Cerca nel blog

lunedì 31 agosto 2009

Boxe. “Milano sale sul ring: fuori i secondi!”

BOXE. DOMANI L'ASSESSORE RIZZI A INAUGURAZIONE MOSTRA "MILANO SALE SUL RING: FUORI I SECONDI!"

Milano, 31 agosto 2009 – Domani, martedì 1° settembre, alle ore 17,30, alla Fabbrica del Vapore, in via Procaccini 4, l'assessore allo Sport e Tempo libero Alan Rizzi partecipa all'inaugurazione della mostra "Milano sale sul ring: fuori i secondi!" realizzata dalla Ficts - Federation Internationale Cinema Television Sportifs con il patrocinio del Comune di Milano.



--
Redazione del CorrieredelWeb.it
www.CorrieredelWeb.it

200° Conservatorio. Giovedì in scena commedia franco-italiana con intervento Palmeri, Borrelli e console Despax

200° CONSERVATORIO. GIOVEDÌ IN SCENA COMMEDIA FRANCO-ITALIANA CON INTERVENTO PALMERI, BORRELLI E CONSOLE DESPAX

Milano, 31 agosto 2009 – Nel 200° anniversario di fondazione del Conservatorio "Giuseppe Verdi", giovedì 3 settembre, alle ore 20.30, presso il Chiostro del Conservatorio, in via Conservatorio 12, sarà messa in scena l'opera "Ludovico di Breme o l'inutile stratagemma": commedia franco-italiana di Pierre Levi e Georges Bouboulis promossa dal Théâtre Français de Milan.
Il Presidente del Consiglio comunale Manfredi Palmeri interverrà con un saluto istituzionale insieme al Console generale di Francia a Milano Jean-Michel Despax e al Presidente del Conservatorio Francesco Saverio Borrelli.



--
Redazione del CorrieredelWeb.it
www.CorrieredelWeb.it

Sesso e web. Landi: “Stiamo lavorando perchè l’uso di Internet sia più controllato”

SESSO E WEB. LANDI: "STIAMO LAVORANDO PERCHE' L'USO DI INTERNET SIA PIU' CONTROLLATO"

Milano, 31 agosto 2009 – "Questa è la punta dell'iceberg di un fenomeno che all'estero è già da tempo oggetto di studio". Così l'assessore alla Salute Giampaolo Landi di Chiavenna, tornando sull'argomento della microprostituzione nelle scuole e lo scambio di immagini e video che ritraggono scene di sesso fra i giovanissimi.
"Stiamo lavorando per creare le condizioni affinché l'uso di Internet o di dispositivi tecnologici sia più controllato e contro un generale decadimento di valori. Ma non solo – aggiunge – lottiamo contro un aumento significativo di alcune malattie a trasmissione sessuale, come la mononucleosi e l'epatite B".

Al centro dell'intervento di Landfi di Chiavenna è la crescente diffusione del fenomeno denominato "sexting", neologismo nato dalla fusione di "sex" e "texting". Autoscatti a sfondo sessuale che i teenager inviano ad amici o fidanzati e che, talvolta, possono attirare le attenzioni di persone senza scrupoli. Un fenomeno, questo, sotto i riflettori negli Stati Uniti e in Australia, ma che, anche in Gran Bretagna, si sta affermando in modo pericoloso. A lanciare l'allarme oltremanica è il Child Exploitation and Online Protection Centre (Ceop) ritienendo che i genitori possano contribuire a limitare questa pericolosa moda parlando ai propri figli, illustrando tutti i pericoli che possono derivare dalla diffusione di immagini personali.

Una recentissima indagine inglese su un campione di 2.000 giovani, pubblicata dall'associazione Beatbullying, evidenzia come oltre un terzo, ossia il 38%, dei ragazzi inglesi fra gli 11 e i 18 anni (equamente divisi tra maschi e femmine) hanno ricevuto almeno un messaggio o una e-mail a contenuto sessualmente esplicito, e che il 70% di loro conosce la persona che l'ha mandato.

Sempre secondo la ricerca inglese, il 45% dei messaggi circola in modalità "peer to peer" (tra i ragazzi stessi), il 23% tra partner e solo il 2% giunge da adulti estranei.
Di quel 25% che riceve un'immagine sessualmente offensiva, il 55% viaggia via telefonino, il 29% via chat.

"Questi dati – ha concluso l'assessore Landi - mi spingono ad aprire anche a Milano questo fronte di attenzione. Lontana da me l'idea di sminuire l'importanza e l'utilità dei sistemi informatici, ma questi vanno governati quando diventano non mezzi di comunicazione e socialità intelligente ma di abuso. I giovani vanno guidati verso un'educazione sessuale matura e responsabile, protetta quando è fisica e filtrata quando è virtuale".



--
Redazione del CorrieredelWeb.it
www.CorrieredelWeb.it

Teatro alla Scala: manutenzione straordinaria nei locali luci nel sopravolta della sala del teatro

TEATRO ALLA SCALA. AL VIA I LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA NEI LOCALI LUCI NEL SOPRAVOLTA DELLA SALA DEL TEATRO

Milano, 31 agosto 2009 – Il Comune di Milano e la Fondazione Teatro alla Scala, in accordo con l'Asl Città di Milano, hanno dato il via il 26 agosto 2009 ai lavori di manutenzione straordinaria per la bonifica da limitate quantità di amianto localizzate nei locali luci presenti nel sopravolta della sala del teatro. Queste tracce risalgono agli anni '50/'60, ma sono state rinvenute lo scorso dicembre durante i lavori che hanno riguardato la disposizione di nuove luci su aree che non erano state esaminate nel corso della ristrutturazione operata nel 2002.

L'amministrazione comunale e la Fondazione Teatro alla Scala sono intervenute tempestivamente, sempre in accordo con l'Asl, provvedendo, nel dicembre 2008, all'immediato incapsulamento dei manufatti interessati in attesa dello svolgimento dei lavori di bonifica. Nel contempo sono state eseguite continue campionature dell'aria nei locali interessati che non hanno mai rilevato, da parte dell'Asl, la presenza di polveri.

La partenza dei lavori era prevista per il 23 luglio 2009 ma la necessità di svolgere la mappatura dell'intera area richiesta dalla Asl ha fatto slittare al 26 agosto 2009 l'inizio della bonifica che si concluderà entro ottobre 2009. Il programma, infatti, prevede la rimozione dell'amianto entro metà settembre mentre il restante periodo sarà destinato alle operazioni di verifica delle condizioni ambientali dei locali interessati.

I lavori verranno prevalentemente eseguiti in orari notturni (dalle ore 24 alle ore 7), in modo da non compromettere le attività programmate, e prevedono l'installazione di un ponteggio particolare in prossimità della Seconda Galleria per permettere al personale specializzato di sigillare ermeticamente tutte le forometrie presenti nella volta. Ciò esclude in maniera assoluta la possibilità di qualsiasi fuoriuscita di materiale.

L'intervento obbliga, perciò, alla chiusura al pubblico del Loggione. La Fondazione Teatro alla Scala sta provvedendo a informare il pubblico e gli abbonati. Gli spettatori già in possesso di un titolo di ingresso per gli spettacoli programmati nel periodo interessato dai lavori, sono invitati a rivolgersi alla biglietteria del Teatro, o agli organizzatori delle serate speciali, per ottenere il rimborso o per concordare eventuali conversioni in altri posti, compatibilmente con le disponibilità delle singole serate richieste.



--
Redazione del CorrieredelWeb.it
www.CorrieredelWeb.it

domenica 30 agosto 2009

Nova Milanese e Memoria Storica


Nova Milanese e la Memoria Storica



Cara Amica, Caro Amico,
 
La Biblioteca Civica di Nova Milanese, in collaborazione con l'Amministrazione Comunale, si occupa, dagli anni'70, di un aspetto molto specifico di un segmento storico relativo alla seconda guerra mondiale, che riguarda la deportazione, in particolare, per motivi politici. La biblioteca e l'Ente Comunale novesi costituiscono un autentico punto di riferimento valido e importante per le scuole del territorio locale e non solo, tramite informazioni bibliografiche, videotestimonianze, mostre itineranti tematiche e incontri pubblici con ex-deportati...
 
Laura Tussi 



La Biblioteca Civica Comunale di Nova Milanese raccoglie le memorie dei lager

LA DIDATTICA DELLA STORIA.

Diamo un futuro alla memoria, per non dimenticare…

 

di Laura TUSSI

 

La Biblioteca Civica di Nova Milanese, in collaborazione con l'Amministrazione Comunale, si occupa, dagli anni'70, di un aspetto molto specifico di un segmento storico relativo alla seconda guerra mondiale, che riguarda la deportazione, in particolare, per motivi politici. La biblioteca e l'ente comunale novesi costituiscono un autentico punto di riferimento valido e importante per le scuole del territorio locale e non solo, tramite informazioni bibliografiche, videotestimonianze, mostre itineranti tematiche e incontri pubblici con ex-deportati (tra cui "Sacerdoti nei lager", "Donne nei lager"ecc…e mostre "Sterminio in Europa", "Il Lager di Bolzano", "La risiera di San Saba"), alla luce del rinnovato interesse nei confronti della storia contemporanea, che l'ex Ministro della pubblica istruzione Berlinguer ha in passato prospettato, al fine di promuovere in ambito scolastico, per le giovani generazioni, l'opportunità di prendere coscienza degli orrori generati dall'intolleranza nei confronti delle diversità, che sfocia inesorabilmente nel conflitto.

Quando si parla di "lager" vengono in mente l'olocausto, la Shoah, l'antisemitismo, il razzismo ed è messo in ombra chi ha vissuto la tragica esperienza per motivi politici: scioperi contro il regime fascista, la militanza politica partigiana ecc…

In particolare la Biblioteca di Nova Milanese conduce dal 1996, in collaborazione con l'archivio storico della città di Bolzano, un importante progetto di realizzazione, reperimento, registrazione e catalogazione di videotestimonianze e interviste ai sopravvissuti italiani nei lager nazisti, montate in filmato e realizzate in numerose copie distribuite gratuitamente alle scuole, agli istituti e agli enti che ne fanno richiesta. Alla luce degli eventi storici attuali che si ripetono in diverse situazioni e condizioni, in seguito alla perdita di memoria storica che tocca i belligeranti, i popoli in guerra civile, in regimi dittatoriali repressivi nel mondo, tale iniziativa costituisce un punto di riferimento e di riflessione sul passato, al vaglio del presente, circa gli errori commessi, dove i conflitti armati non portano soluzioni e la perdita di memoria è causa dell'intolleranza cieca e del conflitto.

La biblioteca di Nova Milanese con il contributo dell'ANED. (associazione nazionale ex deportati) e dell'ANPI. (associazione nazionale ex partigiani), in collaborazione con l'archivio storico di Bolzano e con le relative amministrazioni comunali, rispettivamente impegnate nei progetti dal titolo "Per non dimenticare…" e "Storia e memoria: il lager di Bolzano", organizza ogni due anni una manifestazione intitolata "La memoria in rassegna", che consiste nella raccolta e proiezione di videotestimonianze relative ai temi della resistenza, deportazione e liberazione, dove trovano spazio testimonianze di molti protagonisti di avvenimenti resistenziali e dei pochi sopravvissuti ai lager nazisti, grazie a cui risulta possibile ricostruire quanto avvenuto nei campi di concentramento e sterminio.

"La memoria in rassegna", manifestazione giunta alla terza edizione a livello internazionale, a cui partecipano enti pubblici (Regioni, Province e Comuni) scuole e associazioni che abbiano prodotto video attinenti alla tematica in oggetto, viene presentata sia a Nova Milanese che a Bolzano. Vengono redatte diverse edizioni del catalogo video in quattro lingue (Italiano, francese, inglese e tedesco) con tutte le informazioni utili per facilitare la consultazione e la ricerca. Attualmente l'Archivio Audiovisivo della Memoria conta 140 videocassette e rappresenta l'unica fonte in Italia legata al tema della deportazione politica: esiste un altro archivio a livello nazionale il Cedec (centro di documentazione sulla deportazione ebraica) relativo, appunto, esclusivamente alle questioni razziali.

Con tale rassegna si raggiungono altri obiettivi:

-         raccogliere produzioni difficilmente reperibili

-         valorizzare la storia del territorio, teatro degli eventi

-         stimolare la scuola ad attività di ricerca storica e ad una comunicazione particolare e specifica, tramite la pluralità di strumenti linguistico espressivi.

 

La Biblioteca di Nova Milanese, oltre alle videotestimonianze della rassegna tratte dalle interviste ai sopravvissuti italiani dei lager nazisti, realizza altri video in occasione del viaggio-studio che annualmente viene intrapreso con alcune classi delle scuole medie statali novesi presso i campi di prigionia, in particolare a Ebensee, a Gusen, al castello di Hartheim (sottocampi di Mauthausen) e proprio a Mauthausen, dove la prima domenica di Maggio di ogni anno, si svolge una manifestazione internazionale per ricordare la liberazione dei lager nazisti, durante cui la biblioteca di Nova Milanese realizza un assiduo lavoro di documentazione e ricerca con i gruppi classe. In tale prospettiva, il "viaggio" assume una duplice valenza per gli studenti: conoscere, capire e ricordare gli avvenimenti storici in un'occasione importante, dove è loro possibile apprendere, "fare scuola" fuori dalle mura degli edifici, praticando un'alternativa tipologia di "scuola aperta", all'interno di un contesto storico reale. La visita guidata (viaggio/studio) presso i campi di concentramento costituisce un'ulteriore verifica relativa alla ricerca e al recupero della memoria storica riguardante le deportazioni di motivo non solo razziale, ma anche politico, eventi ricollegabili al concetto di diversità e differenza culturale tra individui. L'altro risvolto dell'iniziativa, nell'ambito del discorso relativo alla divulgazione, che consiste nel portare a conoscenza i materiali raccolti in itinere, riguarda l'allestimento di mostre tematiche e l'organizzazione, in collaborazione con i docenti delle scuole medie ed elementari novesi e delle scuole medie superiori della Provincia di Milano (e anche della Regione Toscana, del Trentino, Sardegna e Piemonte) di interventi ed incontri, all'interno degli ambiti scolastici, con alcuni sopravvissuti ex deportati. Parallelamente, in collaborazione con i docenti, la Biblioteca costruisce un percorso educativo e didattico dal titolo "Conoscere e comunicare i lager" che viene proposto agli studenti per approfondire la conoscenza relativa al fenomeno concentrazionario.

Questo immane lavoro di recupero e divulgazione ha ottenuto riconoscimenti a livello nazionale e internazionale. Infatti "La memoria in Rassegna" si svolge sotto l'alto patronato del Presidente della Repubblica Italiana, con i patrocini della Rappresentanza Italiana della Commissione Europea, del Presidente del Senato della Repubblica, del Presidente della Camera, del Ministero della Pubblica Istruzione, del Ministero dei beni e attività culturali, del Presidente della Regione Lombardia, del Presidente della Provincia di Milano e dell'Istituto Ernesto De Martino.

In seguito alle collaborazioni con la RAI di Milano e di Bolzano, nell'ambito di due programmi educativo-didattici, legati al mondo della scuola (Pico e Mosaico), attualmente, con la sede centrale di Roma di RAI Educational, l'amministrazione di Nova e l'Ente comunale di Bolzano hanno sottoscritto un accordo con cui la RAI si è impegnata ad acquisire 50 videotestimonianze realizzate dalla biblioteca, a cui seguiranno la messa in onda e ulteriori sviluppi. Da questa immane attività si sviluppa l'intento di recupero di una memoria storica importante che difficilmente traspare dai manuali storici scolastici e specialistici inerenti la deportazione. Dalle videotestimonianze si risale, rievocando e rimembrando (ricostruendo gli eventi) attraverso il ricordo, alle vicende, ai luoghi e ai motivi di arresto.

 

Dall'8 Settembre 1943 al 1945, prima del 25 Aprile, sono state deportate dall'Italia, secondo dati purtroppo incerti, non verificabili per l'assenza di un preciso ed attendibile censimento, circa 40.000 persone tra bambini, donne e uomini, di cui circa solo 10.000 sono stati deportati per motivi razziali (in base ai dati della ricercatrice del Cedec di Milano Picciotto Fargion che appaiono nella pubblicazione dal titolo "Il Libro della Memoria"). Dunque, una rilevante rimanenza (30.000 prigionieri) catturata per motivi politici, dove nel "politico" rientrano diverse categorie di persone, antifascisti, partigiani armati, o partecipanti a scioperi, dissidenti rispetto al sistema vigente, ostaggi e persone catturate durante un rastrellamento che anche attualmente non conoscono le motivazioni dell'arresto. Dai racconti si evince un discorso di connivenza e collaborazionismo della Guardia Nazionale Repubblichina con il nazifascismo (aspetti ricavabili da fonti primarie).

Quindi dalle testimonianze si ricavano diversi elementi utili al fine della ricostruzione storica, come tutta quella gamma di sentimenti e stati d'animo collegati alla separazione dal proprio territorio, dal nucleo famigliare, dalla cerchia dei compagni, si risale al "transport" in carri merci dove i deportati erano stipati e condotti a Fossoli, a Bolzano e nei lager d'oltralpe, come Dachau, Flossenburg, Ravensbruck, Mauthausen e, da questi campi principali, nei sottocampi come Gusen 1, Gusen 2, Ebensee, dove soprattutto i deportati morivano attraverso una condizione esistenziale precaria e di stenti, apparentemente privilegiata a detta degli aguzzini, che nell'etica comune, secondo la normale scala di valori umana attribuisce dignità all'individuo: l'etica del lavoro, che, al contrario, in quel contesto diventava schiavismo, i cui ritmi, per le condizioni precarie, la mancanza d'igiene, la scarsissima alimentazione e le vessazioni a cui erano sottoposti i prigionieri, portava alla inesorabile morte per stenti.

Il 5 Maggio del 1945, con la liberazione di Mauthausen, gli italiani reduci ammontavano a 4500 unità circa.

Dalle testimonianze si evince la mappatura dei sottocampi, le tipologie di lavoro, i nomi delle ditte che commissionavano il lavoro, il tipo di produzione, prevalentemente a carattere bellico, i percorsi di sopravvivenza (in che modo i testimoni sono riusciti a salvarsi).

Da un censimento della Gazzetta Ufficiale tedesca risulta che più di 1600 erano i campi di sterminio installati in Europa. In Italia i campi nazifascisti  erano quelli di Fossoli, di Bolzano, la Risiera di San Saba a Trieste e Borgo San Dalmazzo a Cuneo. Il fenomeno concentrazionario è considerato uno dei punti di rottura, di crisi nella storia dell'umanità: dopo "il Lager" l'evoluzione, la storia dell'uomo è cambiata, per il fantasma di una prospettiva storica di regressione degradante.

Gli Italiani sono stati gli ultimi a rientrare in patria, anche con mezzi di fortuna, dopo mesi di attesa estenuante nei lager. Da tale situazione si ricava una forte denuncia nei confronti delle istituzioni sociali e politiche del tempo, eccetto l'Opera Pontificia che ha organizzato la fase difficoltosa del rientro in patria, la quale presentava il rilevante problema, il dramma dell'accoglienza, della re-integrazione nel Paese d'origine e il reinserimento nella società (ricostruirsi una famiglia, ritrovare il lavoro…), dove risultava molto carente anche l'assistenza sanitaria (soprattutto per la riabilitazione da malattie infettive e dell'apparato respiratorio). Lo Stato Italiano ha riconosciuto un vitalizio, per giunta scarso, esiguo, agli ex deportati solo negli anni '80.

L'ANED ha coniato un motto "diamo un futuro alla memoria" attraverso un percorso di responsabilizzazione e di trasmissione della conoscenza rivolto ai giovani. Attualmente dei quattro campi nazisti installati in Italia ( a Fossoli, Bolzano, Trieste, Cuneo) è rimasto ben poco: solo lapidi, baracche manomesse e fatiscenti, muri di recinzione, brandelli di binari costituiscono i reperti superstiti, sopravvissuti all'incuria, al degrado del tempo…ed oltre a tale condizione degradata dell'esistente, il relativo abuso della speculazione edilizia. Non esiste responsabilità per la conservazione e la valorizzazione del bene storico, del reperto testimoniante il passato, l'accaduto. I sopravvissuti sono ormai anziani e molti non hanno mai confidato ad altri la propria esperienza, anche perché dopo il '45, pochi credevano agli eventi accaduti prima della liberazione.

I testimoni vanno scomparendo ed i segni del passato non risultano sufficientemente tutelati: occorre recuperare la memoria storica, per ricostruire il rapporto tra gli eventi, per dare voce alla storia. "I segni del tempo" all'interno di un percorso didattico possono fornire alle scuole una serie di elementi storici al fine di conoscere e valorizzare il territorio in cui vivono, da cui recuperare le testimonianze del passato, per riconoscersi in esso ed identificarvisi.

L'IRRE potrebbe proporre agli insegnanti una serie di momenti di formazione finalizzati alla realizzazione di unità didattiche entro un'ampia scansione, toccando i seguenti punti e argomenti:

n     l'uso didattico delle fonti orali nelle scuole (dove il testimone è fonte diretta)

n     cultura materiale (come visitare dal punto di vista educativo e didattico uno spazio lager, come è organizzato, finalità della collocazione geografica ecc…)

n     la didattica museale (nelle nuove architetture, sorte sul preesistente, si riscontra la presenza di musei relativi alla deportazione)

n     progetto per costruire un percorso di visita guidata.

n     Progetto per l'elaborazione di percorsi urbani, in ambito territoriale locale (territori cittadini) finalizzati al riconoscimento, all'individuazione dei segni del tempo, della storia, per analizzare e interpretare i luoghi di dedicazione, la toponomastica, testimonianti un passato gravido di significati, contenuti e valori necessari per vivere ed apprezzare l'attualità della democrazia.

 

La vita dei partigiani e di tutti i deportati nei lager è stata resa sacra, "sacrificata" per ideali di libertà, di uguaglianza, per realizzare la possibilità di vivere in uno stato in cui i diritti inviolabili della persona non vengano calpestati dall'istituzione, dal regime dittatoriale che si pone come giudice censore della libera opinione dell'"altro", del pensiero dell'individuo.

L'ANED sottolinea che il richiamo all'antifascismo di tali iniziative non presenta nulla di retorico. Tale richiamo, "…per non dimenticare", cesserà di costituire un'esigenza politica primaria solo quando tutte le forze politiche daranno prova di convenire sull'attuazione di un'unica e vera concezione della democrazia, priva di subdole pretese revisioniste e, addirittura, negazioniste. Il mondo contemporaneo, in cui si moltiplicano i focolai del conflitto, dimostra un'assoluta esigenza di movimenti antifascisti, motivo di disapprovazione contro guerre e varie forme di discriminazione razziale, politica e religiosa.

 

Laura Tussi

 




--
Postato su CorrieredelWeb.it L'informazione fuori e dentro la Rete.

sabato 29 agosto 2009

Scomparsa Virgilio Savona, una delle voci dello storico Quartetto Cetra

SCOMPARSA VIRGILIO SAVONA. LUNEDI' FINAZZER FLORY ALLA CAMERA ARDENTE DI UNA DELLE VOCI DELLO STORICO QUARTETTO CETRA


Milano, 29 agosto 2009 – Lunedì 31 agosto, alle ore 11.30, l'assessore alla Cultura Massimiliano Finazzer Flory renderà omaggio a Virgilio Savona, protagonista dello storico "Quartetto Cetra", alla camera ardente allestita, in collaborazione con il Comune di Milano, nel foyer del Teatro dal Verme in via San Giovanni sul Muro.

"Milano deve recuperare la cultura della memoria – spiega l'assessore Finazzer Flory - . La storia non è un'opinione e la cultura in tutte le sue accezioni, dal teatro alla musica, dall'editoria all'arte tutta, deve riconoscere e rappresentare sempre i suoi protagonisti. Il "Quartetto Cetra" aveva un'idea che mi ha sempre emozionato: cantava con ironia e provocazione dimostrando che non ci possa essere cultura senza gioco di squadra".





--
Redazione del CorrieredelWeb.it
www.CorrieredelWeb.it

giovedì 27 agosto 2009

Milano Ifla. cerimonia di chiusura ringraziamenti all'organizzazione e all’ospitalità di Milano

IFLA. ALLA CERIMONIA DI CHIUSURA RINGRAZIAMENTI ALL'ORGANIZZAZIONE E ALL'OSPITALITA' DI MILANO

Milano, 27 agosto 2009 – Si è concluso questo pomeriggio, presso i padiglioni di Fiera MilanoCity, il 75esimo Congresso Mondiale dell'Ifla, International Federation of Library Associations and Institutions. Un successo senza precedenti a partire dal numero dei partecipanti, 4.495, quasi mille in più dello scorso anno.

Riuniti al Centro Congressi di via Gattamelata, i delegati hanno accolto con una grande ovazione il discorso di chiusura del Presidente italiano AIB, Mauro Guerrini, che ha ringraziato la città di Milano. Il Presidente Ifla, Claudia Lux, ha poi consegnato un'onorificenza Ifla al comitato organizzatore italiano per un "congresso di grande successo".

Rotta la rigida regola delle lingue ufficiali, tra le quali non è presente l'italiano, Bob Mckee, a nome del board di Ifla, ha ringraziato Milano e i milanesi "che ci hanno fatto sentire a casa", ha detto. Tifoso di calcio, ha richiamato lo stadio e le passioni calcistiche di Milan e Inter, dicendo che Milano è stata in questi giorni il magnifico stadio della partita della squadra Ifla.

Il Presidente Ifla entrante, Ellen Tise, ha quindi chiuso il 75° Congresso dicendo : "Grazie Italia, hai superato ogni nostra aspettativa!".

"Abbiamo superato una 'prova-Expo' con grande successo – ha detto l'assessore alla Cultura Massimiliano Finazzer Flory – Ma vogliamo fare ancora di più per arrivare nel 2015 con un evento culturale, sul piano dei contenuti, e diffuso sul territorio, dal punto di vista organizzativo. Un avvenimento capace di offrire uno sviluppo sostenibile partendo da una grande vocazione di Milano: comprendere il piacere dei libri".



--
Redazione del CorrieredelWeb.it
www.CorrieredelWeb.it

mercoledì 26 agosto 2009

Ifla. Oltre 1.500 persone in Duomo per il concerto di gala. Grande successo anche per le mostre di Palazzo Reale

IFLA. OLTRE 1.500 PERSONE IN DUOMO PER IL CONCERTO DI GALA. GRANDE SUCCESSO ANCHE PER LE MOSTRE DI PALAZZO REALE

Milano, 26 agosto 2009 – Oltre mille cinquecento persone hanno seguito, ieri sera, il concerto in Duomo organizzato dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Milano in occasione del 75esimo Congresso Mondiale dell'IFLA - International Federation of Library Associations and Institutions che ha aperto i battenti domenica 23 agosto al Centro Congressi Fiera Milanocity e si chiuderà domani. Un successo per l'intera città che ha messo a disposizione degli oltre 4 mila congressisti provenienti da tutto il Mondo le sue eccellenze.

"Questo è l'Expo che vorremmo – spiega l'assessore alla Cultura Massimiliano Finazzer Flory - culturale, per quanto riguarda i contenuti e diffuso sul territorio, dal punto di vista organizzativo. Un avvenimento capace di offrire uno sviluppo sostenibile partendo da una grande vocazione di Milano: comprendere il piacere dei libri".

In Duomo si sono esibiti in duo Federica Sainaghi, arpa e Fulvio Liviabella che, grazie alla disponibilità dell'Associazione Pro Canale, ha suonato il violino di Antonio Stradivari "Marechal Berthier" del 1716. Le musiche di Bach, Beethoven , Massenet, Arvo Part, Tartini sono risuonate nella Cattedrale milanese regalando ai congressisti e a numerosi curiosi emozioni indimenticabili.

Per l'occasione è stata prevista anche un'apertura straordinaria fino alle 24.00 delle mostre di Palazzo Reale che sono state visitate da oltre 1.500 persone ("Scapigliatura. Un pandemonio per cambiare l'arte" ha registrato 354 presenze, "Monet. Il tempo delle ninfee" 770, "Forattini. Coraggio, libertà, sberleffo" 253, "Robert Wilson – Voom Portraits" 141).

Un flusso continuo di gente ha poi attraversato la Galleria dove si è tenuta l'esposizione del volume di Luca Pacioli, De Divina Proportione, stampato nel 1497, che contiene le tavole con le celebri incisioni di Leonardo da Vinci raffiguranti suggestive figure poliedriche.

Grande successo di pubblico anche a Palazzo Marino che ospita due tavole del "Codice Atlantico" di Leonardo da Vinci; il municipio è rimasto aperto sino alle 24.

"Milano si è presentata davanti al mondo, circa 180 i Paesi presenti a Ifla, come una città capitale dell'arte e della cultura – continua Finazzer Flory -. Professionalità, entusiasmo e competenza sono state le parole d'ordine di queste giornate durante le quali si è discusso in maniera seria e approfondita del futuro dei libri nostro fondamento e nostra guida".

"La biblioteca deve essere un centro di diffusione di una politica per la pace – evidenzia l'assessore alla Cultura - In una società complessa come la nostra una grande biblioteca deve amare e non odiare la complessità e considerare più elementi che interagiscono tra di loro. Spesso, infatti, multietnico non vuol dire multiculturale dove nazionale non coincide più con statale. Per le biblioteche, oggi, l'identità nazionale è sì un problema ma anche un'opportunità".



--
Redazione del CorrieredelWeb.it
www.CorrieredelWeb.it

Milano. Cinema a Palazzo Reale: il Padrino martedì 1 settembre

BELLA ESTATE. PROSEGUONO GLI APPUNTAMENTI CON "IL CINEMA A PALAZZO REALE": IL PADRINO DI DOMANI SLITTA A MARTEDÌ 1 SETTEMBRE

Milano, 26 agosto 2009 – Proseguono, fino al primo settembre, le proiezioni de "Il Cinema a Palazzo Reale", rassegna cinematografica che propone un ciclo di proiezioni sul potere inteso come interazione con la fede, il denaro, gli altri, se stessi e l'immagine.

Tutti i venerdì, sabato e domenica dal 17 luglio, alle 21.30, i milanesi hanno potuto, a soli 3 euro, trascorrere una serata sotto le stelle in compagnia di alcuni tra i più grandi lavori cinematografici di tutti i tempi: da Quarto Potere di Orson Welles (USA, 1941, 119') , Il colore dei soldi (USA, 1986, 119') di Martin Scorsese, Potere Assoluto (USA, 1997, 121') di Clint Eastwood, Il deserto dei tartari (It/Fra/Ger, 1976, 140') di Valerio Zurlini con Vittorio Gassman, Giuliano Gemma, Helmut Griem, The Truman Show (USA, 1998, 103') di Peter Weir con Jim Carrey.

Ventuno appuntamenti che hanno coinvolto oltre 2mila persone e che termineranno martedì primo settembre con Il Padrino di Francis Ford Coppola che non verrà proiettato il 28 agosto, come inizialmente previsto, a causa del concerto di Antonella Ruggiero previsto in piazza Duomo.

Sabato 29 agosto alle 21.30 sarà la volta de Il Divo di Paolo Sorrentino mentre domenica 30 toccherà a Gomorra di Matteo Garrone.

Lunedì 31 agosto verrà recuperata la proiezione di Thank you for smoking saltata , venerdì 24 , causa maltempo.

"Dopo questo successo ci prepariamo all'autunno con due importanti obiettivi – spiega l'assessore alla Cultura Massimiliano Finazzer Flory -: Panoramica, con 150 proiezioni per 40 titoli presentati in cartellone nel Festival di Venezia e Locarno, Martini Premiere e I've seen films con Rutger Hauer. Non solo, in novembre il Comune di Milano organizzerà per la prima volta gli Stati Generali del cinema per rilanciare il settore coinvolgendo gli operatori con idee, progetti culturali e finanziamenti ad hoc".


In allegato le schede dei film in programma



--
Redazione del CorrieredelWeb.it
www.CorrieredelWeb.it

domenica 23 agosto 2009

Milano. 75° congresso internazionale Ifla: in città oltre 4 mila bibliotecari da tutto il mondo

LIBRI. AL VIA A MILANO IL 75ESIMO CONGRESSO INTERNAZIONALE IFLA: IN CITTÀ OLTRE 4 MILA BIBLIOTECARI DA TUTTO IL MONDO

Milano, 23 agosto 2009 – Si è tenuta questa mattina presso il Centro Congressi di Fiera Milanocity la cerimonia inaugurale del 75° Congresso Mondiale dell'IFLA – International Federation of Library Associations and Institutions, in città fino al 27 agosto, sotto l'Alto Patronato della Presidenza della Repubblica e in collaborazione con il Comune di Milano, la Provincia di Milano, la Regione Lombardia, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e l'Associazione Italiana Biblioteche.

Durante la cerimonia è stato letto un testo inviato dal Sindaco Letizia Moratti che, in vista dell'Esposizione Universale del 2015, ha chiesto ai "bibliotecari del mondo di prendere parte al grande laboratorio di idee di Expo 2015. Insieme al cibo, il pianeta – ha sottolineato Letizia Moratti – il pianeta ha bisogno di informazione, di cultura come strumento di libertà".

"Milano ha costruito nei secoli una rete bibliotecaria articolata e diffusa. Un patrimonio che le Istituzioni e i privati continuano ad aggiornare e riqualificare anche oggi – ha spiegato il Sindaco -. Oltre alle grandi biblioteche storiche note nel mondo, l'Ambrosiana, la Braidense, la Trivulziana, Milano offre una rete di pubblica lettura diffusa in tutte le zone. Dobbiamo espandere questa rete a un livello internazionale. Milano e il suo patrimonio librario sono pronti ad aiutare e promuovere il lancio di una grande comunità mondiale di biblioteche e di bibliotecari".

La Biblioteca Sormani, le 24 Biblioteche rionali distribuite su tutto il territorio, e le 7 biblioteche specialistiche del Comune di Milano diffondono in città il piacere di leggere e di informarsi, anche attraverso eventi e percorsi di promozione della lettura.

Nel complesso, oltre 2 milioni di volumi, 150 postazioni internet, 150.000 audiovisivi a disposizione di 120.000 iscritti con oltre 1 milione di prestiti annui.

Una rete che si completa con i sistemi bibliotecari delle 7 università cittadine, delle associazioni, degli istituti storici e di ricerca, degli ordini professionali e delle imprese: oltre 200 istituti aperti al pubblico e frequentati ogni anno da utenti di ogni età e professione.

"Credo che sia il momento di ripensare qui a Milano, capitale dell'editoria in Italia, a una sinergia, a una cooperazione in grado di realizzare un gioco di squadra contro un unico avversario di cui nostro malgrado avvertiamo la presenza: una certa pigrizia, uno scarso amore per la lettura da parte delle giovani generazioni – evidenzia l'assessore alla Cultura Massimiliano Finazzer Flory - Ridestare nei nostri ragazzi la passione per i libri e il piacere di curiosare nelle biblioteche alla ricerca di qualche avventura della mente deve essere una priorità pubblica e politica per tutti i governi del mondo".

"Grazie a manifestazioni come questa, Milano rinnova la sua vocazione a ospitare appuntamenti dalla forte valenza internazionale, capaci di catalizzare sulla città l'interesse dei maggiori operatori del settore, promuovendo la cooperazione e lo sviluppo in tutti i settori della biblioteconomia e delle scienze dell'informazione – spiega Massimiliano Orsatti, Assessore al Turismo, Marketing Territoriale, Identità - Ifla 2009 rappresenta un ulteriore passo nella strategia di posizionamento internazionale di Milano che da oltre tre anni vede questa Amministrazione impegnata nel promuovere asset imprescindibili come: cultura, accoglienza e formazione da tempo elementi caratterizzanti la nuova immagine della città."

La scelta della città di Milano come sede del Congresso rappresenta indubbiamente un importante riconoscimento delle realtà delle biblioteche italiane e lombarde in particolare, con 1.300 biblioteche pubbliche diffuse su tutto il territorio e oltre 800 istituti di ricerca e conservazione con standard di servizio di rilievo europeo.
Il programma dettagliato del Congresso completo delle informazioni sugli eventi collaterali è disponibile anche sui siti www.ifla2009.it e www.ifla.org.

Si ringraziano: Finmeccanica, Unione Commercio, Turismo Servizi professionali Milano, Veneranda Biblioteca Ambrosiana, Skirà, Casa Vinicola Zonin.



In allegato: il programma degli eventi promossi dal Comune di Milano e una scheda su IFLA.



--
Redazione del CorrieredelWeb.it
www.CorrieredelWeb.it

venerdì 21 agosto 2009

Libri. 75° congresso mondiale Ifla

LIBRI. DOMENICA FINAZZER FLORY ALLA CERIMONIA INAUGURALE DEL 75° CONGRESSO MONDIALE IFLA

Milano, 21 agosto 2009 – Domenica 23 agosto, alle ore 9.00, l'assessore alla Cultura Massimiliano Finazzer Flory interverrà, presso il Centro Congressi Fiera MilanoCity (via Gattamelata, 5), alla cerimonia inaugurale del 75° Congresso Mondiale dell'Ifla - International Federation of Library Associations and Institutions che raduna in città oltre 4 mila bibliotecari provenienti da 180 Paesi.


--
Redazione del CorrieredelWeb.it
www.CorrieredelWeb.it

giovedì 20 agosto 2009

Milano: Piano anticaldo. Livello rosso di allarme fino a sabato

PIANO ANTICALDO. LIVELLO ROSSO DI ALLARME FINO A SABATO

Milano, 20 agosto 2009 - Durerà fino a sabato lo stato di massima attenzione del Piano Anticaldo. Il calo delle temperature previsto per venerdì e sabato è stato smentito dagli ultimi dati del meteo e diffusi dal Centro operativo della Protezione civile del Comune.
Il "Livello 3 - Rosso" è infatti segnato fino a sabato compreso, dove si raggiungerà la temperatura percepita di 36 gradi, mentre domani salirà a quota 38.
La situazione generale ha così portato a prolungare fino a domenica il preallarme per i 205 volontari della Protezione civile che è pronta a schierare anche una ventina di mezzi per distribuire bevande e acqua in caso di necessità.
Intanto, le chiamate oggi al numero verde 800 777 888 nella fascia oraria più problematica, ovvero quella dalle 8 alle 16, sono state 30. Un dato in leggera flessione rispetto a ieri. Il contact center del Piano Anticaldo - comunicano dall'assessorato alle Politiche sociali - rimarrà regolarmente attivo per tutto il fine settimana e, anzi, sarà rafforzato per l'occasione.
Rafforzata anche l'attività di monitoraggio sulle aree pubbliche e spazi verdi a cura della sala operativa della Protezione Civile del Comune e il raccordo quotidiano con le altre centrali. "Il Sistema Milano della Protezione Civile - commenta il direttore Leonardo Cerri - si sta rivelando solido. Il Piano Anticaldo della Direzione Centrale Famiglia, Scuola e Politiche Sociali, rivolto agli anziani e alle fasce deboli, può contare anche su una struttura di coordinamento di tutte le attività di protezione civile presenti sul territorio milanese, dal 118, ai Vigili del fuoco, alla Polizia locale alle varie public utility (come Atm, Amsa, Mm, a2a)".
"Il Sistema Milano - conclude Cerri - ci permette, in ogni situazione, di avere il massimo coordinamento operativo e si sta dimostrando vincente non solo nelle emergenze ma anche nelle attività di prevenzione e supporto al sociale, come nel caso di questa straordinaria ondata di calore".



--
Redazione del CorrieredelWeb.it
www.CorrieredelWeb.it

martedì 18 agosto 2009

“I Milanesi per il Duomo” Antonella Ruggiero chiude la rassegna

TURISMO. LA MAGICA VOCE DI ANTONELLA RUGGIERO CHIUDE LA RASSEGNA "I MILANESI PER IL DUOMO"

Milano 18 agosto 2008 – Sarà la magica voce di Antonella Ruggiero, venerdì 28 agosto (alle 21.30), la protagonista assoluta di un suggestivo Omaggio a Milano, nel secondo e conclusivo appuntamento de "I Milanesi per il Duomo". Due serate di grande musica che hanno già offerto al pubblico, nella emozionante cornice di Piazza del Duomo, l'esibizione dell'orchestra de "I Cameristi della Scala e Giovanni Sollima" domenica 5 luglio.

Due imperdibili appuntamenti nati da una idea dall'Assessore al Turismo, Marketing Territoriale, Identità Massimiliano Orsatti. Due serate che rientrano nel ricco programma delle iniziative per "La Bella Estate di Milano", spettacoli completamente gratuiti che rappresentano un concreto invito a scoprire le suggestioni della grande musica rivolto a tutti i milanesi che, immersi nel fascino della piazza più amata della città, avranno l'opportunità di contribuire alla tutela del simbolo più identitario e conosciuto di Milano, il Duomo.

"La manifestazione si pone come il vero omaggio della città alla sua Cattedrale e alla sua piazza, da sempre nel cuore di tutti i milanesi", commenta l'Assessore Massimiliano Orsatti. "Grazie a iniziative come questa – continua Orsatti - che coniugano sapientemente l'alto profilo culturale e qualitativo delle manifestazioni con la promozione e valorizzazione degli elementi più caratterizzanti della nostra identità, Milano riesce a mantenere vivo l'interesse dei suoi cittadini verso il simbolo più autentico e rappresentativo della città, invogliando ciascun milanese a contribuire secondo le proprie possibilità al mantenimento e al restauro della sua Cattedrale". "Una rinnovata collaborazione – conclude Orsatti – che vede l'Amministrazione comunale e la Cattedrale impegnate al fine di identificare una serie di appuntamenti che avranno l'onore e la volontà di valorizzare al meglio l'importanza religiosa, architettonica e culturale di un luogo simbolo di Milano, riportando il Duomo al centro della vita sociale della nostra città."

L'Omaggio a Milano di venerdì 28 agosto ha come protagonista una delle voci più intense e sofisticate del panorama internazionale. Il repertorio, proposto dalla ex storica vocalist dei Matia Bazar, prevede una selezione speciale delle canzoni di Giovanni D'Anzi, scritte tra le due guerre, e care ai milanesi come "Ti parlerò d'amor", "Tu, musica divina", "Non dimenticar le mie parole" e "Mattinata Fiorentina". Dopo una incursione nel repertorio di musica sacra che la Ruggiero porta in tour per il mondo dal 2001, si ritornerà alla canzone popolare, rendendo omaggio a Milano con l'interpretazione di "Ma Mi" e "O mia Bela Madunina" unita a brani come "Amore Lontanissimo" a "Ti sento" che hanno reso Antonella Ruggiero così amata dal grande pubblico. Sarà quindi un intrigante viaggio nella musica di una artista che con la sua sensibilità e capacità interpretativa, unita ad una naturale curiosità spazia dal sacro al pop, da Broadway alle perle nascoste della musica popolare. "Echi d'infinito" dunque, ma anche "Tornerai" e "Crapa Pelada" oltre a una missa luba congolese, il "Kyrie".

Ad accompagnare Antonella Ruggiero saranno Ivan Ciccarelli (percussioni) , Mark Harris, (pianoforte), Renzo Ruggieri ( fisarmonica) e Arké Quartet, con Carlo Cantini e Valentino Corvino (violino), Sandro Di Paolo (viola), Stefano Dall'Ora (contrabbasso).

Un appuntamento unico e carico di emozione che allarga i confini sensoriali della musica e esplora nuovi linguaggi espressivi, sintesi sublime di un ringraziamento della Musica alla città di Milano e alla sua Cattedrale, il Duomo.

Ritiro Biglietti: I 5.200 biglietti gratuiti per il secondo appuntamento de "I Milanesi per il Duomo" potranno essere ritirati sino ad esaurimento presso l'Assessorato al Turismo, Marketing Territoriale, Identità Via Bagutta 12 dal lunedì al venerdì dalle10.00 alle 18.00 a partire da giovedì 20 Agosto, per informazioni Tel. 02/795892.

Foto



--
Redazione del CorrieredelWeb.it
www.CorrieredelWeb.it

Alcol. 1a licenza sospesa per vendita ai minori di 16 anni

ALCOL. PRIMA LICENZA SOSPESA PER VENDITA AI MINORI DI 16 ANNI

Milano, 18 agosto 2009 – Su indicazione del Sindaco di Milano, Letizia Moratti e d'intesa con l'Assessore Giovanni Terzi, l'Assessore alla Famiglia, Scuola e Politiche Sociali, Mariolina Moioli ha dato disposizioni alla Direzione Centrale Attività Produttive, Politiche del Lavoro e dell'Occupazione, Settore Commercio per un provvedimento ai danni di un esercente di zona Ticinese. Durante la consueta attività di controllo, gli agenti della Polizia Locale hanno colto in flagrante un barista che vendeva sostanze alcoliche a un minore di 16 anni.
Con la notifica dell'atto, avvenuta in serata, si avvia un procedimento di sospensione della licenza del pubblico esercizio per un periodo di 30 giorni. È il primo caso a Milano di violazione dell'ordinanza con conseguente sospensione dell'attività.
La campagna di prevenzione e tutela della salute dei ragazzi associa la ferma volontà e severità dell'Amministrazione nell'applicazione di quanto previsto dall'ordinanza del luglio scorso in tema di contrasto all'abuso di alcolici da parte dei più giovani.


--
Redazione del CorrieredelWeb.it
www.CorrieredelWeb.it

domenica 9 agosto 2009

MILANO PISCINE. RIZZI: “INAMMISSIBILE CHIUSURA DI LIDO, SCARIONI E ROMANO ”

PISCINE. RIZZI: "INAMMISSIBILE CHIUSURA DI LIDO, SCARIONI E ROMANO "

Milano, 9 agosto 2009 – "La chiusura odierna dei centri balneari Lido, Scarioni e Romano a causa della pioggia nelle prime ore della giornata è inammissibile e totalmente ingiustificata. La decisione di non aprire gli impianti è stata presa autonomamente da Milanosport sulla base di motivazioni che non possono trovare giustificazione né in un risparmio dei costi di gestione né tantomeno in una affrettata valutazione delle condizioni meteo".

Questa la posizione del Comune e dell'assessore allo Sport Alan Rizzi di fronte alla chiusura nella giornata di oggi di tre dei quattro centri balneari cittadini: Lido, Scarioni e Romano. Alle 10 risultavano aperti solo il centro balneare Argelati e le piscine Saini, Procida e S.Abbondio, quattro dei sette impianti di cui è prevista l'apertura fino alle fine di agosto.

"Milanosport necessita di una raddrizzata affinché episodi come questo e come altri che si sono verificati durante l'estate non si ripetano più. Se un milanese vuole andare in piscina, anche con qualche goccia di pioggia, non v'è ragione che non lo possa fare".



--
Redazione del CorrieredelWeb.it
www.CorrieredelWeb.it

sabato 8 agosto 2009

Expo 2015. Moratti: massimo impegno per la legalità

EXPO 2015. MORATTI: MASSIMO IMPEGNO PER LA LEGALITÀ

Milano, 8 agosto 2009 - Il commissario straordinario per l'Expo, Letizia Moratti, apprezza l'istituzione di un Comitato per la legalità da parte del Tavolo per la Lombardia. Conferma inoltre che le sue competenze e prerogative faranno riferimento al costituendo Comitato di Sicurezza e di vigilanza sull'appalto delle opere, concordato tra il Commissario e il Governo, che sarà presieduto dal Prefetto di Milano.



--
Redazione del CorrieredelWeb.it
www.CorrieredelWeb.it

mercoledì 5 agosto 2009

Milano Eventi e Design. Quadrilatero Moda aperto anche ad agosto

EVENTI E DESIGN. MILANO APERTA AD AGOSTO ANCHE NEL QUADRILATERO DELLA MODA


Milano, 5 agosto 2009 – "Nasce oggi un format per far sì che anche in un mese difficile come agosto la nostra città possa essere viva, dal centro alle periferie". Così, questa mattina, in Piazza Croce Rossa, l'assessore al Design, Eventi e Moda Giovanni Terzi ha presentato le iniziative "Per fare un albero" e "Enjoy Milano": creazioni di design a forma di Fiat 500C create da Fabio Novembre, uno spazio lounge bar e un "kit d'accoglienza" per tutti i turisti.

"Dopo gli incentivi economici per avere negozi aperti in tutto il territorio – ha continuato Terzi – l'attenzione si è rivolta al Quadrilatero della Moda, universalmente conosciuto in tutto il mondo come centro della creatività milanese. Un fatto importante soprattutto in termini di marketing e comunicazione".

"Un ringraziamento particolare – ha concluso l'assessore – va a tutti coloro che si sono impegnati per la realizzazione di queste due iniziative. Ancora una volta Milano, con le sue eccellenza ha dimostrato di saper fare squadra per il bene comune".

In allegato la scheda delle iniziative e due foto.



--
Redazione del CorrieredelWeb.it
www.CorrieredelWeb.it

martedì 4 agosto 2009

Milano si racconta. I “Promessi Sposi” a Casa Manzoni per l’ultima volta

MILANO SI RACCONTA. I "PROMESSI SPOSI" A CASA MANZONI PER L'ULTIMA VOLTA

Milano, 4 agosto 2009 – Ultimo appuntamento con i "Promessi Sposi" a Casa Manzoni, via Morone 1, la dimora dove vennero concepiti e scritti.
Si conclude domani, mercoledì 5 agosto, con Gianni Quillico, il seguitissimo ciclo di incontri con i protagonisti di uno dei più amati e affascinanti capolavori della letteratura italiana.

Il Comune di Milano e il Centro Nazionale Studi Manzoniani hanno proposto una serie di letture del romanzo, affidate all'interpretazione di alcune tra le migliori voci della nostra prosa. Dopo Anna Nogara, Alessandro Quasimodo, Laura Marinoni sarà Gianni Quillico a chiudere la manifestazione leggendo e interpretando alcuni passi dal 30° al 38° capitolo del romanzo.

Le letture, a ingresso libero, avranno inizio alle ore 19.00 e si terranno nella «Sala rossa» del Museo Manzoniano, il salone di rappresentanza del primo piano dove Manzoni riceveva gli ospiti di maggior riguardo: qui gli resero visita Balzac, Garibaldi, Verdi.
"Nell'ambito di "Milano si racconta" – spiega l'assessore alla Cultura Massimiliano Finazzer Flory – tornare ad ascoltare e leggere classici come i Promessi Sposi non significa solamente promuovere la letteratura, ma offrire anche una nuova e diversa immagine di una città capitale dell'editoria".
"Con questo progetto – ha aggiunto – abbiamo promosso contemporaneamente il piacere di leggere e la Casa Manzoni come museo di grande fascino, potenzialmente molto interessante anche per i turisti stranieri".

Info: Casa del Manzoni, via Morone 1, tel. 02.86460403 e-mail: cnsm@tiscali.it



--
Redazione del CorrieredelWeb.it
www.CorrieredelWeb.it

Milano Moda e design. Domani Terzi presenta l’iniziativa “Per fare un albero”

 
MODA E DESIGN. DOMANI TERZI PRESENTA L'INIZIATIVA "PER FARE UN ALBERO"

Milano, 4 agosto 2009 – Domani, mercoledì 5 agosto, alle ore 11.45, presso lo spazio antistante il Grand Hotel et de Milan (piazzetta Croce Rossa, angolo via Manzoni 39), l'assessore al Design, Eventi e Moda Giovanni Terzi presenterà l'iniziativa "Per fare un albero".
Saranno presenti Maurizio Spagnulo, responsabile comunicazione Fiat Group Automobiles, Fabio Novembre, architetto e designer e Claudia Buccellati, Presidente dell'Associazione via Montenapoleone.



--
Redazione del CorrieredelWeb.it
www.CorrieredelWeb.it

lunedì 3 agosto 2009

Milano Mobilita': BikeMi, 8 nuove stazioni di

MOBILITÁ. APRONO 8 NUOVE STAZIONI DI BIKEMI

Milano, 4 agosto 2009 - Dal 5 agosto saranno aperte otto nuove stazione del bike sharing:cinque all'interno della Cerchia dei Bastioni e tre all'interno della Cerchia dei Navigli.

Le prime cinque sono in viale Majno - Baretti, presso l'Università Bocconi, in via Bach, nei pressi dell'Umanitaria, in via Resistenza Partigiana e in via Donizetti, presso la sede della Provincia.
Le altre tre nuove sono invece in via Rastrelli - Larga, a Cordusio e in via dell'Arcivescovado.
Le stazioni di BikeMi a disposizione dei milanesi e dei turisti salgono così a 98 per un totale di 1.300 biciclette.

"Continua il nostro percorso per lo sviluppo del bike sharing a Milano – ha dichiarato l'Assessore Edoardo Croci – Le nuove otto nuove stazioni contribuiscono a garantire un servizio sempre più capillare e diffuso in città".

A otto mesi dal suo avvio, BikeMi ha riscontrato un notevole successo, facendo registrare oltre 10.300 abbonati annuali, più di 6.200 abbonamenti giornalieri e circa 355.000 prelievi totali.

Il 67 per cento degli abbonati a BikeMi risiede nel Comune di Milano, il 13 % in provincia e il restante 20 % è diviso equamente fra le altre province lombarde e il resto d'Italia.
Il servizio piace molto anche ai turisti stranieri: tra i clienti giornalieri del bike sharing ci sono tedeschi, inglesi, francesi, svizzeri, spagnoli, ma anche brasiliani, coreani e israeliani.

Le stazioni più utilizzate sono quelle di Cadorna (con una percentuale di prelievi giornalieri dell' 8 per cento), Duomo (con una percentuale di prelievi giornalieri del 6 per cento) e San Babila (con una percentuale di prelievi giornalieri del 5 per cento). Seguono a breve distanza Cairoli e Porta Venezia.
Le fasce orarie preferite sono quella fra le 08.00 e le 9.00 del mattino e quella fra le 18.00 e le 19.00.

Dal 4 luglio scorso, inoltre, per andare sempre più incontro alle esigenze degli utenti, è stata estesa la fascia notturna di BikeMi fino alle 2 di mattina. L'iniziativa ha avuto immediato riscontro: il servizio, dalle 23.00 fino alle 2.00, fa registrare mediamente oltre 300 noleggi.



--
Redazione del CorrieredelWeb.it
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI