumentali al settore del Tessile/Abbigliamento.


RIFERIMENTI Vintage Workshop® Milano:

Sede: Admiral Hotel, Via Domodossola 16, Milano
Orari 2a sessione: 16/18 febbraio 2010 9/20 continuato. (Ultimo giorno dalle 9 con chiusura anticipata alle 13)

Ingresso: libero

Organizzazione: Associazione Culturale Ricercatori Moda d’Epoca

Info line via sms durante gli eventi: 339-6729704

Sito ufficiale per saperne di più: www.vintageworkshop.it




Comunicato stampa a cura dell’Uff. stampa Comunicazione e Marketing Perla, Vicenza

Diffusione Web: Stefano Wolf press (at) vintageworkshop (punto) it Vicenza, 09.02.2010

venerdì 5 febbraio 2010

Milano. Forum della Comunicazione Digitale 10 febbraio 2010





Forum della Comunicazione Digitale
Milano, 10 febbraio, Piazza Affari, Palazzo Mezzanotte.

E' il primo vero appuntamento importante in Italia, sui temi del marketing e della comunicazione digitale.

Si distingue dallo IAB Forum, allargando il dibattito all'innovazione, coinvolgendo aziende, istituzioni pubbliche, agenzie, Università e, ovviamente, i protagonisti del nuovo scenario digitale.

All'interno di un'intera giornata dedicata alle case history più interessanti, Andrea Genovese condurrà il convegno del pomeriggio, dalle 16 alle 18, dal titolo: Conversazioni sulla Digital Influence e la Net Reputation.

Andrea ha invitato parecchie persone e sarà un panel piuttosto affollato. Proverà ad animare un dibattito, senza troppi interventi promozionali,
su casi concreti di uso innovativo della comunicazione digitale.

Costi, benefici, vantaggi e disagi.

Perché Eni è al primo posto nella classifica dei siti corporate, secondo Webranking?
Che risultati ha dato la prima maratona digitale per la ricerca, che abbiamo fatto insieme a Telethon? Come stanno investendo il loro budget milionario, regioni come la Puglia e la Toscana, per promuovere il turismo attraverso il web  o il rapporto con i cittadini? Quali sono le strategie di comunicazione efficaci,  secondo il nuovo paradigma, proposto da Paolo Iabichino, autore di Invertising?

E molte altre aziende: Costa Crociere, Microsoft, Visiant, Almaviva, etc.

Avranno un ruolo da protagonisti i discussant: un piccolo ma agguerritissimo panel di blogger, influencer ed esperti di internet, che ho invitato per discutere, criticare, promuovere  le case history presentate: Vincenzo Cosenza di Digital PR, Luca De Fino di Ogilvy,  Alex Giordano di Ninja Marketing e Carlo Infante di Performing Media.

Il programma completo, lo potete leggere qui:
www.forumdigitale.it/2010/programma.html

Nei prossimi giorni nuove informazioni su 7thFloor.it

Per chi vuole partecipare in diretta su internet, vi comunicherò a breve l'indirizzo della webtv e dell'instant blog dell'evento.


Andrea Genovese (7thFLOOR)


Per maggiori informazioni:

www.forumdigitale.it/
e
http://www.7thfloor.it/


--
Postato su CorrieredelWeb.it L'informazione fuori e dentro la Rete.

Milano Mondadori Multicenter: adidas Run Yourself Better on air



adidas Run Yourself Better
on air nei Mondadori Multicenter 
 
adidas Italy ha scelto le vetrine e gli spazi dei Mondadori Multicenter di Milano e Roma come piattaforma di comunicazione non convenzionale per ospitare la nuova campagna running Run Yourself Better.
La filosofia Running di adidas è di fornire ispirazione e strumenti ai corridori di tutti i livelli. adidas prende sul serio ogni runner, consapevole che ognuno è diverso e che "correre" ha un significato particolare per ciascun atleta. Per questo offre una gamma di prodotti e di servizi personalizzati in grado di aiutare i runner a migliorarsi sempre e a tendere ogni giorno a raggiungere una performance più elevata ("be better").
 
A partire dal 1 Febbraio, e per tutta la settimana in corso, i Mondadori Multicenter di Milano (Vittorio Emanuele, Duomo e Via Marghera) e di Roma (Via del Corso) vedono protagonisti la nuova versione della scarpa ammortizzata più amata da chi corre, Supernova Glide 2 , e il primo allenatore personale in tempo reale che ti accompagna passo dopo passo al raggiungimento dei tuoi obiettivi, miCoach Pacer.
 
Il look della vetrina Mondadori di  C.so Vittorio Emanuele a Milano utilizza per la prima volta in Italia l'exhibition display dinamico, un runner robotizzato in azione che simula i movimenti della corsa. Inoltre, ad ogni acquisto effettuato presso i Mondadori Multicenter, il pubblico verrà omaggiato da uno speciale give-away adidas: un funzionale segnalibro targato miCoach e provvisto di retail finder.
 
L'intero progetto è stato realizzato da adidas grazie alla consulenza della unit di Unconventional Media del gruppo Carat in termini di pianificazione spazi e TBWA\Italia quanto concerne l'idea creativa di utilizzare il manichino dinamico. 



--
Postato su IL COMUNICATO STAMPA

ComunicatoStampa: nuova email x invio gratuito comunicati stampa



Gentili Colleghi,

per evitare il fenomeno dello spamming, abbiamo variato leggermente l'indirizzo cui inviare i vostri cs, redazionali ed articoli sul newsblog Il Comunicato Stampa (e analogamente rinnoveremo alcuni indirizzi del network del CorrieredelWeb.it).
Il nuovo indirizzo è comunicato punto comunicatostampa2  chiocciola blogger punto com

Vi preghiamo cortesemente di non inserire mai tale indirizzo nell'invio in copia conoscenza (cc) a tutti i destinatari delle vostre comunicazioni (prassi che si sconsiglia in generale, quando i suddetti destinatari non sono membri di una stessa testata, società, associazione, ecc).

Ricordiamo che, come sempre, basta inserire il titolo nell'oggetto dell'email e il testo nel corpo del vostro messaggio.
Consiglio Utile: non scrivere nelll'oggetto "invio comunicato stampa.." ma subito il titolo della news con le parole chiavi più importanti, così i motori di ricerca troveranno meglio la vostra notizia!

E ricordate che i testi allegati non vengono pubblicati!

Infine si rammenta che per pubblicare su tale newsblog  non è necessario alcun accredito. Il servizio è e resterà gratuito (eventuali donazioni, anche di soli 5 euro ed una tantum, sono ovviamente del tutto discrezionali) e si finanzia con gli annunci pubblicitari.

Contenuti contrari alle norme di Legge saranno prontamente eliminati e i mittenti segnalati alla polizia postale.


--
Redazione del CorrieredelWeb.it
www.CorrieredelWeb.it

lunedì 1 febbraio 2010

Provincia attribuisce a Milano Metropoli ruolo strategico nella costruzione dell’Expo e nel rilancio dell’area milanese





La Provincia attribuisce a Milano Metropoli un ruolo strategico
nella costruzione dell'Expo e nel rilancio dell'area milanese

Il nuovo Amministratore Delegato Carlo Lio vuole rafforzare il carattere metropolitano dell'Agenzia
attraverso un maggiore coinvolgimento dei Comuni


Sesto San Giovanni, 1 febbraio 2010 - È stato lo stesso Presidente della Provincia di Milano Guido Podestà, in occasione dell'incontro della Giunta provinciale itinerante tenutasi presso il Comune di Sesto San Giovanni, città dove è nata e dove è rimasta la sede di Milano Metropoli Agenzia di Sviluppo, a ribadire il ruolo strategico di questa società partecipata nel rilancio dell'area milanese.

Con la designazione, lo scorso ottobre, di Carlo Lio come nuovo Amministratore Delegato di Milano Metropoli, la nuova giunta della Provincia di Milano ha voluto rafforzare e valorizzare l'esperienza e le professionalità dell'Agenzia attribuendo ad essa nuove aree strategiche e operative di intervento: Milano Metropoli diventa, infatti, lo strumento operativo della Provincia nella costruzione dell'Expo 2015 e nel supportare i Comuni milanesi nell'avvio di processi e di interventi di sviluppo territoriale. "Il nostro obiettivo e quello della Provinciaafferma Carlo Lio - è far diventare Milano Metropoli a tutti gli effetti una vera agenzia di sviluppo metropolitana, come quelle adottate da anni dalle principali metropoli europee, per aiutare gli enti locali milanesi ad aumentare l'attrattività dei sistemi produttivi - territoriali e, allo stesso tempo, incrementare la coesione economica e sociale".

Per raggiungere questo obiettivo, il nuovo Amministratore Delegato ha già individuato tre direttrici strategiche:
·        Allargare la compagine societaria di Milano Metropoli ad altri Comuni della Provincia di Milano, superando l'assetto storico che vedeva, insieme a Provincia e Camera di Commercio, la partecipazione di solo quattro Comuni del Nord Milano (Sesto San Giovanni, Cinisello Balsamo, Cologno Monzese e Bresso).
·        Implementare le  attività legate all'area creazione e sviluppo d'impresa.
·        Rafforzare il ruolo funzionale e esecutivo dell'Agenzia nei programmi della Provincia di Milano, dal percorso di costruzione dell'Expo a progetti e interventi sulla cultura, la mobilità, le attività produttive…

In linea con questi obiettivi strategici e in stretta collaborazione con la Provincia, Milano Metropoli ha iniziato a lavorare su tre nuove aree progettuali importanti per il rilancio del sistema produttivo e territoriale dell'intera area metropolitana milanese:
·        Tavoli territoriali per avviare azioni di contrasto alla crisi e di rafforzamento delle PMI, anche agevolando la loro patrimonializzazione attraverso la creazione di nuove aree produttive ad esse dedicate.
·        "Expo fuori le mura", supportando i Comuni e gli attori territoriali nella valorizzazione dei progetti emersi e sviluppati in questi anni nella prospettiva di Expo 2015.
·        Sistema diffuso del benessere sostenibile, un progetto di valorizzazione degli asset legati al concetto "benessere sostenibile": dal turismo, la cultura, lo sport e il tempo libero, alla ricerca, l'innovazione e la filiera imprenditoriale interessata dal tema.

Milano Metropoli Agenzia di Sviluppo è una società per azioni partecipata dalla Provincia di Milano (socio di maggioranza), dalla Camera di Commercio di Milano, da Finlombarda, dai quattro Comuni del Nord Milano, dall'agenzia di sviluppo del Nord/Ovest ComunImprese e da aziende private. Principali aree d'attività dell'Agenzia sono la valorizzazione e la promozione dell'area milanese, il sostegno ai settori economici strategici e il supporto agli enti locali nell'avvio di interventi integrati di sviluppo industriale e territoriale. Milano Metropoli nasce nel 2005 dalla ridefinizione delle attività e della struttura societaria di ASNM, l'Agenzia locale che dal 1996 e per circa dieci anni aveva gestito il processo di reindustrializzazione e di riconversione socio-economica del Nord Milano.


Comunicazione Istituzionale - Milano Metropoli Agenzia di Sviluppo
Pilar Sinusia, sinusia@milanomet.it, Tel. 02 24126 580 / 540
www.milanomet.it

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI