Cerca nel blog

venerdì 29 gennaio 2010

Domeniche a piedi? Non servono. Metro' milanese da terzo mondo


Domeniche a piedi? Non servono. Metro' milanese da terzo mondo

Roma, 29 Gennaio 2010. Domeniche senza auto per diminuire lo smog.
Non servono. Lo dicevamo fin dal lontano 1999 (1), contro tutti coloro che le sponsorizzavano. Sono passati 11 anni e siamo al punto di partenza. In questo decennio si poteva far qualcosa, invece, non s'e' fatto nulla. Prendiamo il caso di Milano la cui aria super inquinata ha fatto scattare l'inutile misura di emergenza antismog.
Domandiamo ai Sindaci che si sono succeduti in questo lungo periodo: sono stati fatti investimenti per il trasporto pubblico veloce, cioe' per le metropolitane?
Non ci sembra proprio, visto lo stato in cui versa la linea 2 e relative stazioni, che appaiono appartenere ad un sistema di trasporti da terzo mondo: carrozze vecchie, fermate sporche, manutenzione piu' che carente.
Eppure Milano e' tra le citta' piu' ricche d'Italia ed e' vicina alla Svizzera, che dovrebbe avere come modello.  Si continua a governare con provvedimenti emergenziali senza programmazione urbanistica e ambienta le.
I Sindaci dovrebbero essere dei buoni amministratori della cosa pubblica ma sembra che abbiano in mente solo le grandi opere (Expo', Olimpiadi, ecc.), insomma, sognano la Domus Aurea neroniana. Poi la citta' va a fuoco cioe' diventa invivibile, ma questo non interessa.

(1) http://www.aduc.it/ricerca/?testo=domeniche+a+piedi

Primo Mastrantoni, segretario Aduc

COMUNICATO STAMPA DELL'ADUC
Associazione per i diritti degli utenti e consumatori

SMOG MILANO. WWF: INADEGUATA LA CHIUSURA UNA TANTUM. SERVONO PIANI PER FRENARE L'ABUSO DELL'AUTO:AL NORD 20 MILIONI DI ABITANTI SOFFOCANO NELLA MEGALOPOLI PADANA



WWF: "INADEGUATA LA CHIUSURA UNA TANTUM PER LO SMOG A MILANO "

 

SERVONO PIANI PER FRENARE L'ABUSO DELL'AUTO:

AL NORD 20 MILIONI DI ABITANTI SOFFOCANO NELLA MEGALOPOLI PADANA

 

Gli abitanti del nord Italia ogni giorno percorrono in auto almeno  20 km

dal 1980 al 2000  un aumento del 71% delle emissioni Co2 sulle autostrade usate dai pendolari

    

   Una chiusura domenicale una-tantum è inadeguata. Questo il commento del WWF sull'annuncio da parte di Comune, Provincia e Regione conseguente all'elevata concentrazione di polveri sottili registrata in questi ultimi 17 giorni. In una situazione di emergenza 'cronica' è urgente intervenire con coraggio potenziando lo strumento dell'ecopass e dirottando finanziamenti su metropolitane e ferrovie per i pendolari.  Per questo il WWF ha aderito alla manifestazione organizzata sabato 30 gennaio alle 10.30, davanti a Palazzo Marino per chiedere misure urgenti contro uno smog che uccide.

    E' indispensabile non rimandare più gli interventi legati alla pianificazione del territorio che strutturalmente possono ridurre l'inquinamento atmosferico a partire dallo stralcio del "Tunnel Rho-Linate. Per il WWF la pianificazione territoriale deve anche derivare una seria pianificazione della mobilità pubblica  intermodale che prenda quindi in seria considerazione la possibilità, che diventa ormai un obbligo morale, di far sì che i singoli cittadini di Milano e della Lombardia abbiano un serio vantaggio economico e temporale nell'utilizzo quotidiano di treni, autobus e metropolitane. Anche la stessa soluzione sperimentale dell'ecopass, dalla tecnologia costosissima, andrebbe ora messa 'a rendimento' potenziandola sia ampliando l'area a pagamento sia trasformandola da una tassa sull'inquinamento a una tassa sulla congestione In questo modo pagherebbero tutte le categorie di auto private, non solo euro zero,1 e 2.

   Purtroppo per il trasporto pubblico non si vedono investimenti decisi e congrui, a confronto con quelli già previsti con l'Expo 2015 per l'autostrada pedemontana e la direttissima Milano-Brescia: delle progettate 3 metropolitane milanesi a stento si farà il primo tratto della linea 5 mentre non ci sono finanziamenti per le tratte ferroviarie metropolitane. Questo in prospettiva non permette ai cittadini dell'area metropolitana la scelta del mezzo pubblico   e il conseguente abbandono dell'auto.

 Le iniziative presentate ieri in Regione sul piano contro lo smog sono di sicuro interesse ma certamente non affrontano il problema in profondità. Solo una revisione del Rapporto Ambientale del PGT (Piano di Governo del Territorio) di Milano e quindi del piano stesso in relazione alla Pianificazione del Territorio a livello regionale, provinciale e comunale può portare ad una reale risoluzione del grave problema dell'inquinamento dell'aria nell'intera area lombarda.

 

LA MEGALOPOLI PADANA

   I problemi di  Milano nascono non solo in città: l'effetto di congestionamento e inquinamento derivano dal'essere il cuore di una Megalopoli padana  e quindi le scelte e le decisioni vanno affrontate anche a questo macro-livello . Infatti, elaborazioni condotte dalla Società di ricerca Polinomia per il WWF rilevano che scelte istituzionali e pianificatorie sbagliate hanno consentito la nascita di una grande megalopoli padana,  costituita  da sistemi urbani regionali, da una città diffusa in cui si concentra il 78% della popolazione del Nord Italia (quasi 20 milioni di abitanti, sui 25,3 milioni complessivi) su circa ¼ della superficie (circa 30.000 kmq), con una densità media di 650 ab/km.

   L'abuso dell'auto e la lunghezza media degli spostamenti quotidiani, che sono passati da 10 a 20 km a testa,. ha portato ad una preoccupante diffusione dell'inquinamento e ad un'impennata delle emissioni di CO2 – il principale gas serra –  attorno ai principali poli urbani, catalizzatori del pendolarismo, dovuti al traffico autostradale, che ammontano a 66 milioni di tonnellate l'anno con un incremento nel 2000, rispetto al 1980, del 71%, provocato da un tasso medio di motorizzazione che nell'Italia settentrionale è cresciuto di oltre il 50% (passando da 380 a 585 autovetture ogni 1000 abitanti), mentre nello stesso periodo i passeggeri sulla ferrovia aumentavano solo del 13%.

 

"Anno dopo anno, inverno dopo inverno, ci troviamo ad affrontare con strumenti inadeguati e spuntati sempre la stessa emergenza – ha dichiarato Michele Candotti, direttore generale del WWF Italia -  E' ora che il nostro paese metta in cantiere una seconda grande opera pubblica, dopo la messa in sicurezza del territorio: quella della mobilità sostenibile. Invece ancora oggi  le autostrade e le strade a lunga percorrenza rappresentano una quota di circa il 50% delle "infrastrutture strategiche" in  fase si esecuzione (più esattamente il 51,2% delle opere totali e il 49,2 del valore complessivo), mentre le opere ferroviarie ultimate o in fase di ultimazione rappresentano il 13% delle opere totale il 24% del valore complessivo. Quando si pensi che l'investimento sulle ferrovie e' tutto indirizzato a realizzare linee ad AV per collegare centri molto distanti tra loro, si scopre che si sta prevalentemente investendo nella realizzazione di infrastrutture a lunga percorrenza invece di investire in quelle  a media e corta percorrenza dove si concentra il 75% della domanda di mobilita'". Inoltre, nelle città basterebbe applicare molte norme già esistenti e stringere sui controlli, come la corretta applicazione dei Piani Urbani del Traffico, verificare gli scarichi delle auto più inquinanti (bollino blu), tornare a finanziare gli strumenti a supporto della mobilità sostenibile (mobility manager, il car-pooling e il car-sharing)."        

 

Roma, 29 gennaio 2010 - Ufficio stampa WWF Italia – tel. 06-84497.377, 213, 265, 463

Scheda WWF

"Tutti i guai della Megalopoli padana"

 

Nel periodo 1980-2000 il tasso medio di motorizzazione nell'Italia settentrionale è cresciuto di oltre il 50% (passando da 380 a 585 autovetture ogni 1000 abitanti), mentre nello stesso periodo i passeggeri sulla ferrovia aumentavano solo del 13%.

 

Questo fenomeno è stato favorito da scelte istituzionali in materia di infrastrutture che hanno continuato a favorire (al di là dei luoghi comuni che denunciavano un presunto impasse)  la rete stradale: tra il 1981 e il 1999 la rete di strade e autostrade del Nord Italia ha avuto un incremento del 25% Passando da 140 mila km a 175 mila). Questo mentre lo sviluppo della rete ferroviaria veniva ridotto, per il taglio dei rami secchi del 2%. 

 

Ciò si è tradotto oltre che in un maggior inquinamento anche in un preoccupante incremento dell'incidentalità sulla strada: tra il 1980 e il 1999 nel Nord Italia sono stati registrati 1,8 milioni di incidenti stradali in cui sono state coinvolte 2,3 milioni di persone (equivalenti a circa il 10% della popolazione residente nel settentrione).

 

Le emissioni di CO2 – il principale gas serra - dovute al traffico autostradale ammontano a 66 milioni di tonnellate l'anno con un incremento nel 2000, rispetto al 1980, del 71%. 

 

Il problema è che gli autoveicoli privati sono serviti per coprire distanze medie sempre più lunghe: nell'arco di 20 anni ogni singolo residente nel Nord Italia ha quasi raddoppiato la lunghezza dei km percorsi in un anno (passando dagli 8.500 km del 1980 ai 16.000 del 2000) e la lunghezza media degli spostamenti quotidiani è anch'essa raddoppiata passando, nello stesso periodo, da 10 a 20 km a testa.

 

Le scelte istituzionali e pianificatorie sbagliate hanno così consentito la nascita di una grande megalopoli padana,  costituita  da sistemi urbani regionali, da una città diffusa in cui si concentra il 78% della popolazione del Nord Italia (quasi 20 milioni di abitanti, sui 25,3 milioni complessivi) su circa ¼ della superficie (circa 30.000 kmq), con una densità media di 650 ab/km ed include: il Piemonte centrale intorno a Torino, l'area metropolitana milanese e il Pedemonte lombardo, l'area veronese e il fondovalle dell'Adige tra Trento e Bolzano, l'area centrale veneta (intorno a Vicenza, Padova, Venezia-Mestre e Treviso) l'area triestina e udinese, l'intero asse della via Emilia da Piacenza a Rimini, il litorale ligure.

giovedì 28 gennaio 2010

DECAM ARREDAMENTI: nuovo showroom Snaidero a Lissone, la città dell’arredo.

Il nuovo spazio espositivo è stato realizzato secondo i canoni del Concept Store Snaidero, lo spazio di vendita in grado di veicolare i valori e l'identità del marchio, facendo vivere al cliente lo spazio Snaidero come un'esperienza sensoriale ed emozionale.




Molteplicità, varietà e specializzazione del mondo dell’arredo sono gli elementi che fanno oggi di Lissone e del suo territorio il più vasto e completo sistema produttivo e commerciale del settore in Europa. È qui che Snaidero ha da poco inaugurato un nuovo showroom: Decam Arredamenti.
Situato in una posizione strategica, in una delle vie principali, costellata dai negozi d’arredo più prestigiosi, lo spazio espositivo è stato realizzato secondo i canoni del Concept Store Snaidero, l’innovativo modello di strategia distributiva atto a comunicare i valori della marca attraverso una vera e propria esperienza sensoriale del cliente.
Questa nuova inaugurazione conferma ulteriormente la validità della formula espositiva Snaidero. In poco più di 2 anni, infatti, sono stati oltre 200 i punti vendita Snaidero in Italia, tra nuovi e rinnovati, realizzati con questa filosofia.

All’interno dello showroom è possibile ammirare un’ampia esposizione della gamma Snaidero: Time, Skyline, Idea, Sistema Zeta, Kube, Sintesi, Terra, e Orange l’ultimo progetto nato dalla collaborazione delle varie aziende del Gruppo Snaidero, sia a livello di design sia di industrializzazione. Una cucina bella nell’estetica, di grande flessibilità compositiva e capace di offrire una straordinaria ricchezza di soluzioni intelligenti, ma anche in grado di rispondere alle nuove esigenze di sostenibilità, attenzione all’ambiente e risparmio energetico.



DECAM ARREDAMENTI SRL
VIA G.CARDUCCI 91/93
20035 LISSONE - MI
Telefono: 039-794664
Email: info@decamarredamenti.it
Sito: www.decamarredamenti.it


Progettista dello Spazio Espositivo: Architetto Francesca Costa
Titolare: Alessandro Consonni , Laura Tosetti
Personale Addetto alla progettazione e alla vendita: Alessandro Consonni , Laura Tosetti , Massimo Ravasi
Metri quadrati esposizione: 900
Modelli esposti: Time , Skyline , Idea , Sistema Zeta , Kube , Sintesi , Terra , Orange






Per info:
Snaidero Rino Spa
Tel: 0287384640
patrizia.fabretti@bluwom.com

mercoledì 27 gennaio 2010

Cosa regalare per San Valentino



Ogni anno è difficile trovare il regalo giusto per San Valentino, ma se cercate qualcosa di esclusivo tipo un week end romantico vi consigliamo di visitare il sito di Melaspasso.

Melaspasso è un portale attraverso il quale potrete esaudire i desideri del vostro partner. Il sito, diviso in diverse categorie, offre possibilità infinite di trovare idee regalo capaci di far brillare gli occhi del vostro partner.


Per romanticoni incalliti, sognatrici e uomini d'altri tempi, Melaspasso propone innumerevoli ed originali esperienze per festeggiare in modo insolito il giorno degli innamorati. Una cena a lume di candela, un percorso benessere di coppia, un romantico volo in mongolfiera, un fine settimana nella città di Romeo e Giulietta e molto altro.

Emozioni uniche per chi vive d'amore. Regali originali che colpiranno il cuore del vostro partner. Trasformatevi in cupido regalate un sogno tutto romantico!

Per maggiori info:

Servizio Clienti telefonico al nr.: 899.032.083 (0,62 € centesimi/minuto iva compresa dai telefoni fissi).

lunedì 25 gennaio 2010

Ciclo incontri "Milano. Comprare casa senza rischi"



Urban Center Milano è lieta di invitarLa
al ciclo di incontri informativi realizzati in collaborazione con il Consiglio Notarile di Milano sul tema

MILANO
COMPRARE CASA SENZA RISCHI

gli incontri si svolgeranno dalle ore 18.00 alle 20.00
presso l'Urban Center Milano - Galleria Vittorio Emanuele II

Calendario e programma scaricabile al link:
http://allegati.comune.milano.it/urbancenter/invito_studi_notarili.pdf

Il primo incontro si terrà:
Mercoledì 3 febbraio 2010 ore 18.00

Ingresso libero e fino a esaurimento posti.

giovedì 21 gennaio 2010

Snaidero inaugura un nuovo Concept Store alle porte di Lecco: G&G Design


A Calolzio Corte, località situata alle porte di Lecco, è stato da poco inaugurato un nuovo showroom Snaidero: G&G DESIGN. Al suo interno ampie sale espositive sono state progettate con un “percorso a tema” mediante il quale è possibile ammirare il fascino dell’alto di gamma e l’inimitabile design SNAIDERO grazie ad affascinanti composizioni arricchite da preziosi complementi e da una raffinata oggettistica.
Il negozio si avvale di un team di qualificati architetti, coordinati dall’arch. Giancarlo Nava, stimato collaboratore di diverse aziende di cucine a livello nazionale e progettista dell’arredo casa con esperienza pluriventennale. Grazie al supporto di esperti falegnami, è inoltre possibile un’altissima personalizzazione del prodotto e la realizzazione di ogni elemento speciale.
Alla raffinatezza e all’eleganza del design Snaidero si uniscono quindi la competenza e la professionalità dei titolari, Giovanni Maria Daccò e Giancarlo Nava, e del loro team. Ne risulta un’offerta ampia e articolata con grande attenzione ai materiali, al design e alle esigenze di personalizzazione estetiche e dimensionali.
All’interno dello spazio espositivo è possibile ammirare alcuni dei principali modelli della gamma Snaidero: Time, Skyline, Idea, Kube, e Orange l’ultimo progetto nato dalla collaborazione delle varie aziende del Gruppo Snaidero, sia a livello di design sia di industrializzazione. Una cucina bella nell’estetica, di grande flessibilità compositiva e capace di offrire una straordinaria ricchezza di soluzioni intelligenti, ma anche in grado di rispondere alle nuove esigenze di sostenibilità, attenzione all’ambiente e risparmio energetico.


G & G DESIGN SRL
CORSO DANTE 13/A
23801 CALOLZIOCORTE - LC
Telefono: 0341-1761648
Email: info@ggdesign.it

Progettista dello Spazio Espositivo: Architetto Giancarlo Nava
Titolare: Giovanni Maria Daccò , Giancarlo Nava
Personale Addetto alla progettazione e alla vendita: Architetto Giancarlo Nava , Architetto Paolo Castelnuovo
Superficie totale spazio espositivo: 220 mq
Cucine esposte: Time, Skyline, Idea, Kube, Orange






Per info:
Snaidero Rino Spa
Tel: 0287384640
patrizia.fabretti@bluwom.com

mercoledì 20 gennaio 2010

LABORATORIO MILANO. IL PARCO AGRICOLO SUD

MASTER E CORSI DI FORMAZIONE CONTINUA UPC/ACMA

MILANO.IL PARCO AGRICOLO SUD

LABORATORIO IL PROGETTO DELLO SPAZIO PUBBLICO

MILANO, APRILE-LUGLIO 2010

________________________________

La storia della Pianura Padana coincide con la storia della sua
trasformazione, da una indistinta foresta planiziale in una delle
macchine agricole produttive più efficienti (e contese) d'Europa.
Eppure questa apparente uniformità di paesaggi, dalla periferia di
Milano al Delta del Po, nasconde articolazioni e segni legati
all'eterogeneità con cui le diverse comunità locali hanno proceduto
nell'appropriazione del proprio territorio, dalle bonifiche alla
gestione delle risorse idriche, alla distribuzione agraria ecc. Ora
che il quadro economico globale assegna un ruolo diverso e marginale
all'agricoltura, tale ricchezza culturale viene messa in discussione
dalle esigenze di infrastrutturazione del territorio e dalle dinamiche
del mercato immobiliare particolarmente attivo nelle vicinanze dei
grandi insediamenti urbani.Nato nel 1990 e comprendente 61 comuni
dell'hinterland milanese, il Parco Agricolo Sud realizza attività
legate alla conoscenza, la valorizzazione e la promozione di uno dei
paesaggi rurali più intensi di storia del nostro paese. Il laboratorio
intende sviluppare una serie di proposte e di progetti mirati a
sensibilizzare la cittadinanza su tale patrimonio e restituire
centralità al paesaggio rurale nell'area metropolitana milanese.

ATTIVITA'/ PROGRAMMA

Il laboratorio comprende tre workshop che contemplano una serie di
apporti teorici giornalieri (lezioni dell'autore attinenti il tema) e
si sviluppano in tre fasi pratiche: conoscenza ed interpretazione del
luogo (visione dei materiali e dell'area); elaborazione del progetto
(singolarmente o in gruppo); dibattito e presentazione delle proposte.

ISCRIZIONI

Il laboratorio fa parte del programma di Formazione Continua della UPC
di Barcellona. Si configura come corso intensivo di perfezionamento ed
aggiornamento rivolti a laureati, professionisti e tecnici delle
amministrazioni pubbliche. I programmi del master e dei corsi
post-laurea della UPC/ACMA presentano i requisiti per l'ottenimento di
borse di studio a copertura totale messe a disposizione da fondazioni,
enti e istituzioni pubbliche (Province, Regioni) anche a carattere
internazionale. Le iscrizioni verranno raccolte fino al raggiungimento
del numero massimo di partecipanti previsto.

Per informazioni e iscrizioni:

ACMA Centro di Architettura

via Antonio Grossich 16, 20131 Milano

Tel. +39 02.70639293 Fax.+39 02. 70639761

acma@acmaweb.com www.acmaweb.com



--
Postato su TuttoFormazione

giovedì 7 gennaio 2010

"Il terrorismo" - Milano 19/01 e Roma 11/02

Il terrorismo", di Antonella Colonna Vilasi 
 

Il 19 gennaio sarà a Milano e, l'11 febbraio, di nuovo a Roma, dopo il varo dello scorso 20 novembre svoltosi presso la Camera dei Deputati 
 

Una testimonianza scevra di risvolti ideologici, divulgativa e nondimeno completa di accurate ricostruzioni e plurime fonti, capace di spiegare un fenomeno che resta attuale nei suoi risvolti internazionali attraverso l'analisi delle logiche della contrapposizione, genesi di una "strategia della tensione" che condusse il nostro paese in una spirale di violenza per oltre un ventennio. Dalle BR ai NAR, senza trascurare sigle e gruppuscoli minori, si respira il clima del difficile consolidamento della nostra democrazia erede delle divisioni di Yalta nel dopoguerra.

Il libro di Antonella Colonna Vilasi, presentato per la prima volta a Roma nella prestigiosa sede della Camera dei Deputati con interventi di rappresentanti delle istituzioni, è poi approdato in Abruzzo, sia ad Avezzano che all'Aquila, presso la sala conferenze Coppito G.d.F, luogo posto al centro dell'attenzione dopo lo scorso terremoto per lo svolgimento straordinario del G8. Il testo si è distinto soprattutto per una determinante metodica nell'affrontare l'argomento nel corso di questi incontri, mettendosi in luce quale opportuno complemento alla didattica scolastica, poiché capace di suscitare una consapevole memoria critica alla portata di tutti. Il prossimo 19 gennaio, l'appuntamento sarà a Milano, presso la libreria Mursia in via Galvani 24 alle ore 18:00, mentre per l'11 febbraio è previsto un ulteriore incontro a Roma, presso la libreria giuridica Medichini, a piazzale Clodio (entrata tribunale), per le ore 14:30. Altri incontri con date ancora da definire sono annunciati a Padova, Salerno e Napoli nel corso del 2010.  
 

Ufficio Stampa:

Enrico Pietrangeli

uf.stampa@fastwebnet.it 

mercoledì 6 gennaio 2010

Milano. Villaggio Meraviglie: pattinaggio fino al 10 gennaio



IL VILLAGGIO DELLE MERAVIGLIE
NON CHIUDE:
 
A GRANDE RICHIESTA
APERTO FINO AL 10 GENNAIO

 

L'Epifania tutte le feste porta via... ma il divertimento al Villaggio delle Meraviglie continua!

Visto il grande successo, con un notevole incremento di presenze rispetto alle precedenti edizioni, il parco tematico nei Giardini di via Palestro resterà aperto ancora per qualche giorno, fino a domenica 10 gennaio, tutti i giorni dalle 10.00 alle 22.00.

Sarà così possibile continuare a sfrecciare con i pattini ai piedi, divertirsi sulle giostre, lasciarsi stupire dagli effetti speciali del cinema 4D e concedersi momenti di relax nella Cucina della Befana, lo scenografico punto di ristoro con vista sulle due belle piste di pattinaggio.

Il Villaggio delle Meraviglie è stato organizzato da Ambra Orfei e Orizzonte Eventi con il sostegno dell'Assessorato agli Eventi del Comune di Milano.

Per informazioni: www.villaggiodellemeraviglie.com

 

 


--
Postato su IL COMUNICATO STAMPA

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI